Piccarello: una nuova sede per l’ambulatorio medico

I locali dell’ex urbanistica sono stati appena ristrutturati e messi a disposizione per salvare il presidio medico in frazione Piccarello, altrimenti destinato a scomparire. Da lunedì la Dott.sa Alessandra Albarello riceverà i cittadini nel nuovo ambulatorio, con i seguenti orari.

Lunedì dalle 15:00 alle 18:00;
Giovedì dalle 8:30 alle 11:30.

 

Annunci

Scuola e primo soccorso con la Croce d’oro


Ieri è ripartito il corso di primo soccorso nelle scuole a cura della Croce d’oro di Manesseno. Dopo l’incontro con la classe quinta della Matteotti i corsi proseguiranno nelle prossime settimane con i ragazzi della quinta della scuola Di Vittorio e le terze medie delle Ada Negri. Un’iniziativa davvero importante per avvicinare i giovani ai problemi del soccorso ma anche alla splendida realtà del volontariato.

Numero unico di emergenza: oggi a Genova è il “112 Day”

Anche in Liguria sta per entrare in vigore il numero unico di emergenza 112. Lo scorso 24 gennaio è stata effettuata infatti la migrazione dei numeri 118 e 115 su Genova e oggi 14 febbraio sarà la volta del 113. Dalle ore 10 di oggi per ogni emergenza bisognerà quindi digitare il 112.

“L’attivazione del numero unico consentirà una maggiore tempestività ed efficienza al sistema delle emergenze grazie agli strumenti di filtro e di smistamento delle chiamate verso il soggetto competente della presa a carico della richiesta” aveva evidenziato la vicepresidente e assessore regionale alla Salute Sonia Viale dopo la presentazione delle modalità di attivazione e gli aspetti tecnici del 112 Nue – Numero unico di emergenza europeo.

Entro il 2017 altre Regioni avvieranno il 112: tutto il Lazio (a Roma e’ già operativo), il Piemonte, la Valle d’Aosta, la Liguria, il Trentino, l’ Alto Adige, le Marche”.

Quindi ricordate, usate il 112 per ogni emergenza. Ma niente paura, gli altri numeri che siete eventualmente abituati ad usare non saranno disattivati per ora, ma semplicemente reindirizzati sul nuovo servizio.

Farmacie a Sant’Olcese: le ferie nel 2017

santolceseOKIl Sindaco ha autorizzato i periodi di chiusura delle due farmacie ubicate sul nostro territorio.

Farmacia Ligabue Manesseno:

  • 24/04/2017;
  • 03/06/2017;
  • dal 26/06/2017 al 01/07/2017;
  • dal 16/08/2017 al 26/08/2017.

Farmacia Agrofoglio Piccarello:

  • dal 19/06/2017 al 24/06/2017
  • dal 01/08/2017 al 15/08/2017.

 

Medici di base: il Dott. Gentilucci opererà anche nell’ambulatorio di Piccarello

medico

A seguito dei colloqui intercorsi tra la Giunta comunale e il nuovo medico di base Dott. Aldo Gentilucci, designato temporaneamente alla sostituzione del Dott. Aldo Lavagnino, è stato modificato l’orario di ricevimento dei cittadini nel nostro Comune, con l’inserimento dell’ambulatorio di Piccarello.

In attesa di comunicazioni ufficiali da parte della ASL, specifichiamo di seguito i nuovi orari ufficiosi. Un piccolo passo avanti, nell’attesa dell’assetto definitivo e della nomina del nuovo Medico titolare.

Ambulatorio di Piccarello:

  • Lunedì 9-11
  • Martedì 14-16 (su appuntamento)
  • Giovedì 14-18

Ambulatorio di Manesseno:

  • Mercoledì 8-9 (appuntamento), 9-11
  • Venerdì 8-9 (appuntamento), 9-11

Medici di base a Sant’Olcese: una riflessione comune da riprendere

medico

E’ noto come, a seguito del ritiro dal lavoro del dottor Aldo Lavagnino, una lettera inviata dal Sindaco Sanna e dall’Assessore Taddeo – concordata con il medico e consigliere Picco – si era sollecitata l’attenzione della Asl per una sua sostituzione rispondente alle esigenze dei cittadini

E’ notizia di questi giorni l’assegnazione , anticipata a suo tempo in una lettera di risposta dalla ASL, di un incarico a tempo determinato sino ad ottobre, quando sarà pubblicata dalla Regione Liguria la zona carente. Dopo quella data sarà designato il medico vincitore della zona carente a tempo indeterminato.

Continua a leggere

Le Croci di Sant’Olcese: eccellenze del territorio

Rossa, Bianca, Oro: eccellenze di volontariato

Rossa, Bianca, Oro: eccellenze di volontariato

Comunicato stampa: a seguito dell’articolo apparso sul Secolo XIX in data 01 aprile 2016, dal titolo “Pubbliche Assistenze: la metà è fuori legge”, le associazioni del territorio di Sant’Olcese P.A. Croce Bianca Torrazza, P.A. Croce d’Oro Manesseno e Croce Rossa Italiana di Sant’Olcese precisano che non è minimamente in discussione la qualità dei servizi erogati, dei servizi svolti da personale volontario qualificato e formato con mezzi e attrezzature certificate e sottoposte a verifica periodica. Inoltre il termine “fuorilegge” è stato impropriamente utilizzato: si precisa, al contrario, che le associazioni in questione sono a norma e si stanno adoperando per mettere in atto i soli adempimenti burocratici mancanti previsti dal D.G.R. 1385/2014 ed essere così accreditati. Si precisa altresì che in alcuni casi è stata la stessa ASL ad aver smarrito documenti regolarmente trasmessi ed aver così compromesso l’accreditamento. I volontari delle tre associazioni del territorio, proseguono a pieno titolo la loro opera di soccorso e trasporto sanitario.

Anche il Comune di Sant’Olcese è sceso in campo a difesa delle tre associazioni, ribadendo la piena solidarietà nei confronti delle organizzazioni di soccorso del territorio. “La notizia riportata dal principale quotidiano locale è sommaria e qualunquista – ha fatto sapere l’amministrazione comunale – e non tiene minimamente conto della dedizione e del senso di responsabilità con cui i volontari, minuziosamente formati ed addestrati nel rispetto delle norme, svolgono il loro compito per il solo amore del prossimo, del territorio e della divisa che portano. Un amore che le istituzioni, con in testa la Asl, non hanno certo dimostrato negli ultimi anni, depauperando progressivamente i servizi in tutta l’area della Valpolcevera. Il Comune di Sant’Olcese sta fornendo quindi da tempo tutto il supporto necessario per far lavorare al meglio le nostre splendide realtà del mondo delle croci e continuerà a farlo, consapevole che solo il volontariato potrà salvare la nostra comunità dalle mancanze degli enti preposti”.

Croce d’Oro: un incontro sulle manovre di disostruzione delle vie aeree

croceoro

Tutti possono imparare a salvare una vita utilizzando le manovre giuste. La Croce d’Oro di Manesseno è sempre in prima linea sulla formazione, e dopo aver istruito al meglio i propri volontari con i corsi di emergenza, i corsi per la disostruzione delle vie aeree in età pediatrica e i corsi per l’abilitazione all’uso del DAE (Defibrillatore Semiautomatico Esterno) il consiglio direttivo ha deciso di coinvolgere anche la popolazione.

Il prossimo appuntamento sarà venerdì 8 aprile  alle ore 20.45 presso il Centro Socio Culturale di Via A. Gramsci 11, a Manesseno. La serata sarà dedicata alle manovre di disostruzione delle vie aeree.

Insieme con i militi della Croce d’Oro sarà presente anche il Dottor Alberto Ferrando, per anni pediatra di famiglia e da sempre impegnato nella diffusione della cultura della disostruzione. La scelta di questo relatore non è stata casuale: il dottor Ferrando è da sempre vicino alle famiglie e ai loro bambini. Ed è proprio questa esperienza diretta con i genitori che lo ha portato a pubblicare un libro molto interessante intitolato “ Come crescere mio figlio – i dubbi dei genitori, le risposte del pediatra”.

Casa della salute in Valpolcevera: il PD chiede chiarimenti alla Regione

luiginocarrossino

Luigino Carrossino

Sempre caldo il tema della Casa della Salute in Valpolcevera. Il Partito Democratico, attraverso un comunicato stampa, ha chiesto alla Regione Liguria chiarimenti sul piano esecutivo, sui suoi tempi e costi.

Di seguito il comunicato stampa firmato da Alessandro Terrile, segretario Pd Genova, Giancarlo Furfaro, coordinatore Pd Municipio Valpolcevera e Luigino Carrossino, coordinatore Pd Comuni Alta Valpolcevera e Segretario del Circolo di Sant’Olcese.

Continua a leggere

Viaggio a Genova per il Camper itinerante di Cidimu

Sindaci

I Sindaci davanti al camper

È stato presentato a Genova, insieme ad alcuni Sindaci del territorio presente anche il nostro Armando Sanna, il nuovo Centro Diagnostico Mobile del Gruppo Cidimu, l’ambulatorio itinerante il cui servizio è attivo anche a Sant’Olcese che consente di effettuare, senza lista di attesa, oltre il 70% degli esami di diagnostica quali ecografie, spirometrie, elettrocardiogrammi e radiologie a costi di poco superiori a quelli del ticket del sistema sanitario nazionale.

Questo speciale mezzo, lungo 9 metri e dotato dei più moderni macchinari, è composto da uno studio medico per effettuare visite ed ecografie, uno spazio dedicato per la radiologia, ed è anche corredato da una piccola sala d’attesa e un bagno attrezzato per i disabili. Sempre presenti a bordo del Centro Mobile un medico specializzato e un tecnico di radiologia, che grazie agli strumenti di ultima generazione di cui è provvisto, consegneranno al paziente entro pochi minuti il referto e le immagini su supporto digitale.

Il veicolo, unico in Italia fornito di queste sofisticate attrezzature, nasce con l’idea che sia la sanità a dover andare incontro ai pazienti. Il camper permette di arrivare in zone periferiche spesso non dotate di istituti di diagnostica, così anche le persone più anziane o non automunite saranno nella condizione di svolgere gli esami necessari.

“Siamo molto orgogliosi di essere i primi in Italia ad offrire un Centro Diagnostico Mobile” – spiega il Dr. Ugo Riba, Presidente del Gruppo Cidimu. – “Il nostro obiettivo è arrivare nelle zone meno servite del territorio, con un centro itinerante in grado di offrire un servizio identico a quello che si avrebbe in un istituto tradizionale”.

“I servizi che offre il Centro Diagnostico Mobile sono importantissimi per il nostro territorio” – spiega Armando Sanna – “Il nostro Comune presenta infatti delle problematiche legate al trasporto pubblico e la popolazione anziana spesso trascura la prevenzione proprio perché ha difficoltà a spostarsi per effettuare le visite e gli esami diagnostici”.

Nei prossimi mesi il Centro Diagnostico Mobile sarà attivo in diversi comuni della Liguria per poi estendersi ad altre regioni.

Clicca qui per vedere di TeleGenova dove, al minuto 1:20, si può ascoltare l’intervento del nostro Sindaco.

Referendum del 17 aprile 2016: informazioni da ASL3 sul voto domiciliare

ASL 3 genovese indica agli elettori affetti da gravissima infermità fisica le modalità di voto a domicilio, riguardo al referendum popolare abrogativo sulle trivellazioni in mare del 17 aprile prossimo.

La legge 07/05/2009 n. 46, prevede che gli elettori affetti da gravissima infermità fisica, tale da impedire di recarsi al seggio, debbano far pervenire al Sindaco, preferibilmente entro il 29 marzo 2016, una dichiarazione di volontà ad esprimere il voto a domicilio corredata di una certificazione medica.

La S.C. Medicina Legale provvederà al rilascio di tale certificazione.

A tale proposito l’elettore dovrà far pervenire una richiesta scritta:

per posta certificata all’indirizzo: protocollo@pec.asl3.liguria.it
per e-mail all’indirizzo: medicina.legale@asl3.liguria.it
per fax al numero: 010.8498753.

Ulteriori informazioni potranno essere richieste ai seguenti numeri telefonici:

010.8498750
010.8498965

dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 13.00.

Guarda anche i link seguenti per saperne di più.

Servizio di diagnostica mobile a Sant’Olcese: gli orari

Il servizio sarà attivo ogni mercoledì a partire dal 3 febbraio dalle 14.30 alle 16.30. Si parte da Piazza Marconi a Piccarello e si proseguirà a settimane alterne con Manesseno (via Poirè zona Pro Loco). Per informazioni telefonare allo 010.8903111 oppure scrivere a vezzani@cidimu.it.

Sant'Olcese Inform@

logo_cidimuGrazie ad un accordo con il Comune, sarà disponibile a Sant’Olcese a partire dalla seconda metà di gennaio 2016 il nuovo Centro Diagnostico Mobile del Gruppo Cidimu. Il nuovo ambulatorio itinerante consente di effettuare, senza lista di attesa, oltre il 70% degli esami di diagnostica quali ecografie, spirometrie, elettrocardiogrammi e radiologie a costi di poco superiori a quelli del ticket del sistema sanitario nazionale.

Questo speciale mezzo, dotato dei più moderni macchinari, è composto da uno studio medico per effettuare visite ed ecografie, uno spazio dedicato per la radiologia, ed è anche corredato da una piccola sala d’attesa e un bagno attrezzato per i disabili. Sempre presenti a bordo del Centro Mobile un medico specializzato e un tecnico di radiologia, che grazie agli strumenti di ultima generazione di cui è provvisto, consegneranno al paziente entro pochi minuti il referto e le immagini su supporto digitale.

Il veicolo, unico in Italia…

View original post 115 altre parole

Casa della salute in Valpolcevera: gli interrogativi dei Circoli PD

logo_pd

I circoli PD alta Val Polcevera prendono atto della relazione del Commissario della ASL3, Dr. Luciano Grasso, tenutasi lunedì 18 gennaio presso il Municipio nel corso dell’audizione convocata dalle Commissioni Consiliari congiunte (Comune Genova e Municipio Val Polcevera) Welfare sul tema della Casa della Salute in Val Polcevera alla presenza dei Cittadini e dei rappresentanti delle Amministrazioni comunali dell’Alta Val Polcevera.

Continua a leggere

Arriva anche a Sant’Olcese il servizio di diagnostica mobile

logo_cidimuGrazie ad un accordo con il Comune, sarà disponibile a Sant’Olcese a partire dalla seconda metà di gennaio 2016 il nuovo Centro Diagnostico Mobile del Gruppo Cidimu. Il nuovo ambulatorio itinerante consente di effettuare, senza lista di attesa, oltre il 70% degli esami di diagnostica quali ecografie, spirometrie, elettrocardiogrammi e radiologie a costi di poco superiori a quelli del ticket del sistema sanitario nazionale.

Questo speciale mezzo, dotato dei più moderni macchinari, è composto da uno studio medico per effettuare visite ed ecografie, uno spazio dedicato per la radiologia, ed è anche corredato da una piccola sala d’attesa e un bagno attrezzato per i disabili. Sempre presenti a bordo del Centro Mobile un medico specializzato e un tecnico di radiologia, che grazie agli strumenti di ultima generazione di cui è provvisto, consegneranno al paziente entro pochi minuti il referto e le immagini su supporto digitale.

Il veicolo, unico in Italia fornito di queste sofisticate attrezzature, nasce con l’idea che sia la sanità a dover andare incontro ai pazienti. Il camper permette di arrivare in zone periferiche spesso non dotate di istituti di diagnostica, così anche le persone più anziane o non automunite saranno nella condizione di svolgere gli esami necessari.

“Siamo molto orgogliosi di essere i primi in Italia ad offrire un Centro Diagnostico Mobile – spiega Ugo Riba, Presidente del Gruppo Cidimu – Il nostro obiettivo è arrivare nelle zone meno servite del territorio, con un centro itinerante in grado di offrire un servizio identico a quello che si avrebbe in un istituto tradizionale”.

Per informazioni telefonare allo 010.8903111 oppure scrivere a vezzani@cidimu.it.