Giorgio: l’azienda risarcisce la famiglia

E’ notizia di ieri che, con una decisione a sorpresa, la Europam, l’azienda petrolifera genovese, ha deciso di consegnare in prima persona oltre 750mila euro agli eredi di Giorgio Lorefice, il nostro concittadino morto nel 2005 mentre interveniva con i colleghi su una autobotte in fiamme a Serra Riccò. La notizia è stata annunciata anche con una inserzione dal presidente di Europam Mario Costantino.

“Mario Costantino, pur ribadendo la propria estraneità ai fatti accaduti, si è sempre fatto parte attiva affinché le imprese assicuratrici primarie risarcissero i danni agli eredi di Giorgio Lorefice” ma “nonostante le pressioni sulle assicurazioni, come noto, il risarcimento non è ancora stato versato”. Da qui la decisione di intervenire in prima persona in attesa poi delle scelte dell’assicurazione, Hdi, che ha fatto ricorso contro la condanna del tribunale civile evidenziando “un intervento negligente e imprudente” dei vigili del fuoco.

Nelle scorse settimane i familiari e i colleghi del pompiere avevano manifestato chiedendo giustizia, mentre si era tenuto a Villa Serra un partecipatissimo Consiglio comunale congiunto tra Serra Riccò e Sant’Olcese.

Lungi da noi prenderci qualsiasi merito per questa svolta importante. Ci limitiamo solamente a ringraziare ancora una volta tutti coloro che hanno fatto sentire la propria voce per supportare questa battaglia di dignità. GRAZIE!

Consiglio per Giorgio: parole e immagini da una giornata da ricordare

Emozioni difficili da tenere a freno, in una giornata in cui la forza della comunità di Sant’Olcese e Serra Riccò ha raggiunto uno dei suoi momenti più intensi di sempre. Emozioni che proponiamo qui, a chi magari era in sala solo con il cuore, nel video ufficiale del Consiglio.

Grazie a tutti coloro che hanno reso possibile questa manifestazione, dai consiglieri alle associazioni, dai dipendenti ai cittadini, a Villa Serra che ci ha ospitato. Grazie anche alla famiglia Lorefice, per come ha accolto questa iniziativa, che immaginiamo sia stata difficile da vivere ma che è stata capita nel suo spirito più puro.

Infine grazie a voi, lavoratori dei Vigili del Fuoco. Per esserci, sempre.

Somme urgenze: dalla protezione civile 50mila euro per Sant’Olcese

E’ stato predisposto dalla Giunta regionale il piano degli interventi per rifondere i Comuni liguri di tutte le risorse necessarie a coprire le somme urgenze e le opere di prima emergenza a seguito del maltempo che ha colpito la Liguria dal 14 ottobre fino a fine novembre 2019.

I 112 milioni in arrivo dal Dipartimento nazionale di protezione civile consentiranno di coprire il 100% delle somme urgenze e dare un po’ di ristoro ai Comuni dopo gli eventi di maltempo che si sono abbattuti un po’ ovunque in Liguria, procurando danni stimati per circa 500 milioni.

Il dipartimento regionale di protezione civile ha stilato l’elenco dei Comuni beneficiari con i finanziamenti, a copertura degli interventi già eseguiti, sulla base delle richieste provenienti dal territorio.

Per Sant’Olcese circa 50mila euro che permettono di coprire le spese sostenute e prontamente segnalate. il dettaglio degli interventi è riportato nel prospetto allegato all’articolo. Un bel sospiro di sollievo.

Nel nuovo decennio #alritmodiArmando

Ed eccoci qui, nel 2020. Mandiamo in archivio un 2019 molto particolare, un anno di elezioni in cui inevitabilmente il ritmo viene un po’ spezzato dall’impegno della campagna elettorale e dal fatto che comunque a fine mandato si è più impegnati a tirare le somme e a disegnare i sogni, più che mettere in campo le fasi esecutive dei progetti.

Un ritmo che è stato poi ulteriormente messo a dura prova da un autunno davvero difficile dal punto di vista meteo, che però ci ha confermato che la nuova squadra è veramente composta di persone validissime, di estrema disponibilità, un giusto mix tra i più esperti ed i giovani che rappresentano il futuro dell’amministrazione comunale del nuovo decennio.

Adesso è il momento di pensare a programmare bene questo 2020, chiudendo i numerosi progetti già finanziati e cercando di focalizzarci sulle priorità dei nostri cittadini in un contesto in cui amministrare un piccolo comune diventa sempre più difficile.

Uno dei fronti caldi sarà rappresentato dai lavori pubblici: i lavori alla scuola elementare Matteotti di Manesseno saranno importantissimi, mentre proseguono i lavori di perizia sulle opzioni in campo per l’acquisto dell’area per la costruzione di un nuovo polo scolastico.

Il tratto di marciapiedi Manesseno-Arvigo metterà in sicurezza i pedoni della zona, che cambierà volto diventando finalmente un posto a misura d’uomo. Nel frattempo il comune si è impegnato, a fronte degli stop del primo Governo Conte, a portare a conclusione l’iter per il rifacimento del ponte di Arvigo.

Spostandosi a Comago, il Comune ha operato sulla fognatura incontrando moltissime problematiche progettuali ma, nel frattempo, sta facendo partire una progettazione che potrà portare a chiedere finanziamenti importanti ed attesi per le curve “Bargellini” e “Serralunga”.

Tutto ciò si inserisce in un contesto molto fragile, comune a tutta la Liguria. Sarà quindi nostra cura andare ad intervenire, soprattutto nelle frazioni alte, per sanare le problematiche idrogeologiche e cercare l’aiuto della Regione e del Governo per mettere in campo misure più strutturali che il Comune da solo non può affrontare.

Sperando in un 2020 meno denso di emergenze, cercheremo di avere inoltre un piano di finanziamento per la manutenzione straordinaria dei cimiteri, anche se in questo comparto non sono molte le possibilità di trovare risorse esterne.

L’occhio del Comune sarà poi sempre vigile per monitorare e migliorare il servizio di raccolta rifiuti, che ha avuto risultati di tutto rispetto anche grazie all’impegno della stragrande maggioranza dei cittadini. Obiettivo prioritario sarà anche la sicurezza sulle nostre strade, un ambito che vivrà il 2020 un anno interventi decisivi. Senza dimenticare la pianificazione urbanistica, con le fasi cruciali dell’iter del PUC, l’avvio dei lavori della banda Ultra Larga, l’estensione dei servizi di ricarica elettrica e il conseguente progetto di rinnovamento in chiave sostenibile dei mezzi in dotazione al comune.

Il tutto dovrà essere necessariamente pianificato senza intaccare l’ottimo livello dei servizi esistenti soprattutto in ambito sociale, vedremo con quali e quante risorse nel bilancio che verrà approvato a breve.

Per fare tutto questo il Comune selezionerà nuovi dipendenti da inserire in organico, con uno sforzo organizzativo senza precedenti.

Insomma, vogliamo entrare in questo nuovo decennio a ritmo sempre alto, grazie alla fiducia enorme che ci è arrivata dalle urne, una fiducia ovviamente accompagnata da una grandissima responsabilità. La stessa responsabilità che i nuovi consiglieri hanno ricevuto dalle mani del Sindaco, seguendo progetti importantissimi sul turismo, sulla cultura, sull’ambiente, sulla mobilità sostenibile, sulla protezione civile, sulla solidarietà, sullo sport, sulla comunicazione.

Tutto questo potrà essere ottenuto solo con la collaborazione dei nostri dipendenti, dei nostri volontari, le associazioni, la Pro Loco e Villa Serra, il tessuto produttivo con la sua Consulta, con gli stimoli che arrivano dagli studenti e dal personale scolastico, dal Consiglio comunale dei Ragazzi e della Consulta giovanile, con le segnalazioni e, perché no, anche con le lamentele costruttive dei cittadini.

Quindi che dire? Buon 2020 a tutti e grazie per tutto quello che riuscirete a fare per il vostro Comune. Noi cercheremo di fare il massimo per rendere Sant’Olcese un posto ancora migliore.

La solitudine dei Sindaci: il sole splende, ma l’attenzione non cala

Splende il sole in questa fine d’anno. E le dichiarazioni di intenti del Governo e della Regione perdono un po’ di forza. La gente, quando il livello dell’allerta è verde, pensa giustamente ad altro. Gli amministratori dei piccoli comuni invece approfittano di questi giorni di bel tempo per fare sopralluoghi in tutto il territorio, veramente in ginocchio. E non per modo di dire.

Il nostro Comune, pur non essendo stato travolto dal maltempo come altri Comuni liguri, ha registrato infatti più di 200 mila euro di danni, di cui 50 mila già spesi in interventi di somma urgenza. E, attenzione, qui ovviamente si tratta di opere pubbliche. Poi ci sono gli interventi a carico dei privati, come quello che sta tenendo fuori casa 10 persone in via Isola, che il Comune deve gestire in un corto circuito amministrativo tra il rischio di danno erariale da una parte e la rovina dei cittadini dall’altra. Sia quelli che perdono o vedono svalutata la propria abitazione, che quelli che devono sostenere interventi economicamente fuori dalla loro portata.

Senza contare che, proprio mentre splende il sole, il rischio di frane è sempre incombente, come dimostrano le immagini di questo articolo, in arrivo da Vicomorasso.

E allora speriamo che questo periodo di feste si concluda con le decisioni ufficiali da parte degli enti a noi sovraordinati, e che i fondi necessari per affrontare il problema del dissesto idrogeologico in maniera seria finalmente vengano sbloccati. Vi terremo aggiornati.

Buon Natale e felice 2020!

Come l’anno scorso Sindaco ed Assessori hanno voluto unire gli auguri di buon Natale e di un felice anno nuovo ad un piccolo calendario che ci accompagnerà nei prossimi mesi, in distribuzione a tutte le famiglie. Per chi avesse piacere di scaricare la pubblicazione, autofinanziata dal nostro Gruppo, può scatucarla a questo link.

Buon Natale a Tutti!

Armando, Anna, Beatrice, Enrico, Fabrizio, Martina, Matteo, Sara, Simone

Bando periferie e nuovo ponte di Arvigo: il mutuo di Natale

Proprio un anno fa, ai tempi del primo Governo Conte, avevamo espresso con un comunicato ufficiale la nostra profonda preoccupazione per la sospensione delle convenzioni del Bando Periferie, in riferimento al testo contenuto in uno degli emendamenti del decreto Milleproroghe dello scorso anno.

La decisione aveva causato il blocco dell’iter per la costruzione del nuovo ponte sul Sardorella in frazione Arvigo (1 milione e 300mila euro circa di finanziamento).

Una situazione inaccettabile. Ad un anno di distanza, grazie anche all’azione di ANCI, il bando rivive, ma con un’esposizione importantissima da parte del Comune che, invece di ricevere il finanziamento, deve esporsi con un mutuo che poi verrà rimborsato a consuntivo.

Grazie alla tenacia dell’azione amministrativa e, sopratutto, alla competenza e alla serietà dell’ufficio finaziario, il mutuo è stato concesso. Molto più che un semplice finanziamento, un lavoro complesso che restitusce dignità e credibilità agli Amministratori che ogni giorno sono impegnati per migliorare la vita delle loro comunità.

Ora la palla passa agli altrettanto validi funzionari dell’ufficio tecnico. Buon lavoro!

Qui e non solo: il numero di Natale 2019

Ecco in edicola il numero natalizio 2019 del bimestrale di vallata “Qui e non solo dintorni”. Un numero da acquistare per i numerosi contenuti che ci raccontano da un altro punto di vista molte vicende di Sant’Olcese che abbiamo già trattato.

Immancabile l’articolo sul corso di giornalismo per gli studenti delle terze medie di Sant’Olcese, che ha superato il decennio di attività consecutiva. Un esperimento vincente, in collaborazione con il Comune e i docenti della scuola Ada Negri di Manesseno.

Ovviamente si torna anche sulle ferite che questo autunno sta lasciando sul nostro territorio, con le complicate vicende legate al guado sul fiume Secca e le problematiche delle famiglie sfollate di via Isola.

Per la prima situazione, lo studio di fattibilità, in sinergia con il Comune di Serra Riccò, sarà presentato entro dicembre 2020. Per la seconda, vale il commento amaro del Sindaco: “Il pensiero principale va alle 10 persone che stanno trascorrendo le festività di fine anno fuori dalle proprie case”. Il tutto nella consapevolezza di essere più fortunati rispetto a molte altre zone della Liguria: “Negli ultimi due mesi, abbiamo vissuto più in municipio che con le nostre famiglie. Purtroppo, questo, fa parte del gioco. Nessun eroismo”.

Il senso di impotenza è grande: 200 mila euro di frane, con il fronte più preoccupante resta però, come detto, quello di via Isola. Lo sgombero di alcuni nuclei è stato inevitabile, a causa di un cedimento di un costone privato. Una questione che innesca un meccanismo che rischia il fuori giri relazionale e istituzionale: penalizzare fortemente il proprietario, che magari è una persona che ha sempre lavorato e risparmiato o rischiare il danno erariale rincorrendo soluzioni alternative? Come sempre la nostra Amministrazione proverà a trovare le migliori soluzioni nel rispetto della legge.

Tutto il resto passa in secondo piano, ma si va avanti con i numerosissimi appuntamenti di queste feste. Buon Natale, nonostante tutto!

Per approfondire questi e gli altri temi abbonati al magazine, al costo annuale di 14 euro.

Per ulteriori informazioni:

Direzione: Via V. Veneto 137/11
16018 Mignanego
Cell. 328.2020805
redazionequi@gmail.com

Il Natale arriva … #santolcesando

Non si può certo dire che l’edizione 2019 dei mercatini di Natale sia nata sotto i migliori auspici. Prima il rinvio per l’allerta del 1° dicembre, poi il tempo incerto di oggi. Ma alla fine anche quest’anno lo spirito del Natale è arrivato. Lo hanno portato Babbo Natale, la magica cornamusa, il buon cibo, le bancarelle, i fuochi d’artificio e le tante sorprese di una giornata a cui tutti noi teniamo molto.

Lo hanno portato soprattutto loro, i bambini, questo spirito. Un’atmosfera magica che ha avuto il suo culmine nel concerto dei piccoli, davvero bravissimi.

Grazie ancora una volta a tutti coloro che hanno reso possibile questo evento. La consulta delle attività produttive, le associazioni, le aziende, gli artigiani, i commercianti, i volontari. E soprattutto voi, che ci avete riempito il cuore con la vostra presenza.

Buon Natale, e arrivederci all’anno prossimo, sempre #santolcesando!

Domani mercatini a Sant’Olcese!

L’EVENTO SI SVOLGERÀ ANCHE IN CASO DI MALTEMPO

Giornata intensa quella di domani a Sant’Olcese!

Dalle ore 8 si parte, con tanti stand che occuperanno tutta Via Poiré, con maxischermo che riprodurrà il video del Nostro territorio per tutta la giornata. Contemporaneamente saranno disponibili le felpe #santolcesando, presso lo stand dell’amministrazione, zona pista di pattinaggio.

Alle 11 invece inaugurazione delle nuove colonnine per la ricarica delle auto elettriche.

Alle 15 arriva babbo Natale, Olaf dalla pista di pattinaggio, concerto ragazzi delle scuole e…sorpresa!

Vi aspettiamo!!

Una serata da santolcesini

Vogliamo spendere ancora qualche parola sulla serata di ieri.

Bello. È stato bello vivere lo spirito del Natale con Voi. Bello è stato ritrovarsi, per un saluto, un abbraccio, un brindisi. Insieme.

Questi momenti non sono mai ‘abbastanza’. Per questo dobbiamo ringraziare tutti, a partire dalla Lidia e dalla Sua squadra, formidabili come sempre.

Grazie a tutti Voi per esserci stati. Grazie a chi vorrà sfruttare le prossime occasioni, insieme.

Una serata da santolcesini.

Backstage dai monti innevati ….

Come di consueto, il nostro Gruppo consiliare ha voluto unire gli auguri di buon Natale e di un felice anno nuovo ad un piccolo calendario che ci accompagnerà nell’anno nuovo, in distribuzione a tutte le famiglie a partire da domani.

Quest’anno ci siamo spostati in un comune limitrofo per scattare qualche foto nella neve, per la gioia dei più giovani e con qualche perplessità dei più anziani ….

In attesa di ricevere il nostro piccolo dono di Natale, ecco qualche foto dal “backstage”.

 

Periodo durissimo per il nostro territorio, ma il Comune non si ferma

 

Archiviamo novembre con una lunga serie di criticità e di danni per il nostro territorio, che hanno solo in parte distolto l’Ente dall’attività di programmazione, manutenzione ed investimenti. Dicembre sarà il mese in cui, insieme alla conta dei danni e delle somme urgenze già messe in campo, sulle quali dobbiamo per forza contare sull’aiuto della Regione, il Comune metterà mano con un po’ di ritardo tutti i progetti che non siamo ancora riusciti per le continue emergenze a far partire.

Proviamo a guardare avanti. Affidati i lavori per la per migliorare l’efficienza energetica della scuola primaria Matteotti di Manesseno. Nelle vacanze di Natale sostituzione di tutti gli infissi. Poi il riordino dei prospetti esterni e conclusione dei lavori nel periodo estivo, cercando di dare il minor impatti possibile alle attività scolastiche, per una riqualificazione energetica che vale 440mila euro.

Tra un’allerta e l’altra si parte a breve anche con il nuovo lotto dei marciapiedi Manesseno-Arvigo e con importanti lavori sui rivi: Vallombrosa, Ciubega e Gazu su tutti. La prevenzione va avanti, nonostante tutto.

 

 

I Comuni tra allerte, manutenzioni ed investimenti

È finito purtroppo il tempo in cui i Comuni avevano risorse umane e finanziarie per fare manutenzione su rivi, strade e tutto ciò che riguarda la sicurezza dei cittadini. È finito anche il tempo in cui la Provincia ci dava una grossa mano.

I soldi arrivano, anche se non sempre e comunque tardi (vedi strada di Beleno), quando il danno è fatto. Così funziona il nostro sistema paese, il sistema delle somme urgenze.

Ed ecco che, all’alba di una nuova allerta, gialla per ora e vedremo il colore di domani, si torna a parlare sulla stampa di soldi, di piani aggiornati delle opere anti alluvione da eseguire in tempi stretti e, appunto, del finanziamento delle ultime somme urgenze segnalate.

Nel piano citato è possibile però inserire anche spese per studi e progetti, e Sant’Olcese in questi anni è sempre stato protagonista: ricordiamo su tutti i rivi artificali realizzati sul versante di Torrazza. Sugli investimenti i Comuni possono fare molto e anche questa volta Sant’Olcese ha le carte in regola per ottenere fondi per rivedere il nodo di Piccarello e, insieme con Serra Riccò, quello di Mainetto. Due progetti che insieme si potranno quantificare in una cifra di investimento vicina ai 10 milioni di euro.

Occorre però rivedere il sistema di finanziamento delle spese correnti: realizzare opere che poi è impossibile mantenere in efficienza è un’anomalia inaccettabile.

Qui e non solo: le sorprese di Natale prendono forma!

Il nuovo numero di “Qui e non solo dintorni”, in edicola in questi giorni, tocca moltissimi temi legati al nostro Comune. Ve li riassumiamo in pillole.

Si parte dal grande Attilio Besagno e la sua xiloteca. Ottant’anni di sapere e conoscenza, festeggiati anche con le telecamere di Primocanale in casa. La carta anagrafica del maestro indica 92 primavere, ma l’artigiano del legno è innamorato di qualsiasi pianta presente in natura da quando aveva 12 anni: 8 decenni dedicati alla cultura!

In primo piano anche i temi legati ai lavori pubblici: la frana di Beleno, un’opera di ripristino che ha messo a dura prova il Comune dal punto di vista tecnico e finanziario, una difficoltà che forse non tutti hanno colto. Un inseguimento continuo quello della messa in sicurezza del territorio, viste le ridotte capacità di spesa ed i finanziamenti all’osso. Ora si deve cercare di ovviare alle difficoltà delle famiglie coinvolte nel crollo del guado di Mainetto. Un impegno perseguito assieme al Comune di Serra Riccò, in attesa della partenza del progetto definitivo.

Si forniscono ulteriori dettagli anche per le colonnine di ricarica elettrica a Manesseno, un progetto a cui teniamo tantissimo. E poi gli eventi. La novità più eclatante è una grande pista di pattinaggio sul ghiaccio che approderà negli spazi dell’ex campetto di Manesseno dal 30 novembre. E poi giorno successivo accensione dell’albero e mercatini in via Poirè con oltre 130 banchi grazie al coinvolgimento della Consulta Attività Produttive. Sarà l’occasione per presentare il nuovo video promozionale di Sant’Olcese, proiettato su maxischermo all’entrata del paese, e annunciare un impegno benefico in favore della San Vincenzo e del Centro d’Ascolto Vicariale. Il sabato precedente ecco la collocazione di tre panchine rosse, un’iniziativa promossa in sinergia con il consiglio comunale dei ragazzi per porre l’accento sul terribile fenomeno della violenza contro le donne. Davvero tantissime le iniziative, che elencheremo man mano, con tutti i classici eventi confermati, dal tradizionale concerto dei ragazzi alla cena per gli over 60.

Ultima chicca, siamo al lavoro per portare al di fuori di Sant’Olcese la sera del 6 dicembre, il Memorial Sbacche, con una diretta televisiva che vuol essere un appuntamento ambitissimo dalle squadre dei canterini trallalero e, quindi, un ulteriore orgoglio per Sant’Olcese.

Dopo l’immancabile e meritato spazio per il Nobile Protettorato dell’arte del salame di Sant’Olcese troverete, per finire, anche un parrucchiere santolcesino, non certo un parrucchiere come tutti gli altri.

Per approfondire questi temi abbonati al magazine, al costo annuale di 14 euro.

Per ulteriori informazioni:

Direzione: Via V. Veneto 137/11
16018 Mignanego
Cell. 328/2020805
redazionequi@gmail.com