Il viaggiatore santolcesino Francesco Cassissa è su Topolino!

Riceviamo e pubblichiamo questa bella esperienza di un nostro giovane concittadino.

Ciao a tutti!

Sono Francesco Cassissa, e per lavorare faccio il viaggiatore. Lo dico per davvero, non è uno scherzo!

Lavoro con Sto Gran Tour, un’azienda di proprietà di Gabriele Saluci che si occupa di organizzazione di viaggi, collaborazioni televisive, editoria, creazione di documentari (Kilimangiaro, Rai) e contenuti per diversi canali di comunicazione.

Si tratta di un laboratorio di viaggi e di racconti, una bottega esperienziale. Il nostro team è composto da artigiani digitali che conoscono il mondo, quello vero, lo sanno osservare, raccontare e far vivere. Il nostro artigianato offre pezzi unici di mondo e creatività a quegli intenditori che si aspettano di vivere un’esperienza vera e propria e non di acquistare un pacchetto turistico.

Ci piace così tanto descrivere e raccontare che abbiamo iniziato a farlo anche su Topolino! Si, proprio così. Un sogno che si avvera! Siamo stati in Namibia, in fondo all’Africa, dove andiamo tutti gli anni ad ottobre con una mandria di viaggiatori come noi, girando in lungo e in largo con i nostri potentissimi 4×4 e dormendo sopra il tettuccio tendato.

Questa volta però ci siamo portati degli ospiti speciali: i piccoli grandi esploratori di domani, i lettori di Topolino. Panini ci ha chiesto di curare una rubrica di viaggio dedicata ai più piccoli e abbiamo accettato mettendo a disposizione la nostra creatività.

Pensiamo di portarvi con noi nelle nostre prossime avventure!

Che ne pensate???

Francesco

Per saperne di più:

SITO WEB : www.gabrielesaluci.it
FB: www.facebook.com/salucigabriele
INSTAGRAM: www.instagram.com/francescocassissa : francescocassissa

Annunci

Un nuovo weekend santolcesino di Aldo Olcese Santonja

Villa Serra protagonista di questo week end santolcesino, dove non poteva certo mancare il nostro cittadino onorario Aldo Olcese Santonja, recentemente nominato vice presidente della Real Academia Europea de Doctores,  prestigiosa istituzione dalla storia ultra centenaria.  Nel fare le congratulazioni per questo nuovo importante traguardo raggiunto, ricordiamo che Aldo sarà presente sia al concerto lirico di domani che alla domenica solidale a favore della cooperazione internazionale.

Villa Serra: Luca Cadenasso rappresenterà Sant’Olcese nell’Assemblea consortile

Luca Cadenasso

Come da statuto, il Sindaco Armando Sanna, a seguito delle elezioni del 26 maggio scorso, ha nominato i rappresentanti del Comune negli organi direttivi del Consorzio Villa Serra. Arriva la conferma di Angelo Giulio Torti nel Consiglio di Amministrazione, mentre il nome nuovo dell’Assemblea consortile del nostro parco è Luca Cadenasso, ormai da anni nella nostra squadra. Buon lavoro!

Pro Loco Sant’Olcese: il nuovo direttivo

Dopo la riunione tenutasi giovedì 27 giugno, si è ufficialmente rinnovato il direttivo della Pro Loco di Sant’Olcese.

Queste le cariche ufficiali:

Presidente – Barbara Vella
Vice Presidente – Luca Cadenasso
Tesoriere – Alice Delucchi
Segretario – Cinzia Agostazzi

Completano il direttivo:

Moreno Forlano
Angelo Cassissa
Fabrizio Filippi
Franco Volpe
Alberto Mirolo
Ivana Biaggi
Luca Casertano

Buon lavoro a tutti!

#tuttiasanto

Un importante premio per un cittadino santolcesino

Quest’anno la Giuria dell’Inventor Show della Fiera Campionaria di Padova ha attribuito il 1° Premio di invenzione dell’anno al brevetto del nostro concittadino Claudio Rivaroli, residente a Trensasco.

L’invenzione è un utile salva-vita in caso di naufragio o in genere per le persone accidentalmente cadute in acqua, permettendo loro di galleggiare e quindi di poter essere salvate.

Complimenti Claudio!

Per maggiori informazioni:

https://www.oltrelecolonne.it/inventor-show-in-campionaria-a-padova-premia-il-salvagente-collettivo-di-un-assicuratore-genovese/

https://www.aldersoft.com/it/news-848/alcione-emergency-floating-device.html

Un torneo in memoria di Paolo

Un torneo di calcio in memoria di Paolo Agresta. E’ l’idea che hanno avuto i giovani militi della Croce d’Oro di Manesseno, a un anno dalla scomparsa di Paolo: milite in croce e massaggiatore sui campi di calcio.

Paolo era molto conosciuto a Sant’Olcese e Serra Riccò, per questo motivo la Croce d’Oro ha pensato ad un torneo di calcio a 5 da svolgersi nel nuovo campo sportivo di Manesseno il prossimo 16 giugno.

Piccarello: presentazione del libro “Vite di carta” di Simone Pancotti

Simone Pancotti, classe 1982, qualche anno dopo aver conseguito la maturità classica scoprì di essere affetto da sclerosi multipla. Aveva 22 anni e frequentava il corso di laurea in Conservazione dei Beni Culturali a Ravenna ma dovette abbandonare tutto.

Oggi, grazie ad una nuova terapia e ad una grande forza di volontà, Simone è riuscito a rialzarsi e a coronare il sogno di pubblicare il suo primo romanzo, Vite di carta. Il libro è uscito ed è disponibile nelle librerie e nei rivenditori on-line. Il Circolo ARCI di Piccarello ci dà l’occasione di conoscere questo autore e la sua opera. Appuntamento per sabato 15 giugno alle ore 17. Tutti i dettagli nella locandina ufficiale.

Massimiliano Bensi e “R Evolution”: un altro romanzo “santolcesino”

Dopo Chiara Ferraris, un altro autore santolcesino (anche se ormai emigrato da tempo), Massimiliano Bensi, presenta il suo romanzo d’esordio. Dopo circa sei anni di documentazione, stesura e revisione, il lavoro dal titolo “R Evolution” è prenotabile presso il sito della casa editrice, la C1V di Roma, cliccando su questo link, oppure sul sito dell’autore, dove potrete trovare anche molte informazioni su Massimiliano.

Vincitore del premio Letterario “Fulvio Rogolino 2017”, “R Evolution” si prefigge lo scopo di farvi vivere le 724 pagine di questo romanzo, strutturato in modo da portarvi alla certezza che nulla di ciò che leggerete, possa essere previsto o scontato… neppure la fine. Attualmente Bensi sta lavorando al suo secondo libro, ambientato in una città della regione canadese del Saskatchewan.

Di seguito, nelle parole dell’autore, alcune informazioni sul suo lavoro. Complimenti Max!

La lettera iniziale è stata volutamente staccata dal resto della parola: ho voluto premettere già dal titolo, le due parole chiave di questo libro: Rivoluzione ed Evoluzione.

Snodato ed intrecciato su cinque epoche distanti tra loro anche centinaia di anni, la storia partirà da un villaggio Maya nello Yucatàn del 1527, attraversando la Napoli del 1771 con il principe Raimondo di Sangro e il suo discepolo Teodoro Bandinelli, la Catalogna del 1949, i complotti all’interno del Vaticano nel 2012, spingendosi fino al pianeta extrasolare di Novagea, nel futuro 2327…

Ogni epoca, pur essendo lontana è collegata a tutte le altre, in una storia disseminata di ciò che gli americani chiamano “Easter Eggs”. (Non solo per noi di Sant’Olcese). Il personaggio di Don Giorgio Parodi è nato a Bolzaneto, ma ha vissuto la sua infanzia a Manesseno, “vicino alla torrefazione”, infatti ha una predilezione per il caffè e di una particolare miscela che facevano solo al suo paese. Alcuni neologismi e situazioni descritte nel romanzo, sono però riconducibili alla nostra bella Sant’Olcese, ma voglio siate voi a scoprire quali esse siano.

Massimiliano Bensi

Un grazie lungo 5 anni

Carissimi Concittadini,

in questa giornata di voto per le elezioni amministrative comunali, desidero esprimere a Voi tutti il mio profondo riconoscimento per il sostegno, la collaborazione e la fiducia che sento di aver ricevuto durante questi cinque indimenticabili anni.

Sono stato proclamato sindaco il 26 maggio 2014, in un periodo molto difficile e delicato per la nostra comunità. Le criticità del momento, unite ad un forte senso di responsabilità, si sono rivelate essere le spinte propulsive per tentare di fare il bene di Sant’Olcese, senza perdere un giorno dei 1826 a nostra disposizione.

Un ringraziamento speciale è rivolto a tutti i Consiglieri Comunali per il costante impegno e la passione civile dimostrate. Doveroso non dimenticare il Gruppo di Minoranza che, con senso civico, ha consentito di dare vita ad un autentico ed onesto confronto, dimostrando sempre di avere un forte attaccamento a Sant’Olcese.

Ritengo sia più che legittimo lodare il senso del dovere e lo spirito di sacrificio del Segretario Comunale, il Dott. Domenico Scrocco, e dei miei più stretti collaboratori che hanno ricoperto un ruolo davvero determinante, quanto di non facile gestione, all’interno della Giunta.

Tutto il Personale del Comune di Sant’Olcese, meritevole della nostra gratitudine, ha consentito di tradurre questo instancabile lavoro in piccoli e grandi traguardi, indispensabili per la crescita della comunità.

Rinnovo quindi il mio ringraziamento a tutti Voi che, offrendo la Vostra fiducia, avete consentito di farmi vivere un’esperienza, non solo politica ed amministrativa ma, anzitutto, umana. Grazie per avermi dato la possibilità di amministrare questo nostro Comune.

Grazie per avermi concesso l’onore di dover prendersi scrupolosamente cura di questo nostro prezioso territorio. Grazie per l’affetto e le attestazioni di stima, puntualmente capaci di compensare tutti i sacrifici e gli affanni quotidiani.

In questi ultimissimi istanti del mio mandato, altro non posso fare che un “in bocca al lupo” a Sant’Olcese, augurandogli tutto il meglio che si merita.

Cordialmente

Il Sindaco Armando Sanna

Votare è importante!

Celebrate-the-International-Day-of-Democracy-Step-9

Oggi vogliamo riportavi la lettera che un padre scrive alla propria figlia, nel momento del Suo primo voto.

Lo facciamo per ribadire l’importanza di una larga partecipazione al voto di Domenica 26 Maggio.

Buona lettura

Ciao Vale,
anche se fai la donna navigata e sicura sono convinto che l’occasione di andare a votare per la prima volta ti riempie di orgoglio e preoccupazione, stai cercando di capirci qualcosa anche se foto e frasi su Instagram e Facebook ti hanno ulteriormente confuso. Se può servirti nella riflessione, ho provato ad ascoltare alcune motivazioni dei giovani che ho sentito o letto in questi giorni e tento di dirti quello che penso al riguardo.
Votare non serve a nulla. Il diritto di voto è stato conquistato dopo secoli di ingiustizie a prezzo di sangue e sacrifici dai nostri nonni, pensa che quando era piccola la Nonna Marta, le donne in Italia non potevano votare. Votare non è solo un diritto è anche un dovere di ciascuno, è prendere una decisione sul futuro del nostro Paese e dunque anche nostro. Se non voti metti gli altri in condizione di decidere per te, non potrai neppure lamentarti. Pensa inoltre alle persone in tanti Paesi del mondo in cui non si vota o se si vota c’è solo il nome del dittatore sulla scheda elettorale, come possono cambiare le cose che non vanno? La Costituzione Italiana, che anche secondo me è la più bella del mondo, la manteniamo viva specialmente andando a votare premiando o bocciando a ogni elezione le persone che ci rappresentano e decideranno per tutti.
Sono tutti uguali, alla fine rubano tutti. Questo è il più grosso regalo che possiamo fare ai ladri, non sforzarci di distinguere le persone serie dai delinquenti, le false notizie e false accuse dalla verità. La storia di ogni candidato esprime più chiaramente delle parole e delle promesse elettorali chi andiamo a votare. Hai la fortuna di conoscere bene il Sindaco del nostro Comune, ti sembra che faccia un lavoro inutile o che stia rubando?
Tanto non cambia nulla, in tv troviamo sempre gli stessi politici.Questo non è vero, alcuni li vediamo da anni, ma oltre ai capi storici ci sono tanti che 10 anni fa non erano in Parlamento. Governare come fare le Leggi non è una cosa che si impara velocemente, purtroppo in tv vediamo solo chi urla più forte.
Le promesse che fa la politica non mi riguardano. A parte che ti riguardano già ora (Lavoro, Sanità, Scuola, rapporti internazionali ecc.) perché la soluzione dei problemi reali non piove dal cielo ma si ottiene con Regole, Educazione, Impegno ecc. , anche gli argomenti come le Pensioni che ti sembrano così lontani, ti riguardano perché chi vuole aumentare oggi i soldi delle pensioni, non fa altro che toglierne alle pensioni di domani. Esiste un problema demografico, quando io ho votato per la prima volta nel 1976, i giovani sotto i 25 anni erano quasi il 20% oggi sono poco sopra il 12%, questo ha portato al fatto che i partiti, per vincere le elezioni, cercano i voti degli anziani che sono molti di più. Questo non può andare contro i tuoi giusti desideri di trovare un lavoro, costruire una famiglia, vivere bene nella società.
Ognuno deve pensare a se stesso tanto poi nessuno ti aiuta. Da soli non si va da nessuna parte, anche chi si sente sano, ricco, intelligente, volenteroso arriverà in un momento in cui avrà bisogno degli altri se non altro per il clima sociale in cui si troverà a vivere: pensa se scoppiasse una guerra, che disastro sarebbe per tutti.
È tutto troppo complicato, guarda come parlano! Non tutto si riesce a rendere facile e veloce, sai come a volte anche nella nostra famiglia è difficile capirsi e decidere anche su cose semplici, esempio che programma guardare alla tv o dove andare per le prossime vacanze, capirai mettere d’accordo 60 milioni di persone con tutte le variabili che ha una società moderna. Questo obbliga ad approfondire e a fidarsi di specialisti nei vari campi. Più che fidarsi di slogan o della singola frase che dicono i politici al tg, è fondamentale valutare la competenza di un politico (che scuola e che lavoro ha fatto prima di candidarsi, quali errori o reati ha commesso ecc.) e confrontare i programmi dei vari partiti (aiutandosi con i pareri di chi ti fidi).
Quasi nessuno dei miei amici andrà a votare. Questo è il più grande errore che voi giovani possiate fare: tirarvi fuori da un sistema che senza di voi invecchia e muore, ma ha il pregio di averci fatto vivere oltre 70 anni di pace con tanti passi verso una maggiore giustizia (pensa che mio nonno si toglieva il cappello in segno di rispetto quando parlava con il padrone del suo terreno), la creazione di uno Stato sociale che ha pochi confronti al mondo, la possibilità di andare a scuola, di viaggiare. Cerca di convincerli a votare, io preferisco che uno voti un partito diverso dal mio, ma si senta parte della vita dell’Italia piuttosto che non sia interessato al futuro della nostra società.
Buone elezioni!
Papi Pier 

Trensasco: presentazione del libro di Cinzia Pennati

Cinzia Pennati vive a Genova e lavora come insegnante, speri­mentando metodologie innovative e di impegno nel sociale. Nel 2015 è entrata in contatto con Officina Letteraria, divenuta da subito il suo punto di riferimento nel mondo della scrittura. A dicembre 2016 ha aperto un blog, Sosdonne.com, dove con lo pseudonimo di Penny scrive su tematiche femminili e legate all’educazione.

Il Circolo ARCI Trensasco organizza per venerdì 17 maggiore alle ore 21 un incontro con questa scrittrice, che presenterà il suo romanzo “Il matrimonio di mia sorella”. Una famiglia, le sue donne e i loro amori, non quelli delle fiabe ma quelli che costano fatica e sacrifici. Tutti i dettagli nel manifesto ufficiale.

Al via la Nuova Era del campetto di Manne!

Una serata di festa, gioia e commozione. E non poteva essere altrimenti.

Ieri sera è andata in scena l’inaugurazione del nuovo impianto di Manesseno. Tante persone presenti per ‘battezzare’ il campetto intitolato a Pino Pittaluga ed Ettore Durante.

Dalla messa, passando per l’inaugurazione vera propria, sino al memorial in ricordo di Renzo Boero.

Momenti toccanti e gioiosi.

Siamo felici come amministrazione di aver avuto l’onere e l’onore di condurre in porto tutto questo. Il Nostro grazie va a Don Giorgio, Moreno, Sergio, l’Anspi, le associazioni, i cittadini, Mons. Nicolò Anselmi. Grazie anche a coloro che ieri ci guardavano da lassù, sorridendo e facendo il tifo. È per Voi.

Il nuovo campetto di Manesseno è pronto per l’inaugurazione!

Sono quasi giunti al termine i lavori del nuovo campetto da calcio a 5 di Manesseno. Il nuovo impianto sportivo, che sorgerà alle spalle della chiesa del SS. Nome di Maria, verrà inaugurato come previsto nel mese di Maggio, venerdì 3 per la precisione. Sarà l’occasione per vedere all’opera qualche nuova e vecchia gloria di Sant’Olcese, per testare degnamente il nuovo manto di ultima generazione.

Tutti i dettagli nella locandina ufficiale, in cui vengono citate tre persone che sarebbero certamente felici di questo progetto che va a realizzarsi: Pino, Ettore e Renzo, questa festa è anche per voi!

Quest’opera, finanziata dall’amministrazione comunale, rientra nel quadro di riqualificazione della chiesa Nuova e zone adiacenti. Il vecchio campo in terra battuta lascerà spazio al nuovo sagrato della chiesa e a nuovi posti auto. Un’opera importante resa possibile dalla giusta sinergia fra parroco, curia ed amministrazione comunale.

Per questo motivo vogliamo ringraziare ancora una volta Don Giorgio Rivarola e tutto il consiglio direttivo del Circolo ANSPI.