I Comuni tra allerte, manutenzioni ed investimenti

È finito purtroppo il tempo in cui i Comuni avevano risorse umane e finanziarie per fare manutenzione su rivi, strade e tutto ciò che riguarda la sicurezza dei cittadini. È finito anche il tempo in cui la Provincia ci dava una grossa mano.

I soldi arrivano, anche se non sempre e comunque tardi (vedi strada di Beleno), quando il danno è fatto. Così funziona il nostro sistema paese, il sistema delle somme urgenze.

Ed ecco che, all’alba di una nuova allerta, gialla per ora e vedremo il colore di domani, si torna a parlare sulla stampa di soldi, di piani aggiornati delle opere anti alluvione da eseguire in tempi stretti e, appunto, del finanziamento delle ultime somme urgenze segnalate.

Nel piano citato è possibile però inserire anche spese per studi e progetti, e Sant’Olcese in questi anni è sempre stato protagonista: ricordiamo su tutti i rivi artificali realizzati sul versante di Torrazza. Sugli investimenti i Comuni possono fare molto e anche questa volta Sant’Olcese ha le carte in regola per ottenere fondi per rivedere il nodo di Piccarello e, insieme con Serra Riccò, quello di Mainetto. Due progetti che insieme si potranno quantificare in una cifra di investimento vicina ai 10 milioni di euro.

Occorre però rivedere il sistema di finanziamento delle spese correnti: realizzare opere che poi è impossibile mantenere in efficienza è un’anomalia inaccettabile.

Le rotonde di Manesseno

E la prima l’abbiamo sistemata. Il vuoto istituzionale derivante dall’abolizione della ex provincia è stato colmato inserendo il rifacimento della rotonda di ponte Pertini nei lavori sui marciapiedi Manesseno Arvigo. La competenza è provinciale ma il Comune ha chiesto (ed ottenuto …) il permesso di completare questo lavoro. In questo momento sono in corso le operazioni di tracciatura della segnaletica orizzontale.

Diverso è il discorso che stiamo portando avanti con il Comune di Genova oramai da anni e per il quale abbiamo sollecitato un nuovo incontro: la nuova rotonda di Manesseno. Per Genova forse siamo alla periferia dell’impero, per noi invece rimane un’opera imprescindibile per la sicurezza dei cittadini.

Speriamo che il Sindaco di Genova che, ricordiamolo, è anche Sindaco metropolitano, si accorga di questa priorità non solo santolcesina ma anche di molti genovesi che vivono, lavorano e transitano in quel tratto.

Marciapiedi Manesseno-Arvigo: in partenza il secondo lotto

Tra un mese partiranno i lavori del secondo lotto del progetto marciapiedi Manesseno-Arvigo: la Giunta ha infatti finanziato i 180mila euro, costo di questa parte di lavoro, sui 425mila euro dell’opera completa, che sta mettendo in sicurezza il tratto che parte dalla rotonda del Ponte Pertini ed arriva alla scuola dell’infanzia Luzzati di Arvigo.

 

Tornano davanti alle Nostre scuole i Nonni Vigili

IMG_20190920_100419

Con l’avvio del nuovo anno scolastico, è partito anche il servizio dei “Nonni Vigili”.

Si tratta di un progetto dell’Amministrazione Comunale – in collaborazione con la Polizia Municipale, già consolidato negli anni che coinvolgerà quattro “nonni” nell’assistenza e nella vigilanza di fronte ai plessi scolastici, durante gli orari di ingresso e uscita degli allievi.

Il nonno vigile rappresenta ormai una sicurezza, un preciso punto di riferimento per i bambini e per i loro genitori, ma anche un valido aiuto per i nostri vigili. Da quest’anno anche la scuola media Ada Negri e la scuola elementare Di Vittorio di Piccarello potranno contare su questo servizio; ringraziamo perciò Mauro, Gianni, Tomaso e Mimmo per il loro impegno e la preziosa disponibilità.

Se qualche altro cittadino fosse disponibile a dedicare il suo tempo a questo prezioso servizio può contattarci, oppure rivolgersi direttamente al Comando della Polizia Municipale, contattando il numero telefonico 0107267131.

SP2: si lavora in località Tullo

A partire da oggi nuovi lavori sulla strada provinciale 2 vicino all’abitato di Tullo. L’operazione di consolidamento è molto simile a quella in frazione Vicomorasso, in fase di conclusione.  Un altro importante passo che la Città Metropolitana, nell’ambito del controverso Bando delle Periferie, sta attuando con il supporto del nostro Comune.

 

 

Opere di messa in sicurezza, work in progress

Continuano le opere di messa in sicurezza del territorio.

Come anticipato nel Nostro programma elettorale, vanno avanti i lavori di messa in sicurezza delle zone più delicate del Nostro territorio.

Sono stati posizionati paletti di protezione sulla provinciale, zona Sant’Olcese chiesa, di fronte al Centro Educativo l’Orsetto. Questa opera metterà in sicurezza un tratto delicato di provinciale.

La seconda fila di paletti è stata posizionata nei pressi dell’ingresso della ditta Benfante, a protezione dei pedoni.

Prossimamente altri interventi.

Frana di Beleno: gara in partenza

Dopo il riconoscimento parziale dei fondi richiesti dal Comune per il consolidamento della frana di via Amendola, è in partenza la gara per l’affidamento dei lavori. Una procedura che arriverà alla sua conclusione in breve tempo e darà il via alla definitiva sistemazione di questo tratto di strada.

 

Estate 2019: i cantieri non sì fermano

Un’altra estate calda per i lavori pubblici a Sant’Olcese: sono infatti numerosissimi i cantieri entrati nella fase operativa. Nel frattempo, il Comune andrà ad approvare a fine mese più di 150 mila euro di nuovi investimenti su questo settore.

Ma andiamo con ordine:

Prosegue secondo i piani la fase di estendimento dell’illuminazione pubblica: concluse le nuove tratte di Vallombrosa, Campi, Arvigo sopra.

Dalla prossima settimana iniziano i lavori per i nuovi attraversamenti pedonali intelligenti per migliorare la sicurezza dei pedoni: prima installazione a Piccarello in zona casa comunale.

Marciapiede Manesseno-Arvigo: continuano i lavori che si concluderanno con il rifacimento della rotatoria (primo lotto). È già pronto un finanziamento di 180 mila euro (110 comunali) per i lotti successivi.

Sempre a Manesseno, sono partiti i lavori per il nuovo acquedotto in via Poirė: cantiere aperto anche ad agosto per limitare i disagi alla popolazione ed alle numerose attività produttive.

Anche a Comago si lavora a pieno ritmo dopo una fase di miglioramento progettuale su fognatura, gas ed acquedotto.

Asilo nido di Manesseno: ad agosto lavori sui bagni, piazzale esterno e migliorie varie, per una struttura che già qualche anno fa aveva cambiato completamente volto dopo un importantissimo investimento sugli interni e sugli impianti.

Insomma, il Comune non va in vacanza. E a settembre si riparte con la programmazione per il 2020, sempre a ritmo alto…..

SP2: si lavora in frazione Vicomorasso

Nelle foto potete vedere i lavori sulla strada provinciale 2 in frazione Vicomorasso. Nel 2015 il tratto venne danneggiato da un evento alluvionale, e qualche mese fa c’era stato un altro lieve cedimento del manto stradale. Ora la Città Metropolitana, nell’ambito del controverso Bando delle Periferie, sta mettendo mano a questa parte di strada, con un importante lavoro di consolidamento. Il lavoro continuerà poi in numerose altre parti delle nostre provinciali con nuovi interventi di messa in sicurezza, a partire dalla SP43, oggetto di una prossima importante operazione, di cui vi daremo notizia a breve.

Di seguito il dettaglio tecnico degli interventi della ex provincia.

Ponte Morandi: informazioni sulla viabilità per venerdì 28 giugno

Strade e autostrade

– chiusura sull’autostrada A7, fra l’1 e le 3 di notte, del tratto fra l’allacciamento con la A12 e il casello di Genova Ovest verso il capoluogo ligure.

– già dalla primissima mattinata e finché sarà necessario sono chiusi al traffico il casello di Genova Ovest, via Perlasca, via 30 Giugno, via Fillak e il ponte di fronte all’Ikea. Per i camion, percorsi obbligati: quelli diretti in porto dovranno uscire a Genova Aeroporto e proseguire sulla Guido Rossa e in lungomare Canepa (di notte qui ci sono lavori di asfaltatura), i tir diretti in Valpolcevera dovranno uscire a Bolzaneto. Se nel corso della giornata il traffico andrà in tilt, saranno bloccate entrata e uscita dei tir ai caselli, e quelli già in città saranno convogliati in una zona di sosta nelle aree ex Ilva che può ospitarne circa 400.

Treni, autobus e metropolitana

– Per gran parte di venerdì sarà interrotto il traffico sulle linee che passano sotto al viadotto: la linea per Ovada-Acqui e quella per il porto. I collegamenti con Milano e Torino saranno garantiti (ma con itinerari diversi), mentre verrà istituito un servizio di pullman fra Ovada e Genova Pra’, da dove si potrà proseguire in treno verso Levante o Ponente, perché la linea Ventimiglia-Spezia resta percorribile. Modifiche, invece, sulla linea per Busalla e Arquata Scrivia.

– Variazioni pure al percorso di alcune linee di Amt, e c’è l’ipotesi di interrompere durante l’implosione il transito della metropolitana fra Dinegro e Brin.

Negozi

– La maggior parte dei negozi situati intorno all’area interessata dovrebbero restare aperti: Decathlon di Campi, della Metro di Bolzaneto e della Fiumara; chiusa, invece, l’Ikea.

Queste informazioni potrebbero subire modifiche. Prima di muoversi è meglio verificare direttamente.

Leggi la guida de “Il Secolo XIX”.

ZTL in via dell’Acquedotto operativa

Come anticipato qualche tempo fa la Giunta aveva deliberato l’istituzione di una limitazione all’accesso degli autoveicoli lungo la strada di uso pubblico denominata via dell’Acquedotto nella frazione di Torrazza. La decisione era stata adottata a causa dell’eccessivo transito e sosta dei veicoli, con relativo intralcio alla circolazione dei residenti e all’eventuale accesso dei mezzi di soccorso.

Questa mattina è stata posta la segnaletica ed ora il provevdimento è operativo a tutti gli effetti.

Il Piano Emergenza Sicurezza Sistema Elettrico (PESSE)

Il Comune informa di seguito i cittadini sul nuovo Piano Emergenza Sicurezza Sistema Elettrico (PESSE). In Italia, infatti, quando la richiesta di energia elettrica diventa superiore alla disponibilità dell’offerta, Terna richiede ai distributori di predisporre l’applicazione del PESSE laddove attivo. Di conseguenza i clienti potranno essere disalimentati per un numero massimo di 3 turni giornalieri non consecutivi, ciascuno della durata di 90 minuti.

Saranno coinvolti nel PESSE tutti i clienti domestici e non domestici e le grandi aziende. Sono esclusi dal PESSE tutti gli ospedali ed i clienti disalimentabili che necessitano di determinate apparecchiature mediche. Il PESSE potrà essere comunicato ai clienti tramite bolletta, numeri telefonici dedicati e comunicazioni via mass media.

Qui potrete trovare tutte le informazioni relative alla propria utenza disposte dal distributore competente del Comune e se il PESSE è attivo nella zona di appartenenza.

Qui tutte le informazioni su Terna

Viabilità e sicurezza sempre in primo piano

Tutto è pronto per la partenza del primo lotto del marciapiede, che metterà in sicurezza il tratto di strada che collega Manesseno ed Arvigo (100 mila euro).

Intanto le asfaltature continuano sul nostro territorio (150 mila euro): ora è la volta di Vivagna e San Bernardo.

Nuovo parcheggio di via Grandi: lavori in corso

Lavori in corso in via Achille Grandi, per permettere maggiore vivibilità della zona incrementando la possibilità di parcheggio ed aumentando la sicurezza della provinciale in quel tratto, dove i cittadini molto spesso sono costretti a parcheggiare lungo la strada. Sicurezza aumentata anche con l’installazione dei dispositivi luminosi in corrispondenza degli attraversamenti pedonali, in moltissimi punti del nostro comune. Nelle foto, il progetto e lo stato dei lavori.