Rappresentanti dei Consigli comunali dei ragazzi in Regione per promuovere la “Liguria Plastic Free”

Domani, lunedì 9 dicembre, dalle 10 alle 12.45 nell’aula del consigli oregionale in via Fieschi 15 a Genova, si svolgerà l’annuale incontro con alcuni dei giovanissimi componenti dei “Consigli comunali dei ragazzi” della Liguria. L’iniziativa, giunta alla quarta edizione, è stata organizzata in collaborazione con Unicef.

Partecipano oltre 60 rappresentanti dei “Consigli comunali dei ragazzi”: naturalmente insieme con Recco, Bogliasco, Cairo Montenotte, Pieve Ligure, Sori, Serra Riccò Ronco Scrivia, Arenzano, Cicagna, Moconesi, Gattorna, Quiliano, Mignanego, Ventimiglia, Arma di Taggia, Imperia, Bordighera, Ospedaletti e Vallecrosia non poteva mancare il CCR di Sant’Olcese.

Il presidente del consiglio regionale Alessandro Piana aprirà i lavori. Partecipano, fra gli altri, consiglieri regionali, il vicepresidente della giunta Sonia Viale, il presidente del comitato regionale dell’Unicef Franco Cirio e il Garante regionale per l’infanzia e l’adolescenza Francesco Lalla.

Dopo il “question time” in cui i giovanissimi consiglieri rivolgeranno una serie di domande agli amministratori liguri” e ai rappresentanti Unicef, verrà consegnata ai ragazzi la proposta di legge regionale di iniziativa popolare “Per una Liguria amica dei bambini e libera dalla plastica”, depositata il 30 settembre presso l’ufficio legislativo del consiglio regionale da tre rappresentanti dell’Unicef, affinché si facciano promotori per raccogliere le 5 mila firme necessarie per presentarla all’assemblea legislativa.

La manifestazione è stata organizzata per celebrare la “Giornata internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza”.

Il giorno delle panchine rosse nei brani dei ragazzi

Lo scorso lunedì 25 novembre è stata una giornata molto emozionante, partecipata e significativa. Il Consiglio Comunale dei Ragazzi condivide con tutta la popolazione i brani letti durante l’inaugurazione delle panchine rosse.

BUONA LETTURA!

“Quelle come me” di Alda Merini:

Quelle come me regalano sogni, anche a costo di rimanerne prive.
Quelle come me donano l’anima,
perché un’anima da sola è come una goccia d’acqua nel deserto.
Quelle come me tendono la mano ed aiutano a rialzarsi,
pur correndo il rischio di cadere a loro volta.
Quelle come me guardano avanti,
anche se il cuore rimane sempre qualche passo indietro.
Quelle come me cercano un senso all’esistere e, quando lo trovano,
tentano d’insegnarlo a chi sta solo sopravvivendo.
Quelle come me quando amano, amano per sempre.
e quando smettono d’amare è solo perché
piccoli frammenti di essere giacciono inermi nelle mani della vita.
Quelle come me inseguono un sogno
quello di essere amate per ciò che sono
e non per ciò che si vorrebbe fossero.
Quelle come me girano il mondo alla ricerca di quei valori che, ormai,
sono caduti nel dimenticatoio dell’anima.
Quelle come me vorrebbero cambiare,
ma il farlo comporterebbe nascere di nuovo.
Quelle come me urlano in silenzio,
perché la loro voce non si confonda con le lacrime.
Quelle come me sono quelle cui tu riesci sempre a spezzare il cuore,
perché sai che ti lasceranno andare, senza chiederti nulla.
Quelle come me amano troppo, pur sapendo che, in cambio,
non riceveranno altro che briciole.
Quelle come me si cibano di quel poco e su di esso,
purtroppo, fondano la loro esistenza.
Quelle come me passano inosservate,
ma sono le uniche che ti ameranno davvero.
Quelle come me sono quelle che, nell’autunno della tua vita,
rimpiangerai per tutto ciò che avrebbero potuto darti
e che tu non hai voluto…

Il male che si deve raccontare” di Simonetta Agnello Hornby, breve rielaborazione a cura del Teatro dell’Ortica:

Credevo che le donne che subiscono violenza dagli uomini fossero casalinghe, senza qualifiche professionali, povere, isolate, e (credevo) che quelle laureate, appartenenti alla borghesia non avessero esperienza diretta di violenza domestica e che non l’avrebbero mai tollerata da amanti, compagni o mariti.

Invece la violenza colpisce donne di tutti i livelli d’istruzione e di tutte le professioni. In Italia è addirittura più frequente tra le laureate, le diplomate, le dirigenti, le libero professioniste, le imprenditrici, le funzionarie e le impiegate. Credevo che la maggior parte delle donne vittime di violenza fossero straniere – asiatiche, africane, mediorientali – e che in Europa fossero le donne del bacino mediterraneo a essere più frequentemente vittime di questo fenomeno, perché allevate ad accettare la superiorità e la violenza degli uomini.
Invece, in Italia, le donne che chiedono aiuto ai centri antiviolenza sono nel 68% dei casi Italiane, e in Europa le donne vittime di violenza sono più numerose nel Nord che nei paesi del Sud.

La violenza è più o meno la stessa dovunque e tra chiunque. Credevo che l’effetto delle pari opportunità sul lavoro e dell’uguaglianza tra uomini e donne avesse portato, in Europa, alla diminuzione della violenza sulle donne di ogni classe sociale, etnia e credo religioso e soprattutto credevo estinta la violenza psicologica, agita quando le donne venivano ritenute inferiori.
Invece la violenza sulle donne, anche quella psicologica, non è diminuita. È aumentata.

Credevo che in Europa non esistesse più la cultura secondo la quale l’uomo, come capofamiglia, ha lo “jus corrigendi”, usando una “vis modica” su moglie, figlie e sorelle. Invece il delitto d’onore è stato abrogato dal codice pensale soltanto il 5 agosto 1981. Credevo che nelle coppie chi agisse la violenza fosse sempre l’uomo e mai la donna. Invece esistono casi in cui è la donna ad agire la violenza. Nel mondo gli uomini che subiscono violenza sono il 6 per cento.

Credevo che una donna che ha subito violenza – e che l’ha vista infliggere ai propri figli – da un uomo sapesse tenersi alla larga dagli uomini violenti e credevo anche che non avrebbe mai più permesso all’aggressore di ritornare in famiglia. Invece la donna che subisce violenza è condizionata da tali comportamenti ed è attratta da uomini simili all’aggressore e spesso ritorna da chi ha aggredito lei e i suoi figli. O permette a lui di tornare.

Credevo che la crescita fisica e psicologica dei figli tenuti all’oscuro della violenza tra i genitori non sarebbe stata impedita o danneggiata. Invece i figli sentono la violenza in famiglia anche se non ne sono stati testimoni oculari e gli effetti sono significativi e, talvolta, a lungo termine. Problemi di apprendimento, fobie, aggressività, passività, disturbi psicosomatici, sintomi dissociativi, abuso di sostanze stupefacenti.

Credevo che i figli che hanno avuto esperienza di violenza tra i genitori o su di loro non avrebbero mai tollerato l’instaurarsi delle stesse dinamiche nei rapporti con i propri partner o coniugi. Invece è il contrario. Ci sono alte probabilità che in futuro, questi figli, ripropongano le stesse dinamiche nelle loro relazioni. Come se fosse una nemesi storica.

Occorrono cinque generazioni prima che si estinguano questi stili familiari. Credevo che una donna, se aiutata, si potesse riprendere facilmente dalla violenza fisica e psicologica. Invece è una faccenda estremamente complessa. Ci vuole un vero aiuto, vere informazioni, pazienza. E soprattutto, ci vuole tempo.

 

Domani scuole aperte a Sant’Olcese

Dopo il vertice appena concluso, avendo preso visione del quadro meteorologico per la giornata di domani martedì 19 novembre, si è deciso di tenere aperte le strutture scolastiche e gli altri spazi comunali.

Dalle 21 e per tutta la durata dell’allerta il centro operativo comunale sarà aperto e presidiato da tecnici, amministratori e volontari, pronti ad affrontare e prevenire eventuali criticità e variazioni della situazione meteo.

Seguire gli aggiornamenti.

Consiglio comunale congiunto riconvocato per giovedì 7 novembre

Una foto di archivio di una delle passate edizioni

Dopo il rinvio a causa dell’allerta meteo, si replica con lo stesso ordine del giorno giovedì 7 novembre 2019 alle ore 9.30 presso l’auditorium di Villa Serra il Consiglio Comunale Congiunto (Consiglio comunale e consiglio comunale dei ragazzi) per il giuramento di rito dei nuovi studenti eletti nel CCR di Sant’Olcese.

Durante la mattinata saranno illustrati gli ambiti in cui i ragazzi lavoreranno durante l’anno scolastico.

Rinnovando a tutti i ragazzi un affettuoso augurio di buon lavoro, invitiamo la cittadinanza a partecipare.

Di seguito l’ordine del giorno:

COMUNICAZIONI

SETTORE FINANZIARIO – RATIFICA DELLA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N° 82 DEL 26.09.2019, RELATIVA A: “2^ VARIAZIONE DI BILANCIO D’URGENZA ASSUNTA EX ART. 175 COMMA 4 DEL D. LGS. 267/00 E S.M.I. APPLICAZIONE QUOTA AVANZO.”

SERVIZIO SOCIALE – RE-ISTITUZIONE DELLA CONSULTA GIOVANI DEL COMUNE DI SANT’OLCESE – RIAPPROVAZIONE DEL RELATIVO STATUTO.

SERVIZIO SOCIALE – INSEDIAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI E GIURAMENTO NUOVI CONSIGLIERI ELETTI

Qui e non solo: le sorprese di Natale prendono forma!

Il nuovo numero di “Qui e non solo dintorni”, in edicola in questi giorni, tocca moltissimi temi legati al nostro Comune. Ve li riassumiamo in pillole.

Si parte dal grande Attilio Besagno e la sua xiloteca. Ottant’anni di sapere e conoscenza, festeggiati anche con le telecamere di Primocanale in casa. La carta anagrafica del maestro indica 92 primavere, ma l’artigiano del legno è innamorato di qualsiasi pianta presente in natura da quando aveva 12 anni: 8 decenni dedicati alla cultura!

In primo piano anche i temi legati ai lavori pubblici: la frana di Beleno, un’opera di ripristino che ha messo a dura prova il Comune dal punto di vista tecnico e finanziario, una difficoltà che forse non tutti hanno colto. Un inseguimento continuo quello della messa in sicurezza del territorio, viste le ridotte capacità di spesa ed i finanziamenti all’osso. Ora si deve cercare di ovviare alle difficoltà delle famiglie coinvolte nel crollo del guado di Mainetto. Un impegno perseguito assieme al Comune di Serra Riccò, in attesa della partenza del progetto definitivo.

Si forniscono ulteriori dettagli anche per le colonnine di ricarica elettrica a Manesseno, un progetto a cui teniamo tantissimo. E poi gli eventi. La novità più eclatante è una grande pista di pattinaggio sul ghiaccio che approderà negli spazi dell’ex campetto di Manesseno dal 30 novembre. E poi giorno successivo accensione dell’albero e mercatini in via Poirè con oltre 130 banchi grazie al coinvolgimento della Consulta Attività Produttive. Sarà l’occasione per presentare il nuovo video promozionale di Sant’Olcese, proiettato su maxischermo all’entrata del paese, e annunciare un impegno benefico in favore della San Vincenzo e del Centro d’Ascolto Vicariale. Il sabato precedente ecco la collocazione di tre panchine rosse, un’iniziativa promossa in sinergia con il consiglio comunale dei ragazzi per porre l’accento sul terribile fenomeno della violenza contro le donne. Davvero tantissime le iniziative, che elencheremo man mano, con tutti i classici eventi confermati, dal tradizionale concerto dei ragazzi alla cena per gli over 60.

Ultima chicca, siamo al lavoro per portare al di fuori di Sant’Olcese la sera del 6 dicembre, il Memorial Sbacche, con una diretta televisiva che vuol essere un appuntamento ambitissimo dalle squadre dei canterini trallalero e, quindi, un ulteriore orgoglio per Sant’Olcese.

Dopo l’immancabile e meritato spazio per il Nobile Protettorato dell’arte del salame di Sant’Olcese troverete, per finire, anche un parrucchiere santolcesino, non certo un parrucchiere come tutti gli altri.

Per approfondire questi temi abbonati al magazine, al costo annuale di 14 euro.

Per ulteriori informazioni:

Direzione: Via V. Veneto 137/11
16018 Mignanego
Cell. 328/2020805
redazionequi@gmail.com

Consiglio comunale congiunto per il giuramento dei nuovi ragazzi del CCR

Una foto di archivio di una delle passate edizioni

ATTENZIONE CONSIGLIO RINVIATO CAUSA ALLERTA METEO

Giovedì 24 ottobre 2019 alle ore 9.30 presso l’auditorium di Villa Serra si terrà il Consiglio Comunale Congiunto (Consiglio comunale e consiglio comunale dei ragazzi) per il giuramento di rito dei nuovi studenti eletti nel CCR di Sant’Olcese. Un consiglio vero e proprio, dove saranno discusse altre importanti delibere.

Durante la mattinata saranno illustrati gli ambiti in cui i ragazzi lavoreranno durante l’anno scolastico.

A tutti loro un affettuoso augurio di buon lavoro.

La cittadinanza è invitata a partecipare.

Di seguito l’ordine del giorno:

COMUNICAZIONI

SETTORE FINANZIARIO – RATIFICA DELLA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N° 82 DEL 26.09.2019, RELATIVA A: “2^ VARIAZIONE DI BILANCIO D’URGENZA ASSUNTA EX ART. 175 COMMA 4 DEL D. LGS. 267/00 E S.M.I. APPLICAZIONE QUOTA AVANZO.”

SERVIZIO SOCIALE – RE-ISTITUZIONE DELLA CONSULTA GIOVANI DEL COMUNE DI SANT’OLCESE – RIAPPROVAZIONE DEL RELATIVO STATUTO.

SERVIZIO SOCIALE – INSEDIAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI E GIURAMENTO NUOVI CONSIGLIERI ELETTI

Scuolabus: gli orari definitivi 2019/20

Pubblichiamo gli orari del servizio di trasporto scolastico in vigore da mercoledì 9 ottobre 2019.

Orario MATTINO

Orario ritorno LUNEDI’ e GIOVEDI’ mezzogiorno

Orario ritorno LUNEDI’ e GIOVEDI’ pomeriggio

Orario ritorno MARTEDI’ mezzogiorno

Orario ritorno MARTEDI’ pomeriggio

Orario ritorno MERCOLEDI’ mezzogiorno

Orario ritorno MERCOLEDI’ pomeriggio

Orario ritorno VENERDI’ mezzogiorno

 

Grande accoglienza per il Sindaco al Liceo da Vinci

Il sindaco è stato invitato oggi dai ragazzi della succursale del Liceo scientifico Leonardo da Vinci di via Allende a Genova.

Nelle foto l’entusiasmo degli studenti durante la visita di Armando, in seguito al dono da parte dell’amministrazione di materiale in uso al CEA, che potrà ora essere utilizzato per nuovi progetti, dopo quelli molto interessanti portati avanti negli anni dalle “nostre” Paola Rossi ed Elena Toscano.

Si ringrazia per l’invito la Dirigente scolastica Prof.ssa Miria Luigina Carpaneto ed i Referenti di Sede Prof. Lorenzo Bo e Prof.ssa Silvana Zanelli (santolcesina).

Il Centro Ri-Creativo riapre le porte!

Il 4 Ottobre riaprono le porte del Centro Ri-Creativo!

Il Centro Ri-creativo è uno spazio per TUTTI i bambini e ragazzi del territorio, uno spazio a loro dedicato per socializzare e divertirsi!
Utilizziamo le risorse che il territorio ci offre!

DOVE? Al Centro ri-Creativo S. Olcese
QUANDO? Il 4 Ottobre 2019.
A CHE ORA? Dalle 16 alle 19.

Scuolabus: da lunedì 23 settembre i nuovi orari

Pubblichiamo gli orari del servizio di trasporto scolastico in vigore da lunedì 23 settembre 2019 fino alla completa percorribilità della strada comunale di Beleno. Successivamente verranno comunicati i nuovi orari definitivi dei percorsi.

Orario mattino

Orario ritorno lunedì e giovedì mezzogiorno

Orario ritorno lunedì e giovedì pomeriggio

Orario ritorno martedì mezzogiorno

Orario ritorno martedì pomeriggio

Orario ritorno mercoledì mezzogiorno

Orario ritorno mercoledì pomeriggio

Orario ritorno venerdì mezzogiorno

La scuola è iniziata, buon lavoro a tutti!

Oggi inizia un nuovo anno scolastico. Come sempre arriveranno anche i saluti fatti di persona dall’amministrazione nelle nostre scuole ma, come sempre, vogliamo dedicare queste poche righe a tutti i nostri studenti, che si apprestano a vivere questa esperienza con il loro entusiasmo unico.

Ci ripetiamo, ma il nostro pensiero particolare arrivi a chi affronta per la prima volta questo nuovo impegno.

Buon lavoro a tutti gli insegnanti e genitori, e a tutto il personale che, a vario titolo, gravita intorno al complicatissimo e bellissimo mondo della scuola.

Da parte nostra, il lavoro in questa estate è stato ingente, anche in questo campo. Abbiamo cercato di risolvere tutte le segnalazioni che l’Istituto ci ha inviato riguardo alla manutenzione dei plessi scolastici e stiamo per vivere un anno di grande rinnovamento per una delle nostre scuole. Con un sogno nel cassetto che, forse, sta per diventare un po’ più concreto.

Buon lavoro a tutti!

L’Amministrazione comunale

Scuolabus: gli orari della prima settimana

Pubblichiamo gli orari del servizio di trasporto scolastico per la prima settimana. Seguiranno aggiornamenti per i tempi di entrata in vigore degli orari definitivi, legati a quelli delle attività educative, e di eventuali variazioni che si dovessero rendere necessarie. Gli alunni della prima elementare e della prima media, vista l’entrata posticipata nel primo giorno di scuola, non usufruiranno del servizio di andata ma solo di quello del ritorno.

Scarica l’orario dell’andata e quello del ritorno in formato pdf.