Sospensione temporanea dello Stato di pericolosità di incendi

Sospeso temporaneamente lo Stato di Grave pericolosità incendi boschivi.
Per scaricare la copia del Decreto n. 1865/2019: clicca qui

Annunci

Frana di Beleno: arriva il contributo regionale

Ci siamo. La Giunta regionale ha deliberato il finanziamento di parte dei fondi richiesti dal Comune per il consolidamento della frana di via Amendola. Lo ha comunicato oggi l’assessore competente, specificando i termini dei 27 interventi sulla viabilità di tutta la Liguria, danneggiata dagli eventi alluvionali che si sono succeduti dal 2014 al 2017.

Un risultato importante, che arriva in ritardo anche per i numerosi eventi negativi che hanno caratterizzato la storia della nostra Regione nel 2018. Un contributo di 100 mila euro che certamente risulterà decisivo per il completamento di quel tratto di strada, dopo che il Comune si era esposto con fondi propri sia nella fase progettuale che nei primi lavori, messi in campo per non peggiorare la situazione del versante. Una tenacia che alla fine è stata premiata.

Per leggere il comunicato stampa completo clicca qui. Di seguito lo stralcio del prospetto di delibera che assegna ufficialmente i fondi a Sant’Olcese.

Il report 2018 dello sportello Informalavoro ed un’importante novità

Il Comune di Sant’Olcese, nonostante le difficoltà, ha sempre messo al centro della propria attività i servizi sociali.

La lettura di questo report, che riguarda le tematiche del lavoro ci permette, oltre che di elogiare gli addetti dello sportello e tutta la Cooperativa CISEF, di annunciare un’ importantissima novità prevista per i prossimi mesi.

Sono a buon punto infatti i lavori della nuova sede CISEF di Arvigo che, grazie ad una convenzione con il Comune, darà vita ad una nuova fase di evoluzione per il servizio che allargherebbe la sua rete di apertura al pubblico e diventerebbe ancor più integrato nel territorio, facendo da base di riferimento per i servizi per il lavoro e sociali in genere, mantenendo la caratteristica dinamica e flessibile del servizio offerto in questi anni.

Tornando allo sportello, clicca qui per leggere il report completo.

Progetto over 60: l’assessore Berrino in visita a Sant’Olcese

Si è svolta venerdì scorso in Val Polcevera, nelle sedi dei comuni di Serra Riccò, Sant’Olcese e Campomorone, la prima delle quattro giornate di incontri nelle quattro province liguri dell’assessore al lavoro Gianni Berrino con alcuni dei comuni aderenti al progetto Over 60.

“Lo scopo – ha detto Berrino – è una verifica a campione del grado di soddisfazione degli amministratori e soprattutto dei lavoratori coinvolti. Abbiamo ricevuto valutazioni molto positive delle esperienze avviate, che speriamo di poter rifinanziare per i prossimi anni. Per i piccoli comuni è una vera risorsa la collaborazione di persone che, per quanto non più giovani, hanno competenze da offrire alla loro comunità e motivazioni che non è scontato trovare sempre; per i lavoratori è una occasione preziosa per rimettersi in gioco e avvicinarsi attivamente alla pensione”.

Il Progetto Over 60, nato nel 2017 come linea particolare del piano Over 40, è rivolto ai disoccupati oltre i 60 anni di età che non percepiscono alcun ammortizzatore sociale. Sono lavoratori che possono vantare spesso esperienze e competenze spendibili, ma nella situazione attuale del mercato del lavoro hanno grandi difficoltà a trovare un nuovo impiego.

“Lo stanziamento iniziale era di 564.000 euro – spiega Berrino – per comuni, consorzi ed enti parco che avessero fatto richiesta di apertura di un cantiere scuola lavoro over 60. La risposta ci ha sorpresi: ci siamo ritrovati sommersi di richieste per un valore di 1.700.000 euro di coperture necessarie. Un vero e proprio grido di aiuto da parte dei disoccupati delle fasce più deboli, una richiesta che non potevamo non ascoltare. Con tutta la fatica immaginabile per trovare spazio nel bilancio regionale, siamo riusciti a ottenere un ulteriore stanziamento che ci ha permesso di finanziare tutti i progetti ritenuti ammissibili”.

Attualmente il piano over 60 riguarda 177 persone che lavorano per almeno un anno, 15 giorni al mese, per 750 euro. Sono stati finanziati 81 progetti, ripartiti tra tutte e quattro le province, per un finanziamento totale di 1.711.800,00 euro. Nel dettaglio, 24 progetti sono stati avviati nell’area metropolitana di Genova, 28 in provincia di Imperia, 20 in provincia di Savona, 9 nella provincia della Spezia. Nella foto, l’assessore con il vice sindaco e i due nostri valenti collaboratori Pierfranco “Dodi” e Danilo.

Navette per studenti: da lunedì variazioni nelle corse

A seguito del lavoro svolto dal tavolo per l’emergenza scuola, coordinato dal MIUR e Regione Liguria, è stata condotta una rimodulazione degli orari delle navette ATP, tenendo conto di un monitoraggio dell’effettivo uso del servizio e dell’attenuazione delle criticità di traffico dovute alle misure adottate nel mese di dicembre.

Si informa dunque la cittadinanza che, a decorrere da lunedì 7 gennaio 2019, il servizio “navetta RIPARTIAMO DALLA SCUOLA” linea S4, tratta da Sant’Olcese Chiesa verso valle subirà le seguenti modifiche:

– la prima corsa partirà delle 6:15 per Bolzaneto FS (arrivo ore 6.45);

– la seconda corsa partirà alle 6.40 per Bolzaneto FS (arrivo ore 7.20).

Le corse di rientro sono operative ai seguenti orari : 13:20 – 13:55 – 14:20 – 14:55 – 15:20 16:00.

Alcune navette saranno sostituite dalle corse Atp che gli studenti delle scuole superiori potranno utilizzare gratuitamente.

Fondi ministeriali per le mense biologiche: Sant’Olcese c’è!

ANSA – Genova, 26 novembre – Assegnati alla Liguria 147 mila euro di fondi ministeriali per le mense scolastiche biologiche. Lo comunica l’assessore regionale all’Agricoltura Stefano Mai.

“Un ottimo risultato – ha dichiarato Mai – che premia il lavoro svolto da Regione Liguria per promuovere il biologico nelle scuole e portare sulle tavole delle mense scolastiche dei comuni liguri prodotti come frutta, verdura, latte, pesce, carne e formaggi certificati biologici. Questo darà una spinta anche alle nostre produzioni locali biologiche e consentirà alle famiglie di conoscere la qualità dei prodotti che arrivano sulla tavola delle nostre scuole”. Il contributo verrà assegnato ai comuni che hanno attivato il servizio (Busalla, Ceranesi, Ronco Scrivia, Sant’Olcese, Serra Riccò e Vezzano Ligure) e garantiranno 165 mila pasti nell’anno scolastico 2018/2019. I fondi serviranno a ridurre i costi a carico dei beneficiari del servizio di mensa scolastica biologica e a realizzare iniziative di promozione del consumo biologico.

Rifiuti: nuovo vertice oggi con tutti i Comuni dell’Alta Valpolcevera

È convocata per oggi una nuova riunione durgenza in Amiu con la dirigenza per discutere degli ultimi grandi disservizi della raccolta rifiuti. 

Al tavolo siederanno i Comuni dell’Alta Valpolcevera: molti saranno i temi da trattare. 

Nel frattempo, ieri il nostro Ente, a seguito di una due giorni allarmante per lo stato di raccolta RSU, ha inoltrato nuovamente una missiva a Regione e azienda gestore dei rifiuti per richiedere  un intervento d’urgenza e un tavolo tecnico.

Vi terremo informati sugli sviluppi e continueremo ad insistere perché la nostra richiesta venga ascoltata, per dar voce ai cittadini e cercare, se possibile, una soluzione a breve insieme agli Enti competenti.
Di seguito la lettera 


Emergenza rifiuti: urge un aiuto dalla Regione

Certe immagini, purtroppo, sono più eloquenti di mille parole.

Negli ultimi mesi, come abbiamo raccontato più volte dalla pagina del nostro blog, la situazione della raccolta dei rifiuti è diventata sempre più critica e talmente preoccupante da averci spinto a chiedere incontri non solo con i vertici dell’azienda gestore dei rifiuti, ma anche con Città Metropolitana e Regione, che legiferano rispettivamente sugli ambiti e sugli impianti di raccolta.

La situazione creatasi, infatti, deriva da una crisi a livello sistemico: gli impianti di pretrattamento sono saturi, gli impianti fuori regione anche, il crollo di Ponte Morandi ha reso inagibile l’area di Rialzo, ma di certo è stato solo l’apice di questo tracollo che stiamo vivendo.

Tutta la città, non solo Sant’Olcese, paga anni di mancanza di soluzioni strutturali a livello di gestione dei rifiuti che oggi è degenerata in un’emergenza. L’ordinanza regionale per la riapertura di Scarpino non aiuta: il sito può accogliere solo una minima parte dei rifiuti prodotti che, comunque, devono essere pretrattati in altri impianti, prima di essere conferiti.

Più volte, a gran voce, abbiamo chiesto spiegazioni e la convocazione di un tavolo tecnico per discutere del problema, ma la nostra richiesta non è stata ascoltata.

Dieci giorni fa è stata spedita all’attenzione dei vertici Amiu, del Sindaco Bucci e del Governatore Toti la seguente lettera

Ieri sera i Sindaci dell’alta Valpolcevera hanno fatto presente al Prefetto la situazione e attendono la convocazione di un incontro per i prossimi giorni.

A corollario, oggi pomeriggio, ci sarà una riunione per fare il punto sulle problematiche riscontrate e decidere le modalità di intervento con gli Enti competenti.

Vi terremo come sempre aggiornati e faremo del nostro meglio per portare le nostre voci nelle sedi opportune.

Danni a privati: ecco come chiedere il risarcimento

I cittadini che hanno subito danni a seguito degli eventi che si sono verificati nel mese di ottobre 2018, in attesa della Deliberazione del Governo relativa alla richiesta di Stato di Emergenza inoltrata dalla Regione Liguria, potranno presentare la relativa denuncia secondo le modalità approvate con deliberazione di G.R. n. 1562 del 16 dicembre 2011 e modificata dalle successive DGR n.1000/2015 e n.1052/2015.

Le segnalazioni di danno a beni di proprietà di soggetti privati ed assimilati (Associazioni, Fondazioni, Enti, anche religiosi, e istituzioni che perseguono scopi di natura sociale) devono essere trasmesse entro 30 giorni dall’evento ai Comuni, individuati quali centri di raccolta delle segnalazioni, tramite la compilazione del Mod. D (Mod. D0 Istruzioni compilazione).

I modelli “D” di segnalazione danno si trovano sul sito della Regione Liguria http://www.regione.liguria.it – Protezione Civile – Post emergenza segnalazione danni, seguendo questo link.

Il conteggio dei giorni decorre a partire dal giorno successivo all’evento (che pertanto è il primo), e l’ultimo giorno utile per la presentazione della segnalazione è il trentesimo, seguendo le seguenti modalità di presentazione delle domande:

– consegna a mano presso l’ufficio protocollo del Comune;
– trasmissione tramite posta raccomandata al Comune di Sant’Olcese – Protezione Civile piazza Marconi, 40, 16010 Sant’Olcese (GE) – fa fede il timbro postale di partenza;
– trasmissione tramite PEC protocollo@pec.comune.santolcese.ge.it – vale la data di partenza indipendentemente dalla data di protocollo di ricezione della pubblica amministrazione ricevente.

Le segnalazioni di danno presentate, e l’inserimento generale del danno occorso, sono necessarie per accedere a eventuali benefici, ma non danno diritto e non forniscono garanzia di erogazione degli stessi.

Solo a seguito della dichiarazione dello Stato di Emergenza e dell’emissione di un apposito bando, sarà possibile partecipare alla richiesta di contributo per il danno subito a seguito dell’evento calamitoso e ricompreso nelle tipologie indicate dal bando stesso.

Richiesta risarcimento danni da parte di operatori economici e agricoltori: ecco le info

Camera di Commercio e Coldiretti hanno pubblicato in questi giorni le informazioni per la procedura di richiesta da parte degli operatori economici e degli agricoltori del risarcimento danni causati dal maltempo.

Per quanto riguarda le attività economiche non agricole deve essere compilato il modello AE  (reperibile cliccando sul link). Il modello va sempre inviato entro 30 giorni dall’evento allegando copia del documento di identità del legale rappresentante.

Le modalità di trasmissione sono:
– via posta raccomandata, indirizzata alla Camera di Commercio di Genova, via Garibaldi 4, 16124 Genova
– via PEC all’indirizzo: cciaa.genova@ge.legalmail.camcom.it
– per via telematica attraverso la piattaforma webtelemaco.infocamere.it.
– a mano presso lo sportello alluvioni della Camera di Commercio di Genova, via Garibaldi 4, dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 11,45
– a mano presso lo sportello alluvioni della Camera di Commercio a Chiavari, Corso Genova 24, dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 11,45

Si ricorda che l’eventuale erogazione del contributo è in ogni caso subordinata allo stanziamento di idonei fondi statali, regionali o comunitari.

Per quanto riguarda, invece, le imprese agricole bisogna compilare l’apposito modulo di segnalazione da inviare a Regione Liguria sempre entro 30 giorni. Negli uffici zona di Genova, Carasco e Busalla e in tutti i recapiti, Coldiretti offre assistenza gratuita alla compilazione.

Il modulo è scaricabile al seguente link:
https://goo.gl/8UQrnf

Anche in questo caso, la segnalazione è necessaria per accedere ai benefici che eventualmente saranno previsti, ma non dà diritto nè fornisce garanzia di erogazione di contributi, che sono subordinati all’effettivo stanziamento di idonei fondi statali e regionali. A tal proposito è necessario determinare il valore complessivo dei danni nel territorio provinciale; per questo è importante che tutte le imprese agricole segnalino i danni subiti.

 

Navette per studenti: ancora variazioni da domani

Partiranno da domani giovedì 4 ottobre alcune modifiche agli orari delle navette, nate per garantire la continuità didattica agli studenti coinvolti nel blocco della viabilità a seguito del crollo di ponte Morandi. Le modifiche si sono rese necessarie per le concomitanti variazioni dell’orario delle Ferrovie.

Per quanto riguarda Sant’Olcese, tutte le navette del mattino si attesteranno tutte nuovamente su Bolzaneto FS, con i seguenti orari: 6:05 – 6:35 – 6:50

Le corse di rientro saranno operative con gli orari: 13:20 – 13:55 – 14:20 – 14:55 – 15:20 – 15:55.

Di seguito il prospetto completo, corredato da ulteriori dettagli

La Navetta S4 Sant’Olcese (06:05) – Bolzaneto (06:45) si interscambia con il treno n° 21137 in partenza dalla stazione di Pontedecimo alle ore 06:54 e con passaggio nella stazione di Bolzaneto alle ore 06:59, che permetterà di raggiungere Sampierdarena alle ore 07:14 e Genova Principe alle ore 07:22.

La Navetta S4 Sant’Olcese (06:35) – Bolzaneto (07:15) si interscambia con il treno n° 21139 in partenza dalla stazione di Pontedecimo alle ore 07:24 e con passaggio nella stazione di Bolzaneto alle ore 07:29, che permetterà di raggiungere Sampierdarena alle ore 07:44 e Genova Principe alle ore 07:52.

La Navetta S4 Sant’Olcese (06:50) – Bolzaneto (07:30) si interscambia con il treno n° 21109 in partenza dalla stazione di Pontedecimo alle ore 07:33 e con passaggio nella stazione di Bolzaneto alle ore 07:40, che permetterà di raggiungere Sampierdarena alle ore 07:54 e Genova Principe alle ore 08:02.

29 e 30 settembre: torna Fattorie Aperte!

Sabato 29 e domenica 30 settembre 2018 saranno due giorni imperdibili all’insegna delle “Fattorie Aperte”: in tutta la Liguria si aprono le porte di ben 45 aziende agricole e 4 ittiturismi delle quattro province.

L’elenco di TUTTE LE FATTORIE ADERENTI e le informazioni di dettaglio su questa iniziativa è consultabile cliccando qui.

A Sant’Olcese abbiamo due aziende che offrono laboratori molto interessanti. Ecco i dettagli di contatto

La Fattoria di Marta
Via Arvigo Sopra, 5 – Sant’Olcese (GE)
tel  010 716181 cell 340 6440214
lafattoriadimarta@alice.it
www.lafattoriadimarta.com
Laboratori:
– La trasformazione del latte in formaggio
– Il mondo delle api
– Le erbe aromatiche

La Morona
Via Costa Monti, 25B – Sant’Olcese (GE)
tel 010 7092442 cell 333 4670171
info@lamorona.genova.it
www.lamorona.genova.it
Laboratori:

Le piante aromatiche
– Gli animali della fattoria
– Laboratori creativi: inventiamo con il fieno e la lana colorata

Navette per studenti: da lunedì variazioni nelle corse del mattino

A seguito della riunione di ieri tra l’Assessore regionale Ilaria Cavo, ATP, Sindaco e Assessore ai trasporti di Sant’Olcese, si informa la popolazione (in attesa di comunicato ufficiale dell’azienda) che, a decorrere da lunedì 24 settembre, il servizio “navetta RIPARTIAMO DALLA SCUOLA” linea S4, tratta da Sant’Olcese Chiesa verso valle subirà le seguenti modifiche, frutto del monitoraggio del traffico e delle segnalazioni dei cittadini :

– la prima corsa partirà alle 6:15 per Bolzaneto FS, con transito su sponda destra del Polcevera e rientro a sinistra da ponte divisione Cuneense, coincidenze con treno 7:08 per Principe;

– la seconda corsa partirà alle 6:35 per San Biagio FS – Ponte X FS, coincidenze a san Biagio treno 7:19 e a Ponte X treno 7:30 per Principe;

– la terza corsa partirà alle 6:50 per Bolzaneto FS, coincidenza con treno alle 7:35 per Principe, “navetta S5” (AMT) per Brin (frequenza 10 minuti). Quest’ultima corsa sarà soggetta a verifica di utilizzo da parte degli studenti.

Le corse di rientro sono operative come da programma originario (13:20 – 13:50 – 14:20 14:55 – 15:20 15:45).

s4andata

 

 

Il Governo del “CambiaMento” conferma: taglio di 2,5 milioni per Sant’Olcese

Applausi! Il blocco dei fondi del Bando Periferie (circa 2 milioni e mezzo per Sant’Olcese) è cosa fatta.

Sant’Olcese perde i fondi per il nuovo ponte sul Sardorella in frazione Arvigo (1 milione e 300mila euro di finanziamento). Quasi sicuramente sfumata, benché in fase già esecutiva, anche la messa in sicurezza (asfalti, segnaletica e protezioni) delle strade provinciali di Sant’Olcese (circa 1 milione e 200mila euro di lavori da parte di città metropolitana).

Tutto questo non ci risulta fosse nel contratto di Governo. Complimenti per il cambiamento. Continueremo in ogni sede la battaglia per riavere questi fondi, ottenuti con il lavoro della Giunta e degli uffici.

Gli orari delle navette gratuite per gli studenti

NAVETTE GRATUITE PER GLI STUDENTI DELLA VAL POLCEVERA E DELLA VALLE STURA. Ogni giorno 6 navette partiranno da Rossiglione, Ceranesi, Campomorone, Serra Riccò, Sant’Olcese e Mignanego. Le navette, per le quali si utilizzeranno mezzi Atp impiegati già nel normale servizio di trasporto pubblico, saranno dirette alle stazioni FS di Voltri, Pontedecimo e Bolzaneto; da qui gli studenti avranno la possibilità di proseguire in treno o a bordo di un mezzo Amt.

Di seguito il prospetto dei percorsi e degli orari. Per scaricare il file in formato pdf clicca qui.