Giornata della memoria 2020: domani il secondo atto

«Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario» (Primo Levi).

Dopo la bellissima manifestazione del 27 gennaio scorso, ricordiamo l’appuntamento di domani con “La Tessitura della Memoria”, organizzata dal Comune di Sant’Olcese insieme alle Associazioni di Volontariato del Territorio, i ragazzi della Scuola media, il Consiglio Comunale dei Ragazzi, il Circolo PD, lo SPI-CGIL, l’ANPI, la Consulta Giovanile, l’AICCRE e la Comunità Ebraica.

Un appuntamento per il quale l’amministrazione rinnova l’invito, riportando le parole di uno dei graditi ospiti, Donatella Alfonso, che ritorna un’altra volta a Sant’Olcese: “Grazie di volerci così bene, a noi e a #DestinazioneRavensbruck! Domani, giovedì, appuntamento a Sant’Olcese: anche una fiaccolata, e spero tante persone e tanti giovani, ad accompagnare la presentazione onorando il #GiornodellaMemoria”.

 

Gli appuntamenti di oggi dedicati agli alpini

Dopo la giornata inaugurale dedicata ai ragazzi della scuola Ada Negri, si apre oggi ugualmente la mostrapresso l’auditorium di Villa Serra dedicata alla storia della guerra d’Africa, della prima guerra mondiale e ad un’impresa alpinistica di luminoso eroismo da parte del Battaglione Fenestrelle sul passo Sentinella.

Oggi pomeriggio alle ore 15.30 convegno dedicato alla conquista del passo sentinella. L’evento si sposterà poi a Sant’Olcese Chiesa con la messa in suffragio degli alpini andati avanti (ore 18) ed il concerto di canti alpini.(ore 20.30).

Partecipate numerosi!

Tutti i dettagli nel manifesto ufficiale.

Giornata della memoria 2020: due giornate per comprendere

«Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario» (Primo Levi).

Il Giorno della Memoria è una ricorrenza istituita con la legge n. 211 del 20 luglio 2000 dal Parlamento italiano che ha in tal modo aderito alla proposta internazionale di dichiarare il 27 gennaio come giornata in commemorazione delle vittime del nazionalsocialismo (nazismo) e del fascismo, dell’Olocausto e in onore di coloro che a rischio della propria vita hanno protetto i perseguitati.
Affinché la Memoria di questi fatti non sia cancellata dallo scorrere del tempo, il Comune di Sant’Olcese insieme alle Associazioni di Volontariato del Territorio, i ragazzi della Scuola media, il Consiglio Comunale dei Ragazzi, il Circolo PD, lo SPI-CGIL, l’ANPI, la Consulta Giovanile, l’AICCRE e la Comunità Ebraica organizzano due iniziative dedicate al ricordo e alla riflessione sulle tematiche della Memoria della Shoah.

LUNEDÌ 27 GENNAIO: “Inaugurazione Della Panchina Della Memoria “da parte del Sindaco e della Presidente del Consiglio Comunale dei Ragazzi;

GIOVEDÌ 6 FEBBRAIO: “La Tessitura della Memoria”, letture e riflessioni dal libro Destinazione Ravensbruck di Donatella Alfonso, Laura Amoretti e Raffaella Ranise.

La cittadinanza è invitata a partecipare. Di seguito la locandina dell’iniziativa.

La storia e gli alpini a Villa Serra di Comago

Il Comune di Sant’Olcese e il Gruppo Alpini Sant’Olcese organizzano venerdì 24 e sabato 25 gennaio due giornate presso l’auditorium di Villa Serra dedicate alla storia della guerra d’Africa, della prima guerra mondiale e ad un’impresa alpinistica di luminoso eroismo da parte del Battaglione Fenestrelle sul passo Sentinella.

Con la partecipazione dello storico Damiano Leonetti, degli alpini delle sezioni Genova e Cadore, del Coro Femminile di Codissago – Longarone e del Coro Monte Zerbion (concerto a Sant’Olcese Chiesa).

Tutti i dettagli nel manifesto ufficiale.

I Giovani incontrano la Costituzione : le foto

Tanta partecipazione al Centro Socio-Culturale di Manesseno sabato scorso per la Consegna della Costituzione ai neo maggiorenni.

Tutti insieme: le ragazze e i ragazzi del 2001, i genitori, i rappresentanti del Consiglio Comunale dei Ragazzi e quello “degli adulti”, le amiche e gli amici di ANPI e SPI, tutti i concittadini presenti.

Un invito a prendere consapevolezza dei diritti e doveri e dell’importanza di vivere un incontro quotidiano coi valori contenuti nella nostra carta costituzionale, a proteggerli senza ritenerli scontati.

Ed è stata anche l’occasione per ricordare Primo Levi nel centenario della sua nascita: con le parole di Matteo Lo Presti e con la consegna del libro “I sommersi e i salvati”, grazie all’iniziativa del Circolo PD di Sant’Olcese.

E un benvenuto nella società adulta ai nostri neo maggiorenni, i nostri giovani adulti, il nostro presente e soprattutto il nostro futuro.

Appuntamento all’anno prossimo!

I giovani incontrano la Costituzione … e non solo!

Sabato 7 dicembre alle ore 10, presso il Centro Socio-Culturale a Manesseno si rinnova la tradizione: come ogni anno sarà consegna ai 18enni la Costituzione. Un modo per dare loro il nostro benvenuto insieme ad ANPI ed SPI-CGIL nel mondo degli adulti e nella comunità attiva, che partecipa alla creazione del percorso civile e civico, fondato sui diritti ed i doveri dei padri costituenti.

Relatore di eccezione il Prof. MATTEO LO PRESTI, giornalista, per un appuntamento che quest’anno viene celebrato nel centenario della nascita di Primo Levi. A tutti i ragazzi presenti verrà omaggiata una copia del libro di Primo Levi
“I SOMMERSI E I SALVATI” a cura del Circolo PD di Sant’Olcese.

E, per concludere la giornata, in serata cena e musica a Casanova. Tutti i dettagli nel manifesto ufficiale.

Celebrazioni del 4 novembre: un’occasione di riflessione e ricordo

Come già scritto qualche giorno fa, sarà la frazione di Comago il teatro delle celebrazioni 2019 dell’anniversario della fine del primo conflitto mondiale, una ricorrenza che celebriamo nello spirito di aspirazione alla pace di tutti i popoli e per onorare i caduti di tutte le guerre. Un evento che si ripete ogni anno in una frazione diversa, una manifestazione per la quale rinnoviamo l’invito a cittadinanza, Enti e Associazioni presenti sul territorio.

Come già accaduto in passato, questa celebrazione, oltre a rappresentare un momento di riflessione e di ricordo, è anche un’occasione per restaurare i monumenti dedicati ai nostri caduti. Un lavoro che è stato quest’anno possibile grazie all’opera della splendida Associazione Alpini di Sant’Olcese e al contributo dell’Amministrazione Comunale.

Appuntamento dunque per a domenica 3 novembre 2019 a COMAGO con il seguente programma:

  • ore 9.30: ritrovo presso la Chiesa di Santa Maria Assunta per la S.Messa celebrata da Don Giorgio Rivarola.
  • Benedizione, saluto alla memoria e deposizione corona al Monumento ai caduti,

Sant’Olcese celebra il 4 novembre in frazione Comago

santolceseOK

Anche nel 2019 il Comune di Sant’Olcese celebra l’anniversario della fine del primo conflitto mondiale, nello spirito di aspirazione alla pace di tutti i popoli e per onorare i caduti di tutte le guerre.

L’Amministrazione comunale invita la cittadinanza, gli Enti e le Associazioni presenti sul territorio a prendere parte alla manifestazione celebrativa, che si terrà

domenica 3 novembre 2019 a COMAGO

Di seguito il programma:

  • ore 9.30: ritrovo presso la Chiesa di Santa Maria Assunta per la S.Messa celebrata da Don Giorgio Rivarola.
  • Benedizione, saluto alla memoria e deposizione corona al Monumento ai caduti, restaurato grazie all’opera dell’associazione Alpini di Sant’Olcese e al contributo dell’Amministrazione Comunale.

Commemorazione al monte Sella: le immagini

Neanche il freddo di questo maggio ha tenuto lontano dal monte Sella le istituzioni, le associazioni ed i cittadini che vogliono tenere vivo il ricordo dei giovani che sacrificarono la loro vita per la nostra libertà e contro gli oppressori nazi-fascisti.

Domenica 5 maggio 2019 si ricordano i partigiani caduti sul Monte Sella

La cappelletta del Monte Sella

Il Monte Sella, spartiacque tra il Comune di Montoggio e quello di Sant’Olcese, il 14 aprile 1945 un’importante contingente tedesco fu sconfitto dalla Brigata Balilla, aprendo di fatto la via ai Partigiani verso la Valpolcevera.

Il prezzo pagato fu la vita di due giovani: Luciano Zamperini “Luci” ed Ezio Faggioni “Lino”, (decorati con medaglia d’argento al valor militare e alla memoria). Domenica 5 maggio 2019 la cittadinanza è invitata a raggiungere questo luogo tanto importante della nostra storia per celebrare i partigiani caduti in quel giorno. Appuntamento alle 9.30 con la S.Messa.

LE ASSOCIAZIONI E LE FORZE DELL’ORDINE SONO INVITATE A PARTECIPARE ALLA MANIFESTAZIONE CON LE PROPRIE BANDIERE.

Programma della Manifestazione:

09.15 Santa Messa officiata da Don Franco Molinari Cappellani del Lavoro di Genova. Deposizione delle corone al cippo dei caduti partigiani. Saluti Presidente Anpi Bolzaneto Nicodemo Vigliarolo. Saluti Rappresentanti Istituzionali dei Comuni di Montoggio, Sant’Olcese, e Serra Riccò. Orazione ufficiale di: Luca Borzani Storico.

Domenica 28 aprile si celebra l’anniversario della Liberazione

25 aprile 1945: sfilata di partigiani in via XX settembre.

La cittadinanza è invitata alla celebrazione per la Liberazione del nostro Paese dall’occupazione nazifascista, che si terrà domenica 28 aprile 2019 con il seguente programma:

  • ore 9:45: raduno presso l’ingresso di Villa Serra.
  • ore 10: partenza del corteo accompagnati dalla Banda Musicale Cittadina di Rivarolo.
  • ore 11: arrivo nella piazza antistante la Chiesa Nuova Manesseno. Santa Messa in suffragio dei caduti celebrata da Don Giorgio Rivarola. Saluto delle autorità. Orazione di Patrizia Vistori (Segreteria SPI-CGIL Genova).

Nel corso del corteo saranno deposte le corone ai cippi. La manifestazione è organizzata in collaborazione con ANPI Sant’Olcese e Circolo ANSPI Manesseno.

W IL 25 APRILE!

Oltre il Ponte: a scuola di legalità, con il Consiglio comunale dei ragazzi

Questa mattina, presso il VI Reparto Mobile della Polizia di Stato in via Sardorella a Genova, si è tenuto l’incontro dal titolo “GIORNATA DELLA MEMORIA: OLTRE IL PONTE: A SCUOLA DI LEGALITA”, organizzato dall’Associazione Nazionale Ex Deportati nei campi nazisti, dalla Polizia di Stato, in collaborazione con Città Metropolitana, Ufficio scolastico regionale, Comuni di Sant’Olcese e Genova.

L’incontro, nato con l’intento di preservare, soprattutto verso i più giovani, la memoria sulle orribili leggi razziste del 1938, ha visto la presenza di GILBERTO SALMONI, presidente dell’ANED di Genova, deportato al campo di concentramento di Buchenwald. Gli Studenti di diversi istituti genovesi (per Sant’Olcese era presente il Consiglio comunale dei ragazzi) hanno potuto ascoltare e riflettere, nell’ottantesimo anniversario delle leggi razziste, su una delle pagine più buie della nostra storia, e sulla deportazione della comunità ebraica genovese.

Sono state proiettate brevi interviste di molti testimoni, raccolte da Miryam Kraus, vice Presidente ANED. Gilberto Salmoni ha risposto alle domande degli studenti, veri protagonisti ed attori della giornata. Gli alunni dell’Istituto Scolastico Superiore Primo Levi di Ronco Scrivia hanno poi illustrato ai colleghi più giovani l’importanza dell’articolo 3 della nostra Costituzione, di cui ricorre il settantesimo anniversario: I rappresentanti del VI Reparto Mobile hanno evidenziato inoltre il ruolo e l’importanza delle forze dell’ordine nel delicato mantenimento dell’equilibro esistente tra la libertà di manifestazione del pensiero e la tutela dell’ordine pubblico.

E’ stata infine ricordata la figura di Giovanni Palatucci, ultimo Questore di Fiume, vittima del nazismo a Dachau, cui è intitolata la biblioteca del Reparto, da poco confluita nel sistema bibliotecario della Città Metropolitana di Genova.

 

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

Il Giorno del ricordo nel pensiero del Presidente

Oggi, nel giorno del ricordo, come ogni anno dedichiamo un pensiero al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale.

Nella cerimonia al Quirinale per il Giorno del ricordo, dedicato alle vittime delle Foibe, il presidente della Repubblica Mattarella ha sottolineato “il destino di sofferenza” vissuto alla fine della seconda guerra mondiale da molti italiani in quelle zone.

Il destino di “sperimentare, sulla propria vita, tutto il repertorio disumanizzante dei grandi totalitarismi del Novecento, diversi nell’ideologia, ma così simili nei metodi di persecuzione, controllo, repressione, eliminazione dei dissidenti”.

La Costituzione: il nostro libretto di istruzioni per la vita

E’ sempre un bel momento quando i nostri giovani incontrano la Costituzione. Lo è ancora di più quando, in un sabato mattina come tanti, sempre pieni di impegni “comunali”, si può vivere il nostro mandato insieme con loro, i ragazzi di Sant’Olcese e tanti ragazzi di una volta: noi amministratori e qualche ex che ci ha valentemente preceduto, i genitori dei giovani del 2000, gli impareggiabili amici di ANPI, la voce registrata di Piero Calamandrei, uno dei nostri Padri costituenti.

E poi arriva lei, Donatella Alfonso. Quando parla il silenzio in sala è palpabile. Ci racconta di Costituzione, naturalmente. L’emozione sale quando ci parla di tanti ragazzi e, soprattutto di tante ragazze, le madri costituenti di cui si parla poco, donne che si sono battute per avere una società più equa, più moderna, più libera. La Costituzione: il nostro libretto di istruzioni per la vita. Ancora attuale, ancora da applicare fino in fondo per moltissimi aspetti, da non dare mai per scontati.

Nel nostro paese la strada da fare è ancora molta, ma attenzione, bisogna percorrerla nella giusta direzione, quella della nostra Costituzione. Arrivederci all’anno prossimo dunque, per un appuntamento che, chiunque amministri il nostro Comune, dovrà essere sempre rinnovato.

E.T.

Consegna della Costituzione ai diciottenni: sabato si rinnova l’appuntamento!

Costituzione

Sabato 24 Novembre, alle ore 10, presso il Centro Socio-Culturale a Manesseno si rinnova la tradizione: come ogni anno sarà consegna ai  18enni la Costituzione.

Un modo per dare loro il nostro benvenuto insieme all’ANPI di Sant’Olcese nel mondo degli adulti e nella comunità attiva, che partecipa alla creazione del percorso civile e civico, fondato sui diritti ed i doveri dei padri costituenti.

Quest’anno relatrice d’eccezione sarà Donatella Alfonso: non mancate!