Riparte il progetto “Solidarietà in movimento”: aderisci anche tu!

pulmino

Riaccende i motori a SANT’OLCESE, SERRA RICCO’ e MIGNANEGO il Progetto “Solidarietà in Movimento” che, patrocinato dai Comuni e proposto da Astra, garantirà l’utilizzo dell’automezzo 9 posti attrezzato con pedana elettroidraulica per il trasporto delle persone con problemi di mobilità.

Il Progetto, realizzato da Astra in diversi Comuni della Liguria e d’Italia, permetterà ai Servizi Sociali dei Comuni di poter disporre gratuitamente, per ulteriori quattro anni, del mezzo dotato di tutti i comfort per rendere più comodi e sicuri gli spostamenti di tutti coloro che lo utilizzeranno ma, soprattutto, dotato di piattaforma mobile e sollevatore elettroidraulico per le carrozzine. E saranno in tantissimi ad usufruire di questo automezzo visto l’importante servizio già svolto per il territorio nei precedenti 4 anni.
L’automezzo è stato utilizzato e verrà utilizzato nuovamente per accompagnamenti “solidali”. Grazie agli imprenditori che hanno deciso di sostenere questa iniziativa nel precedente quadriennio, non solo siamo stati vicini a tantissime persone: il mezzo ha percorso più di 15.000 chilometri, circolando nei Comuni di Sant’Olcese, Mignanego, Serra Riccò, Busalla, Genova, accompagnando minori, anziani e disabili alla partecipazione di attività sociali, ludiche, ricreative, sportive e laboratoriali.

Con queste motivazioni, grazie alla concretezza del Progetto “Solidarietà in Movimento” e all’esperienza di Astra, si potrà dare continuità ad un servizio importantissimo.

L’iniziativa verrà avviata nei prossimi giorni e coinvolgerà tutte le imprese, società, esercizi commerciali e realtà dei Comuni che vorranno contribuire a migliorare la qualità della vita dei soggetti meno fortunati, applicando il loro logo aziendale alla carrozzeria del mezzo. Sarà un modo diverso per dare visibilità alla propria attività diventando sponsor di un nobile progetto ad elevati valori sociali. In questi giorni un incaricato sta girando sul territorio per rinnovare le adesioni e cercarne altre, data importanza del mezzo per i nostri territori.

Scuolabus: variazioni di orario da domani

Pubblichiamo orari aggiornati per il ritorno del lunedì e del giovedì (mezzogiorno e pomeriggio).

Approfittiamo di questo comunicato per ricordare alle famiglie che sullo scuolabus è obbligatorio l’uso della mascherina.

Orario ritorno LUNEDÌ’ e GIOVEDÌ’ mezzogiorno

Orario ritorno LUNEDÌ’ e GIOVEDÌ’ pomeriggio

 

Scuolabus: variazioni di orario da lunedì 12 ottobre

Dalla settimana prossima inizia il servizio mensa. Di seguito le variazioni per il ritorno del martedì e mercoledì, che coinvolgono gli studenti della elementare Di Vittorio e della media Negri. Eventuali aggiornamenti verranno tempestivamente comunicati.

Approfittiamo di questo comunicato per ricordare alle famiglie che sullo scuolabus è obbligatorio l’uso della mascherina.

orario ritorno MARTEDÌ mezzogiorno

orario ritorno MARTEDÌ pomeriggio

orario ritorno MERCOLEDÌ mezzogiorno

orario ritorno MERCOLEDÌ pomeriggio

 

Scuolabus: gli orari 2020/21

Con grande fatica anche in quest’anno particolare il servizio scuolabus partirà regolarmente e in ottemperanza alle direttive Covid. Un grazie agli uffici, al gestore, all’Istituto e a tutto il personale coinvolto nel processo per la disponibilità e il lavoro svolto per garantire questo importante servizio.

Di seguito gli orari; eventuali aggiornamenti verranno tempestivamente comunicati. Approfittiamo di questo comunicato per ricordare alle famiglie che sullo scuolabus è obbligatorio l’uso della mascherina.

Orario ANDATA

Orario RITORNO

Nuovi importanti finanziamenti per la ferrovia Genova Casella


La FGC ha ottenuto dal Ministero, dopo i 17mln per l’installazione di un sistema di controllo marcia treno (ERTMS) sulla linea e su tutti i mezzi, un sistema generale di diagnostica dei guasti nonché la Revisione Generale di A1, A5, A6 e 29, anche ulteriori 34mln di euro per interventi lungo la linea inclusa la prevenzione idrogeologica, tema su cui nel recente passato abbiamo evidenziato ancora una volta le criticità e i fondi insufficienti.

Nonostante il lockdown il decreto è stato confermato e firmato. Mai in tutta la sua storia la nostra ferrovia aveva ottenuto finanziamenti così importanti.
Chiaramente sono interventi che hanno i loro tempi: progettazione, approvazione dei progetti, gare d’appalto ed infine lavori. Resta però una linea di finanziamento imponente che evidenzia la volontà del Governo di sostenere e modernizzare la nostra ferrovia.

Finalmente una buona notizia in questo difficile 2020!

Trasporto scolastico: iscrizioni entro il 30 luglio

Per motivi organizzativi, il settore Polizia Municipale ha fissato il termine del 30 luglio 2020 per la presentazione delle domande di iscrizione al trasporto scolastico.

Per scaricare il modulo, clicca qui.

Per informazioni:

-PEC: protocollo@pec.comune.santolcese.ge.it
-E-mail: polizia.municipale@comune.santolcese.ge.it
-Polizia locale: 0107267109 – 0107267131

ATP: da lunedì riparte la linea di Trensasco

Un altro piccolo, atteso passo per il ritorno alla normalità. Dopo la lettera ufficiale, le valutazioni delle segnalazioni della popolazione e i numerosi incontri tra Comune ed azienda, la linea Staglieno-Trensasco-Campi riparte da lunedì 29 giugno.

Non siamo ancora ritornati agli standard pre-covid, ne su questa ne su altre linee di tutto il territorio provinciale, ma la situazione ora è certamente più accettabile, in attesa che ATP possa finalmente, come tutte le aziende, avere la possibilità di ritornare a lavorare nelle condizioni precedenti all’epidemia, sia come costi che come gestione del personale e dell’accesso del pubblico ai mezzi. Possiamo certamente dire però che, rispetto a situazioni analoghe su linee periferiche di altri Comuni, questa riapertura rappresenta un passo importante.

Il Comune ha chiesto ed ottenuto inoltre una maggiore integrazione di questa linea con la Ferrovia Genova Casella, con particolare riferimento alla stazione di Campi. Continueremo a lavorare, nel rispetto di tutti, per ulteriori miglioramenti.

Scarica i nuovi orari cliccando qui.

 

ATP: bilancio in attivo, ora si pensi all’entroterra

Si è svolto qualche giorno fa il consiglio di amministrazione di ATP Esercizio.

Il consuntivo di bilancio si è chiuso con un attivo di circa 24 mila euro, con la conferma dell’attuale Cda formato da Enzo Sivori con la carica di presidente, Carlo Malerba con la carica di vicepresidente, e Manuela Bruzzone consigliera.

Si legge anche di importanti progetti turistici e l’aumento delle corse sulla linea 82 tra Santa Margherita e Portofino, con 50 corse giornaliere.

L’azienda è dunque in salute, ma le lamentele per la mancata ripartenza di molti servizi nell’entroterra genovese si moltiplicano. Un’azienda che sembra progressivamente perdere, per precisa scelta politica, la sua vocazione di servizio pubblico a favore di tutti per favorire solo ed unicamente le linee ad alta redditività.

Una società ben amministrata si vede anche da questo, non solo dai numeri, ai quali peraltro i nostri comuni offrono un solido contributo. Per noi, a distanza di quasi una settimana dalla lettera del comune ancora nessuna risposta ufficiale, ma una promessa informale di risentirci a breve. Continuiamo a lavorare.

ATP e Trensasco: il Comune scrive all’azienda e alla Città Metropolitana

Spett.le
ATP Esercizio Srl
Via Conturli, 53
16042 Carasco (GE)

e p.c. Alla Città Metropolitana di Genova
P.le Mazzini, 2
16122 Genova
c.a. Claudio Garbarino

Oggetto: Linea ATP Campi-Trensasco-Staglieno

Lo scrivente Ente vuole porre in evidenza la situazione di malcontento che è venuta a crearsi, soprattutto nella frazione di Trensasco, a seguito del mancato ripristino della linea in oggetto dopo la sua soppressione a seguito dell’emergenza Covid-19.

Pur comprendendo la difficile situazione dovuta all’emergenza, le decisioni di ATP a seguito della ripartenza sono state assolutamente insoddisfacenti e non trasparenti. In prima battuta è stato istituito un servizio a chiamata insufficiente per le esigenze della popolazione; in seguito è stata promessa una ripartenza della linea all’inizio di giugno e un potenziamento del suddetto servizio a chiamata. Nulla di tutto questo ha però avuto un seguito, compreso il fatto che il Comune attendeva notizie ufficiali dei piani aziendali su Sant’Olcese in generale e su Trensasco in particolare entro la settimana appena conclusa.

Un rapporto di questo tipo non è più accettabile, perché disattende il ruolo del Comune, che potrebbe invece svolgere un ruolo importante per la sua conoscenza del territorio e delle esigenze della popolazione dal punto di vista della mobilità ed è invece ridotto ad un lavoro di filtraggio di richieste e lamentele che, anche se hanno una valenza per il miglioramento del servizio, vengono sempre disattese. Come vengono disattese le nostre proposte che giacciono da anni in qualche cassetto dell’azienda e anche della Città Metropolitana. Proposte che prevedono l’integrazione degli orari con AMT e Ferrovia Genova-Casella, l’utilizzo di bus a chiamata per integrare le zone non servite, e tanto altro. Disegni organici che non vengono mai presi in considerazione a scapito del cittadino e a favore di orari che vengono solo incontro alle esigenze aziendali su linee e corse più redditizie e su logiche di turnazione di personale viaggiante, che alla gente interessano poco.

La richiesta dell’ente è quindi di ripartire con questi ragionamenti, appena sarà possibile farlo. Ma prima occorre ripristinare la linea di Trensasco. Poi si potrà, se finalmente l’azienda sarà disponibile, a parlare su un percorso di cambiamento organico del servizio sul nostro Comune sul quale non abbiamo alcun tipo di pregiudizio. Neanche sul servizio a chiamata, purché sia efficiente ed usato per integrare e migliorare il servizio, non per sostituirlo e farlo di fatto cadere sotto lo standard minimo di decenza dello stesso.

Ricordiamo che il Comune di Sant’Olcese ogni anno iscrive a bilancio cifre consistenti per l’Ente, per quanto possano sembrare esigue agli occhi dell’azienda, a favore di un trasporto pubblico degno di questo nome. Anche quest’anno, in cui importanti servizi potrebbero essere tagliati per la crisi in atto. E invece questo momento di difficoltà non solo è stato colto per migliorare e razionalizzare le cose collaborando con i Comuni, ma usato per inaugurare una nuova stagione di tagli indiscriminati e non accettabili.

La gente vuole percepire nuovamente un servizio pubblico degno di questo nome: moderno, efficiente e che non dimentica i più deboli. Esattamente il contrario di ciò che percepisce in questo momento, difficile per tutti, ma che non giustifica la scelta di eliminare del tutto delle linee come fatto per Trensasco, rendendo ancora più evidente di quanto non fosse già la subalternità dell’entroterra genovese su quanto viene fatto nel Levante ligure.

Certi di un cortese riscontro, porgiamo i nostri più cordiali saluti.

Sant’Olcese (GE), 15 giugno 2020

Armando Sanna
Sindaco

Enrico Trucco
Assessore ai Trasporti

Ritorno alla normalità per il trasporto sociale

Giunta al termine anche la Fase 2, il servizio del Trasporto Sociale dopo circa 650 spese effettuate in piena emergenza, torna alla sua natura originale.

Per garantire all’operatrice e agli utenti una maggiore sicurezza stiamo attrezzando e sanificando il mezzo con tutte le disposizioni previste per legge.
Da questa settimana chi avrà necessità potrà usufruire del servizio che sarà operativo cinque giorni a settimana dal Lunedì al Venerdì seguendo il tariffario in vigore prima dell’emergenza.

ATP: ancora qualche piccolo aggiustamento. Si lavora per il 15 giugno

Qulache piccolo aggiustamento negli orari a partire da domani per le corriere ATP. Le nuove norme anti Covid hanno senz’altro messo in grossa difficoltà l’azienda, costretta a limitare gli accessi nelle corse sulle tratte principali e a tagliare invece le linee a richiesta limitata.

Si continua comunque a lavorare per la data del 15 giugno quando, analizzata la situazione, ci sarà una nuova rimodulazione delle corse frazionali e di linea.

Nel frattempo, ATP ha assicurato il potenziamento per il servizio di trasporto a prenotazione sulla tratta Campi-Trensasco-Staglieno, attivo dal lunedì al venerdì con modulazione giornaliera dalle 5 alle 19. Si prenota il giorno precedente il trasporto telefonando al numero verde 800499999, attivo dalle ore 8 alle 12 da lunedì a sabato.

La Ferrovia Genova-Casella torna alla normalità

La buona notizia annunciata al Comune alcuni giorni fa ora è finalmente ufficiale. A partire da domani, mercoledì 3 giugno, la Ferrovia Genova Casella avrà un nuovo orario di servizio. Verranno ripristinate nei giorni feriali le 18 corse che venivano effettuate prima dell’emergenza sanitaria. Al sabato e nei festivi saranno 15 le corse a disposizione di viaggiatori e turisti. A seguire il dettaglio delle nuove corse.

Nei giorni feriali le partenze saranno:

da Casella alle ore 6.20, 7.27, 8.52, 10.38, 13.15, 14.52, 16.38, 18.08, 19.19;
da Genova alle ore 7.35, 9.00, 10.30, 12.08, 13.23, 14.24, 16.46, 18.00, 19.35.

Al sabato e nei festivi le partenze saranno:

da Casella alle ore 7.35, 10.28, 13.16, 14.58, 16.15, 17.50, 19.10;
da Genova alle ore 9.00, 10.20, 11.50, 13.10 (solo nei festivi), 14.53, 16.26, 17.45, 19.05.

Si raccomanda sempre il rispetto delle misure di prevenzione specificate dall’azienda.

ATP: da lunedì un lento ritorno alla normalità

Nuova edizione dell’orario di emergenza di ATP, che segna un lento ritorno alla normalità. Nell’immagine il prospetto della linea Bolzaneto – Piccarello – Sant’Olcese/Casanova in vigore da lunedì 25 maggio. Prossimo step, il ripristino ad inizio giugno delle rimanenti corse, con un ritorno alla totalità dei chilometri.

Clicca qui per scaricare il nuovo orario provvisorio per le linee Alta Valpolcevera.