Grazie di cuore, Lucia!

L’Amministrazione saluta Lucia Di Pace, da molti anni Assistente Sociale presso il nostro Comune: ieri è stato infatti per Lei l’ultimo giorno di servizio presso il nostro Ente.

Vogliamo rivolgerLe un caloroso ringraziamento per la professionalità e l’umanità con cui ha lavorato al servizio della nostra comunità negli anni trascorsi insieme e un augurio per il nuovo lavoro.

Cronache di una giornata mai vissuta

Quando il Sindaco ci diede le deleghe, oramai quasi dieci mesi fa, mai avremmo pensato di vivere un periodo così.

Sono giorni difficili, drammatici. Lo sappiamo tutti.

Una giornata iniziata alle 8.
Un’altra ordinanza da ottemperare.
Chiudi strade, sentieri. Poi a Manesseno che ci sono i supermercati, bisogna evitare assembramenti. Amministratori, protezione civile, polizia municipale. Siamo lì, cerchiamo di fare rispettare quanto previsto.

Così per tutto il dì.

La gente in queste settimane ci scrive, ci chiama. Ha paura. Vuole che le prescrizioni vengano rispettate.

Noi proviamo a fare tutto quello che è nelle Nostre possiblità.

È dannatamente complicato. Siamo un comune fortunato ci dicono. Noi abbiamo volontari, amministratori volenterosi e un corpo di polizia locale disponibile e sinergico.

Ma così è dura. Abbiamo bisogno di sostegno. Non abbiamo bisogno di ordinanze che dicano ai sindaci di arrangiarsi.

Ci arrangiamo già. Sempre.

Oggi ho visto un Sindaco, un Assessore con delega alla Polizia Locale, un comandante e un volontario fermare macchine sul ponte di Manesseno. Tanti non residenti sono stati mandati indietro. Armando, Matteo, Gianluca, Silvio.

Ho visto un presidente del Consiglio comunale controllare la zona del valico di Trensasco. Zona sensibile agli assembramenti. Fabrizio.

Oggi ho visto assessori caricare transenne, mettere cartelli, parlare con le persone, fermare macchine. Guanti e mascherina. Beatrice, Sara, Enrico.

Ho visto un delegato alla protezione civile, sulle stampelle, esserci nonostante tutto, dando informazioni a quanti, confusi, chiedevano delucidazioni. Simone.

Ho visto volontari sempre pronti, disponibili, desiderosi di sporcarsi le mani.

Ho visto la polizia locale di Sant’Olcese al Nostro fianco, encomiabili come in ogni circostanza.

Sia chiaro, abbiamo paura. Ma si deve remare, tutti assieme. Solo così ne usciremo.

Questa volta è davvero alta la montagna.

Ma non ci fermiamo.

Matteo Boero, Assessore delegato alla Polizia Locale

Con voi, #DistantimaVicini!

Sappiamo come ci sia bisogno di Noi per far capire a tutti che, prima ci lasceremo alle spalle questo momento difficilissimo, prima torneremo tutti insieme a vivere la nostra libertà “in mezzo alla gente”… 
Si, in mezzo alla gente. #santolcesando, #alritmodiArmando, i nostri cavalli di battaglia. Ora purtroppo il messaggio da dare è un altro. Noi ci siamo sempre, magari un po’ più distanti del solito, ma ancora più vicini con il cuore.
#DistantiMaVicini

Manesseno: arriva il regolamento per l’utilizzo del campo sportivo

Il nuovo impianto sportivo, ubicato alle spalle della chiesa del SS. Nome di Maria, dopo l’inaugurazione del maggio scorso, arriva ad una sua disciplina di utilizzo. Si trova infatti sulle pagine Facebook ufficiali del Circolo ANSPI di Manesseno il nuovo regolamento per l’utilizzo del campetto.

Gli spazi sportivi possono essere affittati nei seguenti orari:

20,30 – 21,30; 21,00 – 22,00; 21,30 – 22,30 contattando tutti i giorni il numero 333.9979442

Questo impianto, un’opera finanziata dal Comune nel quadro di riqualificazione della Chiesa nuova e zone adiacenti e resa possibile dalla sinergia fra parrocchia, curia ed amministrazione comunale, sarà disponibile gratuitamente per i ragazzi del Comune nelle fasce orarie pomeridiane in cui il campo non risulterà affittato.

Per maggiori dettagli e contatti visita il sito www.crcanspimanesseno.it

Nuovo Consiglio per la CRI di Sant’Olcese

Si rinnova il Consiglio del Comitato di Sant’Olcese della Croce Rossa Italiana. Dopo otto anni di proficuo lavoro, Gloria Rasore passa il testimone al nuovo Presidente Lisa Trucco, che sarà affiancata dai Consiglieri Marta Belli, Marco Enea, Raffaele Parodi e dal Consigliere Giovane Laura Pigollo.

Buon lavoro al nuovo Consiglio e grazie di cuore a Gloria e ai suoi collaboratori per la passione e la competenza con cui hanno svolto in questi anni la loro missione.

Giorgio: l’azienda risarcisce la famiglia

E’ notizia di ieri che, con una decisione a sorpresa, la Europam, l’azienda petrolifera genovese, ha deciso di consegnare in prima persona oltre 750mila euro agli eredi di Giorgio Lorefice, il nostro concittadino morto nel 2005 mentre interveniva con i colleghi su una autobotte in fiamme a Serra Riccò. La notizia è stata annunciata anche con una inserzione dal presidente di Europam Mario Costantino.

“Mario Costantino, pur ribadendo la propria estraneità ai fatti accaduti, si è sempre fatto parte attiva affinché le imprese assicuratrici primarie risarcissero i danni agli eredi di Giorgio Lorefice” ma “nonostante le pressioni sulle assicurazioni, come noto, il risarcimento non è ancora stato versato”. Da qui la decisione di intervenire in prima persona in attesa poi delle scelte dell’assicurazione, Hdi, che ha fatto ricorso contro la condanna del tribunale civile evidenziando “un intervento negligente e imprudente” dei vigili del fuoco.

Nelle scorse settimane i familiari e i colleghi del pompiere avevano manifestato chiedendo giustizia, mentre si era tenuto a Villa Serra un partecipatissimo Consiglio comunale congiunto tra Serra Riccò e Sant’Olcese.

Lungi da noi prenderci qualsiasi merito per questa svolta importante. Ci limitiamo solamente a ringraziare ancora una volta tutti coloro che hanno fatto sentire la propria voce per supportare questa battaglia di dignità. GRAZIE!

Il Questore in visita a Sant’Olcese

Dott. Vincenzo Ciarambino

Una graditissima presenza negli uffici comunali. Nella giornata di ieri è arrivato in visita ufficiale il Dott. Vincenzo Ciarambino, Questore di Genova da quasi un anno.

Un colloquio di circa un’ora e mezza con il Sindaco Armando Sanna, in cui il Questore si è soffermato sui dati relativi alla criminalità a Sant’Olcese e nell’entroterra genovese nel biennio 2018/2019.

Dati sicuramente confortanti, con furti e scippi in netto calo, che però non devono farci abbassare la guardia. Registriamo comunque la soddisfazione delle parole del Questore, che ha rimarcato come questi dati sono indissolubilmente legati al buona Amministrazione e si è complimentato per come il nostro Comune ed in generale tutto l’Entroterra abbia saputo, nonostante le note difficoltà, dare un segnale forte, soprattutto dal punto di vista degli investimenti e della comunicazione.

Gli investimenti, appunto. Il sistema di telecamere innanzitutto. Ma non solo. Da rimarcare anche quelli sul potenziamento in atto della Polizia locale che, in questo 2020 sarà uno dei nostri focus più importanti.

Insomma, una di quelle giornate in cui il Comune si sente meno solo, più protetto. Questi sono segnali importanti di collaborazione che non ci lasciano indifferenti. Grazie Dott. Ciarambino, e buon lavoro!

Buon compleanno Giulio!

Angelo Giulio Torti

Compleanno speciale per uno dei personaggi più importanti nel panorama politico ed associativo di Sant’Olcese e non solo: l’ex Sindaco del nostro Comune Angelo Giulio Torti, arriva oggi al traguardo degli 80 anni. Buon compleanno, caro Giulio!

Continua a leggere

Consiglio per Giorgio: parole e immagini da una giornata da ricordare

Emozioni difficili da tenere a freno, in una giornata in cui la forza della comunità di Sant’Olcese e Serra Riccò ha raggiunto uno dei suoi momenti più intensi di sempre. Emozioni che proponiamo qui, a chi magari era in sala solo con il cuore, nel video ufficiale del Consiglio.

Grazie a tutti coloro che hanno reso possibile questa manifestazione, dai consiglieri alle associazioni, dai dipendenti ai cittadini, a Villa Serra che ci ha ospitato. Grazie anche alla famiglia Lorefice, per come ha accolto questa iniziativa, che immaginiamo sia stata difficile da vivere ma che è stata capita nel suo spirito più puro.

Infine grazie a voi, lavoratori dei Vigili del Fuoco. Per esserci, sempre.

Ordine del Giorno in memoria di Giorgio Lorefice ed in difesa di tutti i Vigili del Fuoco: il testo completo

Comune di Sant’Olcese – Comune di Serra Riccò

Ordine del Giorno: in memoria di Giorgio Lorefice ed in difesa di tutti i Vigili del Fuoco

I sottoscritti Consiglieri comunali dei Comuni di Sant’Olcese e di Serra Riccò, congiuntamente con i Consiglieri comunali dei medesimi Comuni in carica il 26 gennaio 2005, giorno in cui il Caposquadra dei Vigili del Fuoco Giorgio Lorefice perse la vita nell’espletamento della propria attività lavorativa,

premesso che:

– per tale intervento Giorgio Lorefice è stato decorato dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, il 14 marzo 2005, con la medaglia d’oro al valor civile alla memoria, con la seguente motivazione: “Nel corso di un intervento per lo spegnimento dell’incendio scaturito durante il travaso di gas petrolio liquefatto (GPL) da un’autocisterna ad un serbatoio seminterrato, resosi conto dell’imminente deflagrazione del mezzo avvolto dalle fiamme, faceva allontanare tempestivamente i civili, i componenti delle Forze dell’Ordine ed i colleghi presenti e si attivava, con eroico e cosciente rischio personale, nella difficile opera di raffreddamento della massa incandescente. Fulgido esempio di elette virtù civiche, di generoso spirito di abnegazione ed altissimo senso del dovere, spinti fino all’estremo sacrificio”.

Considerato che:

– il tribunale civile di Genova il 5 dicembre2019 ha condannato Europam insieme con altri soggetti al risarcimento di circa un milione e 200mila euro per quest’episodio.
– HDI assicurazioni ha depositato un appello nel quale si legge che “l’esplosione è da addebitare a un intervento negligente/imprudente dei vigili del fuoco” e che, durante quell’intervento, i Vigili del Fuoco “avrebbero dovuto allontanarsi per la loro incolumità”.
– La parziale retromarcia di HDI Assicurazioni, che ha affermato a mezzo stampa di non voler “ingenerare alcun equivoco sul particolare ed evidente valore e utilità del lavoro quotidiano tenuto dai Vigili del fuoco” non cambia di molto la situazione, anzi risulta offensiva in quanto si parla di “strumentale contenuto degli articoli”, del “neppure troppo celato fine degli stessi” e di “strumentalizzazioni mediatiche”.

Ritenuto opportuno rimarcare che:

– Giorgio Lorefice era una persona stimata in tutta la Valle, sia a livello personale che nell’ambito della sua preziosa attività di volontariato, oltre che nel suo scrupoloso ed attento modo di operare in ambito professionale. A testimonianza di quanto appena evidenziato il Comune di Sant’Olcese ha dedicato a Giorgio il Rifugio escursionistico del Monte Rostegasso e sta avviando l’iter formale per intitolargli una via o una piazza del territorio.

Con il presente documento, da tutti condiviso e firmato:

I sottoscritti Consiglieri comunali dei Comuni di Sant’Olcese e di Serra Riccò, congiuntamente con i Consiglieri comunali dei medesimi Comuni in carica il 26 gennaio 2005, giorno in cui il Caposquadra dei Vigili del Fuoco Giorgio Lorefice perse la vita nell’espletamento della propria attività lavorativa:

– esprimono lo sdegno più profondo per le frasi scritte e contenute nel ricorso sopracitato.
– Sottolineano come la condotta di Giorgio Lorefice nell’affrontare la gravissima situazione in cui perse la vita è certificata, oltre che dal fatto che egli seguì correttamente il protocollo operativo previsto, dalla motivazione riportata in premessa con cui il Presidente Ciampi volle conferirgli la medaglia d’oro al valor civile alla memoria, motivazione che non può e non deve essere oggetto di alcun tipo di revisionismo a distanza di 15 anni dai fatti.
– Evidenziano che il concetto espresso nel ricorso in premessa è oltraggioso per la memoria di Giorgio Lorefice ed è una nuova indelebile ferita verso la sua meravigliosa famiglia.

Pertanto, fatta salva la fiducia nella Giustizia e nella Magistratura, i sottoscritti Consiglieri:

– esprimono la totale e piena solidarietà alla famiglia Lorefice e a tutti i Vigili del Fuoco, impegnandosi formalmente ad assumere ogni iniziativa volta a sensibilizzare l’opinione pubblica su questa drammatica vicenda che interessa e coinvolge tutta la comunità.

– Condannano, nell’esercizio della propria e libera opinione, le frasi contenute nella richiesta depositata da HDI (sopracitate), perché sviliscono e screditano il modus operandi dei Vigili del Fuoco, Corpo che ha salvato, salva e continuerà a salvare moltissime vite oltre ad essere un presidio su tutto il territorio.

Il presente Ordine del Giorno sarà soggetto a ratifica nella prima seduta utile dei Consigli comunali di Serra Riccò e Sant’Olcese.

Sant’Olcese (GE), 8 febbraio 2020

Allegato: Odg in formato PDF

Un Ordine del Giorno in memoria di Giorgio Lorefice ed in difesa di tutti i Vigili del Fuoco

COMUNICATO STAMPA
I Consigli comunali di Sant’Olcese e di Serra Riccò si riuniscono, congiuntamente con i Consiglieri comunali dei medesimi Comuni in carica il 26 gennaio 2005, giorno in cui il Caposquadra dei Vigili del Fuoco Giorgio Lorefice perse la vita nell’espletamento della propria attività lavorativa, per firmare pubblicamente un Ordine del Giorno in sua memoria ed in difesa di tutti i Vigili del Fuoco, dopo gli sviluppi legati al ricorso di HDI assicurazioni contro la condanna al risarcimento verso la famiglia Lorefice.

La seduta si terrà il sabato 8 febbraio 2020 alle ore 10 presso l’Auditorium del Parco storico di Villa Serra di Comago, via Carlo Levi 2, Sant’Olcese (GE).

I Sindaci Armando Sanna e Angela Negri invitano i cittadini, i Vigili del Fuoco, le Istituzioni, le Associazioni e gli Organi di stampa a partecipare a questo importante momento di riflessione, e a dare a questo comunicato la più ampia visibilità e diffusione.

Sant’Olcese (GE), 1° febbraio 2020
Il Sindaco
Armando Sanna

Serra Riccò (GE), 1° febbraio 2020
Il Sindaco
Angela Negri

Cittadinanza..attiva!

Lo abbiamo sempre detto: il volontariato è il sale di questo territorio.

Non ci stancheremo mai di decantare l’impegno e la presenza delle Nostre associazioni che, sempre, mettono a disposizione tempo e forze per coadiuvare l’amministrazione nell’essere forza vitale di questo territorio.

Ma ecco che un gruppo di cittadini, senza divise o gruppi di appartenenza, decide di rimboccarsi le maniche, di sudare per dare il proprio contributo a migliorare il posto dove si vive.

Qualche tempo or sono gli abitanti della frazione di Beleno ci avevano chiesto un incontro. Un appuntamento per condividere pensieri e preoccupazioni per alcune situazioni vicine a loro. Ci siamo incontrati. Fra proposte, idee e suggerimenti, il confronto è stato costruttivo.

Non è però finita lì. Gli abitanti di Beleno hanno deciso di mettersi in gioco e, picco e pala alla mano, hanno iniziato a dare il Loro contributo. E continueranno a farlo. Noi siamo passati, abbiamo visto assieme a loro quali dovrebbero essere gli interventi. Come sempre faremo per quanto ci è possibile la Nostra parte.

Vogliamo sottolineare però come questo sia un esempio per tutti. E non possiamo che ringraziarli ancora una volta!

Giorgio: un amico, un pompiere, un eroe!

Le notizie che non vorresti mai vedere. Chi conosceva Giorgio non può davvero leggere il suo nome nella stessa frase con la parola “imprudente”, come avvenuto sulla stampa odierna.

Lasciatelo dire a chi lo conosceva nella vita di tutti i giorni, sui campi di calcio, nel volontariato, nel suo mestiere, chi era Giorgio. La sua famiglia e la grande famiglia dei vigili del fuoco non meritano queste parole.

Speriamo che la giustizia faccia finalmente il suo giusto corso, dopo tanti anni. Questo ci meritiamo, noi tutti che volevamo bene a Giorgio.