Consiglio metropolitano: tutti gli eletti

Solida maggioranza di centrodestra nel nuovo consiglio metropolitano eletto con il voto di ieri dai sindaci e consiglieri comunali di 66 comuni su 67 della Città metropolitana di Genova (è esclusa Lavagna, commissariata): secondo i dati ufficiali dello scrutinio, terminato alle 12.55 di oggi, i 625 votanti, pari al 76,68% degli 815 aventi diritto al voto, hanno eletto consiglieri 11 candidati della lista di centrodestra ‘Per la Città metropolitana’, 5 di quella di centrosinistra ‘Patto metropolitano’ e 1 a testa per le due liste ‘Avanti Tigullio’ e ‘Coalizione civica per la Città metropolitana’, la prima composta esclusivamente di consiglieri comunali di Chiavari e la seconda presentata da formazioni politiche di sinistra.

Tra i volti noti della Valpolcevera è stata eletta Maria Grazia Grondona, Sindaco di Mignanego, sicuro referente per Sant’Olcese e gli altri Comuni della Valle, ancorché in un ruolo di minoranza.

Ecco i risultati ufficiali con i nomi degli eletti in ordine di voti ottenuti: ricordiamo che i voti ottenuti sono ponderati in base al peso demografico dei comuni a cui appartengono gli elettori, per esempio il voto di un consigliere comunale di Genova vale 1.097 e quello di un consigliere comunale di Sant’Olcese vale 118.

Per la Città metropolitana

1) Carlo Bagnasco, sindaco di Rapallo, 5.417
2) Guido Guelfo, sindaco di Lumarzo, 4.987
3) Stefano Anzalone, consigliere comunale di Genova, 4.343
4) Adolfo Olcese, sindaco di Pieve Ligure, 3.791
5) Salvatore Muscatello, consigliere comunale di Arenzano 3.679
6) Enrico Piccardo, sindaco di Masone, 3.358
7) Simone Ferrero, consigliere comunale di Genova, 3.291
8) Claudio Garbarino, consigliere comunale di Torriglia, 3.244
9) Franco Senarega, consigliere comunale di Recco, 3.172
10) Roberto Cella, consigliere comunale di Rezzoaglio, 3.144
11) Agostino Bozzo, consigliere comunale di Camogli, 3.077

Patto metropolitano

1) Elio Cuneo, sindaco di Coreglia Ligure, 5.244
2) Claudio Villa, consigliere comunale di Genova, 4.416
3) Enrico Pignone, consigliere comunale di Genova, 4.388
4) Maria Grazia Grondona, sindaco di Mignanego, 3.965
5) Stefano Damonte, consigliere comunale di Cogoleto, 3.937

Avanti Tigullio

1) Antonio Segalerba, consigliere comunale di Chiavari, 3.442

Coalizione civica per la Città metropolitana

1) Daniela Tedeschi, consigliere comunale di Arenzano, 1.564

Dei 18 nuovi consiglieri solo 6 sono consiglieri uscenti: 4 nella lista di centrodestra (Bagnasco, Anzalone, Olcese e Senarega) e 2 nella lista di centrosinistra (Pignone e Grondona). Solo 4, rispetto ai 7 del vecchio consiglio metropolitano, i consiglieri comunali di Genova. Il Tigullio ha 2 consiglieri, la Val Fontanabuona 2, il Golfo Paradiso 3, il Ponente 3, e infine 1 testa ne hanno le valli Stura, Polcevera, Trebbia-Scrivia ed Aveto.

Annunci

Nodo di Mainetto: Sant’Olcese e Serra Riccò scrivono alla Regione

La rilocalizzazione dell’insediamento produttivo Grandi Calcestruzzi nei Comuni di Serra Riccò e Sant’Olcese sembrava aver trovato una soluzione grazie al protocollo d’intesa firmato nel 2010 tra la Provincia di Genova, i due comuni interessati, Confindustria Genova ed il consorzio Villa Serra.

In quell’accordo si predisponeva il progetto integrato per il trasferimento del complesso produttivo della società “Grandi Calcestruzzi” da Serra Riccò a Sant’Olcese e la conseguente riorganizzazione del sistema viario e dei servizi. Una riorganizzazione della viabilità e l’integrazione della dotazione di servizi che avrebbe risolto le diverse criticità presenti, soprattutto l’inadeguatezza dell’accesso alle aree sulla sponda sinistra del torrente Secca, dove era prevista la rilocalizzazione dell’insediamento produttivo. Da allora questo percorso si è arenato.

Adesso i due Comuni riprovano a far ripartire la discussione, anche perché entrambi gli enti sono in fase di predisposizione del PUC ed è giunto il momento di pensare con una visione unitari alla pianificazione territoriale dell’area. Per questo motivo i due Sindaci hanno inviato una lettera alla Regione che riportiamo di seguito.

mainetto1

mainetto2

Provinciale di Trensasco interdetta al traffico

divieto_di_transito

A causa di un mezzo pesante che blocca la strada, la strada provinciale 80 di Trensasco non è attualmente percorribile. Si invita la popolazione a percorrere la via alternativa di Pino Soprano, in Comune di Genova. I Vigili del Fuoco sono sul posto per risolvere il problema nel più breve tempo possibile, insieme con la Polizia Municipale.

trensasco

Un’auto finisce nel Sardorella: una persona in codice giallo

Le operazioni di recupero del mezzo

Le operazioni di recupero del mezzo

Codice giallo. Questo è per fortuna il responso dei medici del 118 che stamane hanno trasportato al pronto soccorso la persona coinvolta nell’incidente sul ponte di Pian del Mulino, già teatro in passato di altri episodi come questo. Un’auto è finita nel Sardorella, oltrepassando le barriere ormai inesistenti nonostante le segnalazioni che il nostro Comune porta avanti da quando vennero danneggiate in una situazione analoga. I tecnici della ex-Provincia si sono precipitati ad effettuare i rilievi per i necessari interventi: speriamo che la situazione si sblocchi.

Nel frattempo rileviamo tutte le pecche di un’Ente (la Città Metropolitana) nato sotto una cattiva stella: quella dell’antipolitica e dei tagli insensati. Ora ci ritroviamo una struttura che non ha più né una rappresentanza politica diretta con cui confrontasi né una adeguata disponibilità di fondi. Una struttura che rimane costosa nel personale ma che non solo ha perso la sua operatività nel supporto ai piccoli Comuni ma, nel suo cercare affannosamente di sopravvivere, riversa su di noi responsabilità in ogni ambito: trasporti, ambiente e, appunto strade.

L’entroterra non ha più voce. I piccoli Comuni sarebbero ridotti alla periferia della periferia, se non fosse per le nostre amministrazioni che, con pochissime risorse, non si sobbarcassero le responsabilità di strapagati funzionari e consiglieri degli enti a noi sovraordinati.

(Foto di S. Bevegni e A. Agostini).

image

Sfalcio dell’erba: in arrivo gli uomini della Città Metropolitana

Città_metropolitana_di_Genova-StemmaLa Provincia non c’è più. L’ente più operativo, più vicino ai Comuni, quello che ci rispondeva con maggiore solerzia e competenza per i problemi di tutti i giorni è stato sostituito dalla Città Metropolitana, la quale è stata svuotata non solo della rappresentanza elettiva diretta, ma anche di competenze e, soprattutto, di fondi.

Uno dei compiti rimasti in capo all’Ente è quella dello sfalcio dell’erba: qualche giorno fa il Consigliere delegato ai Lavori Pubblici Gianni Vassallo dichiarava a Primocanale la mancanza di soldi per lo saflcio per esempio dai bordi delle sedi stradali. Un budget cancellato nel giro di poco tempo.

Continua a leggere

Gestione dei rifiuti: piccoli (e grandi) aggiornamenti

differenzaDi seguito qualche aggiornamento sui temi della gestione dei rifiuti.

Differenziata: a che punto siamo con la gara? I 5 Comuni dell’Alta Valpolcevera hanno dato a Maggio mandato definitivo alla Provincia per bandire la gara, che individuerà il gestore della nuova raccolta differenziata.

I dati delle 5 Amministrazioni sono stati visionati, analizzati e confrontati tra Provincia e Comune capofila di questo progetto per mesi. Giunti alla definizione finale del progetto, la Provincia ha stilato un programma delle tempistiche per la procedura di gara:

  • Settembre/ Ottobre: pubblicazione bando.
  • Tempi tecnici di pubblicità.
  • Selezione partecipanti.
  • Novembre/Dicembre: individuazione nuovo gestore.
  • Gennaio: inizio nuovo sistema di raccolta.

I tempi, è vero, sono lunghi e sono stati dilatati in quest’ultimo anno dallo scioglimento di legge delle Province e dall’avvento delle Città metropolitane, con tutti i conseguenti cambi di mansione e riorganizzazione delle competenze fra enti.

Da parte nostra, in qualità di Comuni e singoli Amministratori, abbiamo sempre costantemente vigilato sul progetto e sull’intero iter, per far sì che, anche se con tempi lunghi e, a volte, incerti, il risultato potesse essere portato a casa.

Il concentrarci su questo progetto, non ha di converso, inficiato il lavoro quotidiano: dopo ripetuti solleciti, a breve (settimana prossima) partirà il lavaggio dei bidoni dell’immondizia. Inoltre, è stato richiesto un intervento aggiuntivo di derattizzazione nel mese di Luglio, dato il caldo anomalo, che può favorire il proliferare di ratti, richiamati dai forti miasmi provenienti dai rifiuti.

A tutto ciò si aggiunge un continuo monitoraggio degli abbandoni sul territorio con l’adozione di strategia che disincentivi il fenomeno. Saranno installati nuovi cartelli per il divieto di discarica e saranno intensificati i controlli su tutto il Comune.

A presto nuovi aggiornamenti… stay tuned!

 

Il sindaco della città Metropolitana in visita a Sant’Olcese

2767ponte di Manesseno 02Venerdì 8 Maggio il sindaco della città Metropolitana di Genova, Marco Doria, ha incontrato i cinque sindaci dei comuni dell’alta Val Polcevera (Sant’Olcese, Campomorone, Ceranesi, Mignanego e Serra Riccò).

Visita importante del primo cittadino sul nuovo ponte di collegamento con Manesseno, che verrà inaugurato nei prossimi mesi. A fare gli onori di casa, il Nostro sindaco Armando Sanna, il quale si è lasciato andare a dichiarazioni molto importanti: “E’ un’opera attesa da molti anni – osserva il sindaco  – finanziata con 2,4 milioni di euro dalla Regione e con 600.000 euro dalla Provincia. E’ importante anche perché consentirà di realizzare i marciapiedi a Manesseno”.

Novità importanti, clamorose, di portata storica. Il Nostro primo cittadino crede nella buona riuscita del progetto Manesseno 2.0 e, lasciatecelo dire, anche tutti Noi!

Ecco di seguito la rassegna stampa:

Genova24

Notizie Metropolitane

Messa in sicurezza e prevenzione del dissesto: il Comune c’è!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

La zona di Vallombrosa interessata dai lavori

A volte basta un cartello, uno specchio o un nuovo palo della luce per far dire un grazie alla popolazione. Simboli visibili dell’impegno del Comune per migliorare il territorio con le poche risorse a disposizione. Più difficile vedere l’opera giornaliera dei servizi sociali nell’aiutare persone in difficoltà, o il lavoro fatto in una zona raggiungibile solo a piedi o, ahimè, con il trenino.

Per fortuna esistono i mezzi per far vedere anche questo lavoro. Nelle foto che vi proponiamo ecco due interventi che servono alla salvaguardia della frazione di Piccarello, realizzati in regime di somma urgenza dal Comune a seguito della mancanza di copertura finanziaria da parte dei competenti uffici della Provincia. Spesa prevista 90mila euro, dopo i 70mila del 2011. Un tratto del rivo attraversato dal ponte del trenino, la cui condizione potete apprezzare prima e dopo il lavoro. E poi la “diga” (briglia selettiva) di Vallombrosa, che ha lo scopo di fermare il materiale portato dal fiume e dare un piede alle due frane che si contrappongono (la prima scende da Assalino l’altra dal versante opposto).

Somme urgenze. Le criticate (giustamente) somme urgenze. E la prevenzione? Per effettuare un programma organico di regimentazione delle acque servirebbero risorse, accordo con i proprietari per l’intervento in lotti privati. La legge non ci aiuta, servirebbe un piano nazionale. Ma intanto non siamo fermi: è in atto uno studio geologico, con pochi precedenti a Sant’Olcese, che il Comune sta portando avanti per definire programmi e progetti che saranno oggetto degli agognati finanziamenti provenienti da Regione ed Unione Europea.

Molte delle zone critiche del territorio sono proprio quelle adiacenti alla Ferrova Genova Casella, presidio non solo culturale, turistico e di viabilità ma anche, se curata, presidio per il territorio che può però trasformarsi, con l’incuria, in un potenziale elemento di pericolo per le zone ad essa sottostanti. Per questo sta nascendo un percorso comune, dove registriamo con molto piacere la disponibilità di AMT a collaborare sia sul tema degli interventi di messa in sicurezza delle aree limitrofe alla linea, sia sul tema del monitoraggio delle stesse. Vi terremo aggiornati anche su questo e sulle numerose altre criticità del nostro territorio che ogni giorno cerchiamo con fatica di affrontare.

La briglia selettiva in fase di pulizia

La briglia selettiva in fase di pulizia

Il tratto di fiume dopo l'alluvione

Il tratto di fiume dopo l’alluvione

Ecco come si presenta oggi

Ecco l’alveo come si presenta oggi

Cambio di indirizzo mail per lo sportello InformaLavoro

La Provincia non esiste più e lo sportello InformaLavoro si adegua, e comunica il nuovo indirizzo di posta elettronica:

infosolcese@cittametropolitana.genova.it

 Invariati gli altri contatti, che riportiamo di seguito.

InformaLavoro Alta Valpolcevera – Sant’Olcese
Parco storico di Villa Serra Via Carlo Levi 12
Sant’Olcese (GE)

Telefono e fax 010.7261947 mobile: 346.6384409

Orari di apertura:
Da lunedì a mercoledì dalle 14 alle 17
Giovedì dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 17

InformaLavoro: nuovi bandi per corsi di specializzazione

Riceviamo e pubblichiamo.

Sono disponibili 2 bandi per l’iscrizione ai corsi di diploma per TECNICO SUPERIORE .
Sono corsi di specializzazione rivolti a diplomati con una stretta connessione con il mondo del lavoro e dell’università. Sono un’ottima opportunità per chi vuole approfondire e specializzarsi senza però intraprendere la carriera universitaria. Durano 6 semestri (2000 ore) e rilasciano il titolo di Tecnico Superiore. Escono circa ogni 3 anni e sono un’opportunità intermedia rispetto all’università. 
Segnaliamo 2 bandi con i relativi link:
  • BANDO PER TECNICO SUPERIORE PER I METODI E LE TECNOLOGIE DELLO SVILUPPO DI SISTEMI SOFTWARE CON SPECIALIZZAZIONE IN APPLICAZIONI E SOLUZIONI ICT PER AUTOMAZIONE INDUSTRIALE E SISTEMI COMPLESSI. Luogo di svolgimento: Genova, istituto Odero www.its-ict.net. Scadenza 30/01/2015.
  • BANDO PER CORSO DIPLOMA TECNICO SUPERIORE PER L’APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI CON SPECIALIZZAZIONE IN “EFFICENTAMENTO ENERGETICO NELLE APPLICAZIONI INDUSTRIALI E NELLA DOMOTICA”. Luogo di svolgimento: Savona. Tutti i dettagli su www.its-savona.it. Scadenza 28/02/2015.

InformaLavoro Alta Valpolcevera – Sant’Olcese

Parco storico di Villa Serra Via Carlo Levi 12
Sant’Olcese (GE)
tel. e fax 010 7261947

E-mail: infolavorosolcese@provincia.genova.it

Orari di apertura:
Lunedì 14:00 – 17:00
Martedì 14:00 – 17:00
Mercoledì 14:00 – 17:00
Giovedì 10:00 – 12:30 e 14:00 – 17:00

Lavoro: un nuovo bando per i corsi formativi a Voucher

InfoLavoroInformaLavoro comunica che, a far data dal 19 gennaio 2015 gli utenti inoccupati e disoccupati iscritti al Centro per l’impiego e Informalavoro potranno presentare una manifestazione di interesse per accedere al catalogo dei moduli professionalizzanti a voucher tramite il sito internet Match. (match.regione.liguria.it).

I destinatari sono, come detto, persone inoccupate o disoccupate iscritte ai Centri per l’Impiego, ma anche lavoratori occupati, domiciliati o residenti in Provincia di Genova. Sono esclusi i dipendenti pubblici a tempo indeterminato ed i pensionati.

Il  bando è si trova cliccando su questo link

Il video del Consiglio comunale dei ragazzi in visita alla Provincia

Foto di gruppo per i Consigli comunali di Sant'Olcese

I Consiglieri comunali di Sant’Olcese

E’ un coro gioioso quello intonato dai bambini che ha aperto lo scorso 20 novembre nel palazzo della Provincia a Genova la Giornata Universale dell’Infanzia e dell’Adolescenza, promossa dall’Unicef per celebrare il XXV anniversario della Convenzione ONU sui diritti dei bambini e dei ragazzi.

Inizia così il servizio di Tabloid, organo di stampa della Provincia di Genova. Un video pieno di significati da guardare fino in fondo, anche perché nel finale dove potrete vedere ed ascoltare anche il contributo del nostro Consiglio comunale dei ragazzi, un progetto tra i più importanti ed apprezzati di tutta la Provincia. Per guardare il servizio clicca qui!

 

 

Comunicato dei Sindaci della Valpolcevera a sostegno di Piero Fossati

L'Assessore provinciale Piero Fossati

Piero Fossati

I Sindaci dei Comuni di Campomorone, Ceranesi, Mignanego, Sant’Olcese e Serra Riccò a seguito della messa in onda del servizio de “Le iene” del 19 novembre u.s. dal titolo “Casciari, perdere la casa sotto una frana”, con questo comunicato stampa intendono testimoniare il proprio sdegno e il proprio dissenso per il voluto travisamento della realtà che alcune trasmissioni televisive utilizzano in modo vergognoso e dissennato, in occasione di eventi tragici per aumentare il loro indice d’ascolto.

Un particolare che lascia davvero sbigottiti è la completa malafede del giornalista che ha realizzato il servizio, che ha palesemente tagliato le dichiarazioni e le spiegazioni del Commissario per costruirne un’ immagine diffamatoria e assolutamente falsa.

Da tempo conosciamo ed apprezziamo il valore, la competenza, l’impegno e la serietà di Piero Fossati al quale ribadiamo la nostra più profonda stima ed esprimiamo la nostra più affettuosa vicinanza e solidarietà.

Paola Guidi SINDACO DI CAMPOMORONE
Mauro Vigo SINDACO DI CERANESI
Maria Grazia Grondona SINDACO DI MIGNANEGO
Armando Sanna SINDACO DI SANT’OLCESE
Rosario Amico SINDACO DI SERRA RICCO’

Lo sportello InformaLavoro al servizio delle categorie protette

Nell’ambito della collaborazione con lo sportello InformaLavoro, riceviamo e volentieri pubblichiamo la comunicazione riguardo l’uscita dei bandi per 3 chiamate pubbliche per categorie protette legge 68.

La definizione “categorie protette” si riferisce in particolar modo a soggetti svantaggiati quali orfani, vedove e profughi. Quando invece ci si riferisce alle assunzioni obbligatorie da parte di aziende, non è corretto fare riferimento esclusivamente alle categorie protette, poiché a queste si somma la categoria degli invalidi che, chiaramente, riguarda la maggior parte dei destinatari delle leggi a sostegno del lavoro dei disabili, facendo riferimento alle liste reperibili presso i Centri per l’impiego.

Continua a leggere