Rischio alluvione, qui il questionario per i cittadini di cinque comuni metropolitani | Notizie Metropolitane

Importante questionario nell’ambito del progetto Proterina per i nostri cittadini.

http://notizie.cittametropolitana.genova.it/2017/12/rischio-alluvione-qui-il-questionario-per-i-cittadini-di-cinque-comuni-metropolitani/

Annunci

Bando periferie e viabilità provinciale: passi avanti

Franco Senarega

Nei giorni scorsi importante riunione con il Consigliere delegato alla viabilità della Città metropolitana di Genova Franco Senarega per i Sindaci dei Comuni dell’alta Valpolcevera. Tema sul tavolo, il bando periferie, che vede Sant’Olcese in attesa dei lavori finanziati in quest’ambito, e non solo.

Confermati per la prossima estate i lavori sulle strade provinciali di Sant’Olcese, con interventi di messa in sicurezza per un totale di un milione e mezzo di euro. Confermata anche la partenza della realizzazione del ponte di Arvigo, un lavoro da 1,3 milioni circa. Per i progetti nel cassetto, già presenti e da tirare fuori, c’è l’allargamento del tratto di provinciale tra Sant’Olcese Chiesa e Tullo. Ecco uno dei prossimi obiettivi (complessi) da portare a casa.

Consiglio metropolitano: tutti gli eletti

Solida maggioranza di centrodestra nel nuovo consiglio metropolitano eletto con il voto di ieri dai sindaci e consiglieri comunali di 66 comuni su 67 della Città metropolitana di Genova (è esclusa Lavagna, commissariata): secondo i dati ufficiali dello scrutinio, terminato alle 12.55 di oggi, i 625 votanti, pari al 76,68% degli 815 aventi diritto al voto, hanno eletto consiglieri 11 candidati della lista di centrodestra ‘Per la Città metropolitana’, 5 di quella di centrosinistra ‘Patto metropolitano’ e 1 a testa per le due liste ‘Avanti Tigullio’ e ‘Coalizione civica per la Città metropolitana’, la prima composta esclusivamente di consiglieri comunali di Chiavari e la seconda presentata da formazioni politiche di sinistra.

Tra i volti noti della Valpolcevera è stata eletta Maria Grazia Grondona, Sindaco di Mignanego, sicuro referente per Sant’Olcese e gli altri Comuni della Valle, ancorché in un ruolo di minoranza.

Ecco i risultati ufficiali con i nomi degli eletti in ordine di voti ottenuti: ricordiamo che i voti ottenuti sono ponderati in base al peso demografico dei comuni a cui appartengono gli elettori, per esempio il voto di un consigliere comunale di Genova vale 1.097 e quello di un consigliere comunale di Sant’Olcese vale 118.

Per la Città metropolitana

1) Carlo Bagnasco, sindaco di Rapallo, 5.417
2) Guido Guelfo, sindaco di Lumarzo, 4.987
3) Stefano Anzalone, consigliere comunale di Genova, 4.343
4) Adolfo Olcese, sindaco di Pieve Ligure, 3.791
5) Salvatore Muscatello, consigliere comunale di Arenzano 3.679
6) Enrico Piccardo, sindaco di Masone, 3.358
7) Simone Ferrero, consigliere comunale di Genova, 3.291
8) Claudio Garbarino, consigliere comunale di Torriglia, 3.244
9) Franco Senarega, consigliere comunale di Recco, 3.172
10) Roberto Cella, consigliere comunale di Rezzoaglio, 3.144
11) Agostino Bozzo, consigliere comunale di Camogli, 3.077

Patto metropolitano

1) Elio Cuneo, sindaco di Coreglia Ligure, 5.244
2) Claudio Villa, consigliere comunale di Genova, 4.416
3) Enrico Pignone, consigliere comunale di Genova, 4.388
4) Maria Grazia Grondona, sindaco di Mignanego, 3.965
5) Stefano Damonte, consigliere comunale di Cogoleto, 3.937

Avanti Tigullio

1) Antonio Segalerba, consigliere comunale di Chiavari, 3.442

Coalizione civica per la Città metropolitana

1) Daniela Tedeschi, consigliere comunale di Arenzano, 1.564

Dei 18 nuovi consiglieri solo 6 sono consiglieri uscenti: 4 nella lista di centrodestra (Bagnasco, Anzalone, Olcese e Senarega) e 2 nella lista di centrosinistra (Pignone e Grondona). Solo 4, rispetto ai 7 del vecchio consiglio metropolitano, i consiglieri comunali di Genova. Il Tigullio ha 2 consiglieri, la Val Fontanabuona 2, il Golfo Paradiso 3, il Ponente 3, e infine 1 testa ne hanno le valli Stura, Polcevera, Trebbia-Scrivia ed Aveto.

Domani si vota per la città metropolitana di Genova

Domani domenica 8 ottobre si vota per il rinnovo del Consiglio metropolita­no di Genova.

Le elezioni si svolg­eranno dalle ore 8 alle 20, nell’unico seggio costituito presso la sede della Città me­tropolitana di Genova nei locali della Sala Arazzi, Piazzale Mazzini 2 a Genova.

Alle elezioni del co­nsiglio della Città metropolitana potran­no votare solo i sindaci e i consiglieri comunali dei comuni che formano l’ex pr­ovincia di Genova.

La Città metropolitana si occupa in particolare della pianificazione territoriale, dei sist­emi coordinati di ge­stione dei servizi pubblici, della scuola secondaria e della formazione, della mobilità e viabilità, del sostegno delle attività economiche e di ricerca innovat­ive e dei sistemi di informatizzazione e digitalizzazione.

Purtroppo le elezioni di secondo livello hanno eliminato il rapporto tra i cittadini e questa istituzione. Un filo che ancora una volta i comuni e i suoi consigli cercheranno di riannodare, partecipando con coscienza alle elezioni e cercando di tenere i rapporti con l’ex provincia nel miglior modo possibile.

Città metropolitana e Comune per la sicurezza delle strade


Dalla giornata di ieri fino a fine lavori per circa 2 settimane, in una operazione congiunta, Città metropolitana e Comune effettueranno le tracciature stradali su tutti i tratti delle strade provinciali. L’operazione si svolge in questo periodo di poco traffico. A distanza di 10 anni dall’ultima volta sarà tracciata anche la linea di mezzeria, che spesso ha creato contenziosi dopo gli incidenti perché cancellata. 

Anche Amiu sta collaborando alle operazioni e in questi giorni ha messo in campo mezzi spazzatrici per pulire le nostre strade. Una bella collaborazione fra enti per la sicurezaa ed il decoro delle strade principali del comune.

Il Comune ottiene il finanziamento per il nuovo ponte di Arvigo

arvigoponteL’amministrazione comunale di Sant’Olcese è lieta di annunciare, ricevuta la nota del Sindaco metroplitano Marco Doria, che il nostro Comune ha ottenuto il tanto atteso finanziamento per il nuovo ponte di Arvigo, oltre agli attesi miglioramenti sulla viabilità sulla sp2 di Sant’Olcese e la sp43 di Torrazza, in carico alla città metropolitana. Questi  interventi sul nostro territorio stanno infatti per essere finanziati dal Cipe nell’ambito del Bando periferie, al quale il Comune aveva aderito, forte del progetto già approntato da tempo.

Continua a leggere

Piano Strategico Metropolitano: domani a Villa Serra incontro con le Valli Polcevera e Scrivia

Città_metropolitana_di_Genova-Stemma

Incontro con le Valli Polcevera e Scrivia domani, martedì 10 gennaio alle 14.30 a Villa Serra, per la costruzione del piano strategico della Città metropolitana di Genova, lo strumento per definire gli obiettivi di sviluppo, integrazione e coesione dell’area vasta metropolitana con la partecipazione dei Comuni, delle comunità locali, di chi vive, studia e lavora sul territorio.

Interverranno amministratori e lo staff di pianificazione della Città metropolitana.
Il calendario degli appuntamenti successivi sul territorio e gli strumenti di partecipazione digitale sono online sul sito pianostrategico.cittametropolitana.genova.it

La città metropolitana programma gli interventi sulla SP2

Città_metropolitana_di_Genova-StemmaAbbiamo parlato più volte della pericolosità della strada provinciale 2 di Sant’Olcese. La città metropolitana si è impegnata in una riunione con il Sindaco a reperire nel 2017 le risorse necessarie per effettuare al più presto i seguenti lavori:

  • Bitumatura completa strada in vari tratti per un totale di 3,750 km.
  • Corridoio con barriera in diversi punti.
  • Ripristino del muro di sostegno al km 9,175.

Attendiamo con fiducia l’approvazione del bilancio e l’inizio dei lavori.

Cà Rasori: completata l’estensione della rete fognaria

Un impegno preciso preso in campagna elettorale era quello di sbloccare la difficile situazione dell’estensione della rete fognaria in via Cà Rasori, in frazione Vicomorasso. Ora, a lavori conclusi, possiamo dire che l’obiettivo sia stato raggiunto dopo molti anni di attesa. Andiamo avanti con la tabella di marcia stilata qualche tempo fa con ATO, che prevede importanti investimenti per il nostro territorio anche nei prossimi anni.

Trasporti: gli orari delle feste. Niente bus a Natale, trenino ridotto nei giorni di festa 

Orari ATP

Nonostante le nostre richieste, le aziende di trasporto pubblico hanno deciso di operare riduzioni di orario in questo periodo natalizio.

ATP comunica che dal 23 dicembre 2016 all’8 gennaio 2017, come di consueto entrerà in vigore il servizio invernale con tipologia “non di scuola”. L’azienda comunica inoltre che nella giornata del 25 dicembre 2016 (S. Natale) il servizio è sospeso e nella giornata del 1° gennaio (capodanno) 2017 il servizio è effettuato in modalità festiva dalle ore 13.00.

La decisione sul Natale arriva dai vertici di Atp in accordo con la Città metropolitana. Si è deciso infatti di contenere i costi (60 mila euro) a fronte di introiti ritenuti non sufficienti. Ovviamente, viste le condizioni aziendali e la decisione calata “dall’alto”, non esiste con l’azienda nessuna possibilità di dialogo, come da tempo accade.

La Ferrovia Genova – Casella, per il periodo natalizio manterrà invariato l’orario feriale e quello del sabato. Nelle giornate di domenica 25 dicembre, venerdì 1° gennaio, venerdì 6 gennaio sarà in vigore questo orario festivo:

– Partenze da Genova : 9.00 – 11.58 – 16.15 – 18.55

– Partenze da Casella: 7.35 – 10.30 – 14.50 – 17.32

Nella giornata di lunedì 26 dicembre, oltre al servizio festivo sopra indicato, verranno effettuate due corse aggiuntive alle 14.40 da Genova-Manin e alle 17.50 a Casella. Il Comune aveva chiesto ufficialmente più corse per il 6 gennaio per via della manifestazione della calza a Sant’Olcese Chiesa. Evidentemente i vertici dell’azienda non hanno per ora voluto cogliere questa opportunità. Ribadiremo le nostre richieste nell’interesse di tutti, almeno per altre due corse speciali come per il 26 dicembre.

Qui e non solo: il numero di Natale

70

Ecco in edicola il numero natalizio del bimestrale di vallata “Qui e non solo dintorni”. Un numero da acquistare per i numerosi contenuti che ci raccontano da un altro punto di vista molte vicende di Sant’Olcese che abbiamo già trattato.

Naturalmente in primo piano la rinascita di Preti con Angela, Cristina e Sara, le “Donne salva Preti” come vengono definite nel titolo del pezzo che riassume questo nuovo inizio della storica azienda santolcesina.

Rapporti con Governo, Regione e Città Metropolitana al centro di molti altri articoli del periodico. Tutti i Comuni attendono risposte dagli Enti Sovraordinati per la raccolta differenziata, festeggiano il Bando periferie (1,3 milioni di euro per Sant’Olcese). E poi si vigila su Poste e Trenino e si aspettano i fondi regionali per i progetti pronti nel nostro cassetto.

Sant’Olcese ha presentato infatti domande su tutte le opportunità presenti, ma ad oggi non abbiamo ottenuto alcun riscontro. Risposte attese su interventi fondamentali come la regimentazione acque di Bevegni o i marciapiedi in prossimità di Villa Serra che una realtà
come la nostra non ha la forza per compiere in autonomia.

Continua a leggere

Questa mattina un altro incidente sulla SP2: rassicurazioni dalla Città Metropolitana

Città_metropolitana_di_Genova-Stemma

Questa mattina a Piccarello un altro incidente, per fortuna senza conseguenze, ha riproposto ancora una volta il problema della pericolosità della Provinciale. Per fortuna i blocchi “New Jersey” hanno posizionati dalla Città Metropolitana hanno retto. Nello stesso momento, il Sindaco era in riunione con i funzionari dell’Ente sopracitato per ottenere qualche rassicurazione, atteso che il Comune non può spendere un solo euro su questa tipolgia di strada.

Ebbene, la Città Metropolitana ha assicurato che nel corso del 2017 verranno sostituite le barriere danneggiate o non più idonee e che verrà effettuata la bitumatura più consona per i tratti più pericolosi o che necessitano matutenzione straordinaria. Il Comune sta facendo il possibile. A volte non basta, come dice un nostro lettore sulla nostra pagina questa mattina. Vero, cercheremo di fare di più, a cominciare dal rendere pubblico un impegno che speriamo venga presto formalizzato.

Incidente a Prato Quartino: aggiornamenti

Come avrete potuto leggere su vari media locali, un’auto è precipitata nel fiume Sardorella in seguito ad un incidente mentre stava percorrendo via Pratoquartino sulla provinciale di Sant’Olcese.

La prima cosa su cui ci preme aggiornarvi sono le condizioni del nostro cittadino, un ottantenne di Torrazza, che era alla guida del mezzo. Fortunatamente sopravvissuto alla considerevole caduta, una volta recuperato è stato affidato ai soccorritori che lo hanno inviato all’ospedale San Martino di Genova in codice rosso.

Le ultime notizie che ci arrivano dalla famiglia sono di condizioni di salute che permangono molto critiche ma stabili. L’uomo si trova in terapia intensiva e non può ancora considerarsi fuori pericolo.

Infine vogliamo ribadire che, dal momento della nostra elezione, abbiamo sollecitato più volte l’intervento della città metropolitana nel tratto di strada interessato da questo ed altri incidenti per migliorarne la sicurezza. Ma questo ente è stato svuotato negli ultimi anni di risorse, mentre rimangono le sue competenze sulle strade. E finché sarà il nostro interlocutore, continueremo a lottare per ottenere gli interventi minimi necessari a migliorare le condizioni della strada principale del nostro Comune.

Mensa scolastica: parlano di noi a Rai Tre!

Nella puntata di questa sera del programma di Rai Tre dedicato all’alimentazione si parlerà di ristorazione scolastica. E, tra gli esempi positivi,  un piccolo spazio ci sarà anche per il servizio avviato da poco più di un mese nel nostro comune. 

Piccole-grandi soddisfazioni soprattutto per la qualità della vita dei nostri cittadini. 

Riportiamo di seguito il comunicato stampa della Rai. 

RAI3: INDOVINA CHI VIENE A CENA

Focus sulle mense scolastiche e il cibo bio

07/11/2016 – 21:05

Nella puntata “Mens sana” della trasmissione “Indovina chi viene a cena” in onda lunedì 7 novembre alle 21,05 su Rai3, sotto la lente d’ingrandimento le mense scolastiche e le due novità del momento: il panino libero (al quale si è opposto anche il Ministero della salute e il sindaco di Torino) e la scelta vegana senza obbligo di presentazione di un certificato.  
La trasmissione presenterà per la prima volta l’applicazione creata ad hoc per i genitori che consente di valutare sulla base di un punteggio il valore nutrizionale della mensa del proprio figlio. Il servizio poi mostrerà l’opacità dell’etichettatura del cibo con la materia prima biologica e l’inadeguatezza di molti menu italiani che si rifanno alle linee guida del ministero della Salute, linee guida incredibilmente non aggiornate sulla base degli studi più recenti e delle raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, che consigliano di non somministrare salumi ai bambini e di ridurre l’eccesso di proteine animali. Non mancano poi i modelli positivi, come Reggio Emilia e sette comuni della provincia di Genova, che abbattono i costi pur garantendo cibo biologico al 95% e pesce fresco.