I lavori si fermano, le progettazioni no!

Poco più di un mese fa pubblicavamo con soddisfazione i ponteggi alla scuola Matteotti, il programma su fognature ed acquedotti, le nuove realizzazioni di difesa spondale di alcuni rivi. Ora naturalmente tutto si è fermato, tranne le lavorazioni con codici ateco permessi, ma non si ferma il lavoro degli uffici per la progettazione e per l’avvio delle gare. Ponte sul Secca (delibera approvata ieri dalla Giunta) ponte di Arvigo in testa, per non trovarci impreparati alla fine di questo periodo durissimo, in cui ci sarà moltissimo da ricostruire, e non solo dal punto di vista fisico ma anche da quello sociale ed economico.

Coronavirus e contributi per l’accudimento dei figli: da oggi al via le domande

Avviso rivolto alle famiglie residenti in Liguria per contributi straordinari di sostegno per l’accudimento dei figli al di sotto dei 15 anni durante il periodo di sospensione dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado per emergenza COVID-19.

Da oggi si può presentare la domanda sul sito FILSE, fino al 16-04-2020.

La misura è nata per fornire un sostegno economico a tutte quelle famiglie con figli di età inferiore a 15 anni, impossibilitate ad accudire direttamente gli stessi nel periodo di sospensione dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado per emergenza covid-19.

I voucher una tantum sono di due importi a seconda della fascia di reddito e possono essere utilizzati per qualunque tipo di spesa, senza rendicontazione necessaria.

– 500 € per nuclei famigliari con un ISEE minore di 20mila euro.
– 300 € per nuclei famigliari con ISEE fra 20 e 50mila euro.

Per ottenere il contributo è necessario presentare la domanda tramite l’applicativo bandi on line accessibile, previa registrazione, al seguente indirizzo:
https://filseonline.regione.liguria.it

Coronavirus e DPI: nuova ordinanza della Regione

La Regione ha emesso ieri un’ordinanza (la numero 7, clicca qui per scaricarla) che testimonia ancora una volta l’enorme difficoltà di questo momento. Tra le misure previste, l’obbligo per le farmacie della Liguria di mettere a disposizione i DPI (dispositivi di protezione individuale) in giacenza per le strutture ospedaliere e sociosanitarie. Un’ordinanza che fa discutere, proprio perché i farmacisti (che stanno svolgendo, insieme ai medici, un’opera incredibile ed insostituibile in questi giorni, grazie) stanno denunciando da tempo la loro difficoltà a reperire anche per il loro stesso lavoro questi presidi.

Fatta salva la priorità delle strutture sanitarie, il comune ha chiesto comunque ufficialmente, con una lettera indirizzata alla protezione civile regionale, una fornitura di DPI, adeguata e proporzionata alle dimensioni del Comune.

Tali dispositivi saranno distribuiti al personale dipendente e volontario impegnato sul territorio in attività di polizia municipale e di protezione civile: categorie che necessitano di queste misure di protezione, e che ringraziamo al pari di tutti quelli che si stanno impegnando con noi in questo difficile momento.

Scuole chiuse per coronavirus: arriva il bonus famiglie della Regione Liguria

La Giunta della Regione Liguria ha deliberato lo stanziamento di 748.500 mila euro per fornire un sostegno economico a tutte quelle famiglie con figli di età inferiore a 15 anni, impossibilitate ad accudire direttamente gli stessi nel periodo di sospensione dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado per emergenza covid-19.

I voucher una tantum sono di due importi a seconda della fascia di reddito e possono essere utilizzati per qualunque tipo di spesa, senza rendicontazione necessaria.

– 500 € per nuclei famigliari con un ISEE minore di 20mila euro.
– 300 € per nuclei famigliari con ISEE fra 20 e 50mila euro.

Il bando sarà disponibile sul SITO FILSE dalla settimana prossima, aprirà il prossimo 16 marzo per chiudersi dopo un mese, il 16 aprile 2020

Per ottenere il contributo è necessario presentare la domanda tramite l’applicativo bandi on line accessibile, previa registrazione, al seguente indirizzo:
https://filseonline.regione.liguria.it

Si attendeva una risposta dagli organi sovracomunali per sopperire alle difficoltà che la sospensione delle attività scolastiche ha portato alle famiglie nella gestione e nell’organizzazione quotidiana, ma purtroppo questa misura andrà ad aiutare solamente una piccola parte di esse non risolvendo la situazione di criticità.

L’Amministrazione sta valutando tutte le possibili misure da poter mettere in campo per aiutare cittadini, famiglie e lavoratori.

Attività didattica sospesa fino al 15 marzo

Il Presidente del Consiglio dei Ministri, con proprio decreto, ha disposto di sospendere le attività didattiche in tutte le scuole di ogni ordine e grado, anche nei nostri territori, sino al 15 marzo 2020, oltre ad una serie di misure per il contrasto e contenimento del COVID-19.

Per maggiori dettagli riferirsi al testo del decreto qui allegato.

Si invita la popolazione a rimanere in contatto sui nostri canali o sul sito del Comune per eventuali aggiornamenti.

Leggi il testo completo del Decreto.

Coronavirus: la nuova ordinanza di Regione Liguria lascia ancora le scuole chiuse

 

Come ormai è abitudine della Giunta Regionale, prima arrivano gli annunci e poi gli atti ufficiali.

Con l’Ordinanza numero 3/2020 delle ore 18.10 (!) di martedì 3 marzo, si comunica che Regione Liguria ha ordinato la prosecuzione della sospensione del attività didattica per le scuole di ogni ordine e grado fino alle ore 24.00 del 8 marzo 2020.

Restano valide le disposizioni recate nella precedente Ordinanza 2-2020 del 1° marzo 2020

Clicca qui per scaricare l’ordinanza.

Coronavirus: la nuova ordinanza di Regione Liguria

Arrivata da pochi minuti (!) l’ordinanza della Regione Liguria. Senza ulteriori commenti, precisiamo che:

1. Le scuole apriranno da mercoledì e dovranno dotarsi di dispositivi igienici. Martedì sera verrà fatto il punto sulla situazione scuole.

2. Chiusura delle porte a Marassi per la partita Sampdoria – Verona in programma domani lunedì 2 marzo.

3. Riaprono i luoghi di aggregazione chiusi in questa settimana (a parte Savona e provincia) e potranno riprendere anche le manifestazioni.

4. L’Università resta chiusa per tutta la settimana, salvo attività accademiche (tipo laurea o esami importanti) che se rinviate possono far perdere l’anno accademico.

Clicca qui per scaricare l’ordinanza.

Regione Liguria: scuole aperte da mercoledì?

Le scuole in tutta la Liguria riapriranno da mercoledì per lasciare il tempo agli istituti di dotarsi di tutti gli strumenti di prevenzione previsti dalle norme. Questo è l’annuncio che si legge sulla pagina Facebook di Regione Liguria. Tutti i dettagli alle 18.30, in diretta dalla pagina Facebook Regione Liguria, come ultimamente accade sempre più frequentemente, senza che i Comuni vengano preventivamente coinvolti o quantomeno avvisati. Restiamo in attesa di un atto ufficiale per valutare bene nella nostra realtà comunale le misure che si dovranno e potranno attuare. Con calma. Alla fine della diretta Facebook. Con buona pace non solo del rapporto, ma anche del rispetto istituzionale.

Regione Liguria: domenica la decisone sulle scuole

Regione Liguria scrive sul proprio sito ufficiale che”si seguono le variazioni cliniche ed epidemiologiche in modo da prendere decisioni con il quadro più completo possibile“. Intanto arriva l’ennesimo chiarimento sull’ordinanza, questa volta riguardo le sale da ballo e le discoteche, che riportiamo qui sotto.

Scuola Matteotti: partiti i lavori di efficientamento energetico

Ponteggi alla scuola Matteotti per l’inizio dei lavori per migliorare l’efficienza energetica dell’edificio. SI parte dalla riqualificazione energetica ed il riordino dei prospetti esterni, per poi proseguire, a lezioni finite, con l’adeguamento dell’impianto termico e degli infissi.

Il progetto prevede una spesa di circa 440mila euro.

 

Disposizioni Corona virus

La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha appena decretato le norme da seguire a livello Nazionale per il contenimento del contagio, uniformando i vari decreti regionali usciti nei giorni scorsi e, in ultimo, anche quello della Liguria.

Viene dunque confermata l’ordinanza che Regione Liguria ha disposto dalle 00.00 di lunedì 24 febbraio; ordinanza che inizialmente presentava diverse contraddizioni e refusi tanto che, in prima battuta, si disponeva anche la cessazione di tutte le attività ludico sportive fino al 1 marzo. Grazie alle varie interpellanze fatte da ANCI e dai Comuni stessi, finalmente oggi Regione Liguria ha chiarito i dettagli dell’ordinanza che, per il nostro Comune, riguardano principalmente la sospensione dell’attività didattica e la sospensione di tutti gli eventi pubblici e competizioni sportive aperte al pubblico fino a domenica primo marzo compresa.

Questi chiarimenti sono stati essenziali per la nostra Amministrazione dato che le direttive regionale, inizialmente, aveva creato molte perplessità e dubbi senza permetterci la giusta valutazione su quale fosse il corretto protocollo da adottare.

Molto positive anche le dichiarazioni del Presidente Conte il quale ha tenuto a sottolineare il buon operato di tutti i Comuni che non hanno emesso ulteriori ordinanze rispetto a quelle regionali, evitando così ulteriore confusione alla cittadinanza.

Coronavirus: la Regione ordina la chiusura delle scuole

La Giunta comunale si riunirà questa sera per ulteriori decisioni. Di seguito le disposizioni di Regione Liguria. Clicca qui per l’ordinanza completa.

A partire dalle ore 00.00 di lunedì 24 febbraio 2020 e fino alle ore 24.00 del 1 marzo 2020 su tutto il territorio regionale è disposta:

a. la sospensione di tutte le manifestazioni pubbliche o aperte al pubblico, di qualsiasi natura;
b. la sospensione dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado, nonché́ della frequenza delle attività̀ scolastiche, universitarie e di alta formazione professionale e dei percorsi di istruzione e formazione professionale, salvo le attività̀
formative svolte a distanza e quelle relative alle professioni sanitarie ivi compresi i tirocini;
c. la sospensione di ogni viaggio d’istruzione, sia sul territorio nazionale sia estero;
d. la sospensione dell’apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura e delle biblioteche;
e. la sospensione dei concorsi pubblici fatte salve quelli relativi alle professioni sanitarie.

Colonnine di ricarica: il bando IRE offre contributi anche ai privati

Il nostro Comune, dopo aver istallato la prima stazione, si muoverà in questo 2020 con nuove azioni sul terreno della mobilità sostenibile. Ma non solo i soggetti pubblici, ma anche quelli privati possono aderire al bando IRE per il  contributo regionale per la realizzazione di infrastrutture di ricarica elettriche.

IRE riconosce ai soggetti privati:

  • per i punti di ricarica da 22 kW: circa 1800 euro (25% spesa)
  • per le Fast Charge 50 kW: circa 12.000 euro (40% spesa)

Ecco il link dell’avviso sul sito di IRE dove potrà trovare l’avviso ed il modulo privati per la domanda

La scadenza è entro il 28 febbraio 2020.

 

Forte Diamante: ora aiutateci a recuperarlo!

È questo l’appello del Sindaco che appare oggi sulle pagine de “Il Secolo XIX”. Un appello fatto da anni a tutti gli Enti a noi sovraordinati e al Comune di Genova, che annuncia inteventi sui forti del proprio territorio.

Il Diamante invece è a Sant’Olcese. Ovviamente un comune come il nostro non può permettersi senza aiuti superiori alcun intervento di restauro o di messa in sicurezza. Insomma, Genova è meravigliosa ma non bastano gli slogan, serve sedersi ad un tavolo tutti insieme. Sindaco metropolitano, Governatore, Ministro, alziamo il ritmo, noi ci siamo!