SP2: si lavora a Sant’Olcese Chiesa e Piccarello

A partire da oggi nuovi lavori sulla strada provinciale 2 sul ponte di Pian del Mulino, in frazione Piccarello, nel tratto di strada interessato poche settimane fa dalle prove di carico. Si rinnovano i guard rail, un’opera attesa da molto tempo e che proseguirà lungo la provnciale. Operazioni di consolidamento a valle in stato avanzato a Sant’Olcese Chiesa, con risultati molto simili a quelle già di fato concluse a Vicomorasso e Tullo.  Un altro importante passo che la Città Metropolitana, nell’ambito del controverso Bando delle Periferie, sta attuando con il supporto del nostro Comune.

 

 

Forte Diamante: ora aiutateci a recuperarlo!

È questo l’appello del Sindaco che appare oggi sulle pagine de “Il Secolo XIX”. Un appello fatto da anni a tutti gli Enti a noi sovraordinati e al Comune di Genova, che annuncia inteventi sui forti del proprio territorio.

Il Diamante invece è a Sant’Olcese. Ovviamente un comune come il nostro non può permettersi senza aiuti superiori alcun intervento di restauro o di messa in sicurezza. Insomma, Genova è meravigliosa ma non bastano gli slogan, serve sedersi ad un tavolo tutti insieme. Sindaco metropolitano, Governatore, Ministro, alziamo il ritmo, noi ci siamo!

Ponte sul Secca: dal Ministero 300mila euro per la progettazione

Comunichiamo con piacere che con il decreto direttoriale del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti n. 16320 del 12/12/2019, sono stati stanziati 300mila euro per la progettazione dell’ “Adeguamento della rete di collegamento intercomunale nella Val Polcevera: nuovo ponte sul ttorrente Secca tra la SP3 e via Levi e nuova rete ciclopedonale”.

Una buona notizia che arriva da Città Metropolitana di Genova, destinataria di questo finanziamento atto a risolvere le problematiche connesse al c.d. “snodo di Mainetto”.

Questo primo risultato rappresenta il primo passo importante per un’opera fondamentale per la viabilità e la riqualificazione della zona.

Da tempo l’Amministrazione comunale si sta battendo infatti per la realizzazione di un nuovo ponte sul Torrente Secca e di una viabilità in sponda sinistra finalizzati a rafforzare e mettere in sicurezza i collegamenti viari tra i Comuni di Sant’Olcese e Serra Riccò.

Tale opera avrebbe diversi obiettivi: assicurare una migliore accessibilità agli abitanti del Comune localizzati in zona “Ligge” al polo di servizi di rango territoriale, nonché assicurare una adeguata accessibilità agli impianti sportivi di Villa Negrotto in Serrà Riccò.

L’opera infrastrutturale, coniugata con ulteriori interventi di riorganizzazione della rete ciclopedonale e di riqualificazione ambientale dell’ambito interessato, consentirebbe di superare la situazione di grave criticità e precariteà dovuta al fatto che le due sponde del torrente Secca sono attualmente collegate soltanto da un guado ed una passerella pedonale.
Per tali motivazioni l’Amministrazione nell’ambito dello schema di PUC intercomunale ha inserito tale infrastruttura, monitorando gli eventuali bandi ministeriali per attingere fondi necessari per uno studio di fattibilità.

Quando è stato pubblicato il bando del Ministero dell’Infrastrutture e dei Trasporti (DM171/2019) per l’erogazione di fondi finalizzati alla progettazione di fattibilità delle infrastrutture e degli insediamenti prioritari, il nostro Assessore all’urbanistica, Sara Dante, all’incontro in Città Metropolitana dell’11/10/2019 (prima della caduta del guado) non ha mancato di ribadire l’interesse del Comune a tale previsione, evidenziando il suolo di infrastruttura pubblica di interesse sovra comunale e, pertanto, ne ha chiesto l’inserimento all’interno della predetta proposta di accesso ai finanziamenti statali, che Città Metropolitana, quale soggetto beneficiario, a breve avrebbe dovuto presentare.

Tale “lotta” non è stata vana, la nostra proposta è stata accettata da Città Metropolitana che ha inserito l’opera tra le richieste di finanziamenti da inoltrare al Ministero ed, oggi, è arrivata la conferma che lo Stato erogherà le risorse necessarie da destinare allo studio di fattibilità dell’intera opera: Ponte sul Torrente Secca e viabilità in sponda sinistra.
Ora la palla passa a Città Metropolitana che dovrà avviare tutta la procedura per l’affidamento del servizio di progettazione.

Un primo passo verso la realizzazione di un “sogno nel cassetto”.

Bilancio metropolitano 2020-2022: Sant’Olcese vota contro

Si è riunita ieri la Conferenza metropolitana di Genova (presenti 44 sindaci su 67, tra cui il nostro Armando Sanna) per la discussione finale e l’approvazione del Bilancio di previsione 2020-2022 della ex provincia.

Una pratica fondamentale e complessa, che ha avuto quest’anno un iter non particolarmente felice fin dall’inizio. Il Consiglio metropolitano per l’approvazione del Bilancio di previsione era già infatti stato convocato a dicembre, senza che fosse inviata la documentazione relativa. Dopo una nuova convocazione subito dopo Natale, avvenuta senza rispettare i tempi previsti dal regolamento, si è poi arrivati alla giornata del 14 gennaio, nella quale le paure sui capitoli strade, personale e scuole si sono tristemente avverati.

Al di là delle dichiarazioni Sindaco metropolitano e del suo Vice, che sostiene aumentino sia le risorse per le scuole che quelle per le strade, i numeri sembrano invece dire tutt’altra cosa: una manovra lacrime e sangue per i comuni dell’entroterra, con pesanti tagli proprio su strade e scuole, oltre che sul personale.

Il nostro Comune esprime fortissima preoccupazione e una posizione nettamente contraria a questa manovra: una posizione espressa ufficialmente nella conferenza metropolitana con uno dei 5 voti contrari (con Sant’Olcese i comuni di Sestri Levante, Mele, Arenzano e Mignanego).

In un documento scritto da RSU Città Metropolitana di Genova già ad inizio anno si parlava del “50% di tagli alla manutenzione di scuole e strade e di tagli alla spesa corrente con sostanziale impossibilità di dare soluzione alle urgenti necessità assunzionali di ruoli e competenze fondamentali per gli uffici dell’ente, in particolare di tecnici da impegnare nei settori e nei servizi manutentivi”.

Inspiegabile poi la quadruplicazione del fondo di riserva, segno di mancata programmazione, con un occhio decisamente puntato sulle emergenze e non sulla prevenzione.

Le liste di minoranza in Consiglio metropolitano avevano presentato un emendamento dove si chiedeva l’aumento delle risorse sulle strade. Inoltre ci si interrogava sulla trasparenza per capire, nei capitoli oggetto di riduzioni, quali servizi fossero effettivamente colpiti da questi tagli. Si chiedeva anche che per il personale venissero messe in atto le assunzioni previste, oltre ad utilizzare correttamente il fondo di riserva, con una riduzione a favore degli altri comparti di spesa tagliati.

Istanze non accolte.

Risultato? Le strade che attraversano i nostri comuni rischiano di non essere più mantenute e curate, anche nella manutenzione ordinaria. Stessa sorte per gli edifici scolastici delle scuole superiori, non presenti sul nostro territorio ma frequentati da molti dei nostri ragazzi. E poi, la carenza di personale negli uffici della Città Metropolitana, che si tradurrà in meno servizi ai comuni.

Ancora una volta #GenovaMeravigliosa chiede sacrifici all’entroterra, al di la delle parole vuote sul suo rilancio. E noi, per quanto possa servire, vogliamo esprimere da subito e con chiarezza la nostra contrarietà.

Bando periferie e nuovo ponte di Arvigo: il mutuo di Natale

Proprio un anno fa, ai tempi del primo Governo Conte, avevamo espresso con un comunicato ufficiale la nostra profonda preoccupazione per la sospensione delle convenzioni del Bando Periferie, in riferimento al testo contenuto in uno degli emendamenti del decreto Milleproroghe dello scorso anno.

La decisione aveva causato il blocco dell’iter per la costruzione del nuovo ponte sul Sardorella in frazione Arvigo (1 milione e 300mila euro circa di finanziamento).

Una situazione inaccettabile. Ad un anno di distanza, grazie anche all’azione di ANCI, il bando rivive, ma con un’esposizione importantissima da parte del Comune che, invece di ricevere il finanziamento, deve esporsi con un mutuo che poi verrà rimborsato a consuntivo.

Grazie alla tenacia dell’azione amministrativa e, sopratutto, alla competenza e alla serietà dell’ufficio finaziario, il mutuo è stato concesso. Molto più che un semplice finanziamento, un lavoro complesso che restitusce dignità e credibilità agli Amministratori che ogni giorno sono impegnati per migliorare la vita delle loro comunità.

Ora la palla passa agli altrettanto validi funzionari dell’ufficio tecnico. Buon lavoro!

Prove di carico sul ponte di Pian del Mulino: chiusura temporanea (e presidiata) del traffico sulla sp2

La città metropolitana di Genova ha istituito, con ordinanza arrivata giovedì scorso in comune, il divieto di sosta e della temporanea interdizione della circolazione veicolare lungo la SP n. 2 di Sant’Olcese, tra le progr.ve km 3+700 e km 3+800 in Comune di Sant’Olcese (ponte di Pian del Mulino), il giorno martedì 10/12/19 dalle ore 09,00 alle ore 13,00.

Il Comune ha subito chiesto un incontro con il quale sono state stabilite le modalità operative con le quali si gestirà il traffico veicolare durante i lavori, dovuti alle prove di carico sul ponte.

Le interruzioni non saranno continue e le opportune deviazioni saranno gestite dalla polizia municipale.

Sarà anche garantito il transito ai veicoli impegnati in servizi di soccorso o di emergenza ed ai veicoli ATP, fatto salvo un periodo di attesa di alcuni minuti dovuto alle modalità operative delle verifiche in corso.

SP2: primi risultati sui lavori di consolidamento

Anche questi lavori sono stati un po’ rallentati da questo autunno pieno di insidie meteorologiche, ma i primi risultati cominciano a vedersi. Le operazioni di consolidamento e sostituzione delle protezioni a valle in corso in frazione Vicomorasso e nell’abitato di Tullo sono in via di completamento, salvo nuovi contrattempi.  Un altro importante passo che la Città Metropolitana, nell’ambito del controverso Bando delle Periferie, sta attuando con il supporto del nostro Comune e che prevede altri interventi nella parte più bassa della nostra provinciale principale.

 

 

Le rotonde di Manesseno

E la prima l’abbiamo sistemata. Il vuoto istituzionale derivante dall’abolizione della ex provincia è stato colmato inserendo il rifacimento della rotonda di ponte Pertini nei lavori sui marciapiedi Manesseno Arvigo. La competenza è provinciale ma il Comune ha chiesto (ed ottenuto …) il permesso di completare questo lavoro. In questo momento sono in corso le operazioni di tracciatura della segnaletica orizzontale.

Diverso è il discorso che stiamo portando avanti con il Comune di Genova oramai da anni e per il quale abbiamo sollecitato un nuovo incontro: la nuova rotonda di Manesseno. Per Genova forse siamo alla periferia dell’impero, per noi invece rimane un’opera imprescindibile per la sicurezza dei cittadini.

Speriamo che il Sindaco di Genova che, ricordiamolo, è anche Sindaco metropolitano, si accorga di questa priorità non solo santolcesina ma anche di molti genovesi che vivono, lavorano e transitano in quel tratto.

SP2: si lavora in località Tullo

A partire da oggi nuovi lavori sulla strada provinciale 2 vicino all’abitato di Tullo. L’operazione di consolidamento è molto simile a quella in frazione Vicomorasso, in fase di conclusione.  Un altro importante passo che la Città Metropolitana, nell’ambito del controverso Bando delle Periferie, sta attuando con il supporto del nostro Comune.

 

 

SP2: si lavora in frazione Vicomorasso

Nelle foto potete vedere i lavori sulla strada provinciale 2 in frazione Vicomorasso. Nel 2015 il tratto venne danneggiato da un evento alluvionale, e qualche mese fa c’era stato un altro lieve cedimento del manto stradale. Ora la Città Metropolitana, nell’ambito del controverso Bando delle Periferie, sta mettendo mano a questa parte di strada, con un importante lavoro di consolidamento. Il lavoro continuerà poi in numerose altre parti delle nostre provinciali con nuovi interventi di messa in sicurezza, a partire dalla SP43, oggetto di una prossima importante operazione, di cui vi daremo notizia a breve.

Di seguito il dettaglio tecnico degli interventi della ex provincia.

La riqualificazione continua in tutto il Comune

Nei giorni scorsi si sono concluse le prime operazioni di asfaltatura delle nostre provinciali. L’opera di riqualificazione, in collaborazione tra Comune e Città Metropolitana, proseguirà con la messa in sicurezza dei Guard Rail nei punti più critici, rifacimento di muretti di contenimento adiacenti alla strade, per concludersi con nuovi interventi di asfaltatura in altri punti, secondo il programma definito dal Bando Periferie (più di 1 milione di euro di investimento).

Intanto, le asfaltature proseguiranno nelle strade comunali. Ma la riqualificazione non si ferma a questo. Tra le operazioni più importanti, la partenza del primo lotto di marciapiedi da Manesseno ad Arvigo (100mila euro di investimenti appena approvati in Consiglio comunale), operazione che garantirà la messa in sicurezza del tratto di strada ed il rinnovo degli arredi urbani. Nella foto, la rimozione di una pensilina ATP ormai completamente inutilizzabile, che verrà sostituita al termine dei lavori con una più moderna e funzionale, come già fatto in altre zone del Comune, come a Sant’Olcese Chiesa e di fronte a Villa Serra. A proposito, imminente la sostituzione delle ringhiere proprio nelle adiacenze del parco.

In partenza le asfaltature delle Provinciali … e non solo

La nostra battaglia per far ripartire il bando periferie sta dando i primi frutti, almeno per ciò che riguarda le nostre strade provinciali.

Sono in partenza infatti i lavori di asfaltatura per la SP2 e la SP43; nello specifico, sarà terminato il tratto di Busalletta, iniziato pochi giorni prima del blocco imposto dal Governo. Asfalto anche per l’abitato di Sant’Olcese Chiesa e per tutta la parte più critica della SP2, quella a valle di Piccarello. E ancora sulla strada che porta a Torrazza ed il tratto che collega Campi alla Galleria di Pino. Merito di un lavoro incessante con Città Metropolitana per un’operazione che il nostro Comune aspetta da tanto tempo. A seguire, a partire da aprile, inizierà il lavoro anche sulle comunali, prime fra tutte le zone di ex-Garaventa di Torrazza da completare, per poi proseguire su gran parte delle strade comunali del territorio.

PROTERINA-3Évolution: compila il nuovo questionario sulla percezione del rischio

Il Progetto PROTERINA-3Évolution è un progetto finalizzato a migliorare la capacità delle istituzioni di prevenire e gestire, congiuntamente, il rischio alluvione. L’obiettivo generale del progetto, a cui il Comune di Sant’Olcese come noto partecipa attivamente, è rafforzare la capacità di risposta del territorio al rischio alluvioni attraverso la “costruzione” della consapevolezza delle istituzioni e delle comunità.

L’analisi necessita in questo momento un’ulteriore valutazione della percezione del rischio della cittadinanza a seguito il percorso partecipato sul tema del Piano di Emergenza Comunale. Quest’analisi viene condotta attraverso un nuovo questionario, in distribuzione in formato cartaceo presso la popolazione, le associazioni e gli uffici comunali.

Per la compilazione on line, trovate il link al questionario all’indirizzo http://www.vie-srl.com/proterina/ (clicca qui per il link diretto).

Progetto Stavoltavoto: nasce la Citizens’ App

Lo sapevi che puoi avere l’Europa nel palmo della tua mano? la Citizens’ App è una nuova applicazione mobile, progettata dal Parlamento europeo, per aiutare i cittadini a scoprire ciò che l’UE ha fatto, sta facendo e intende fare. Con uno sguardo alle prossime elezioni europee, la Citizens’ App consente a tutti, ovunque, di verificare i risultati raggiunti dall’UE, i lavori in corso, gli obiettivi futuri e di spiegare il ruolo del Parlamento europeo. L’applicazione dà accesso a informazioni e iniziative organizzate per argomento e per località. Può essere personalizzata ed è disponibile in ventiquattro lingue.

Il link per scaricarla lo trovi anche sul portale Stavoltavoto GenovaMetropoli, sviluppato da Città Metropolitana di Genova disponibile all’indirizzo stavoltavoto.cittametropolitana.genova.it , un’iniziativa promossa con il sostegno, tra gli altri, del Comune di Sant’Olcese.

Senso unico alternato sulla SP2 in frazione Vicomorasso

Per un lieve cedimento del manto stradale, la strada provinciale 2 in frazione Vicomorasso si percorre in senso unico alternato regolato da semaforo. Il tratto di strada interessato sarà ripristinato dalla città metropolitana presumibilmente già da lunedi. Prestare attenzione.