Ponte sul Secca: dal Ministero 300mila euro per la progettazione

Comunichiamo con piacere che con il decreto direttoriale del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti n. 16320 del 12/12/2019, sono stati stanziati 300mila euro per la progettazione dell’ “Adeguamento della rete di collegamento intercomunale nella Val Polcevera: nuovo ponte sul ttorrente Secca tra la SP3 e via Levi e nuova rete ciclopedonale”.

Una buona notizia che arriva da Città Metropolitana di Genova, destinataria di questo finanziamento atto a risolvere le problematiche connesse al c.d. “snodo di Mainetto”.

Questo primo risultato rappresenta il primo passo importante per un’opera fondamentale per la viabilità e la riqualificazione della zona.

Da tempo l’Amministrazione comunale si sta battendo infatti per la realizzazione di un nuovo ponte sul Torrente Secca e di una viabilità in sponda sinistra finalizzati a rafforzare e mettere in sicurezza i collegamenti viari tra i Comuni di Sant’Olcese e Serra Riccò.

Tale opera avrebbe diversi obiettivi: assicurare una migliore accessibilità agli abitanti del Comune localizzati in zona “Ligge” al polo di servizi di rango territoriale, nonché assicurare una adeguata accessibilità agli impianti sportivi di Villa Negrotto in Serrà Riccò.

L’opera infrastrutturale, coniugata con ulteriori interventi di riorganizzazione della rete ciclopedonale e di riqualificazione ambientale dell’ambito interessato, consentirebbe di superare la situazione di grave criticità e precariteà dovuta al fatto che le due sponde del torrente Secca sono attualmente collegate soltanto da un guado ed una passerella pedonale.
Per tali motivazioni l’Amministrazione nell’ambito dello schema di PUC intercomunale ha inserito tale infrastruttura, monitorando gli eventuali bandi ministeriali per attingere fondi necessari per uno studio di fattibilità.

Quando è stato pubblicato il bando del Ministero dell’Infrastrutture e dei Trasporti (DM171/2019) per l’erogazione di fondi finalizzati alla progettazione di fattibilità delle infrastrutture e degli insediamenti prioritari, il nostro Assessore all’urbanistica, Sara Dante, all’incontro in Città Metropolitana dell’11/10/2019 (prima della caduta del guado) non ha mancato di ribadire l’interesse del Comune a tale previsione, evidenziando il suolo di infrastruttura pubblica di interesse sovra comunale e, pertanto, ne ha chiesto l’inserimento all’interno della predetta proposta di accesso ai finanziamenti statali, che Città Metropolitana, quale soggetto beneficiario, a breve avrebbe dovuto presentare.

Tale “lotta” non è stata vana, la nostra proposta è stata accettata da Città Metropolitana che ha inserito l’opera tra le richieste di finanziamenti da inoltrare al Ministero ed, oggi, è arrivata la conferma che lo Stato erogherà le risorse necessarie da destinare allo studio di fattibilità dell’intera opera: Ponte sul Torrente Secca e viabilità in sponda sinistra.
Ora la palla passa a Città Metropolitana che dovrà avviare tutta la procedura per l’affidamento del servizio di progettazione.

Un primo passo verso la realizzazione di un “sogno nel cassetto”.

Bando periferie e nuovo ponte di Arvigo: il mutuo di Natale

Proprio un anno fa, ai tempi del primo Governo Conte, avevamo espresso con un comunicato ufficiale la nostra profonda preoccupazione per la sospensione delle convenzioni del Bando Periferie, in riferimento al testo contenuto in uno degli emendamenti del decreto Milleproroghe dello scorso anno.

La decisione aveva causato il blocco dell’iter per la costruzione del nuovo ponte sul Sardorella in frazione Arvigo (1 milione e 300mila euro circa di finanziamento).

Una situazione inaccettabile. Ad un anno di distanza, grazie anche all’azione di ANCI, il bando rivive, ma con un’esposizione importantissima da parte del Comune che, invece di ricevere il finanziamento, deve esporsi con un mutuo che poi verrà rimborsato a consuntivo.

Grazie alla tenacia dell’azione amministrativa e, sopratutto, alla competenza e alla serietà dell’ufficio finaziario, il mutuo è stato concesso. Molto più che un semplice finanziamento, un lavoro complesso che restitusce dignità e credibilità agli Amministratori che ogni giorno sono impegnati per migliorare la vita delle loro comunità.

Ora la palla passa agli altrettanto validi funzionari dell’ufficio tecnico. Buon lavoro!

Qui e non solo: il numero di Natale 2019

Ecco in edicola il numero natalizio 2019 del bimestrale di vallata “Qui e non solo dintorni”. Un numero da acquistare per i numerosi contenuti che ci raccontano da un altro punto di vista molte vicende di Sant’Olcese che abbiamo già trattato.

Immancabile l’articolo sul corso di giornalismo per gli studenti delle terze medie di Sant’Olcese, che ha superato il decennio di attività consecutiva. Un esperimento vincente, in collaborazione con il Comune e i docenti della scuola Ada Negri di Manesseno.

Ovviamente si torna anche sulle ferite che questo autunno sta lasciando sul nostro territorio, con le complicate vicende legate al guado sul fiume Secca e le problematiche delle famiglie sfollate di via Isola.

Per la prima situazione, lo studio di fattibilità, in sinergia con il Comune di Serra Riccò, sarà presentato entro dicembre 2020. Per la seconda, vale il commento amaro del Sindaco: “Il pensiero principale va alle 10 persone che stanno trascorrendo le festività di fine anno fuori dalle proprie case”. Il tutto nella consapevolezza di essere più fortunati rispetto a molte altre zone della Liguria: “Negli ultimi due mesi, abbiamo vissuto più in municipio che con le nostre famiglie. Purtroppo, questo, fa parte del gioco. Nessun eroismo”.

Il senso di impotenza è grande: 200 mila euro di frane, con il fronte più preoccupante resta però, come detto, quello di via Isola. Lo sgombero di alcuni nuclei è stato inevitabile, a causa di un cedimento di un costone privato. Una questione che innesca un meccanismo che rischia il fuori giri relazionale e istituzionale: penalizzare fortemente il proprietario, che magari è una persona che ha sempre lavorato e risparmiato o rischiare il danno erariale rincorrendo soluzioni alternative? Come sempre la nostra Amministrazione proverà a trovare le migliori soluzioni nel rispetto della legge.

Tutto il resto passa in secondo piano, ma si va avanti con i numerosissimi appuntamenti di queste feste. Buon Natale, nonostante tutto!

Per approfondire questi e gli altri temi abbonati al magazine, al costo annuale di 14 euro.

Per ulteriori informazioni:

Direzione: Via V. Veneto 137/11
16018 Mignanego
Cell. 328.2020805
redazionequi@gmail.com

Consiglio comunale convocato per il 19 dicembre

Sant'Olcese

Il Consiglio comunale è convocato in sessione straordinaria per giovedì 19 dicembre 2019 alle ore 18.30 presso la sala consiliare allestita nel Centro socio culturale di via Gramsci 9 a Manesseno.

Un consiglio in cui si discuteranno molte importanti delibere di fine anno relative a patrimonio, bilancio, lavori pubblici, urbanistica, servizi sociali e ambiente.

La cittadinanza è invitata a partecipare.

Di seguito gli argomenti trattati:

Continua a leggere

Stazione di ricarica auto elettriche: ci siamo!

In occasione della giornata dei mercatini di Natale, l’Amministrazione comunale invita la cittadinanza all’inaugurazione della stazione di ricarica di piazza Caporale luigi Torre a Manesseno. Un’operazione, promossa dall’Assessorato ai trasporti ed innovazione, che si inserisce nel programma di mobilità sostenibile del nostro mandato, grazie ad un accordo a costo zero tra il Comune e Duferco Energia, uno tra i primi della Valle. L’appuntamento è per domenica 15 dicembre alle ore 11.

 

Prove di carico sul ponte di Pian del Mulino: chiusura temporanea (e presidiata) del traffico sulla sp2

La città metropolitana di Genova ha istituito, con ordinanza arrivata giovedì scorso in comune, il divieto di sosta e della temporanea interdizione della circolazione veicolare lungo la SP n. 2 di Sant’Olcese, tra le progr.ve km 3+700 e km 3+800 in Comune di Sant’Olcese (ponte di Pian del Mulino), il giorno martedì 10/12/19 dalle ore 09,00 alle ore 13,00.

Il Comune ha subito chiesto un incontro con il quale sono state stabilite le modalità operative con le quali si gestirà il traffico veicolare durante i lavori, dovuti alle prove di carico sul ponte.

Le interruzioni non saranno continue e le opportune deviazioni saranno gestite dalla polizia municipale.

Sarà anche garantito il transito ai veicoli impegnati in servizi di soccorso o di emergenza ed ai veicoli ATP, fatto salvo un periodo di attesa di alcuni minuti dovuto alle modalità operative delle verifiche in corso.

Periodo durissimo per il nostro territorio, ma il Comune non si ferma

 

Archiviamo novembre con una lunga serie di criticità e di danni per il nostro territorio, che hanno solo in parte distolto l’Ente dall’attività di programmazione, manutenzione ed investimenti. Dicembre sarà il mese in cui, insieme alla conta dei danni e delle somme urgenze già messe in campo, sulle quali dobbiamo per forza contare sull’aiuto della Regione, il Comune metterà mano con un po’ di ritardo tutti i progetti che non siamo ancora riusciti per le continue emergenze a far partire.

Proviamo a guardare avanti. Affidati i lavori per la per migliorare l’efficienza energetica della scuola primaria Matteotti di Manesseno. Nelle vacanze di Natale sostituzione di tutti gli infissi. Poi il riordino dei prospetti esterni e conclusione dei lavori nel periodo estivo, cercando di dare il minor impatti possibile alle attività scolastiche, per una riqualificazione energetica che vale 440mila euro.

Tra un’allerta e l’altra si parte a breve anche con il nuovo lotto dei marciapiedi Manesseno-Arvigo e con importanti lavori sui rivi: Vallombrosa, Ciubega e Gazu su tutti. La prevenzione va avanti, nonostante tutto.

 

 

Guado di Mainetto nuovamente agibile: grazie!

Da oggi il guado di Mainetto è nuovamente agibile. L’amministrazione comunale di Sant’Olcese vuole ringraziare di cuore il Sindaco Angela Negri e la sua squadra per la grande disponibilità e competenza, nel segno di una collaborazione viva da molto tempo ed intensificata in questo difficile periodo.

Si tratta, come detto più volte, di una soluzione provvisoria in attesa di un progetto definitivo per la realizzazione di un vero ponte. Questa collaborazione e questo impegno sono sicuramente condizioni essenziali per ottenere il risultato che tutti vogliamo.

GRAZIE

Ponte sul Secca: Comuni al lavoro sulla progettazione

“Abbiamo partecipato, assieme a Serra Riccò, ad un bando del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per ottenere i fondi per far partire la progettazione di un ponte sul torrente Secca nel 2020”. Sono queste le parole di Sara Dante, assessore all’ Urbanistica e vicesindaco di Sant’Olcese nell’intervista rilasciata a “La Polcevera”.

Parole che fanno un po’ di chiarezza sulla situazione del cosiddetto Nodo di Mainetto, di cui si sta parlando molto dopo il crollo del guado sul Secca.

Una zona molto complessa, dove pare evidente la fatica, per ciò che si legge sui media, a distinguere tra le parti di competenza di Serra Riccò, Sant’Olcese o tra terreni demaniali e privati, in mancanza di una conoscenza approfondita del territorio.

Ed è proprio l’unione del lavoro dei due Comuni in questa terra “divisa”, che potrà portare a ricostruire il passaggio provvisorio e a dare una nuova viabilità intercomunale a tutta la zona.

I Comuni tra allerte, manutenzioni ed investimenti

È finito purtroppo il tempo in cui i Comuni avevano risorse umane e finanziarie per fare manutenzione su rivi, strade e tutto ciò che riguarda la sicurezza dei cittadini. È finito anche il tempo in cui la Provincia ci dava una grossa mano.

I soldi arrivano, anche se non sempre e comunque tardi (vedi strada di Beleno), quando il danno è fatto. Così funziona il nostro sistema paese, il sistema delle somme urgenze.

Ed ecco che, all’alba di una nuova allerta, gialla per ora e vedremo il colore di domani, si torna a parlare sulla stampa di soldi, di piani aggiornati delle opere anti alluvione da eseguire in tempi stretti e, appunto, del finanziamento delle ultime somme urgenze segnalate.

Nel piano citato è possibile però inserire anche spese per studi e progetti, e Sant’Olcese in questi anni è sempre stato protagonista: ricordiamo su tutti i rivi artificali realizzati sul versante di Torrazza. Sugli investimenti i Comuni possono fare molto e anche questa volta Sant’Olcese ha le carte in regola per ottenere fondi per rivedere il nodo di Piccarello e, insieme con Serra Riccò, quello di Mainetto. Due progetti che insieme si potranno quantificare in una cifra di investimento vicina ai 10 milioni di euro.

Occorre però rivedere il sistema di finanziamento delle spese correnti: realizzare opere che poi è impossibile mantenere in efficienza è un’anomalia inaccettabile.

Qui e non solo: le sorprese di Natale prendono forma!

Il nuovo numero di “Qui e non solo dintorni”, in edicola in questi giorni, tocca moltissimi temi legati al nostro Comune. Ve li riassumiamo in pillole.

Si parte dal grande Attilio Besagno e la sua xiloteca. Ottant’anni di sapere e conoscenza, festeggiati anche con le telecamere di Primocanale in casa. La carta anagrafica del maestro indica 92 primavere, ma l’artigiano del legno è innamorato di qualsiasi pianta presente in natura da quando aveva 12 anni: 8 decenni dedicati alla cultura!

In primo piano anche i temi legati ai lavori pubblici: la frana di Beleno, un’opera di ripristino che ha messo a dura prova il Comune dal punto di vista tecnico e finanziario, una difficoltà che forse non tutti hanno colto. Un inseguimento continuo quello della messa in sicurezza del territorio, viste le ridotte capacità di spesa ed i finanziamenti all’osso. Ora si deve cercare di ovviare alle difficoltà delle famiglie coinvolte nel crollo del guado di Mainetto. Un impegno perseguito assieme al Comune di Serra Riccò, in attesa della partenza del progetto definitivo.

Si forniscono ulteriori dettagli anche per le colonnine di ricarica elettrica a Manesseno, un progetto a cui teniamo tantissimo. E poi gli eventi. La novità più eclatante è una grande pista di pattinaggio sul ghiaccio che approderà negli spazi dell’ex campetto di Manesseno dal 30 novembre. E poi giorno successivo accensione dell’albero e mercatini in via Poirè con oltre 130 banchi grazie al coinvolgimento della Consulta Attività Produttive. Sarà l’occasione per presentare il nuovo video promozionale di Sant’Olcese, proiettato su maxischermo all’entrata del paese, e annunciare un impegno benefico in favore della San Vincenzo e del Centro d’Ascolto Vicariale. Il sabato precedente ecco la collocazione di tre panchine rosse, un’iniziativa promossa in sinergia con il consiglio comunale dei ragazzi per porre l’accento sul terribile fenomeno della violenza contro le donne. Davvero tantissime le iniziative, che elencheremo man mano, con tutti i classici eventi confermati, dal tradizionale concerto dei ragazzi alla cena per gli over 60.

Ultima chicca, siamo al lavoro per portare al di fuori di Sant’Olcese la sera del 6 dicembre, il Memorial Sbacche, con una diretta televisiva che vuol essere un appuntamento ambitissimo dalle squadre dei canterini trallalero e, quindi, un ulteriore orgoglio per Sant’Olcese.

Dopo l’immancabile e meritato spazio per il Nobile Protettorato dell’arte del salame di Sant’Olcese troverete, per finire, anche un parrucchiere santolcesino, non certo un parrucchiere come tutti gli altri.

Per approfondire questi temi abbonati al magazine, al costo annuale di 14 euro.

Per ulteriori informazioni:

Direzione: Via V. Veneto 137/11
16018 Mignanego
Cell. 328/2020805
redazionequi@gmail.com

Guado sul torrente Secca: in partenza i lavori

Amministrazione e volontari parlano con i cittadini della località Ligge

Partiranno nei prossimi giorni dopo le necessarie verifiche tecniche degli enti competenti e con la procedura della somma urgenza i lavori per ripristinare il guado sul torrente Secca che collega le abitazioni della località Ligge del nostro Comune alla viabilità provinciale.

Il rifacimento provvisorio del passaggio, per il quale il Comune di Sant’Olcese comparteciperà alle spese iniziali di ripristino in attesa che la Regione stanzi una cifra per le somme urgenze segnalate dopo l’ultima ondata di maltempo, risolverà momentaneamente i disagi delle persone che, come detto, vivono nelle case in prossimità del Secca.

Rimane ovviamente attivo il collegamento della passerella pedonale e la stradina carrabile, individuata ufficialmente come strada di emergenza dopo un sopralluogo dell’amministrazione e della protezione civile comunale di Sant’Olcese.

In concomitanza con la partenza dei lavori si terrà anche un incontro in Regione a Genova fra i sindaci di Serra Riccò e Sant’Olcese e l’assessore regionale alla Protezione Civile Giacomo Giampedrone, per concordare il piano di intervento per mettere in sicurezza il guado e avviare un programma che possa permetterne la definitiva sostituzione.

Nella speranza che l’iter per i lavori urgenti e per la sistemazione definitiva dell’area abbia preso finalmente l’accerelerata decisiva, desideriamo ringraziare da questa pagina il Sindaco e amministrazione di Serra Riccò per il lavoro che stanno facendo in questa difficile fase, auspicando che la collaborazione tra i due Comuni porti ad una rapida e definitiva soluzione per la viabilità intercomunale nella zona.

Stazione di ricarica auto elettriche: work in progress

Entro fine mese saranno completati i lavori di messa in esercizio della prima stazione di ricarica per auto elettriche nel nostro comune.

Un’operazione, promossa dall’Assessorato ai trasporti ed innovazione, che si inserisce nel programma di mobilità sostenibile del nostro mandato, grazie ad un accordo a costo zero tra il Comune e Duferco Energia, uno tra i primi della Valle.

Il Comune definirà a breve anche la disciplina della sosta e della fermata nell’area, per impedire l’uso improprio dei parcheggi ma anche per agevolare le brevi fermate degli utenti degli adiacenti distributori di acqua e latte.

Trensasco: in partenza importanti lavori sulla rete idrica

A partire da domani lunedì 7 ottobre è previsto l’inizio dei lavori di ammodernamento della rete idrica in via Contrada nella frazione di Trensasco, un altro importante progetto nel nostro Comune.

L’intervento comprende il rifacimento della linea e la successiva pavimentazione del percorso pedonale, in parte in asfalto stampato e in parte in calcestruzzo.

Il termine dei lavori è previsto entrola fine dell’anno.

Le rotonde di Manesseno

E la prima l’abbiamo sistemata. Il vuoto istituzionale derivante dall’abolizione della ex provincia è stato colmato inserendo il rifacimento della rotonda di ponte Pertini nei lavori sui marciapiedi Manesseno Arvigo. La competenza è provinciale ma il Comune ha chiesto (ed ottenuto …) il permesso di completare questo lavoro. In questo momento sono in corso le operazioni di tracciatura della segnaletica orizzontale.

Diverso è il discorso che stiamo portando avanti con il Comune di Genova oramai da anni e per il quale abbiamo sollecitato un nuovo incontro: la nuova rotonda di Manesseno. Per Genova forse siamo alla periferia dell’impero, per noi invece rimane un’opera imprescindibile per la sicurezza dei cittadini.

Speriamo che il Sindaco di Genova che, ricordiamolo, è anche Sindaco metropolitano, si accorga di questa priorità non solo santolcesina ma anche di molti genovesi che vivono, lavorano e transitano in quel tratto.