Bando periferie: un Ordine del Giorno in Consiglio metropolitano

Dopo il comunicato della Giunta torniamo sull’argomento che sta mobilitando Sindaci di ogni colore. E’ stato approvato nei giorni scorsi in Consiglio metropolitano un Ordine del Giorno che impegna il Sindaco metropolitano ad intraprendere le azioni necessarie per fermare questo provvedimento nel suo iter alla Camera e di coordinarsi con ANCI per il sostegno delle iniziative dell’associazione.

Leggi l’Ordine del Giorno integrale.

 

ODG BANDO PERIFERIE

 

Annunci

Ponte Morandi: il cordoglio della comunità santolcesina

Il Sindaco Armando Sanna, a nome dell’Amministrazione comunale, interpretando il pensiero di tutta la cittadinanza di Sant’Olcese, si stringe intorno alla comunità di Genova, la nostra città.

In queste ore di dolore siamo vicini ai familiari delle vittime, a tutte le persone che hanno dovuto lasciare la propria casa, a quanti sono ancora in ansia per le condizioni di salute dei propri cari, al Sindaco di Genova che sta vivendo da primo cittadino questa tragedia.

Un ringraziamento speciale a tutti i soccorritori che stanno prestando la loro preziosa ed instancabile opera, primi a cercare di risollevare una città in ginocchio che, come le altre volte, saprà rialzarsi grazie al grande cuore dei genovesi.

Un abbraccio.

Armando Sanna

Bando periferie: il comunicato della Giunta

Il Sindaco Armando Sanna e la Giunta comunale di Sant’Olcese esprimono profonda preoccupazione per la sospensione delle convenzioni del Bando Periferie, in riferimento al testo contenuto in uno degli emendamenti del decreto Milleproroghe, approvato lunedì in Senato.

Visto l’impegno profuso dai nostri uffici e gli oneri sostenuti in questi anni, tralasciando ogni tipo di considerazione politica, vogliamo portare a conoscenza della nostra cittadinanza che l’immediata conseguenza di questa decisione, se confermata nel prossimo passaggio del provvedimento alla camera, sarà il blocco dell’iter per la costruzione del nuovo ponte sul Sardorella in frazione Arvigo (1 milione e 300mila euro di finanziamento) e della messa in sicurezza (asfalti, segnaletica e protezioni) delle strade provinciali di Sant’Olcese (circa 1 milione e 200mila euro di lavori da parte di città metropolitana).

A livello metropolitano saranno fermati interventi che riguardano la riqualificazione di edifici di valore storico, la ristrutturazione di immobili o aree di proprietà e uso pubblico, la realizzazione di piste ciclabili, ristrutturazione di scuole e il loro adeguamento alla normativa sismica, mitigazioni del rischio idrogeologico, sistemazioni idrauliche e ristrutturazioni stradali.

Una situazione che riteniamo inaccettabile. Ci affidiamo dunque all’azione di ANCI e facciamo appello al Sindaco metropolitano, al Governatore della Regione Liguria, ai parlamentari di ogni schieramento che ci rappresentano a Roma, per attuare tutte le iniziative utili per salvare il Bando, modificando il testo che verrà approvato alla Camera per ridare ai Comuni ciò che è stato loro tolto, ridando dignità e credibilità ai Sindaci che ogni giorno sono impegnati per migliorare la vita delle comunità che amministrano.

La Giunta comunale

 

 

Un agosto caldo per l’area di Torrazza!

Questa settimana verrà consegnato il fine lavori ufficiale per i lavori riqualificazione idrogeologica ed urbana della frazione di Torrazza, località Bevegni e Vivagna. La costruzione dei due rivi artificiali, un’operazione da 560mila euro, finanziati per 392mila euro dalla Regione (fondi europei) e per 168mila con risorse comunali, si conclude in tempo record. Uno dei primi cantieri liguri a raggiungere questo traguardo non scontato, tra tutti quelli finanziati da Regione Liguria per quest’anno.

Ora la partita si sposta su altri fronti: se la Regione ci concederà l’uso del ribasso d’asta, l’opera verrà ulteriormente migliorata, con i nostri uffici che sono già pronti con le necessarie valutazioni tecniche. Inoltre, al fianco delle opere già realizzate per il drenaggio del terreno in una zona notoriamente molto soggetta all’accumulo di acqua, si procederà con l’installazione di sistemi per il monitoraggio del movimento franoso, per una cifra intorno ai 40mila euro.

Intanto, come già annunciato, altre 4 ditte sono sbarcate in zona. Dopo alcune settimane di intoppi burocratici e operativi, sarà un agosto caldissimo per i cantieri che competeranno le opere di urbanizzazione lasciate incompiute a seguito del fallimento Garaventa: regimazione delle acque, sicurezza stradale, illuminazione pubblica e asfaltatura nelle zone di Torrazza (S.Bernardo, Bevegni e Vivagna) daranno dopo anni un assetto sicuro e decoroso all’intera zona.

 

 

–>

Casa della salute in Valpolcevera: le parole del Sindaco

Dopo la mozione presentata nell’ultimo consiglio comunale, il Sindaco ritorna sull’argomento in questa intervista rilasciata a “La Polcevera”. Clicca sul video per ascoltare le sue parole. Puoi anche visitare il sito ufficiale del magazine di Vallata per leggere il servizio completo.

Una mozione per la casa della salute in Valpolcevera

La Valpolcevera chiede a gran voce una Casa della Salute, presidio sanitario fondamentale per i suoi residenti e ad oggi presente in tutti Municipi, eccetto il Municipio V, quello al confine con il nostro Comune. Per questo motivo, anche il nostro Gruppo porterà in Consiglio una mozione per impegnare Sindaco e Giunta a sostenere questa nuova richiesta che individua nell’ex Istituto professionale “Luciano Trucco” di Bolzaneto il sito che potrebbe accogliere la struttura.
Tutte le ipotesi avanzate fino ad oggi sono state abbandonate, dall’area ex Miralanza, all’area ex Houghton, all’Ospedale Pastorino di Bolzaneto, mentre questa potrebbe essere una buona soluzione: uno spazio pubblico, di proprietà della Città Metropolitana e che attualmente risulta semi inutilizzato, con una superficie, di oltre 3mila metri quadrati, facilmente riconvertibile. Uno spazio baricentrico, agevolmente accessibile, ubicato nei pressi del casello autostradale, della stazione ferroviaria e delle fermate del bus, con due aree parcheggio limitrofe in Via Bruzzo. Un’idea che porta con sé molteplici elementi di concretezza, che ci sentiamo di sostenere in pieno.
Clicca qui per leggere il testo completo della mozione.

Rio Ciubega: lavori a gran ritmo!

Ecco alcune foto dei lavori sul Rio Ciubega. Le opere proseguono a gran ritmo: grazie a questi miglioramenti delle difese spondali si sta mitigando il rischio idrogeologico di uno dei versanti più critici del nostro territorio. In questo momento l’amministrazione sta aspettando risposte da parte della Regione sulla possibilità di utilizzare il ribasso d’asta del cantiere del Rio Gazu per investire ancora su questa zona. Vi terremo aggiornati.

Illuminazione pubblica: operazione led all’80%

 

A meno di un anno dalla partenza ufficiale del progetto che sta rivoluzionando l’illuminazione pubblica santolcesina, circa l’80% dei corpi illuminanti del nostro territorio sono stati sostituiti con lampade led di nuova generazione. L’operazione era stata inaugurata dopo la revisione completa dei quadri elettrici che comandano e proteggono le varie linee.

Mancano ancora le zone di Comago, Vallombrosa ed Assalino, che verranno completate entro settembre. Nel frattempo al via anche gli ampliamenti previsti nel progetto per questo 2018: Vicomorasso e Costa Monti in cima alla lista. Finita questa fase, inizieremo a dar seguito alle numerose segnalazioni della cittadinanza.

Entra anche nella sua fase esecutiva il progetto telecamere: cavi già posizionati, ora toccherà ai pali ed infine tutti i sistemi saranno installati, collaudati e messi in funzione.

Per ora il progetto sta andando a gonfie vele. Un progetto di cui siamo orgogliosi e che molti altri Comuni stanno valutando, chiedendoci informazioni. Bene così!

Una spesa … un po’ speciale!

Questa sera abbiamo fatto una spesa speciale. Con il ricavato della festa in piazza del 23 giugno scorso abbiamo preso un paio di carrelli e li abbiamo riempiti con cose semplici, che verranno distribuite a chi ne ha bisogno. Con noi, nella foto scattata al momento della consegna, il Presidente dell’associazione S.Vincenzo Giancarlo Silvestri. L’associazione ha, come certo saprete, un presidio attivo a Manesseno nei locali della parrocchia, aperto il primo ed il terzo giovedì del mese dalle ore 17, che accoglie nel proprio percorso tantissime persone.

Grazie al lavoro dei volontari e alla partecipazione della cittadinanza, abbiamo dato un piccolo aiuto alla nostra gente. Un aiuto di cui noi siamo solo gli ambasciatori, il merito è di tutti voi, grazie!

Maurizio: due video da guardare fino in fondo

Due video della serata di ieri, grazie a “La Polcevera”. Il primo è un riassunto della premiazione, con un Maurizio commosso. Il secondo invece è un’intervista a tutto tondo dell’attore santolcesino. Buona visione.

Per un cantiere che si chiude, quattro nuovi in partenza!

Ecco le prime foto dei lavori pressoché ultimati della riqualificazione idrogeologica ed urbana della frazione di Torrazza, località Bevegni e Vivagna. La costruzione dei due rivi artificiali, un’operazione da 560mila euro, finanziati per 392mila euro dalla Regione (fondi europei) e per 168mila con risorse comunali, è cosa ormai fatta.

La corsa contro il tempo e contro la burocrazia, termine ultimo per la consegna dei lavori 31/12/2018, è stata stra-vinta, grazie al lavoro meraviglioso dei dipendenti comunali. Il Comune firmerà la consegna dei lavori entro ferragosto, con 4 mesi di anticipo. Possiamo quindi festeggiare la realizzazione di un’opera che mitigherà i problemi che da 30 anni si manifestano nella zona e, come si vede dalle foto, riqualifica la località con nuove vie pedonali.

Per un’impresa che, dobbiamo dire, ha lavorato in maniera egregia, altre 4 ditte stanno per sbarcare in zona. Da domani lunedì 2 luglio, si parte infatti finalmente anche con i cantieri che competeranno le opere di urbanizzazione lasciate incompiute a seguito del fallimento Garaventa: regimazione delle acque, sicurezza stradale, illuminazione pubblica e asfaltatura nelle zone di Torrazza (S.Bernardo, Bevegni e Vivagna) daranno finalmente un assetto sicuro e decoroso all’intera zona.

 

 

–>

Una serata da ricordare

.facebook_1530459345655.jpg

 

Ci tenevamo proprio a conferire questo riconoscimento a Maurizio. E farlo in una serata così, davanti a questo pubblico e agli splendidi volontari della CRI è stato davvero il massimo. Proprio una serata da ricordare. Grazie a tutti!

 

 

 

Videosorveglianza: il Comune non si ferma

Stanno per partire i lavori, per circa 200mila euro, che posizioneranno telecamere ottiche di ultima generazione ai sei varchi del Comune (Busalletta, Trensasco, Torrazza, Manesseno ponte Pertini, Manesseno ponte vecchio, Camporsella-Cadari). Stazioni di vidosorveglianza con lettura in tempo reale della targa che saranno attive da metà settembre. Naturalmente il Comune non si ferma: appena arriva la possibilità di un finanziamento, la si cerca di cogliere. La Giunta ha appena deliberato una richiesta per circa 300mila euro (30% finanziati dal Comune) per migliorare la sicurezza del territorio tramite sistemi integrati di videosorveglianza. Vi terremo aggiornati.

Sabato è festa: tutti a Vico con la CRI e Mauri!

foto_maurizio_lastrico

 

Istrionico, vulcanico e travolgente. Dal diploma al teatro Stabile è subito un’escalation di successi, che dal suo paesino natale, Manesseno, lo portano a calcare in poco tempo i palchi di Zelig, Camera Cafè fino ad arrivare addirittura sulla Rai a Di Martedì.

E’ questo e molto di più il Santolcesino Maurizio Lastrico, a cui Sabato 30 Giungo, nell’ambito dello spettacolo per la Croce Rossa che avrà luogo a Vicomorasso verrano consegnate le Chiavi della Città.

Un personaggio di successo, ma che ha mantenuto sempre un grande senso di appartenenza verso il paese natale, dove è facile incontrarlo ed essere subito l’oggetto di qualche battuta. Grande disponibilità e amore per il suo territorio, dunque, lo contraddistinguono. Ed il nostro territorio è sempre in qualche modo presente nella sua comicità: come non rivedere personaggi delle tipiche gite parrocchiane o del mugugno dei nostri bar in certi suoi monologhi? La sua unicità rende capolavori di comicità gli istanti ripresi dalla nostra comunità. E la sua grandezza è proprio questo, trarre dalla semplicità del paese situazioni esilaranti ma non casuali, che vengono poi portate all’attenzione di un pubblico più vasto, varcando i confini di Sant’Olcese.

Il nostro paese, dunque, grazie a lui viaggia di palco, in palco, di città, in città, in maniera più o meno esplicita, ma comunque presente. E lui, che per tutti noi è semplicemente Mauri, ci ammalia con i suoi successi e ci incanta con il suo rimanere comunque il ragazzo che, se vuoi, lo incontri all’Arci di Vico o al Roxy per una birra e poi la sera dopo te lo vedi che spunta dietro la bicicletta di Don Matteo, tra mostri sacri della TV.

Onore al merito e al grande lavoro svolto che l’ha condotto fino questo successo, senza mai dimenticarsi di noi. Noi, che tutti insieme sabato sera saremo a “Vico” per trascorre una serata di risate e tributargli il riconoscimento che merita.

Sabato è festa, sabato tutti a Vico con la CRI e Mauri!

 

PUC Intercomunale: il video del primo incontro

Da “La Polcevera” le prime impressioni di sindaci, assessori e funzionari, nel segno della trasparenza. L’assessore Dante rimarca ancora una volta la gradita partecipazione dei più giovani, che rappresentano il futuro, specialmente per ciò che riguarda le scelte di pianificazione urbana di lungo periodo. In Comune sono arrivati infatti dalle scuole moltissimi disegni ed elaborati, che portano messaggi ben precisi sulla vivibilità, sulla riqualificazione del territorio, sui temi ambientali, sulla necessità di nuovi centri di aggregazione (campo sportivo, piscina, cinema), fino alle richieste di avere nuove attività commerciali, abbigliamento in particolare.

In cima alle esigenze di tutti, ovviamente, il nuovo complesso scolastico, il sogno che questa Giunta sta tentando con tutte le forze di far diventare realtà (sono partiti in questi giorni due studi di fattibilità per ottenere finanziamenti sulla progettazione). Obiettivo anche intercomunale, visto che a Campomorone, uno dei Comuni coinvolti nel piano, si prevede la nascita di un istituto superiore.