Bilancio trasparente: il rendiconto 2019

PEG

E’ disponibile nella sezione “Bilancio Trasparente” del nostro blog un estratto della documentazione  del rendiconto 2019 del nostro Ente, che costituisce il momento conclusivo del complesso processo di programmazione e controllo.

La funzione basilare del rendiconto è fornire, in una visione annuale della situazione contabile dell’ente, il punto esatto delle procedure amministrative, la valutazione dell’opera attuata, da cui ripartire per attivare la successiva linea di azione.

Il bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2019 è stato approvato e gestito tenendo conto della legge finanziaria 2019 e della relativa disciplina sul pareggio di bilancio nonché della normativa prevista in materia di armonizzazione contabile con i principi di competenza finanziaria potenziata operati attraverso: il riaccertamento ordinario dei residui, il fondo crediti di dubbia esigibilità e il fondo pluriennale vincolato.

L’obiettivo perseguito, come per i precedenti esercizi, è stato quello di continuare ad offrire alla cittadinanza servizi adeguati portando a compimento opere e intraprendendo interventi volti alla valorizzazione delle strutture pubbliche e del territorio nel rispetto delle regole di finanza pubblica, mantenendo invariate le aliquote IMU e cercando di comprimere il più possibile le tariffe TARI, nei limiti dei margini di discrezionalità consentiti dal metodo normalizzato (definizione dei coefficienti e delle riduzioni tariffarie), sia per le utenze domestiche che per quelle non domestiche.

Il rendiconto si chiude con un avanzo di amministrazione complessivo di € 1.011.647,45, composto dalle seguenti voci:

– parte accantonata € 929.638,32;
– parte vincolata € 23.895,64;
– parte destinata agli investimenti € 7.710,60;
– parte disponibile € 50.402,89.

Per quanto riguarda l’esercizio 2019, il Comune di Sant’Olcese è dunque riuscito a rispettare le prescrizioni normative in materia di Equilibri di Finanza Pubblica. Tutti purtroppo siamo a conoscenza del momento di estrema difficoltà che l’intero Paese sta vivendo a causa della nota emergenza sanitaria, che determinerà pesanti conseguenze sull’economia del territorio e purtroppo anche sui nostri bilanci e sugli equilibri futuri, per non parlare dei problemi del dissesto idrogeologico del nostro territorio e delle difficoltà al reperimento fondi per la prevenzione e la manutenzione.

In quest’ottica, a fine mese verranno ratificate dal Consiglio comunale le misure di cui abbiamo già parlato (mutuo da 350mila euro per fronteggiare il dissesto idrogeologico) e verrà utilizzata la parte disponibile dell’avanzo, in parte sempre in ambito sicurezza del suolo ed in parte per la manutenzione straordinaria di alcuni plessi scolastici in vista della riapertura.

Maltempo 20-21 dicembre 2019: la Protezione civile approva il piano degli interventi

Il capo del dipartimento della Protezione civile nazionale Angelo Borrelli ha approvato il piano degli interventi di somma urgenza chiesti dalla Regione Liguria.

A quanto si apprende da fonti regionali, si tratta di 13 milioni di euro di fondi riguardanti l’integrazione dello stato di emergenza attivato a ottobre 2019, che era stato esteso per comprendere i danni causati dalle diverse ondate di maltempo che avevano colpito la Liguria nell’autunno scorso.

Il Comune di Sant’olcese aveva richiesto circa 50mila euro per lavori già eseguiti in somma urgenza, mentre aveva stimato in 170mila i lavori ancora da finanziare. Questa delibera dovrebbe chiudere la partita (finalmente) sui lavori già eseguiti.

Consiglio comunale convocato per martedì 30 giugno

Sant'Olcese

Il Consiglio comunale è convocato in sessione ordinaria per martedì 30 giugno 2020 alle ore 18.15 presso la sala consiliare del Centro socio culturale di Via Gramsci 9.

La seduta sarà chiusa al pubblico ma visibile in diretta sulla pagina Facebook Sant’Olcese Inform@.

Rendiconto di Bilancio 2019 primo piano negli argomenti in agenda. Un programma dove si parlerà anche del Regolamento consiliare, di IMU, della comunità alloggio e dell’asilo nido di Manesseno.

Di seguito gli argomenti trattati:

Continua a leggere

Difesa del suolo: il Comune stanzia 350 mila euro per le frazioni alte

La Giunta comunale ha appena approvato una variazione di bilancio, che sarà ratificata nel prossimo Consiglio comunale, per affrontare le urgenze che attendono risposte da Regione e Governo da ormai troppo tempo, oltre ai danni dell’ultimo “temporale estivo”.

Noi andiamo avanti, nonostante tutto, accendendo un nuovo mutuo che graverà necessariamente sulle spese correnti dell’ente ma che non poteva attendere oltre. Se gli enti a noi sovraordinati si dovessero invece ricordare dei Comuni dell’Entroterra, faremo le nostre valutazioni sulla gestione di questo capitale, sempre nell’ottica del benessere dei nostri cittadini.

Bilancio trasparente: documenti 2020 on line

bilancio

Sono disponibili nella pagina dedicata i documenti del bilancio di previsione appena approvato. Una selezione della documentazione utile per capire le decisioni ed i conti del nostro Comune.

Per la documentazione ufficiale e completa, è naturalmente a disposizione il sito istituzionale dell’ente, riferimento principale e simbolo di massima trasparenza certificato a tutti i livelli.

Buona lettura!

Dal Governo primi aiuti concreti ai Comuni

Poco più di 71mila euro. È il 30% del contributo 2020 per le funzioni fondamentali (anche in relazione alle minori entrate per l’emergenza Covid-19), che il ministero dell’Interno ha messo in pagamento per Sant’Olcese.

Una prima tranche del contributo destinato a favore di comuni, province e città metropolitane, attinto dal fondo di 3,5 miliardi di euro, istituito dal decreto-legge 19 maggio 2020 n. 34, per concorrere appunto ad assicurare le risorse necessarie all’espletamento delle funzioni fondamentali.

Le risorse previste dall’art. 106, comma 1, del decreto “rilancio” sono erogati in acconto per una somma pari a complessivi 900 milioni di euro per i comuni e a complessivi 150 milioni di euro per province e città metropolitane.

La ripartizione per ciascun ente locale è stata effettuata in proporzione alle previste tipologie di entrate al 31 dicembre 2019, risultanti dal Sistema informativo sulle operazioni degli enti pubblici (Siope).

Ora si tratterà di capire nel dettaglio le modalità di impiego di queste risorse nel bilancio comunale.

Fase 2: bilancio, associazioni e scuole nelle parole del Sindaco

Nella prima intervista “vis a vis” dopo il lockdown, il Sindaco Armando Sanna parla a “La Polcevera” dell’approvazione del bilancio, che guarda più al sociale dando una mano a chi ha bisogno, e delle difficoltà in questa fase di ripresa.

Vicinanza alle associazioni e preoccupazione per la ripartenza delle scuole a settembre sono solo alcuni dei temi toccati nell’intervista.

Consiglio comunale convocato per giovedì 28 maggio

Sant'Olcese

Il Consiglio comunale è convocato in sessione ordinaria per giovedì 28 maggio 2020 alle ore 18.30 in video conferenza.

Tutte le delibere connesse al Bilancio di Previsione 2020-2022 in primo piano negli argomenti in agenda. Un programma molto corposo, dove si parlerà anche del Consiglio dei Ragazzi, di Giorgio Lorefice e di Servizi di Asilo Nido e Scuola dell’Infanzia.

Di seguito gli argomenti trattati:

Continua a leggere

Qui e non solo: Sant’Olcese al tempo del virus

Ecco in edicola numero di maggio 2020 del bimestrale di vallata “Qui e non solo dintorni”.

Tutto ruota ovviamente intorno al periodo difficilissimo che stiamo vivendo, che ha rallentato ma non certo fermato il ritmo della comunità santolcesina.

Tante rinunce: dai progetti di valorizzazione dell’entroterra alle sagre, dai progetti sui lavori pubblici alla promozione della mobilità elettrica. E tanto altro. Trenino, Villa Serra (un interessante articolo è proprio dedicato al futuro del nostro parco) e, soprattutto, la difficoltà della nostra gente. Li si sono riversate tutte le residue risorse del Comune, con i Sindaci lasciati soli o quasi dalle altre istituzioni. “Speriamo che la fase 2 sia gestita meglio”, chiosa amaro il nostro Sindaco.

Il momento della ripartenza, appunto, viene giudicato ancora più delicato dalla giovane giunta di Sant’Olcese. Chi guida il
paese vanta un’età media tra le più basse di valle. Il plauso più grande della giunta è rivolto proprio ai ragazzi: “Estremamente responsabili. Hanno rispettato l’ordinanza in modo ligio”, conclude Armando.

Maggio sarà il mese del Bilancio. La Giunta ha deciso di non aumentare le tasse e sta valutando una sospensione di sanzioni e interessi su IMU e un rinvio della TARI. Anche se esiste un’oggettiva difficoltà di cassa in merito alla liquidità, l’orientamento resta quello di convogliare come detto il più possibile le risorse su chi ha più bisogno.

Segnaliamo infine anche un bellissimo articolo che ricorda la nostra Iris che, come tante altre persone più o meno conosciute, non abbiamo potuto salutare come avremmo voluto in questo momento davvero difficile.

Per approfondire questi e gli altri temi abbonati al magazine, al costo annuale di 14 euro.

Per ulteriori informazioni:

Direzione: Via V. Veneto 137/11
16018 Mignanego
Cell. 328.2020805
redazionequi@gmail.com

Coronavirus, al Comune di Sant’Olcese 30mila euro: il commento del sindaco

Qualche puntino sulle “i” per questo anticipo di soldi “nostri”, cioè della comunità, arrivati oggi a Sant’Olcese. Ne ha parlato il Sindaco ieri in collegamento con Primocanale.

Non un euro in più (per ora) nelle casse del Comune, ma una buona liquidità e tanto lavoro da fare per distribuire i buoni alimentari a chi ne ha più bisogno.

Guarda l’intervista cliccando qui.

Coronavirus: risorse governative ai Comuni? Si lavora aspettando l’ufficialità

Il governo ha annunciato ieri risorse per i Comuni e un fondo emergenza alimentare per fronteggiare la situazione venutasi a creare a causa dell’epidemia. Antonio Decaro, Presidente di ANCI preannunciava un “provvedimento a zero burocrazia per dare risposta immediata a chi ha bisogno di beni di primissima necessità. I Comuni fanno la loro parte. Non lasceremo indietro nessuno”.

In attesa di poter studiare le carte, quello che emerge dalle prime bozze è che il Comune di Sant’Olcese avrà circa 30mila euro, decurtati inizialmente dal Fondo di Solidarietà comunale (quindi dagli stessi fondi dell’Ente) che dovrà spendere solo per distribuire generi alimentari di prima necessità alle famiglie colpite.

Detto fondo, non si ancora come e quando, verrà reintegrato. Quindi, in pratica niente soldi ai Comuni per ora, ma solo un’indicazione piuttosto perentoria di come spendere i propri. Il Comune, tramite presumibilmente i propri Servizi sociali, dovrà individuare i criteri, gli esercizi commerciali e la platea di beneficiari che sono in difficoltà a causa del Covid-19 e che prioritariamente non abbiano accesso ad altri benefici.

Sarà nostra cura comunicare i tempi ed i modi di accesso a queste misure, una volta che gli uffici avranno predisposto tutti gli strumenti per erogarli.

Questa è la situazione VERA ad oggi, emersa dopo una domenica in chat con Giunta e Segretario comunale. Si lavora a fari spenti, lontano dai riflettori, senza nessuno a cui poter delegare compiti e responsabilità. Questa è la Politica che vorremmo venisse fatta ad ogni livello. Constatiamo con amarezza come purtroppo non sia così, neanche in questo momento.

Somme urgenze: dalla protezione civile 50mila euro per Sant’Olcese

E’ stato predisposto dalla Giunta regionale il piano degli interventi per rifondere i Comuni liguri di tutte le risorse necessarie a coprire le somme urgenze e le opere di prima emergenza a seguito del maltempo che ha colpito la Liguria dal 14 ottobre fino a fine novembre 2019.

I 112 milioni in arrivo dal Dipartimento nazionale di protezione civile consentiranno di coprire il 100% delle somme urgenze e dare un po’ di ristoro ai Comuni dopo gli eventi di maltempo che si sono abbattuti un po’ ovunque in Liguria, procurando danni stimati per circa 500 milioni.

Il dipartimento regionale di protezione civile ha stilato l’elenco dei Comuni beneficiari con i finanziamenti, a copertura degli interventi già eseguiti, sulla base delle richieste provenienti dal territorio.

Per Sant’Olcese circa 50mila euro che permettono di coprire le spese sostenute e prontamente segnalate. il dettaglio degli interventi è riportato nel prospetto allegato all’articolo. Un bel sospiro di sollievo.

Bilancio metropolitano 2020-2022: Sant’Olcese vota contro

Si è riunita ieri la Conferenza metropolitana di Genova (presenti 44 sindaci su 67, tra cui il nostro Armando Sanna) per la discussione finale e l’approvazione del Bilancio di previsione 2020-2022 della ex provincia.

Una pratica fondamentale e complessa, che ha avuto quest’anno un iter non particolarmente felice fin dall’inizio. Il Consiglio metropolitano per l’approvazione del Bilancio di previsione era già infatti stato convocato a dicembre, senza che fosse inviata la documentazione relativa. Dopo una nuova convocazione subito dopo Natale, avvenuta senza rispettare i tempi previsti dal regolamento, si è poi arrivati alla giornata del 14 gennaio, nella quale le paure sui capitoli strade, personale e scuole si sono tristemente avverati.

Al di là delle dichiarazioni Sindaco metropolitano e del suo Vice, che sostiene aumentino sia le risorse per le scuole che quelle per le strade, i numeri sembrano invece dire tutt’altra cosa: una manovra lacrime e sangue per i comuni dell’entroterra, con pesanti tagli proprio su strade e scuole, oltre che sul personale.

Il nostro Comune esprime fortissima preoccupazione e una posizione nettamente contraria a questa manovra: una posizione espressa ufficialmente nella conferenza metropolitana con uno dei 5 voti contrari (con Sant’Olcese i comuni di Sestri Levante, Mele, Arenzano e Mignanego).

In un documento scritto da RSU Città Metropolitana di Genova già ad inizio anno si parlava del “50% di tagli alla manutenzione di scuole e strade e di tagli alla spesa corrente con sostanziale impossibilità di dare soluzione alle urgenti necessità assunzionali di ruoli e competenze fondamentali per gli uffici dell’ente, in particolare di tecnici da impegnare nei settori e nei servizi manutentivi”.

Inspiegabile poi la quadruplicazione del fondo di riserva, segno di mancata programmazione, con un occhio decisamente puntato sulle emergenze e non sulla prevenzione.

Le liste di minoranza in Consiglio metropolitano avevano presentato un emendamento dove si chiedeva l’aumento delle risorse sulle strade. Inoltre ci si interrogava sulla trasparenza per capire, nei capitoli oggetto di riduzioni, quali servizi fossero effettivamente colpiti da questi tagli. Si chiedeva anche che per il personale venissero messe in atto le assunzioni previste, oltre ad utilizzare correttamente il fondo di riserva, con una riduzione a favore degli altri comparti di spesa tagliati.

Istanze non accolte.

Risultato? Le strade che attraversano i nostri comuni rischiano di non essere più mantenute e curate, anche nella manutenzione ordinaria. Stessa sorte per gli edifici scolastici delle scuole superiori, non presenti sul nostro territorio ma frequentati da molti dei nostri ragazzi. E poi, la carenza di personale negli uffici della Città Metropolitana, che si tradurrà in meno servizi ai comuni.

Ancora una volta #GenovaMeravigliosa chiede sacrifici all’entroterra, al di la delle parole vuote sul suo rilancio. E noi, per quanto possa servire, vogliamo esprimere da subito e con chiarezza la nostra contrarietà.

Consiglio comunale convocato per il 19 dicembre

Sant'Olcese

Il Consiglio comunale è convocato in sessione straordinaria per giovedì 19 dicembre 2019 alle ore 18.30 presso la sala consiliare allestita nel Centro socio culturale di via Gramsci 9 a Manesseno.

Un consiglio in cui si discuteranno molte importanti delibere di fine anno relative a patrimonio, bilancio, lavori pubblici, urbanistica, servizi sociali e ambiente.

La cittadinanza è invitata a partecipare.

Di seguito gli argomenti trattati:

Continua a leggere

Consiglio comunale convocato per il 26 settembre

Sant'Olcese

Il Consiglio comunale è convocato in sessione straordinaria per giovedì 26 settembre 2019 alle ore 18.30 presso la sala consiliare allestita nel Centro socio culturale di via Gramsci 9 a Manesseno.

Un consiglio in cui si discuteranno le delibere finanziarie relative alle variazioni al bilancio di previsione e all’approvazione del bilancio consolidato. In Ordine del Giorno anche importanti delibere su scuole paritarie e alloggi gestiti dal Comune.

La cittadinanza è invitata a partecipare.

Di seguito gli argomenti trattati:

Continua a leggere