Giorgio: un amico, un pompiere, un eroe!

Le notizie che non vorresti mai vedere. Chi conosceva Giorgio non può davvero leggere il suo nome nella stessa frase con la parola “imprudente”, come avvenuto sulla stampa odierna.

Lasciatelo dire a chi lo conosceva nella vita di tutti i giorni, sui campi di calcio, nel volontariato, nel suo mestiere, chi era Giorgio. La sua famiglia e la grande famiglia dei vigili del fuoco non meritano queste parole.

Speriamo che la giustizia faccia finalmente il suo giusto corso, dopo tanti anni. Questo ci meritiamo, noi tutti che volevamo bene a Giorgio.

E intanto la vecchia signora colpisce ancora!

Continua la tradizione dei cartelli goliardici, in attesa della grande calza!

#beffy2020

Santa Barbara, premiati i vigili del fuoco intervenuti dopo il crollo di ponte Morandi

Sono stati premiati dal comandante provinciale Fabrizio Piccinini i vigili del fuoco di Genova intervenuti subito dopo il crollo del ponte Morandi, che ha causato la morte di 43 persone.

I premi sono stati assegnati nel corso delle celebrazioni per Santa Barbara, patrona dei vigili del fuoco. Tra i premiati, anche un vigile del fuoco molto legato a Sant’Olcese, Stefano Boragine, tra i primi a salvare vite in quel giorno, del quale abbiamo già parlato in occasione del suo intervento nel docufilm sulla tragedia.

L’Encomio recita: “al Vigile del fuoco Esperto Stefano Boragine è concesso un Encomio per il rilevante contributo assicurato durante le operazioni di soccorso a seguito del crollo del viadotto Morandi del 14 agosto 2018”.

Grazie Stefano, grazie a tutti i vigili del fuoco e a tutti coloro che ogni giorno fanno della loro vita una missione per il bene comune.

Vicomorasso: accendiamo un albero insieme …

Si rinnova la bellissima iniziativa della comunità di Vicomorasso: l’albero piantato l’anno scorso in ricordo di Roberto Trucco è pronto per essere nuovamente addobbato ed illuminato. Appuntamento per sabato 7 dicembre  Tutti i dettagli nel manifesto ufficiale.

Bambini: portate i vostri addobbi per l’albero! Durante la manifestazione cioccolata calda per tutti!

La promozione di Sant’Olcese da domani alza il ritmo!

Come ormai noto, domani sarà la giornata che vedrà l’inaugurazione della già annunciata novità della pista di pattinaggio sul ghiaccio. Un evento, come quello dei mercatini di Natale (15 dicembre la nuova data) , in cui Sant’Olcese promuove e fortifica le sue attività produttive, offre ai propri cittadini qualche divertimento in più e, allo stesso tempo, si apre all’esterno, con l’intento di attirare anche chi non abita qui.

E quale migliore occasione, quella della visita dei non residenti, per promuovere il nostro territorio? E allora ecco pronto il nostro stand, dove sarà offerto vin brulè e, soprattutto, saranno in vendita le nostre nuove felpe, che lanceranno l’hashtag (ancora top secret) che sarà la copertina del video promozionale delle bellezze del nostro territorio.

Un filmato che sarà presentato in anteprima nel memorial Sbacche (6 dicembre) che, come detto, quest’anno varca i nostri confini per portare Sant’Olcese nel cuore di Genova e sugli schermi televisivi di Primocanale.

Insomma Sant’Olcese si scopre bello, apre le sue porte ed alza il ritmo delle sue iniziative, quelle nuove ma anche quelle della sua tradizione.

Continuate a seguirci!

Nella foto, una delle promozioni che i nostri esercenti stanno pensando per questo dicembre santolcesino che riceviamo e pubblichiamo.

Una lunga allerta meteo

Dopo 42 ore di allerta meteorologica continuative possiamo trarre un primo bilancio di queste giornate.

Il nostro territorio è stato interessato da una pioggia costante, a tratti molto forte, che ha provocato diversi smottamenti, la caduta di alcuni alberi e due frane. La prima in località Piccarello in zona non abitata, la seconda, invece, in via Isola che ha costretto alcune famiglie a lasciare in via precauzionale le proprie abitazioni. Si tratta di dieci persone, alcune accolte dai parenti, altre ospitate in strutture alberghiere. In corso le valutazioni del caso.

Per la macchina Comunale questa allerta ha significato un apertura continuativa del COC che ha visto impegnati Sindaco, assessori, consiglieri, tecnici e funzionari senza sosta.

Al loro fianco, sulle brande negli uffici Comunali, nelle proprie sedi e sulle strade a tagliare rami o ad assistere gli sfollati i nostri preziosi volontari verso i quali le nostre parole di ringraziamento non sono mai sufficienti.

In questa occasione specifica vogliamo ringraziare anche la cittadinanza che ha recepito le potenzialità pericolose del evento in corso e ha limitato gli spostamenti. Ciò ha permesso non solo di facilitare i mezzi di soccorso e di monitorare meglio il territorio, ma anche di evitare situazioni a rischio.

L’attenzione però ora non deve venire meno, in un terreno intriso d’acqua e molto fragile gli smottamenti possono avvenire anche molte ore dopo il termine delle precipitazioni.

Storia di un’allerta meteorologica

Si è appena conclusa un’altra allerta arancione costituita da una serata, quella di ieri, di decisioni e di protocolli da attuare; una nottata, quella passata, di monitoraggio attivo sul territorio e di presenza in Comune a COC attivo; una giornata, quella di oggi, vissuta in diretta, tra riunioni, aggiornamenti e osservazioni puntuali degli eventi in corso.

Tutto è andato per il meglio, non ci sono state criticità degne di nota e anche le piccole necessità sono state risolte immediatamente.

In allerta arancione la disposizione di chiudere o tenere aperte le scuole è a discrezione del Sindaco che, insieme ai suoi assessori, non prende mai questa decisione all’emanazione dell’allerta stessa ma solo dopo attenta valutazione di quella che potrebbe essere l’evoluzione meteorologica. Certamente si tratta di una previsione e non di una certezza ma ieri tutti i modelli matematici erano concordi nel configurare la stessa sinottica per la giornata di oggi: piogge importanti e persistenti in mare aperto mentre, sulla nostra zona, piogge distribuite in molte ore senza il pericolo di situazioni alluvionali.

Passata la perturbazione ed analizzando quanto accaduto possiamo dire che è andata esattamente come previsto: la nostra centralina di Piccarello ha registrato 108 mm dalla mezzanotte di ieri, millimetri distribuiti in quasi 24 ore che non sono in grado di destare alcuna preoccupazione così dilazionati. Nessun torrente o rivo è mai andato in stress idrico e nessuno dei nostri sensori idrometrici e pluviometrici ha mai raggiunto livelli di guardia durante tutto il monitoraggio in tempo reale.

La vera problematica creata da questo passaggio piovoso risiede esclusivamente nella saturazione del terreno, dovuta anche alle piogge delle scorse settimane. Pertanto, ciò che dovremo realmente osservare nei giorni a venire, a prescindere dalle allerte, sarà il rischio di possibili frane e smottamenti che si possono verificare anche dopo le piogge.

Tre scrittrici in viaggio sul trenino, con Chiara Ferraris

Ci sarà anche la santolcesina Chiara Ferraris in questo gustoso appuntamento nato nell’ambito del festival letterario Incipit.

Chiara Ferraris nel romanzo d’esordio “L’impromissa” racconta una struggente storia d’amore tra contadini del Novecento, resa difficile dalla povertà e dai costumi dell’epoca. Una storia ambientata in Valpolcevera: quale scenario più adatto di un viaggio sul trenino per parlarne?

L’appuntamento è dunque per DOMENICA 17 NOVEMBRE alle ore 11,30 dalla stazione di Manin, naturalmente con il biglietto del treno alla mano, da acquistarsi nei giorni precedenti onde evitare code alla biglietteria e rischiare di perdere il treno.

Insieme con Chiara, saranno presenti anche Viola Ardone, con il suo “Treno dei bambini”, in corso di traduzione in 25 lingue e caso editoriale italiano dell’ultima Fiera di Francoforte, e la scrittrice genovese Cinzia Pennati, autrice de “Il matrimonio di mia sorella”, che parlerà di difesa delle donne nel mondo social e non solo.

Per maggiori informazioni sull’evento clicca qui. Se invece vuoi saperne di più sul festival, che dal 12 al 17 novembre propone moltissimi incontri, consulta il programma completo su www.incipitfestival.it.

Consulta e CCR: ecco i giovani che si impegnano nelle istituzioni

Si è conclusa nei giorni scorsi la giornata dedicata alle politiche giovanili con la prima Assemblea per l’elezione del nuovo direttivo della Consulta Giovanile del Comune di Sant’Olcese.

Di seguito le cariche:

1. Marco Mastrocola (Presidente)
2. Matteo Sobrero (Vice Presidente)
3. Chiara Poirè (Segretario)
4. Maura Melchiorri (Tesoriere).

Dopo il voto non si sono fatti attendere i commenti, molto più che positivi, sul Consiglio comunale svoltosi in mattina, dove è stato peraltro approvato lo Statuto. Sono emerse numerose proposte e idee che, dopo un dialogo costruttivo con i rappresentanti della maggioranza e dell’opposizione, sono state fatte proprie dai ragazzi come linee programmatiche per questi cinque anni; reduci e ben formati dall’esperienza passata, i membri della Consulta confermano che lo spirito che li guiderà sarà quello di continuità con il passato e apertura e rinnovamento verso nuovi eventi e differenti fasce d’età.

Anche a questa realtà, profondamente operativa da anni sul nostro territorio, il Consiglio augura buon lavoro e auspica una stretta collaborazione con il Consiglio Comunale dei Ragazzi.

E, a proposito di CCR, ecco la composizione per l’anno scolastico 2019/2020:

1. Classe I D Orofino Emma
2. Classe I D Cannavò Jacopo Emanuele
3. Classe II D D’Orazi Alessandro
4. Classe II D Panfili Gabriele
5. Classe III D Azzar o Diego
6. Classe III D Morchio Emma (Presidente)
7. Classe I E Deiana Samuela
8. Classe I E Scrocco Abdissa
9. Classe II E Confetti Martina
10. Classe II E Fonsatti Davide
11. Classe III E Cosso Emanuele
12. Classe III E Milanese Marco
13. Classe I F Di Blasi Alessia
14. Classe I F Vezza Daniele
15. Classe II F Fontana Agnese
16. Classe II F Sanna Tiziano
17. Classe III F El Mansouri Youssef
18. Classe III F Ventimiglia Samuele

Buon lavoro a tutti!

Consulta giovanile: si rinnovano lo Statuto e il Direttivo

Dopo il grandissimo successo riscosso nella serata “L’apericena delle idee” la Consulta Giovanile di Sant’Olcese procede lesta verso la formazione del suo direttivo!

Gli appuntamenti da non perdere sono due: l’approvazione dello statuto durante il Consiglio Comunale che si terrà domani giovedì 7 novembre alle ore 9:30 nella sala Auditorium di Villa Serra e la prima convocazione dell’Assemblea il medesimo giorno alle ore 20:30, presso il Centro Socio Culturale di Via Gramsci 11 a Manesseno.

“Sarà un’occasione, oltre che per votare, anche per raccogliere idee e le iscrizioni dei ragazzi e le ragazze interessati a fare parte del nuovo corso di questo progetto.”, scrivono i ragazzi orgogliosi e propositivi sulla loro pagina Facebook nel post d’invito ai giovani di Sant’Olcese.

Per tenerti aggiornato segui la Consulta su Facebook e Instagram.

Il Sapere e l’Artigiano: due modi speciali di fare cultura a Sant’Olcese

Ne abbiamo già parlato nel consueto articolo di lancio che scriviamo all’uscita del bimestrale di vallata “Qui e non solo dintorni”.Non vogliamo togliervi il gusto di leggere per intero i pezzi a loro dedicati, ma certo è che questi due pilastri della nostra comunità meritano un po’ di spazio in più.

“Purtroppo ho perso un po’ di memoria, ma quanto è sistemato in questi scaffali fatti su misura risulta censito su apposito registro. Tuttavia, un posto del genere non credo che lo troviate con tanta facilità” ha raccontato Attilio Besagno parlando della sua xiloteca di via Tullo. Un omaggio alla biodiversità di un uomo giunto al compleanno numero 92 con 80 annualità di studio giornaliero, e non solo sulle piante e sul legno. Un piccolo grande Leonardo santolcesino, ci piace chiamarlo così.

Donato D’Alessandro detto Pino invece arriva dal meridione, e dire che sia un parrucchiere è cosa riduttiva. “Qui faccio i capelli con
forbici o rasoio e la barba, la mia specialità. Più in generale, però, questo salone è diventato il ritrovo di tante persone che giocano a carte e d’inverno gustano pure qualche specialità bagnata da un buon bicchiere di vino. In fondo, la vita di paese è anche questa. Nel frattempo, sono diventato più genovese io di tanti di loro”.

Grazie per esserci, ragazzi. Siete due facce della stessa medaglia, quella della cultura, del sapere, dell’arte dei mestieri e della socialità. Persone uniche, inabitabili. Santolcesini, appunto.

 

Qui e non solo: le sorprese di Natale prendono forma!

Il nuovo numero di “Qui e non solo dintorni”, in edicola in questi giorni, tocca moltissimi temi legati al nostro Comune. Ve li riassumiamo in pillole.

Si parte dal grande Attilio Besagno e la sua xiloteca. Ottant’anni di sapere e conoscenza, festeggiati anche con le telecamere di Primocanale in casa. La carta anagrafica del maestro indica 92 primavere, ma l’artigiano del legno è innamorato di qualsiasi pianta presente in natura da quando aveva 12 anni: 8 decenni dedicati alla cultura!

In primo piano anche i temi legati ai lavori pubblici: la frana di Beleno, un’opera di ripristino che ha messo a dura prova il Comune dal punto di vista tecnico e finanziario, una difficoltà che forse non tutti hanno colto. Un inseguimento continuo quello della messa in sicurezza del territorio, viste le ridotte capacità di spesa ed i finanziamenti all’osso. Ora si deve cercare di ovviare alle difficoltà delle famiglie coinvolte nel crollo del guado di Mainetto. Un impegno perseguito assieme al Comune di Serra Riccò, in attesa della partenza del progetto definitivo.

Si forniscono ulteriori dettagli anche per le colonnine di ricarica elettrica a Manesseno, un progetto a cui teniamo tantissimo. E poi gli eventi. La novità più eclatante è una grande pista di pattinaggio sul ghiaccio che approderà negli spazi dell’ex campetto di Manesseno dal 30 novembre. E poi giorno successivo accensione dell’albero e mercatini in via Poirè con oltre 130 banchi grazie al coinvolgimento della Consulta Attività Produttive. Sarà l’occasione per presentare il nuovo video promozionale di Sant’Olcese, proiettato su maxischermo all’entrata del paese, e annunciare un impegno benefico in favore della San Vincenzo e del Centro d’Ascolto Vicariale. Il sabato precedente ecco la collocazione di tre panchine rosse, un’iniziativa promossa in sinergia con il consiglio comunale dei ragazzi per porre l’accento sul terribile fenomeno della violenza contro le donne. Davvero tantissime le iniziative, che elencheremo man mano, con tutti i classici eventi confermati, dal tradizionale concerto dei ragazzi alla cena per gli over 60.

Ultima chicca, siamo al lavoro per portare al di fuori di Sant’Olcese la sera del 6 dicembre, il Memorial Sbacche, con una diretta televisiva che vuol essere un appuntamento ambitissimo dalle squadre dei canterini trallalero e, quindi, un ulteriore orgoglio per Sant’Olcese.

Dopo l’immancabile e meritato spazio per il Nobile Protettorato dell’arte del salame di Sant’Olcese troverete, per finire, anche un parrucchiere santolcesino, non certo un parrucchiere come tutti gli altri.

Per approfondire questi temi abbonati al magazine, al costo annuale di 14 euro.

Per ulteriori informazioni:

Direzione: Via V. Veneto 137/11
16018 Mignanego
Cell. 328/2020805
redazionequi@gmail.com

I colori della Ferrovia Genova Casella

Un altro lavoro che parla del nostro trenino targato edizioni L’impronta di Sant’Olcese. Un viaggio nei colori delle livree della Ferrovia.

Ce ne parla uno degli autori, Roberto Rava: “Mi permetto di dire che questa è un’opera importante, che nessuno finora ha avuto il coraggio (se non l’incoscenza) di fare. Venire a capo delle livree di novant’anni di ferrovia è stato un lavoro di ricerca davvero improbo. Ne siamo però soddisfatti perché convinti sia un ottimo libro, ed il successo che sta avendo nelle prime occasioni di presentazione ci conforta davvero”.

Per info: Edizioni L’impronta
via Tullo 5 – 16010 Sant’Olcese (GE)
mobile 346.6245384 – digitale.impronta@gmail.com