Coronavirus, al Comune di Sant’Olcese 30mila euro: il commento del sindaco

Qualche puntino sulle “i” per questo anticipo di soldi “nostri”, cioè della comunità, arrivati oggi a Sant’Olcese. Ne ha parlato il Sindaco ieri in collegamento con Primocanale.

Non un euro in più (per ora) nelle casse del Comune, ma una buona liquidità e tanto lavoro da fare per distribuire i buoni alimentari a chi ne ha più bisogno.

Guarda l’intervista cliccando qui.

Coronavirus: ordinanza sindacale ad integrazione del DPCM 22 marzo

Ad integrazione del Decreto della Presidenza del Consiglio, il Sindaco ha emanato un’ordinanza in cui si specificano nel dettaglio le misure intraprese. Nello specifico, si rimarca anche la chiusura dei cimiteri del territorio.

Coronavirus: il Sindaco spiega tutte le misure adottate dal Comune

In questo momento difficilissimo, sono molte le azioni che il Comune sta mettendo in campo, a tutela della salute dei propri dipendenti e della cittadinanza. Nella situazione concitata delle numerose informazioni che stiamo fornendo alla popolazione attraverso i nostri canali, vogliamo fare il punto della situazione. Lo facciamo con il video del nostro Sindaco, anticipato ieri sera tramite Facebook ed i nostri canali YouTube e Telegram.

– L’accesso agli uffici da parte dell’utenza è stato disciplinato esclusivamente su appuntamento. Sono stati individuati i servizi pubblici essenziali e gli utenti sono stati invitati a usare per quanto possibile telefono e mail per il disbrigo delle pratiche.
– E’ stato disciplinato il lavoro agile per i dipendenti, con modalità concordate con i Capi Settore delle singole aree, in modo da garantire una presenza minima in ufficio per assicurare la continuità dell’azione amministrativa.
– E’ stato ridotto l’orario di lavoro dal lunedì al venerdì dalle ore 07:00 alle 12:00 (con flessibilità dalle ore 08:00 alle ore 13:00), fatta eccezione della Polizia Locale che manterrà la regolarità oraria.
– Ogni singolo responsabile di Settore, alla luce delle esigenze manifestate da ogni dipendente, ha proposto alla Giunta la riorganizzazione dell’Ufficio individuando le attività indifferibili da rendere in presenza.
– Sono state disposte le misure di sanificazione per gli uffici comunali, e le dotazioni di DPI per i dipendenti. Quest’ultima operazione, di estrema difficoltà per la mancanza di forniture adeguate, si è anche tradotta in una richiesta urgente di supporto alla Protezione Civile regionale.
– E’ in corso una massiccia campagna informativa su di controllo ed informazione su tutto il territorio, grazie all’impegno dei Volontari di Protezione civile e della Polizia Municipale, affiancata dai nostri sistemi informativi.
– E’ stato rimodulato il Servizio di trasporto sociale per venire incontro alle esigenze di consegna a domicilio di spesa e farmaci per le persone impossibilitate a muoversi, rivolto soprattutto alle categorie più a rischio.
– E’ stato istituito il servizio denominato “Telefono Amico”, per il supporto psicologico telefonico, per mantenere il contatto sociale con le persone più sole.
– E’ stato garantito, in accordo con il gestore, il servizio di raccolta differenziata dei rifiuti, pur con qualche limitazione dei servizi accessori, comunque di fatto non consentiti dalle limitazioni allo spostamento.
– E’ stato richiesto un parere ad ASL-ARPAL sulla sanificazione delle strade. Il procedimento, come si può leggere nella risposta ufficiale, non porta nessun beneficio in termini di sicurezza, mentre un utilizzo massivo delle sostanze sanificanti potrebbe essere al contrario dannoso per l’ambiente.

#Iorestoacasa: questa sera il Sindaco a Primocanale

Che cosa significa #iorestoacasa? Sembra che lo sappiano tutti ma non sembra che tutti lo capiscano. Proverà a parlarne in diretta TV il nostro Sindaco Armando Sanna, questa sera alle 21 su Primocanale.

Il Sindaco: “Camminiamo tutti nella stessa direzione”

0001

Questa mattina si è fatto un nuovo punto della situazione dopo il DPCM 09/03/2020.

Il decreto estende le restrizioni sull’intero territorio nazionale.

La polizia locale continuerà il lavoro di comunicazione delle disposizioni a tutti i soggetti coinvolti, in coerenza con gli ultimi aggiornamenti.

A questo proposito, tutti i circoli e Centri Sociali (ARCI, ACLI, CIRCOLI ENDAS e simili) dovranno sospendere tutte le proprie attività sociali e ricreative. Potrà essere effettuata la sola attività di somministrazione, come i bar, fino alle ore 18, ponendo attenzione all’adempimento delle misure di contenimento.

Il sindaco, gli Assessori e i Consiglieri confidano nel supporto dei propri cittadini in questa difficile situazione. Solo camminando tutti nella medesima direzione giungeremo all’obiettivo finale: ritrovare la Nostra serenità e la Nostra quotidianità.

Comunicazione del Sindaco

Carissimi,

ognuno di Noi segue il particolare momento che sta attraversando il Paese con molta attenzione.

La Nostra amministrazione comunale, nel costante monitoraggio degli eventi, ha scelto di divulgare notizie certe, sostenute da atti ufficiali quali decreti ministeriali o ordinanze regionali. Questo sin dal primo istante di questa emergenza.

Sarà Nostra premura poi informare la cittadinanza sulle eventuali prescrizioni o indicazioni presentate, secondo le competenze che verranno assegnate ad enti come il Nostro.

Inutile nascondere la difficoltà del momento. Proprio per questo secondo il sottoscritto e tutta la giunta, risulta ancora più importante riportare informazioni certe, successivamente ad atti ufficiali.

Non sarà Nostra politica seguire post apparsi su social network o similari.

Stiamo lavorando insieme agli altri enti preposti per garantire un’informazione corretta, trovando un criterio preciso con lo scopo di evitare possibili confusioni.
Come sempre chiediamo a Voi, cittadine e cittadini, uno sforzo nel seguire attentamente le indicazioni che Vi verranno fornite.
Vi ringrazio

Il Sindaco e la Giunta

Il Questore in visita a Sant’Olcese

Dott. Vincenzo Ciarambino

Una graditissima presenza negli uffici comunali. Nella giornata di ieri è arrivato in visita ufficiale il Dott. Vincenzo Ciarambino, Questore di Genova da quasi un anno.

Un colloquio di circa un’ora e mezza con il Sindaco Armando Sanna, in cui il Questore si è soffermato sui dati relativi alla criminalità a Sant’Olcese e nell’entroterra genovese nel biennio 2018/2019.

Dati sicuramente confortanti, con furti e scippi in netto calo, che però non devono farci abbassare la guardia. Registriamo comunque la soddisfazione delle parole del Questore, che ha rimarcato come questi dati sono indissolubilmente legati al buona Amministrazione e si è complimentato per come il nostro Comune ed in generale tutto l’Entroterra abbia saputo, nonostante le note difficoltà, dare un segnale forte, soprattutto dal punto di vista degli investimenti e della comunicazione.

Gli investimenti, appunto. Il sistema di telecamere innanzitutto. Ma non solo. Da rimarcare anche quelli sul potenziamento in atto della Polizia locale che, in questo 2020 sarà uno dei nostri focus più importanti.

Insomma, una di quelle giornate in cui il Comune si sente meno solo, più protetto. Questi sono segnali importanti di collaborazione che non ci lasciano indifferenti. Grazie Dott. Ciarambino, e buon lavoro!

Bilancio metropolitano 2020-2022: Sant’Olcese vota contro

Si è riunita ieri la Conferenza metropolitana di Genova (presenti 44 sindaci su 67, tra cui il nostro Armando Sanna) per la discussione finale e l’approvazione del Bilancio di previsione 2020-2022 della ex provincia.

Una pratica fondamentale e complessa, che ha avuto quest’anno un iter non particolarmente felice fin dall’inizio. Il Consiglio metropolitano per l’approvazione del Bilancio di previsione era già infatti stato convocato a dicembre, senza che fosse inviata la documentazione relativa. Dopo una nuova convocazione subito dopo Natale, avvenuta senza rispettare i tempi previsti dal regolamento, si è poi arrivati alla giornata del 14 gennaio, nella quale le paure sui capitoli strade, personale e scuole si sono tristemente avverati.

Al di là delle dichiarazioni Sindaco metropolitano e del suo Vice, che sostiene aumentino sia le risorse per le scuole che quelle per le strade, i numeri sembrano invece dire tutt’altra cosa: una manovra lacrime e sangue per i comuni dell’entroterra, con pesanti tagli proprio su strade e scuole, oltre che sul personale.

Il nostro Comune esprime fortissima preoccupazione e una posizione nettamente contraria a questa manovra: una posizione espressa ufficialmente nella conferenza metropolitana con uno dei 5 voti contrari (con Sant’Olcese i comuni di Sestri Levante, Mele, Arenzano e Mignanego).

In un documento scritto da RSU Città Metropolitana di Genova già ad inizio anno si parlava del “50% di tagli alla manutenzione di scuole e strade e di tagli alla spesa corrente con sostanziale impossibilità di dare soluzione alle urgenti necessità assunzionali di ruoli e competenze fondamentali per gli uffici dell’ente, in particolare di tecnici da impegnare nei settori e nei servizi manutentivi”.

Inspiegabile poi la quadruplicazione del fondo di riserva, segno di mancata programmazione, con un occhio decisamente puntato sulle emergenze e non sulla prevenzione.

Le liste di minoranza in Consiglio metropolitano avevano presentato un emendamento dove si chiedeva l’aumento delle risorse sulle strade. Inoltre ci si interrogava sulla trasparenza per capire, nei capitoli oggetto di riduzioni, quali servizi fossero effettivamente colpiti da questi tagli. Si chiedeva anche che per il personale venissero messe in atto le assunzioni previste, oltre ad utilizzare correttamente il fondo di riserva, con una riduzione a favore degli altri comparti di spesa tagliati.

Istanze non accolte.

Risultato? Le strade che attraversano i nostri comuni rischiano di non essere più mantenute e curate, anche nella manutenzione ordinaria. Stessa sorte per gli edifici scolastici delle scuole superiori, non presenti sul nostro territorio ma frequentati da molti dei nostri ragazzi. E poi, la carenza di personale negli uffici della Città Metropolitana, che si tradurrà in meno servizi ai comuni.

Ancora una volta #GenovaMeravigliosa chiede sacrifici all’entroterra, al di la delle parole vuote sul suo rilancio. E noi, per quanto possa servire, vogliamo esprimere da subito e con chiarezza la nostra contrarietà.

Il Sindaco augura a tutti i cittadini un felice 2020

Cari Concittadini,
Si chiude un altro anno insieme. Un anno che ha visto il rinnovamento della compagine comunale dopo la tornata elettorale di maggio. L’Amministrazione è stata subito messa a dura prova da un autunno difficile che ha un pochino rallentato alcuni dei nostri progetti, ma che non ci ha impedito comunque di raggiungere molti obiettivi che ci eravamo prefissati.
Ci accingiamo dunque a concludere questo 2019 con la consapevolezza di non esserci mai risparmiati e guardiamo al 2020 con rinnovato ottimismo, forti di una squadra di amministratori e tecnici di primo piano.
Come ogni anno, approfitto di questi saluti per ribadire l’appello a festeggiare il Capodanno con il dovuto rispetto ed il necessario senso civico, non utilizzando o limitando botti o fuochi d’artificio.
Abbiamo spiegato infatti in maniera diffusa negli scorsi anni i motivi di sostanziale inefficacia di un’ordinanza di divieto, in un territorio vasto e difficile da controllare come il nostro.

Confidiamo dunque ancora una volta nella risposta dei santolcesini, per un Capodanno in allegria che non dimentichi le esigenze del nostro vicino, rendendo così questa ricorrenza una festa per tutti.

Buon anno!
Armando

La solitudine dei Sindaci: il sole splende, ma l’attenzione non cala

Splende il sole in questa fine d’anno. E le dichiarazioni di intenti del Governo e della Regione perdono un po’ di forza. La gente, quando il livello dell’allerta è verde, pensa giustamente ad altro. Gli amministratori dei piccoli comuni invece approfittano di questi giorni di bel tempo per fare sopralluoghi in tutto il territorio, veramente in ginocchio. E non per modo di dire.

Il nostro Comune, pur non essendo stato travolto dal maltempo come altri Comuni liguri, ha registrato infatti più di 200 mila euro di danni, di cui 50 mila già spesi in interventi di somma urgenza. E, attenzione, qui ovviamente si tratta di opere pubbliche. Poi ci sono gli interventi a carico dei privati, come quello che sta tenendo fuori casa 10 persone in via Isola, che il Comune deve gestire in un corto circuito amministrativo tra il rischio di danno erariale da una parte e la rovina dei cittadini dall’altra. Sia quelli che perdono o vedono svalutata la propria abitazione, che quelli che devono sostenere interventi economicamente fuori dalla loro portata.

Senza contare che, proprio mentre splende il sole, il rischio di frane è sempre incombente, come dimostrano le immagini di questo articolo, in arrivo da Vicomorasso.

E allora speriamo che questo periodo di feste si concluda con le decisioni ufficiali da parte degli enti a noi sovraordinati, e che i fondi necessari per affrontare il problema del dissesto idrogeologico in maniera seria finalmente vengano sbloccati. Vi terremo aggiornati.

Mercatini: il Sindaco dispone la chiusura di via Poirè

Come di consueto nella giornata dei mercatini di Natale, il Sindaco ha disposto la chiusura di via Poirè per domani domenica 15 dicembre.

Divieto di sosta tra mezzanotte e le 21 e di circolazione tra le 7 e le 21, sempre di domenica. Restrizioni in corso anche per piazza Taviani da questa mattina.

Nella giornata di domani verranno messi a disposizione parcheggi aggiuntivi nell’area di MSC in via Sardorella.

Trasporto pubblico, Sanna a “La Polcevera”: serve un’accelerata per il rilancio delle aziende

Non resta in silenzio l’Amministrazione comunale di Sant’Olcese dopo le ultime vicende che fanno segnare il passo sulla fusione AMT-ATP. E’ il primo cittadino Armando Sanna che, pur riconoscendo l’impegno degli addetti delle due aziende, auspica un rilancio definitivo del trasporto pubblico in Valpolcevera.

“Pensavamo che gli anni bui fossero alle spalle”, esordisce il primo cittadino. “Quando questa amministrazione si è insediata nel 2014 avevamo il trenino fermo e ATP in fortissima crisi. L’aver contribuito alla ripartenza della nostra ferrovia ed aver mantenuto sostanzialmente lo stesso numero di corse su gomma per i passati 5 anni poteva essere considerato un buon risultato. Ma ora ci aspettiamo di più e così non può andare avanti”.

In effetti, nel primo mandato qualche buon risultato si era ottenuto: “L’istituzione del Drinbus, i biglietti integrati, la possibilità di raggiungere Manesseno con il biglietto urbano hanno reso il servizio migliore per la parte bassa del Comune. “Diciamo che fino a Piccarello la situazione è discreta, sono le frazioni alte a non essere adeguatamente servite”, continua il Sindaco.

L’Assessore ai trasporti Enrico Trucco sottolinea la grande potenzialità di un trasporto ben coordinato a Sant’Olcese: “Sul nostro territorio coesistono tre realtà: la linea extraurbana di ATP, la ferrovia Genova Casella e la linea urbana AMT, che arriva nel nostro Comune in località Costa di Pino e, con il Drinbus, a Manesseno. Basterebbe una maggiore sinergia tra le aziende per coordinare gli orari e si potrebbero avere sensibili miglioramenti ed anche risparmi da investire su corse aggiuntive”.

Per questo motivo si riponeva speranza in uno stato di salute migliore delle aziende, magari anche, chissà, grazie alla fusione che sembrerebbe momentaneamente arenata.

“Le idee proposte ad ATP in parte giacciono ancora nel cassetto della Dirigenza”, continua Trucco. “Abbiamo proposto da tempo la creazione della linea Staglieno-Trensasco-Campi-Casanova-Piccarello che, ben integrata con la Bolzaneto-Sant’Olcese potrebbe essere ben più utile dell’attuale assetto che, di fatto, isola Trensasco dal centro amministrativo del Comune e rende il servizio su Casanova quasi prossimo allo zero”.

“Non parliamo poi dei festivi”, conclude Sanna, “dove le pochissime corriere viaggiano praticamente vuote. E viaggiano vuote perché sono poche, non il contrario come si preferisce far credere. Un disservizio che ovviamente grava sulle fasce più disagiate della popolazione”.

Nello scenario incerto che si apre sulla gestione futura del trasporto pubblico nell’area genovese il sindaco Bucci si dichiara comunque ottimista. “Anche noi lo vogliamo essere”, conclude Sanna, “valuteremo come sempre i fatti. Ad oggi ATP e la Città Metropolitana fanno fatica non solo a prendere in considerazione, ma anche a rispondere alle segnalazioni dei cittadini che il Comune prontamente inoltra. Gli orari vengono stilati quasi più per ottimizzare la turnazione interna degli addetti che per le reali esigenze della popolazione”.

Qual è la ricetta di questa Amministrazione per migliorare le cose? “Purtroppo non dipende solo da noi”, chiosa Trucco, “senz’altro ci batteremo per migliorare le cose. Il sogno sarebbe coprire finalmente tutte le frazioni, magari con servizi a chiamata. E ottenere un biglietto unico metropolitano. Nel frattempo cerchiamo di mantenere con grande sforzo il servizio di trasporto sociale del Comune e di promuovere ed istituzionalizzare altre forme di trasporto come il Taxi Collettivo”.

Grande accoglienza per il Sindaco al Liceo da Vinci

Il sindaco è stato invitato oggi dai ragazzi della succursale del Liceo scientifico Leonardo da Vinci di via Allende a Genova.

Nelle foto l’entusiasmo degli studenti durante la visita di Armando, in seguito al dono da parte dell’amministrazione di materiale in uso al CEA, che potrà ora essere utilizzato per nuovi progetti, dopo quelli molto interessanti portati avanti negli anni dalle “nostre” Paola Rossi ed Elena Toscano.

Si ringrazia per l’invito la Dirigente scolastica Prof.ssa Miria Luigina Carpaneto ed i Referenti di Sede Prof. Lorenzo Bo e Prof.ssa Silvana Zanelli (santolcesina).