Comunale di Beleno: un’assemblea aperta per aggiornare la popolazione

Esistono lavori impegnativi che si fanno dietro le quinte, altri invece su cui un Comune come il nostro deve segnare il passo. In ogni caso la gente deve essere informata adeguatamente. Cerchiamo di aggiornarvi tutti i giorni attraverso questo sito ma a volte non basta: occorre farlo faccia a faccia con i nostri concittadini.

Sull’ormai nota situazione della comunale di Beleno, interrotta al traffico a causa della frana ben documentata nella foto, occorre dire che il Comune ha fatto per ora tutto il possibile; ci siamo esposti economicamente in un anno difficilissimo per il nostro Bilancio: quasi 15mila euro sono stati già spesi per la pulizia dell’area, i rilievi e le perizie e, soprattutto, il progetto della nuova strada, che è stato appena spedito in Regione per le vie ufficiali.

In queste settimane si sono tenuti moltissimi incontri con la Regione, l’unico soggetto che ci può aiutare a sbloccare finanziariamente la questione. Come noto, l’Amministrazione già nel 2014 aveva spedito una scheda (nella foto) per segnalare il pericolo e per richiedere finanziamenti. Adesso è il momento che la Regione trovi queste risorse, magari attingendo dalle accise regionali. Un pronunciamento in questo senso è atteso da noi, dai cittadini e dalle attività produttive della zona entro il 30 luglio.

Avevamo promesso di organizzare un’assemblea pubblica sul tema. E’ giunto il momento: appuntamento per giovedì 19 luglio alle ore 19.30 nel punto esatto della frana, lato Beleno. La cittadinanza è invitata a partecipare.

Annunci

Piano Urbanistico Comunale: domani incontro pubblico a Manesseno

La cittadinanza è invitata a partecipare a questa importante iniziativa di divulgazione e trasparenza, inserita nell’ambito degli incontri di introduzione e presentazione del Piano Urbanistico Comunale. Come detto in precedenza, questi eventi coinvolgono, oltre ai quattro Comuni protagonisti del lavoro, anche gli enti sovraordinati ed i territori limitrofi.

Appuntamento con gli Amministratori e gli addetti del Comune di Sant’Olcese, alla presenza di un tecnico di Città Metropolitana, per domani martedì 10 luglio alle ore 17 presso il Centro Socio Culturale di Manesseno.

 

Barriere architettoniche: contributi per gli interventi di superamento ed eliminazione

Dallo scorso 1° giugno e fino al prossimo 30 settembre, sarà possibile per disabili ed invalidi presentare istanza di contributo per gli interventi di superamento e l’eliminazione delle barriere architettoniche, ai sensi della legge regionale 15/89 e della legge statale 13/1989.

Di seguito la modulistica da presentare in Comune.

Domanda di Contributo Legge Regionale 15/89

Autocertificazione Legge Regionale 15/89

Autocertificazione Legge Statale 13/89

Per un cantiere che si chiude, quattro nuovi in partenza!

Ecco le prime foto dei lavori pressoché ultimati della riqualificazione idrogeologica ed urbana della frazione di Torrazza, località Bevegni e Vivagna. La costruzione dei due rivi artificiali, un’operazione da 560mila euro, finanziati per 392mila euro dalla Regione (fondi europei) e per 168mila con risorse comunali, è cosa ormai fatta.

La corsa contro il tempo e contro la burocrazia, termine ultimo per la consegna dei lavori 31/12/2018, è stata stra-vinta, grazie al lavoro meraviglioso dei dipendenti comunali. Il Comune firmerà la consegna dei lavori entro ferragosto, con 4 mesi di anticipo. Possiamo quindi festeggiare la realizzazione di un’opera che mitigherà i problemi che da 30 anni si manifestano nella zona e, come si vede dalle foto, riqualifica la località con nuove vie pedonali.

Per un’impresa che, dobbiamo dire, ha lavorato in maniera egregia, altre 4 ditte stanno per sbarcare in zona. Da domani lunedì 2 luglio, si parte infatti finalmente anche con i cantieri che competeranno le opere di urbanizzazione lasciate incompiute a seguito del fallimento Garaventa: regimazione delle acque, sicurezza stradale, illuminazione pubblica e asfaltatura nelle zone di Torrazza (S.Bernardo, Bevegni e Vivagna) daranno finalmente un assetto sicuro e decoroso all’intera zona.

 

 

–>

Il progetto TRENO viaggia in A2

Al via oggi la presentazione del progetto TRENO, che è parte del programma Interegg Marittimo ItaliaFrancia, a cui Regione Liguria ha l’onore di fare da capo fila.

Il progetto, nato in ambito europeo, ha come obiettivo la rivalutazione turistica delle linee ferroviarie storiche, tra cui, appunto la FGC.

Alla giornata di lancio, hanno preso parte rappresentanti e tecnici delle ferrovie coinvolte nel progetto, ovvero Liguria, Toscana, Corsica, Sardegna e Provenza. 

L’evento si è svolto con un viaggio di presentazione a bordo della rinnovata A2 da Manin a Casella, dove, presso la sede della Pro Loco, si è tenuta una degustazione di prodotti locali, tra cui i tipici salumi santolcesini di Cabella e Parodi.

Ha preso parte all’evento, inoltre, a nome di tutti gli operatori economici del Comune, anche la Consulta delle Attività Produttive, desiderosa di stringere legami in ambito turistico con Regione, ATP e gli altri Comuni interessati dal percorso del Trenino per valutare la nascita di nuove iniziative condivise.

Un’altra tappa importante dopo la riapertura della ferrovia di due anni fa.

Progetto TRENO in rampa di lancio

Come scritto qualche tempo fa, Regione Liguria è capofila del progetto” TRENO – Promozione delle linee ferroviarie turistiche e dei treni storici”, che ora prende slancio. Il nostro Comune è stato invitato al primo evento di comunicazione del progetto, che si svolgerà venerdì 29 giugno 2018 a Genova presso la Ferrovia Genova – Casella.

SI tratta di un evento per soli addetti ai lavori, un viaggio sul trenino per il lancio del Progetto che vuole coinvolgere diverse ferrovie storiche del Sud Europa. Il nostro trenino è stato scelto in quanto, sia dal punto di vista dell’infrastruttura che da quello del marketing, offre molti spunti migliorabili ma già allo stato attuale molto interessanti soprattutto per le altre ferrovie storiche. Il viaggio del 29 Giugno prevederà una presentazione del progetto a Manin e una tappa finale con presentazione di tutti i prodotti tipici locali della Vallata a Casella.

Regione Liguria, unitamente a Regione Toscana, Regione Autonoma della Sardegna, Office des Transports de la Corse, Région Provence-Alpes-Côte d’Azur e la Fondazione Camerale per l’Impresa, la Ricerca e l’Innovazione, Partner del progetto TRENO, sono gli attori di questa iniziativa, nata nell’ambito del Programma di cooperazione Interreg Italia-Francia Marittimo 2014/2020, cofinanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR), che ha lo scopo di contribuire a rafforzare la cooperazione transfrontaliera tra i territori partecipanti e a rendere lo spazio di cooperazione una zona competitiva, inclusiva e sostenibile nel panorama europeo e mediterraneo.

Con il progetto TRENO, i Partner mirano a coniugare il fascino delle ferrovie storiche e turistiche costruite tra la seconda metà del 1800 e l’inizio del 1900 e i territori attraversati da tali linee, caratterizzati da elementi di pregio storico, culturale, paesaggistico, ambientale, escursionistico, sportivo e da produzioni tipiche. La valorizzazione delle ferrovie, dell’attrattività dei territori attraversati e la creazione di opportunità di sviluppo per le numerose micro, piccole e medie imprese operanti nel settore turistico e per quelle specializzate in prodotti tipici, sono le sfide che le Regioni dell’area transfrontaliera hanno deciso di affrontare congiuntamente.

TRENO mira infatti a migliorare l’accessibilità e la sostenibilità dell’offerta turistica transfrontaliera riqualificando e valorizzando le infrastrutture e le linee delle ferrovie storiche e turistiche che attraversano le aree della zona di cooperazione. Il Kick off meeting di TRENO è pertanto un’occasione di incontro per condividere le opportunità
offerte dal territorio transfrontaliero, del quale daremo presto un resoconto ai nostri cittadini. Nel frattempo, è stata segnalata da AMT l’imminente visita di numerosi tour operator internazionali, che vogliono valutare l’inserimento della ferrovia Genova Casella nei pacchetti escursionistici disponibili per i croceristi in transito a Genova.

Piano Urbanistico Comunale: il programma degli incontri pubblici

Nell’ambito del progetto del PUC intercomunale, continuano le iniziative di divulgazione e trasparenza aperte a tutta la popolazione. Questi incontri di introduzione e presentazione del lavoro coinvolgeranno, oltre ai quattro Comuni protagonisti del Piano, anche gli enti sovraordinati ed i territori limitrofi. Per questo motivo il primo appuntamento è fissato presso il Municipio V Valpolcevera per giovedì 28 giugno 2018 alle ore 16.30. Seguiranno altri incontri presso i singoli Comuni: Sant’Olcese incontrerà i cittadini, alla presenza di un tecnico di Città Metropolitana martedì 10 luglio alle ore 17 presso il Centro Socio Culturale di Manesseno. Seguiranno maggiori dettagli.

Libri in comodato d’uso per l’anno scolastico 2018/19

L’Istituto comprensivo di Serra Riccò e Sant’Olcese comunica alle famiglie degli alunni delle classi V – I, II e III Sc. Sec. I grado che è possibile presentare la domanda per l’assegnazione di libri in comodato d’uso, sulla base di quanto previsto dal Piano Regionale per il Diritto allo Studio, entro e non oltre il 22 giugno 2018.

Il modulo per presentare la domanda è scaricabile dalla pagina principale del sito dell’Istituto (www.icserraricco.it) oppure è disponibile presso la Segreteria.

Comunale di Beleno: domani passaggio pedonale interrotto

Domani mercoledì 6 giugno prove geologiche sulla strada comunale di Beleno, propedeutici alla chiusura del progetto di ripristino della frana che dovrà essere presentato in Regione per accedere ai finanziamenti indispensabili per consentire la riapertura della strada. Per questo motivo la strada sarà interdetta al passaggio pedonale per tutta la durata dei lavori.

Via Beleno: pulizia, progetto e pressing in Regione

Dopo l’accordo trovato con i proprietari dei terreni limitrofi alla frana, è iniziata da parte del Comune la pulizia dell’area. Tutto ciò serve per riuscire a redigere un progetto definitivo per allargare la strada a monte, poiché a valle il danno è troppo elevato ed i costi al momento insostenibili.

L’Amministrazione già nel 2014 aveva spedito una scheda (nella foto) alla Regione per segnalare il pericolo e per richiedere finanziamenti. Puntualmente, dopo 4 anni esatti, la strada è franata, senza che il Comune avesse ancora avuto riscontro di quella segnalazione. Il pressing verso gli Enti a noi sovraordinati è comunque continuo, come sempre non ci risparmieremo per ottenere i fondi per il ripristino. Oggi stesso il Sindaco andrà in Regione per questo motivo. Vi terremo aggiornati e, non appena la situazione sarà più delineata, organizzeremo un’assemblea pubblica su questo tema.

PUC: la parola ad aziende, scuole e cittadini

 

Sara Dante

Nella giornata di domani l’Assessore competente Sara Dante ed il Responsabile del servizio urbanistica Francesca Schenone si recheranno, insieme con un funzionario incaricato della Città Metropolitana di Genova, presso le sedi di alcune tra le più importanti realtà produttive del territorio santolcesino (Salumifici Parodi e Cabella, Benfante, Preti Dolciaria, Mestel, Controlli e AR) per sottoporre un questionario, redatto al fine di valutare le aspettative di dette aziende nei confronti del nascente Piano Urbanistico Comunale, come richiesto dalla Città Metropolitana stessa.

Questa operazione è stata espressamente concordata e pianificata da Città Metropolitana, ma il Comune vuol fare di più. Sottoporrà infatti il questionario, tramite la Consulta delle attività produttive, a tutte le aziende, piccole e grandi, che vorranno contribuire a rendere questo progetto più condiviso possibile. Inoltre l’Ente ha voluto sentire anche il parere delle scuole, e siamo sicuri che gli elaborati prodotti dai nostri ragazzi potranno offrire spunti di riflessione notevoli.

Tutto questo lavoro è propedeutico alla chiusura della prima fase del PUC, che produrrà uno schema da sottoporre all’esame della Regione Liguria. Non prima di aver ascoltato anche i cittadini: a breve il questionario sarà disponibile sul sito e presso gli uffici del Comune e verranno organizzati incontri ad-hoc sul territorio.  Un lavoro complesso che entra nel vivo, con il contributo di tutti.

“FGC: a due anni dalla riapertura, ecco le immagini della “nuova” A2

Nel video di Repubblica si può apprezzare la qualità dell’intervento che, a due anni dalla riapertura del servizio ferroviario del nostro trenino, ha riportato all’antico splendore la mitica elettromotrice A2. Al di la delle dichiarazioni di rito di tutti i protagonisti dell’inaugurazione di oggi alla presenza di Regione e Comuni attraversati dal trenino (ecco uno dei tanti servizi dei media locali), vorremmo rimarcare qualche aspetto.

Innanzitutto la passione che muove i vertici di AMT nella cura di questa infrastruttura a noi tanto cara. A volte la professionalità, pur elevata come in questo caso, può non bastare. Complimenti, e buon lavoro per i prossimi 6 anni almeno, vista la proroga del contratto di servizio. Passione insuperabile anche quella dell’Associazione Amici FGC, che risulta e risulterà sempre decisiva per le sorti della ferrovia.

Poi due notizie molto importanti: la prima è che la stazione di Campi è stata appena ristrutturata e, a breve, partirà un bando per l’assegnazione del servizio di ristoro della stazione stessa. Un punto di accoglienza sul nostro territorio, ideale punto di partenza per scoprire le tante attrazioni della zona. Sempre sul fronte stazioni, tra poco ecco la partenza della ristrutturazione di Sardorella, altro angolo suggestivo di Sant’Olcese.

Infine, a margine dell’intervento del Responsabile Esercizio e Manutenzione Ferrovie AMT Ing. Fabbri, che ha illustrato gli importantissimi investimenti del prossimo futuro sul trenino, ecco che si materializza una possibile speranza per le tanto agognate (dai Comuni) integrazioni di orario ATP-AMT-FGC. E’ in partenza un tavolo di lavoro, annunciato da Marco Beltrami, amministratore unico di AMT, che senz’altro seguiremo con grande attenzione.

Di seguito il testo integrale del comunicato stampa di AMT:

Continua a leggere

FGC: lunedi l’inaugurazione dell’elettromotrice storica A2

Come anticipato qualche giorno fa, lunedì 21 maggio, alle 11.15, l’assessore regionale ligure ai Trasporti e al Turismo Gianni Berrino parteciperà alla cerimonia di inaugurazione, aperta alla stampa, dell’elettromotrice A2 restaurata. L’elettromotrice, costruita nel 1929 per la Ferrovia Val di Fiemme, è arrivata a Genova nel 1963 e dopo un lungo restauro che lo ha riportato all’aspetto originale, il treno è pronto a rientrare in servizio sulla ferrovia Genova-Casella. All’inaugurazione, oltre all’assessore Berrino, interverranno anche: Marco Beltrami, amministratore unico di Amt, Stefano Balleari, assessore ai Trasporti del Comune di Genova, Giampiero Fabbri, responsabile di esercizio e manutenzione della Ferrovia Genova-Casella. Sono stati inoltre invitati sindaci ed assessori competenti dei Comuni di Serra Riccò, Sant’Olcese e Casella e, naturalmente, l’associazione Amici della FGC.

Rivi Bevegni e Fontanasse: cantieri operativi!

Questa foto risale a poco più di un anno fa, nel momento in cui veniva protocollata in Comune la lettera che abilitava a spendere 550mila euro di fondi comunali sul dissesto idrogeologico della frazione di Torrazza, in particolare nella zona di Bevegni e Vivagna. Di questi soldi, gran parte erano già in cassa, frutto dell’escussione della polizza Garaventa, e sarebbero serviti per il completamento delle opere dell’insediamento omonimo. Ma questa è un’altra storia, o quasi, su cui vi aggiorneremo (con notizie positive) tra pochissimi giorni.

Il progetto della Giunta però andava oltre. Serviva di più. Servivano altri fondi per realizzare un progetto fondamentale per migliorare l’assetto idrogeologico delle località di Bevegni e Vivagna. La costruzione di due rivi artificiali: un’operazione da 560mila euro, finanziati per 392mila euro dalla Regione e per 168mila con risorse comunali. Tutti ancora da trovare, all’epoca della foto. Ancora da trovare, ma con le carte in regola per farlo. Forse per questo i volti di Sindaco e Assessore sembravano più sorridenti che preoccupati.

La realtà era un po’ diversa, una corsa contro il tempo e contro la burocrazia. Termine ultimo per definire il tutto: 31/12/2017. Obbiettivo centrato, con l’affidamento dei lavori e l’ultimo tassello completato con l’approvazione del bilancio 2018: 35mila euro reperiti nelle pieghe di una situazione finanziaria sempre più difficile per gli Enti come il nostro.
Ma ora finalmente siamo partiti davvero: le foto qui sotto si riferiscono al primo sopralluogo condotto nei giorni scorsi dal Sindaco e dall’ufficio tecnico. Ormai la fase operativa è iniziata: i tempi di consegna e pagamento sono definiti: 31/12/2018. Prima di quella data festeggeremo dunque la realizzazione di un’opera che mitigherà i problemi che da 30 anni si manifestano nella zona.

Continua a leggere

Banda Ultra Larga: il Comune firma convenzione con Infratel Italia S.p.A.

La Giunta comunale ha recentemente deliberato, in allineamento agli altri Comuni liguri, la firma di una convenzione con la società Infratel Italia S.p.A., nell’ambito dell’accordo di programma firmato data 3 agosto 2016 tra il MiSE e la Regione Liguria per lo sviluppo della banda ultra larga nella nostra Regione.

Il territorio regionale ligure è infatti parte di unìiniziativa a finanziamento pubblico relativa alla diffusione della banda ultra larga nelle aree dove gli operatori privati di telecomunicazioni non hanno manifestato interesse a investire (le cosiddette “aree a fallimento di mercato”). Il principale obbiettivo operativo è quindi quello di creare un’infrastruttura sul territorio ligure per potenziare l’accesso alle reti di telecomunicazioni da parte di cittadini, imprese e pubblica amministrazione.

Le amministrazioni comunali sono chiamate, per facilitare la fase attuativa sul territorio con procedure semplici e rapide, a firmare la Convenzione operativa con Infratel Italia S.p.A., funzionale all’espletamento dei necessari iter amministrativi e autorizzativi. La buona riuscita del progetto è fortemente legata infatti alle tempistiche di rilascio dei permessi per la posa della fibra ottica e, più in generale, della realizzazione dell’infrastruttura di rete. E, naturalmente, il Comune di Sant’Olcese è pronto a fare la sua parte.

La Convenzione non è impegnativa dal punto di vista economico e realizzativo per il Comune, ma comporta l’impegno da parte del Comune a discutere la proposta progettuale di infrastrutturazione con i tecnici di Open Fiber, a mettere a disposizione eventuali infrastrutture di proprietà comunale che potessero essere funzionali al passaggio di fibra ottica e, una volta che la progettazione fosse approvata con atto successivo entro tempi stabiliti, ad agevolare i lavori e a semplificare l’iter burocratico finalizzato al rilascio dei permessi.

Per ulteriori informazioni visita la pagina dedicata sul sito della Regione Liguria.