Abracadabra festival a Villa Serra

Domenica 06 ottobre 2019, presso Villa Serra si svolgerà la manifestazione“Abracadabra Festival”, ovvero il Village del magico del fantasy e dell’insolito. Nello splendido scenario di Villa Serra si potrà volare sulle ali della fantasia, in una domenica tutta speciale, all’insegna del divertimento con un pizzico di mistero, spaziando attraverso le seguenti aree e i seguenti temi:

– Spazio Bimbi: giochi, competizioni ludiche e tanto altro ispirato al mondo della fantasia, in particolare a quello del Maghetto Harry Potter;
– Antica Arte della Divinazione: in angoli appropriati, resi caratteristici con particolari scenografie, Astrologi e Chiromanti tipicamente vestiti, intrattengono i presenti con l’antica arte della
divinazione;
– Folclore Storico e Medievale: spaccato di vita medievale con figuranti storici, duelli all’arma bianca, lotta con i bastoni e tiro con la balestra. Danze rinascimentali e medievali. Mercato storico popolare. Teatro storico popolare;
– Spazio Danza: momento di danza con stage per il pubblico con numerose compagnie di danza genovesi: danze di folclore popolare, orientali, tribal e contemporaneo;
– Mostre tematiche: esposizione di opere pittoriche di importanti artisti genovesi relative ai tarocchi e al mondo magico in genere.
– Conferenze e incontri: conferenze e incontri legati al mistero, al fantasy, alle discipline di frontiera affrontate da esperti provenienti da tutta Italia.
– Sfilata di Moda: una sfilata con abiti a tema, prima edizione di Miss Abracadabra;

Inoltre, la manifestazione prevede un parco giochi per i più piccini, stand gastronomici con specialità tipiche, bancarelle con occasioni e curiosità.

Annunci

Fattorie aperte 2019: Sant’Olcese presente!

Anche a Sant’Olcese si può partecipare a questa bellissima esperienza, presso due delle nostre aziende. Appuntamento per sabato 28 e domenica 29 settembre!

Ecco i dettagli:

Azienda Agrituristica La Fattoria di Marta
Via Arvigo Sopra, 5 – Sant’Olcese (GE)
tel 010 716181 cell 340 6440214
lafattoriadimarta@alice.it
http://www.lafattoriadimarta.com

Laboratori:
– La trasformazione del latte in formaggio
– Il mondo delle api
– Le erbe aromatiche

Azienda Agrituristica La Morona
Via Costa Monti, 25B – Sant’Olcese (GE)
tel 010 7092442 cell 333 4670171
info@lamorona.genova.it
http://www.lamorona.genova.it

Laboratori:
– Le piante aromatiche: riconoscimento e loro uso in cucina
– La pizza con i prodotti della fattoria

Per ulteriori info sugli eventi:

https://www.lamialiguria.it/it/component/content/article/437-fattorieaperte2018/7786-elenco-programma-fattorie-aperte-2019.html

A scuola si viaggia attraverso le emozioni e i sentimenti

Riceviamo dall’Istituto comprensivo questa interessante iniziativa. Un percorso che offre la possibilità agli alunni che attraversano questa fase di approfondire la conoscenza di sé, del proprio corpo e delle relazioni che si instaurano con le altre figure significative di riferimento.

Nove incontri dedicati agli alunni delle classi seconde e terze delle Scuole secondarie di Serra Riccò e Sant’Olcese.

INCONTRO INFORMATIVO MERCOLEDÌ 18 SETTEMBRE ALLE ORE 16.30 PRESSO LA SCUOLA G. UNGARETTI.

Venerdì 13 settembre: non solo teatro a Piccarello!

Venerdì 13 Settembre, la Compagnia dialettale locale “Gli Amici di Enzo” porterà in scena la sua ultima commedia,“Ma cose sucėde n’to paesin do Monte Ciumin?”, scritta e diretta da Mario Pompeo.

Il ritrovo è come sempre alle 21:00 in Piazza a Piccarello, ma, per chi non vuole rinunciare ad una veloce e succulenta cena all’aperto, dalle 19:30 vi prepareremo fagioli e salsiccia in piazza. Il meteo è dalla nostra parte. Cosa aspetti a prenotare per l’ultima cena d’estate all’aperto? Telefona a Lorenzo (346.9637209)

Vi aspettiamo!

“Viaggio in Liguria”: con Dori Ghezzi anche il Sindaco e il Professore

viaggioinliguria

Puntata speciale, quella di Viaggio in Liguria in onda stasera alle 21 su Primocanale e primocanale.it: la prima trasmissione della nuova stagione televisiva offrirà un’ampia platea di ospiti con quattro differenti tavoli suddivisi per argomento.

Tra i temi portanti della serata spiccano la cultura con la presenza in studio di Dori Ghezzi, protagonista del progetto legato alla Casa dei Cantautori. Immancabile la presenza del cucinosofo Sergio Rossi, grande spazio anche alle associazioni di categoria, ad alcuni Sindaci della Regione e a iniziative legate alla solidarietà. E quando si parla di Sindaci e solidarietà, non si può prescindere dal nostro primo cittadino e dal Prof. Henriquet, a pochi giorni dal grande evento annuale santolcesino dedicato alla Gigi Ghirotti.

Cian Cianin: un viaggio in musica con canti, danze, cibo e … trenino

Dopo la bellissima giornata dei 90° anni del trenino, ecco un altro evento che coinvolge le tre valli con al centro il nostro Comune. Sarà lanciato infatti sabato 14 Settembre 2019, con “Cian Cianin – Viaggio in musica con canti, danze, cibi e trenini della Tradizione”, il festival “Le vie dei canti”.

Cian Cianin inizierà alle ore 11:15 a GENOVA presso la Stazione del Trenino. Prima tappa: la stazione di Torrazza. Qui è previsto un pranzo tipico genovese presso l’Agriturismo E Reixe. E con “Canti intorno al tavolo” si potranno imparare, cantando con Chacho Marchelli, brani della tradizione ligure e piemontese. Saranno presenti anche i produttori della neonata “Rete Produttori Agricoli Alta Valpolcevera“.

Alle ore 16:51 di nuovo sul del trenino per raggiungere Casella dove, nell’Area Verde, si terrà alle 18 un Workshop di “Danze rare del Piemonte” con Enzo Conti e Paola Comola dell’Associazione Culturale Trata Birata. Nell’Area saranno presenti produttori tipici del Parco Antola.

Alle ore 21:30 “Tra Cel e Tera” concerto a ballo de I Tre Martelli. Ingresso libero! Possibilità di cenare presso la Pro Loco di Casella. Alle ore 00:00 è previsto un pullman per il ritorno verso Genova (per chi è arrivato a Casella con Trenino). Per poter usufruire dei servizi messi a disposizione durante la giornata (trenino, pranzo, work-shop danze, pullman), è importante prenotare con anticipo scrivendo un messaggio a cianincianin2019@gmail.com

Il numero di posti massimo per il viaggio in trenino e pranzo a Torrazza è fissato a 100 persone.

Tutti i dettagli nel manifesto ufficiale.

Expo Valpolcevera 2019: Sant’Olcese presente!

Anche il Comune di Sant’Olcese presente a Pontedecimo per la 22esima edizione dell’Expo della Valpolcevera. Il nostro vice Sindaco ha seguito il corteo storico ‘Palio della Tavola Bronzea” ed ha visitato gli stand e gli spazi adibiti alla Fiera del bestiame.

(foto: comune di Serra Riccò)

Venerdì 13 settembre: a Piccarello con Gli Amici di Enzo

Venerdì 13 Settembre, la Compagnia dialettale locale “Gli Amici di Enzo” porterà in scena la sua ultima commedia,“Ma cose sucėde n’to paesin do Monte Ciumin?”, scritta e diretta da Mario Pompeo.

Il ritrovo è come sempre alle 21:00 in Piazza a Piccarello, ma, per chi non vuole rinunciare ad una veloce e succulenta cena all’aperto, dalle 19:30 vi prepareremo fagioli e salsiccia in piazza.

Per prenotazioni: Lorenzo 346.9637209

Vi aspettiamo!

FGC: variazioni al servizio per il 4 ed il 5 settembre

La Ferrovia Genova Casella diventa un set cinematografico. Per motivi organizzativi nelle giornate del 4 e del 5 settembre 2019 il servizio verrà svolto in parte con il servizio sostitutivo.

Verranno regolarmente effettuate con il treno le corse:

  • da Casella per Genova piazza Manin delle ore 6.20, 16.35, 18.05, 19.16;
  • da Genova piazza Manin per Casella delle ore 7.38, 16.46, 18.00, 19.35.

Verranno effettuate con il bus sostitutivo le corse:

  • da Casella per Genova piazza Manin delle ore 7.27, 8.50, 10.35, 13.15, 14.52;
  • da Genova piazza Manin per Casella delle ore 9.01, 10.30, 12.08, 13.26, 14.24.

Il trenino di Sant’Olcese: la mostra fotografica

Tra le varie esposizioni fotografiche della giornata di ieri, molto successo ha avuto il taglio originale della mostra organizzata dal nostro Comune e realizzata da “L’impronta Arti Grafiche” di Sant’Olcese. Nel ringraziare chi ha collaborato alla sua realizzazione vi proponiamo il link per scaricarla in formato pdf.

Buon compleanno, trenino!

COMUNICATO STAMPA

La Ferrovia Genova Casella festeggia 90 anni

Genova, 1° settembre 2019

90 anni e ambire a compierne più che altrettanti. Inaugurata nel 1929, oggi, domenica 1° settembre 2019, la ferrovia Genova – Casella spegne ben 90 candeline: un traguardo considerevole per il treno storico che da quasi un secolo porta genovesi e turisti alla scoperta delle tre valli, Bisagno, Polcevera e Scrivia tra panorami mozzafiato, tracciati tortuosi e scorci unici.
La ricorrenza è stata preceduta nei mesi scorsi da una nuova livrea celebrativa che, dedicata al 90° compleanno, ha “vestito” alcune elettromotrici e carrozze del treno fino alla grande festa di oggi. Un evento che coinvolge Regione Liguria, Comuni di Genova, Serra Riccò, Sant’Olcese e Casella, AMT, l’azienda che ne gestisce il servizio, con la collaborazione di Camera di Commercio di Genova e Associazione Amici della Ferrovia Genova Casella.

Nell’ambito della festa è stata organizzata anche una mostra fotografica, allestita su una delle carrozze storiche della ferrovia adattata per l’occasione a spazio espositivo, presso la stazione di Manin. Un’occasione per ripercorrere le tappe di ieri e immaginare quelle di domani, fatte soprattutto di tecnologie all’avanguardia applicate al trasporto. In questi ultimi anni, infatti, la ferrovia si è trasformata grazie ai finanziamenti che Regione Liguria ha stanziato per il rinnovamento tecnologico dell’impianto, sia delle vetture che della linea. Tutte le elettromotrici sono dotate dei sistemi Vigilante attivo e Simon e il tempo di percorrenza su tutta la tratta è oggi inferiore all’ora. Altri progetti sono stati avviati: il revamping di 4 elettromotrici e l’adeguamento del deposito di Casella che, nel corso del 2020, diventerà la seconda officina della ferrovia.

“Buon compleanno al Trenino di Casella – afferma il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti – un’infrastruttura in cui abbiamo creduto fin dal nostro insediamento. Grazie agli investimenti realizzati da Regione, sono stati sbloccati i lavori di ripristino della linea e nel maggio di tre anni fa il trenino è tornato ad arrampicarsi lungo i suoi binari, confermandosi non solo un mezzo di trasporto utile per gli abitanti delle valli che attraversa, ma anche una grande attrattiva turistica. Nel 2016 il trenino di Casella è stato il simbolo della Liguria che ripartiva dopo l’immobilismo del passato, oggi – conclude – il simbolo del cambiamento avviato a Genova e in Liguria e che non si fermerà più”.

“Novant’anni sono un traguardo importante – aggiunge l’assessore ai Trasporti e al Turismo di Regione Liguria Gianni Berrino – che siamo felici di celebrare insieme ai genovesi e a tutti coloro che oggi hanno voluto partecipare a questa festa. In questi ultimi anni abbiamo riportato il trenino all’antico splendore, garantendone al contempo il rinnovamento tecnologico anche grazie ai 18 milioni di euro stanziati dalla Giunta nell’ambito della nuova convenzione con il ministero dei Trasporti. Il nostro sguardo è rivolto al futuro – conclude Berrino – con la proroga al 2025 del contratto di servizio con AMT per garantire il mantenimento di questa infrastruttura, che regala scorci e panorami mozzafiato e richiama ogni anno migliaia di turisti, anche stranieri, alla scoperta del nostro bellissimo entroterra”.

All’augurio del presidente Giovanni Toti e dell’assessore Gianni Berrino, si uniscono i sindaci dei territori attraversati dal tracciato della ferrovia: Genova, Serra Riccò, Sant’Olcese e Casella.

“Genova e i genovesi celebrano i 90 anni del Trenino di Casella. Un simbolo che incarna il passato glorioso della nostra città pronto a regalarsi un futuro ancora più bello. Il trenino in questi novant’anni ha dimostrato di rivestire un ruolo fondamentale per Genova: sia come mezzo di trasporto per i tanti pendolari sia per i turisti che decidono di andare a visitare le meraviglie del nostro entroterra” dichiara Marco Bucci, sindaco di Genova.

“Oggi festeggiamo una grande Signora che, dopo 90 anni, è ancora un punto di riferimento per i territori che serve, grazie all’importante contributo di Regione Liguria – sottolinea Stefano Balleari, vicesindaco di Genova e assessore alla Mobilità – La ferrovia, che unisce Genova a Casella, è un servizio di trasporto utile per coloro che dai comuni della Città metropolitana raggiungono il centro e, al tempo stesso, affascinante per i turisti che partono alla sua scoperta e si lasciano sorprendere da panorami unici di luoghi ricchi di storia e tradizioni, facilmente raggiungibili proprio grazie allo storico trenino. AMT gestisce la ferrovia arricchendo così l’offerta multimodale a servizio della città che conta un sistema articolato fatto di autobus, filobus, metropolitana, nave, funicolari, ascensori e cremagliera, capace di rispondere efficacemente all’orografia caratteristica del territorio genovese”.

“Auguri trenino, 90 anni sono una gran bella età, un bel traguardo per lo storico trenino di Casella che svolge un ruolo importantissimo per il trasporto pubblico locale quale collegamento tra la nostra Valle la Valle Scrivia e la Valbisagno. La sua funzione dunque non è solo quella di attrattiva turistica ma fondamentale per il trasferimento dalla nostra valle al centro città. Sarebbe bello fosse ripristinata la stazione di Orero più fruibile dai nostri cittadini ma siamo grati a Regione Liguria per gli stanziamenti che hanno permesso di riattivare la linea nel 2016 e auspichiamo che il Governo attraverso i finanziamenti programmati nel “piano nazionale sicurezza ferrovie non interconnesse” la renda sempre più attiva e sicura” è l’augurio espresso dal Sindaco di Serra Riccò, Angela Negri.

“Festeggiare oggi questo compleanno rappresenta una scommessa vinta, perché la ripartenza del trenino è stata fortemente voluta da tutti: amministrazioni, gestore, volontari e, soprattutto comunità attraversate dalla ferrovia. Per i santolcesini questo compleanno va ben oltre ai novant’anni. Più di un secolo fa infatti i nostri concittadini stavano già lottando per modificare il progetto originale, che escludeva parzialmente Sant’Olcese dal percorso della ferrovia. Un’altra scommessa vinta, una scelta vincente, visto che il trenino rappresenta soprattutto per il nostro Comune un mezzo di trasporto pubblico fondamentale, oltre che uno straordinario veicolo di promozione turistica” dichiara Armando Sanna, sindaco di Sant’Olcese.

“L’Amministrazione di Casella ha accolto con entusiasmo l’invito di Regione Liguria, che ringraziamo, a collaborare all’organizzazione del compleanno per i 90 anni del trenino che collega il centro di Genova con l’entroterra anche perché uno degli obiettivi dei neoeletti e del sottoscritto è il rilancio di Casella sia come destinazione per giornate lontano dalla città sia come nuova meta residenziale. Per il futuro l’intenzione è quella di organizzare eventi ai quali partecipare arrivando a Casella proprio utilizzando il trenino così come per il ritorno in città, contando anche sulla collaborazione, come avvenuto per l’appuntamento del 1° settembre, dei negozianti e dei ristoratori che, in questa occasione, hanno contribuito a vestire a festa le vie del paese e predisposto menù ad hoc per chi parteciperà alla festa per il compleanno del trenino” dichiara Francesco Collossetti, Sindaco di Casella.

A chi gestisce la ferrovia, AMT, il compito di realizzare l’oggi e guardare al futuro.

“La ferrovia ha 90 anni ma è proiettata nel futuro; come tanti anziani di oggi è al passo con i tempi, aperta e disponibile alle nuove tecnologie. Continuiamo a introdurre nella Genova-Casella soluzioni innovative, nella manutenzione, nelle attività commerciali, nelle attività di controllo. Grazie ai finanziamenti di Regione Liguria, abbiamo poi un corposo programma di investimenti per la sicurezza. La immagino come un ponte, un raccordo tra i mezzi in uso quasi un secolo fa e le tecnologie attuali. Il suo fascino risiede in questa continuità e nelle bellissime località che collega. Deve sempre più diventare un’attrazione distintiva della città e del territorio che attraversa, senza però dimenticare il valore che ricopre come servizio di trasporto per i residenti delle valli genovesi” è l’augurio di Marco Beltrami, Amministratore Unico di AMT.

CARATTERISTICHE DELLA FERROVIA

La ferrovia Genova – Casella è un treno storico, a scartamento ridotto. Si snoda su un percorso lungo circa 25 km caratterizzato da forti pendenze, crinali appenninici e dirupi, quasi come una “ferrovia di montagna”; le curve caratterizzano infatti il 45% del tragitto per una pendenza massima del 45 per mille. La ferrovia parte da Genova Manin, a quota 93 metri, per giungere ai 410 metri del capolinea di Casella, dopo aver valicato Crocetta d’Orero, il punto più alto a 458 metri. Il trenino ha una forte valenza turistica in quanto permette di raggiungere le splendide campagne e valli alle spalle di Genova. Il suo fascino attira da sempre gli appassionati del mondo ferroviario, gli amanti della storia e i turisti che desiderano esplorare l’entroterra. Ogni anno la ferrovia è utilizzata da oltre centomila viaggiatori.
La nuova livrea celebrativa dei 90 anni, caratterizzata dal logo retrò ispirato alla storia della ferrovia, è stata realizzata e donata a Regione Liguria e ad AMT dalla società di Firenze STM Engeeniring, che sta eseguendo la progettazione del revamping di alcune macchine, compreso il locomotore storico 29.

I SERVIZI OFFERTI
Oltre al servizio ordinario quotidianamente programmato, i viaggiatori hanno la possibilità di prenotare treni speciali formati in particolare da vetture storiche caratteristiche del parco mezzi Genova – Casella. Si tratta di vetture che hanno nella loro unicità un fascino particolare, permettendo di effettuare veri “viaggi nel tempo”. Comitive autonome o agenzie di viaggio possono riservare carrozze e richiedere servizi dedicati.
Tutte le informazioni sulla ferrovia si possono consultare su www.ferroviagenovacasella.it

Manesseno in festa per il SS. Nome di Maria 2019

Da martedì 3 a domenica 8 settembre 2019 Manesseno celebra in grande stile la sua festa patronale. Tutti i dettagli religiosi, ludici e culturali nei manifesti ufficiali.

Tutti gli aggiornamenti anche sul sito www.crcanspimanesseno.it