Via Beleno: pulizia, progetto e pressing in Regione

Dopo l’accordo trovato con i proprietari dei terreni limitrofi alla frana, è iniziata da parte del Comune la pulizia dell’area. Tutto ciò serve per riuscire a redigere un progetto definitivo per allargare la strada a monte, poiché a valle il danno è troppo elevato ed i costi al momento insostenibili.

L’Amministrazione già nel 2014 aveva spedito una scheda (nella foto) alla Regione per segnalare il pericolo e per richiedere finanziamenti. Puntualmente, dopo 4 anni esatti, la strada è franata, senza che il Comune avesse ancora avuto riscontro di quella segnalazione. Il pressing verso gli Enti a noi sovraordinati è comunque continuo, come sempre non ci risparmieremo per ottenere i fondi per il ripristino. Oggi stesso il Sindaco andrà in Regione per questo motivo. Vi terremo aggiornati e, non appena la situazione sarà più delineata, organizzeremo un’assemblea pubblica su questo tema.

Annunci

“FGC: a due anni dalla riapertura, ecco le immagini della “nuova” A2

Nel video di Repubblica si può apprezzare la qualità dell’intervento che, a due anni dalla riapertura del servizio ferroviario del nostro trenino, ha riportato all’antico splendore la mitica elettromotrice A2. Al di la delle dichiarazioni di rito di tutti i protagonisti dell’inaugurazione di oggi alla presenza di Regione e Comuni attraversati dal trenino (ecco uno dei tanti servizi dei media locali), vorremmo rimarcare qualche aspetto.

Innanzitutto la passione che muove i vertici di AMT nella cura di questa infrastruttura a noi tanto cara. A volte la professionalità, pur elevata come in questo caso, può non bastare. Complimenti, e buon lavoro per i prossimi 6 anni almeno, vista la proroga del contratto di servizio. Passione insuperabile anche quella dell’Associazione Amici FGC, che risulta e risulterà sempre decisiva per le sorti della ferrovia.

Poi due notizie molto importanti: la prima è che la stazione di Campi è stata appena ristrutturata e, a breve, partirà un bando per l’assegnazione del servizio di ristoro della stazione stessa. Un punto di accoglienza sul nostro territorio, ideale punto di partenza per scoprire le tante attrazioni della zona. Sempre sul fronte stazioni, tra poco ecco la partenza della ristrutturazione di Sardorella, altro angolo suggestivo di Sant’Olcese.

Infine, a margine dell’intervento del Responsabile Esercizio e Manutenzione Ferrovie AMT Ing. Fabbri, che ha illustrato gli importantissimi investimenti del prossimo futuro sul trenino, ecco che si materializza una possibile speranza per le tanto agognate (dai Comuni) integrazioni di orario ATP-AMT-FGC. E’ in partenza un tavolo di lavoro, annunciato da Marco Beltrami, amministratore unico di AMT, che senz’altro seguiremo con grande attenzione.

Di seguito il testo integrale del comunicato stampa di AMT:

Continua a leggere

Qui e non solo: un matrimonio da “ritmi alti”

Ci scuserà la redazione del bimestrale di vallata se, in occasione del numero in uscita oggi, non faremo la solita carrellata delle notizie santolcesine per stuzzicare la curiosità dei lettori. Solo qualche pillola delle notizie che ci riguardano: nobile protettorato del salame 2018 (save the date, 15 maggio) con (forse) un famossissimo nuovo protettore, il ripristino del cedimento stradale di Beleno, la riqualificazione di Forte Diamante e le nuove segnaletiche di protezione civile, fino ad arrivare alla Mangiaforte 2018.

E il resto? Armando, Armando e ancora Armando (con Marta però): intervistato dagli studenti sul suo futuro, giudicato insieme con la sua squadra dai giornalisti “veri” in vista delle elezioni 2019. E, infine, lo splendido articolo di Gilberto Volpara, unico documento di questi anni discusso e condiviso in una seduta di Giunta all’insaputa del Sindaco … il matrimonio dell’anno merita uno strappo alla regola. Non certo a quella dei ritmi alti però.

Buona lettura!

Il matrimonio dell’anno – Sull’altare a ritmi alti

Il grande giorno sarà domenica 10 giugno. Dopo un infinito derby tra i parroci di Manesseno e Sant’Olcese, raccontato anche dai quotidiani cittadini, in paese, riferiscono che il paciere sia stato addirittura il cardinale Angelo Bagnasco.

DOVE – “E’ giusto celebrare la cerimonia nella chiesa della sposa” avrebbe detto la guida pastorale genovese, nel corso di un pranzo riservato, davanti ai fidanzati in compagnia di parenti e sacerdoti del borgo. Dunque, funzione in casa di don Giorgio Rivarola con don Giulio Ravera che, accettando il verdetto, scenderà dalla collina del salame per la concelebrazione….

COSA – A Manesseno e dintorni, sarà il matrimonio dell’anno: sull’altare il sindaco Armando Sanna con la bella Marta Clavarezza.

COME – Epilogo di un lunghissimo fidanzamento che ha visto la sposa, laureata in psicologia, usare ogni dote possibile perché l’amore prevalesse sempre davanti a un giovane amministratore abituato alla ripetizione del suo storico slogan tanto in mezzo all’alluvione quanto in una noiosa seduta di consiglio comunale: “Ritmi alti”. Motto per dire che il ruolo comunale va vissuto senza risparmiarsi, giorno e notte.

QUANDO – Ora, a scandire il tempo sarà la trentaduenne Marta. Tuttavia, il primo cittadino pare non aver per nulla delegato la preparazione delle nozze. Le indiscrezioni di palazzo, tratteggiano già la prima “sannata” da buon ritmo: viaggio di nozze tra New York e Aruba, ma soltanto due settimane perché il sindaco non vuole mancare alla festa in piazza del 23 giugno. Poi, post estate, sarà già campagna elettorale. E magari il momento di cullare un bebè. Ma forse, quelli, sarebbero ritmi davvero troppo alti.

Rivi Bevegni e Fontanasse: cantieri operativi!

Questa foto risale a poco più di un anno fa, nel momento in cui veniva protocollata in Comune la lettera che abilitava a spendere 550mila euro di fondi comunali sul dissesto idrogeologico della frazione di Torrazza, in particolare nella zona di Bevegni e Vivagna. Di questi soldi, gran parte erano già in cassa, frutto dell’escussione della polizza Garaventa, e sarebbero serviti per il completamento delle opere dell’insediamento omonimo. Ma questa è un’altra storia, o quasi, su cui vi aggiorneremo (con notizie positive) tra pochissimi giorni.

Il progetto della Giunta però andava oltre. Serviva di più. Servivano altri fondi per realizzare un progetto fondamentale per migliorare l’assetto idrogeologico delle località di Bevegni e Vivagna. La costruzione di due rivi artificiali: un’operazione da 560mila euro, finanziati per 392mila euro dalla Regione e per 168mila con risorse comunali. Tutti ancora da trovare, all’epoca della foto. Ancora da trovare, ma con le carte in regola per farlo. Forse per questo i volti di Sindaco e Assessore sembravano più sorridenti che preoccupati.

La realtà era un po’ diversa, una corsa contro il tempo e contro la burocrazia. Termine ultimo per definire il tutto: 31/12/2017. Obbiettivo centrato, con l’affidamento dei lavori e l’ultimo tassello completato con l’approvazione del bilancio 2018: 35mila euro reperiti nelle pieghe di una situazione finanziaria sempre più difficile per gli Enti come il nostro.
Ma ora finalmente siamo partiti davvero: le foto qui sotto si riferiscono al primo sopralluogo condotto nei giorni scorsi dal Sindaco e dall’ufficio tecnico. Ormai la fase operativa è iniziata: i tempi di consegna e pagamento sono definiti: 31/12/2018. Prima di quella data festeggeremo dunque la realizzazione di un’opera che mitigherà i problemi che da 30 anni si manifestano nella zona.

Continua a leggere

Servizi sociali: un bando del Comune per gli over 60

Il Comune di Sant’Olcese ha emesso un bando di selezione pubblica, per titoli e prova pratica, rivolta a persone con più di 60 anni di età, disoccupate o inoccupate e che non usufruiscono di alcun ammortizzatore sociale.

Le 2 persone da selezionare con profilo di “operaio” verranno impiegate nelle mansioni di manutenzione
strade, sentieri, giardini pubblici, spazzamento, piccola manutenzione ordinaria e fruibilità dei locali di interesse pubblico o abitazioni di persone in carico al servizio sociale comunale, agendo in collaborazione con l’Ufficio Tecnico del Comune.

I candidati dovranno essere in possesso di licenza media quale titolo di studio minimo, di precedente esperienza in ambiti pertinenti all’oggetto del Cantiere ovvero operaio/manutentore o attività analoga e di patente di categoria B.

Gli interessati dovranno far pervenire la domanda di candidatura, completa in ogni sua parte, debitamente sottoscritta e redatta utilizzando esclusivamente l’allegato modello predisposto, entro le ore 12.00 del giorno 18 maggio 2018.

Scarica il bando completo.

BANDO S.OLCESE sintetico

BANDO S.OLCESE definitivo

Lavori pubblici e protezione civile: sopralluoghi in corso

Sopralluoghi in corso del nostro ufficio tecnico, con supporto di un Geologo e un Ingegnere per iniziare l’iter del ripristino della strada comunale di Beleno. Sia chiaro, il Comune non ha attualmente la possibilità di intervenire con risorse proprie, ma non si farà certo trovare impreparato se le richieste di finanziamento regionali dovessero arrivare. Per questa situazione, la più critica, e per le altre, anch’esse in fase di monitoraggio. Sempre per ciò che riguarda Beleno, è al vaglio anche l’ipotesi di costruzione di un bypass stradale per ridurre i costi aggirando il tratto franoso: per questo motivo sono in corso una serie di incontri con la proprietà dei terreni.

Per un iter in partenza, un altro che si sta chiudendo. Altri sopralluoghi del Sindaco per verificare gli ultimi cartelli di protezione civile posizionati nei punti di controllo a Piccarello, Costa Monti, Isola e Arvigo. Ora l’ordinanza relativa ai comportamenti dei cittadini e dei volontari in caso di allerta può essere ancora più compiutamente applicata.

Buche nelle strade? La buona volontà, innanzi tutto!

Sono sotto gli occhi di tutti le condizioni di molte strade comunali. Le gelate di quest’inverno non hanno certo aiutato: sale e spazzaneve non sono certo amici dell’asfalto, specialmente se quest’ultimo ha già qualche anno sulle spalle. Il Comune in questi giorni sta intervenendo con le poche risorse finanziare ed umane per ripristinare la sicurezza delle nostre strade: succede così che anche il nostro Geometra e il nostro Architetto salgano sul camion e prendano in mano gli attrezzi del mestiere per stendere l’asfalto, in aiuto ai 2 operai in forza al Comune.

Eh già, succede anche questo per portare avanti la quotidianità di un ente cosi piccolo, che va avanti grazie a dipendenti ed amminsitratori che si sanno “sporcare le mani”. Grazie!

 

Frana di Beleno: situazione molto critica

Ci giungono giustamente molte richieste da parte dei cittadini sui tempi di ripristino della frana di via Amendola. Già al momento dell’evento, il Comune ha messo in moto l’iter per intervenire sulla frana in questione, ed anche su altre situazioni analoghe sul territorio comunale. Purtroppo, senza l’aiuto degli enti sovraordinati, è quasi impossibile poter intervenire per un Comune come il nostro, sia per questa criticità che per le altre. La richiesta di spazi finanziari è partita, ed il Comune è pronto anche a contrarre un mutuo per fronteggiare la situazione che, al momento, può essere solo monitorata.

Purtroppo questo  è  il territorio della Liguria, fragile e abbandonato. Faremo come sempre il possibile per difenderlo e per fronteggiare le emergenze come questa.

Banda Ultra Larga: il Comune firma convenzione con Infratel Italia S.p.A.

La Giunta comunale ha recentemente deliberato, in allineamento agli altri Comuni liguri, la firma di una convenzione con la società Infratel Italia S.p.A., nell’ambito dell’accordo di programma firmato data 3 agosto 2016 tra il MiSE e la Regione Liguria per lo sviluppo della banda ultra larga nella nostra Regione.

Il territorio regionale ligure è infatti parte di unìiniziativa a finanziamento pubblico relativa alla diffusione della banda ultra larga nelle aree dove gli operatori privati di telecomunicazioni non hanno manifestato interesse a investire (le cosiddette “aree a fallimento di mercato”). Il principale obbiettivo operativo è quindi quello di creare un’infrastruttura sul territorio ligure per potenziare l’accesso alle reti di telecomunicazioni da parte di cittadini, imprese e pubblica amministrazione.

Le amministrazioni comunali sono chiamate, per facilitare la fase attuativa sul territorio con procedure semplici e rapide, a firmare la Convenzione operativa con Infratel Italia S.p.A., funzionale all’espletamento dei necessari iter amministrativi e autorizzativi. La buona riuscita del progetto è fortemente legata infatti alle tempistiche di rilascio dei permessi per la posa della fibra ottica e, più in generale, della realizzazione dell’infrastruttura di rete. E, naturalmente, il Comune di Sant’Olcese è pronto a fare la sua parte.

La Convenzione non è impegnativa dal punto di vista economico e realizzativo per il Comune, ma comporta l’impegno da parte del Comune a discutere la proposta progettuale di infrastrutturazione con i tecnici di Open Fiber, a mettere a disposizione eventuali infrastrutture di proprietà comunale che potessero essere funzionali al passaggio di fibra ottica e, una volta che la progettazione fosse approvata con atto successivo entro tempi stabiliti, ad agevolare i lavori e a semplificare l’iter burocratico finalizzato al rilascio dei permessi.

Per ulteriori informazioni visita la pagina dedicata sul sito della Regione Liguria.

Mezzi all’opera su Secca e Sardorella

Opere di prevenzione in atto sui corsi d’acqua di tutto il Comune. Abbiamo documentato gli interventi su Gazu e Ciubega. In partenza gli importantissimi lavori su Bevegni e Fontanasse. Le foto si riferiscono invece alla pulizia del Secca. E ora è pronta l’ordinanza per risolvere le criticità in via Poirè, nell’alveo del Sardorella.

Qui e non solo: Sant’Olcese tra sport e capannoni

Ecco in edicola il numero 77 del bimestrale di vallata “Qui e non solo dintorni”. Un numero da acquistare per i numerosi contenuti che ci raccontano da un altro punto di vista molte vicende di Sant’Olcese che abbiamo già trattato.

Oltre ai consueti contenuti, sempre molto interessanti, riguardo il corso di giornalismo, in primo piano tanti temi legati alle azioni amministrative di questo 2018. Il nuovo sblocco del patto di stabilità che, salvo intoppi, darà al comune la possibilità di intervenire su palazzetto e campo sportivo di Manesseno. La buona salute del complesso industriale di via Levi, dove l’amministrazione si è attivata con la creazione della nuova disciplina di sosta, un piccolo gesto per sancire la rinascita occupazionale di un polmone fondamentale all’intero comprensorio, dove operano 400 dipendenti. E ancora, il nuovo sistema di raccolta rifiuti che, finalmente, dovrebbe partire:  non mancheranno difficoltà organizzative e di interpretazione. Per questo il Comune creerà un apposito ufficio “front-office” all’interno del municipio con una persona dedicata per ogni tipo di esigenza riguardante la nuova metodologia.

Non mancano poi i pezzi riguardanti il nostro tenino, con considerazioni sui nuovi fondi stanziati per l’infrastruttura, e Villa Serra, con un commosso saluto a Loredana.

Per approfondire questi e gli altri temi abbonati al magazine, al costo annuale di 14 euro.

Per ulteriori informazioni:

Direzione: Via V. Veneto 137/11
16018 Mignanego
Cell. 328.2020805
redazionequi@gmail.com

Rio Gazu: lo stato dei lavori

La ricostruzione delle difese spondali del Rio Gazu prosegue secondo i programmi. Ecco le immagini tratte dall’ultimo sopralluogo del settore competente. Nella prossima settimana è convocata in Regione l’importante riunione per fotografare lo stato di avanzamento dei lavori: un passaggio fondamentale per andare avanti con quest’opera decisamente necessaria per migliorare l’assetto idrogeologico di questa parte del nostro territorio.

Strade e parcheggi: opere in via di completamento tra Manesseno e Comago

Iniziano domani i lavori di asfaltatura in via don Luigi Sturzo. Con la segnaletica definitiva, in partenza da giovedì, i lavori di messa in sicurezza saranno pressoché conclusi.

Nel frattempo asfaltatura anche in via Cassissa e tracciatura della nuova disposizione dei parcheggi in via Carlo Levi, con un sensibile aumento dei posti auto per una zona frequentata da tanti nuovi lavoratori.

Nuova segnaletica anche per i parcheggi di Comago, nelle adiacenze di Villa Serra, finalmente di competenza del comune dopo la felice risoluzione della vertenza Garaventa.

Illuminazione pubblica: occhio al numero!

Il numero identificativo

Entra nel vivo il progetto che rivoluzionerà gli impianti e la gestione dell’illuminazione pubblica di Sant’Olcese. Dopo la messa a norma dei quadri elettrici, ecco la seconda fase, che consiste nella sostituzione di quasi tutti i corpi illuminanti del territorio, oltre alla revisione e la numerazione dei pali. Tecnologia Led installata quasi ovunque, tranne nei centri delle frazioni, dove si è deciso di mantenere la luce “calda” preesistente. Un’importante novità sarà la gestione dei guasti. Come detto, ogni singolo palo sarà numerato: basterà quindi annotare e comunicare il numero per segnalarne il malfunzionamento. Per ora le segnalazioni si faranno telefonando in Comune, in seguito sarà disponibile un numero verde, che sarà istituito quando la numerazione sarà completa. Il progetto proseguirà con le telecamere intelligenti ai varchi e la segnaletica luminosa di sicurezza nei tratti di strada più pericolosi.

La tecnologia led