Olio sulla carreggiata, prestare attenzione!

Questa mattina si è verificato un versamento di olio sulla carreggiata sulla Provinciale SP2, nel tratto da Piccarello a Sant’ Olcese.

La Polizia Municipale è intervenuta prontamente sul posto ed il manto stradale è stato opportunamente trattato, ma si raccomanda la massima attenzione perché la vischiosità è comunque elevata.

Annunci

Sicurezza: in funzione le nuove telecamere

Ne avevamo già parlato qualche tempo fa, dicendo che il lavoro sarebbe stato pronto per fine settembre. Le foto di questo articolo testimoniano ora l’avvenuta installazione delle telecamere di sicurezza in tutti i varchi del nostro territorio (Busalletta, Cadari, Pino, Manesseno (2), Trensasco) in entrata ed in uscita. Sono in corso gli adempimenti regolamentari e la necessaria formazione per gli addetti della Polizia Municipale, per far funzionare a pieno regime questo importante investimento per la sicurezza del nostro Comune.

 

La situazione dei cimiteri

I cimiteri, dopo la nuova chiusura di ieri sera, sono attualmente tutti aperti, per consentire le visite di questi giorni.

Ci scusiamo per eventuali ritardi nella riapertura di stamattina, dovuti solo alla ponderazione delle condizioni meteo.

Informiamo, inoltre, che gli addetti ai sevizi comiteriali stanno lavorando per ripristinare i danni causati dal maltempo. La situazione non è semplice e, su alcuni danni alle strutture non si potrà intervenire subito. Al momento si cerca di riordinare fiori e attrezzature sparpagliate dal vento e di sistemare il decoro. I fiori  recuperati, saranno concentrati in una singola zona, in modo da dare la possibilità agli utenti di poterli collocare correttamente, così come gli ornamenti.

Inoltre, anche nella giornata di domani, la cooperativa addetta al servizio continuerà ad operate, in modo da garantire la risoluzione di piccole problematiche localizzate.

Aggiornamento situazione accesso ai cimiteri

Questi giorni convulsi, in cui diverse allerta si sono avvicendate ed il maltempo ha colpito duramente tutto il nostro territorio, anche i cimiteri hanno subito dei danni.

Consapevoli che il momento delle ricorrenze dei Santi e del 2 Novembre costituiscono un momento molto delicato ed importante per molti di noi, faremo del nostro meglio per cercare di ripristinare al più presto l’ordine ed il decoro dei camposanti, che sono stati particolarmente battuti dagli ultimi eventi.

Innanzitutto, però, deve essere garantita la sicurezza, pertanto, in data odierna, saranno aperte tutte le strutture, eccetto quella di Sant’Olcese che necessità di ulteriori sopralluoghi.

Lavoreremo per cercare di migliorare a breve tutte le situazioni di disagio e le criticità, comprendendo il particolare periodo.

Aggiornamento corrente elettrica

Situazione delicata nelle zone di Serralunga, Beleno e Trepexi.

In questo momento queste zone risultano senza corrente elettrica.

Enel sta lavorando per risolvere la situazione.

In ogni caso l’amministrazione ha chiesto la garanzia dell’eventuale presenza di gruppi di continuità.

Comunale di Beleno: passaggio pedonale interdetto

Dopo aver iniziato oggi gli scavi per la posa del cordolo, l’azienda provvederà a chiudere integralmente con delimitazioni metalliche la strada interessata dalle opere di consolidamento del versante franato qualche mese fa. 

Pertanto da domani venerdì 19 ottobre fino a fine lavori il tratto di comunale sarà interdetto anche al transito pedonale.

Rottura di una tubazione del gas: chiusa strada comunale di Isola

lavori_in_corso

A causa della rottura di una tubazione del gas, la strada di via Isola verso e da Casanova e Torrazza, è chiusa al traffico per permettere i necessari interventi di ripristino. Seguire i prossimi aggiornamenti.

 

Frana di Beleno: in partenza il consolidamento del versante

Siamo sempre in attesa del contributo regionale. Ora si parla di fine mese. Ma il Comune ha deciso ancora una volta di esporsi per non peggiorare la situazione del versante. Sono quindi in partenza i primi lavori di consolidamento, che l’Ente ha deciso di finanziare con un mutuo da 60mila euro.

Da questa mattina gli addetti della società incaricata ad eseguire le opere sono sul posto e, da domani venerdì 5 ottobre fino al termine dei lavori, sarà interdetta la circolazione anche pedonale lungo il tratto interessato dalle ore 8.15 fino alle 16.45. Naturalmente gli addetti saranno a disposizione della popolazione per eventuali esigenze straordinarie che si dovessero presentare durante l’esecuzione dei lavori.

Torrazza: lavori a pieno ritmo

Faticose sono state la partenza, la burocrazia, le procedure di gara. Ora piano piano i risultati iniziano a vedersi.

Ecco qualche aggiornamento sui lavori nelle aree ex Garaventa. Nelle foto si possono vedere i nuovi pali dell’illuminazione pubblica (gli impianti saranno completati entro due settimane) ed un tratto di strada in via di ristrutturazione. Per ciò che riguarda la regimentazione delle acque, sono previsti alcuni miglioramenti, messi in atto dopo le segnalazioni degli abitanti della zona.

 

Qui e non solo: quale futuro sotto le macerie?

È in edicola il bimestrale di vallata che, ovviamente, dedica gran parte delle proprie pagine alla tragedia del ponte Morandi.

Tanti temi comuni a tutto il territorio, che segnano il lavoro febbrile delle amministrazioni. Ma per Sant’Olcese settembre è anche il mese della Gigi Ghirotti, della prevenzione sui rivi in vista della stagione autunnale. In primo piano anche la preoccupazione del Sindaco per il blocco dei fondi per le periferie, con la speranza che il governo torni sui suoi passi su questa inaccettabile decisione.

Sindaci della Valpolcevera questa sera a Primocanale

Paola Guidi

Saranno Armando Sanna e Paola Guidi, Sindaco di Campomorone, a rappresentare insieme con altri ospiti i gravi problemi della Valpolcevera in questa difficile fase che il nostro territorio sta affrontando, dopo il disastro del Ponte Morandi. Appuntamento alle 21 di questa sera venerdì 31 agosto sugli schermi di Primocanale.

Monitoraggio infrastrutture: dal Ministero una richiesta (in)comprensibile

Il Ministero delle Infrastrutture, in tempi e modi che definire sospetti è un eufemismo, dopo la tragedia che ci ha colpito, lascia il cerino in mano agli Enti Locali che, in tempi strettissimi e senza risorse dedicate, dovranno rispondere della sicurezza delle proprie infrastrutture, valutandone rischi ed interventi. Un modo di procedere che, se nel merito dell’azione non possiamo non condividere, lascia soprattutto i piccoli Comuni molto perplessi e origina una risposta di ANCI su come i Comuni dovranno comportarsi in merito, che invece condividiamo appieno. Una scelta incomprensibile da parte del Ministero. Oppure comprensibilissima, fate voi: uno scaricabarile, con tempi stretti che per noi hanno solo il significato di volersi sgravare di precise responsabilità. Come al solito a danno dei Comuni, soprattutto i più piccoli.

Il Ministero delle Infrastrutture, con una lettera firmata dal Provveditore alle opere pubbliche di Piemonte, Liguria e Val d’Aosta Arch. Roberto Ferrazza, ormai ex Presidente della commissione ministeriale per il crollo del ponte Morandi, ha invitato infatti in data 23 agosto 2018 (!) gli Enti (Regioni, Città Metropolitane, Province e Comuni) “a seguito degli orientamenti e delle disposizioni impartite dal Governo, ad avviare una azione di verifica e di monitoraggio sullo stato di conservazione e manutenzione delle opere, viarie e non, che abbiano un diretto e significativo riflesso sulla sicurezza e sulla salvaguardia della vita dei cittadini”.

Il Provveditore invita gli enti a presentare, entro il 1° settembre, “i principali interventi ritenuti necessari, classificati in ordine di priorità sulla base di una valutazione di rischio e corredati da una scheda tecnica nella quale siano evidenziati sia gli elementi tecnici che le presumibili provviste economiche necessarie”. Si chiede inoltre di precisare se gli interventi siano già stati inseriti nella programmazione triennale e, se presente, il livello di progettazione. Il documento si chiude con un invito a “volersi coordinare per estendere la verifica anche alle opere di competenza dei singoli Comuni”.

Non commentiamo ulteriormente, di seguito la posizione di ANCI, che scrive ai Sindaci a seguito dell’incontro operativo sul tema con Regione Liguria.

Gentilissimi,

a seguito dell’incontro odierno inerente la Nota del MIT (richiedente l’invio di documentazione relativo alle criticità infrastrutturali presenti sul proprio territorio), convocato presso Regione Liguria dall’Assessore ai Lavori Pubblici, Infrastrutture e Viabilità Giacomo Giampedrone alla presenza del Provveditore alle opere pubbliche per il Piemonte, Liguria e Val d’Aosta Arch. Roberto Ferrazza, vi informo che la Delegazione ANCI Liguria (Amico, Piccardo, Piaggi, Isella, Natta, Cozzani, Giuliano) ha chiesto spiegazioni e fatto presente vivacemente le criticità pesanti scaturite dalla richiesta.

In conclusione si è definito il seguente percorso:

–          ANCI Liguria predispone immediatamente un format di scheda tipo, contenente richiesta di congruo provvedimento di proroga rispetto all’insostenibile scadenza prevista dalla nota ricevuta dal Provveditore. Tale scheda insieme ad una lettera tipo sono inviati alla Regione;

–          Regione Liguria trasmetterà a strettissimo giro detta scheda corredata di lettera e verbale di sintesi della discussione svoltasi durante l’incontro odierno assieme con istruzioni operative.

Si invita per tanto le SS.VV. ad ATTENDERE la ricezione di tale documentazione da Regione Liguria per procedere a soddisfare quanto richiesto dal Governo.

Per ogni chiarimento restiamo a completa disposizione.

Un caro saluto.

Il Direttore Generale
Pierluigi Vinai