Domani torna il Mercato in Piazza

MercatoNovDic

Torna domani l’appuntamento del Mercato a Km0, come tutti i secondi Sabato del mese: vi aspettiamo!

Annunci

Il dolce ronzio … di Piccarello

Tra le aziende santolcesine debuttanti al Mercatino a Km0, oggi vi presentiamo l’apicoltura “Dolce ronzio”, con sede in via Rosselli 7 (chiamate il 3277483046 prima di andare). Ecco la presentazione tratta dalla pagina Facebook ufficiale.

Dalla passione smisurata per la natura , dopo molti anni di studi, nasce questa nostra piccola realtà “Dolce Ronzio”, grazie alla quale stiamo provando a realizzare i nostri sogni di poter lavorare a contatto con la natura e di fare un lavoro utile dal punto di vista ambientale.

Sono entrato a far parte di questo mondo forse per caso , in un momento dove le strade erano molte ma non troppo chiare , senza pormi più limiti mi sono lanciato , del tutto inconsapevole , con l’aiuto della mia Dolce metà , molto timoroso ( E se mi pungono? Sarò allergico? Sarò capace?).

Ho fatto le prime telefonate per cercare qualcuno che mi insegnasse e , trovatolo alla prima chiamata , quando il mio “Master” mi ha aperto la prima Arnia davanti agli occhi la via è diventata chiara , è stato amore a prima vista , un esplosione di meraviglia e curiosità e voglia di sapere e di fare!

Le Api mi hanno rapito il cuore !

Così cercando di imparare il più possibile (e con le api ho capito che non smetterò mai di imparare) , con la mia compagna e scortati dal nostro fedele Rufy abbiamo intrapreso questa avventura sperando che possa durare una vita 🙂

Sant’Olcese va in città 

Da domani, 26 Ottobre, le peculiarità del nostro territorio si potranno trovare anche in pieno centro a Genova, grazie al progetto Diaghonatura, ideato da Chiara Vassallo, proprietaria del negozio Diaghonal e Santolcesina doc.

Dall’amore per il suo territorio ed i suoi prodotti, è  nata l’idea di Chiara di allestire nel suo negozio di Via DAnnunzio un punto in cui far conoscere anche alle persone non locali le peculiarità della Valpolcevera: ed è  così che da domani si potranno trovare presso Diaghonal i salumi di SantOlcese, i formaggi dell’azienda Forte Diamante, frutta e verdura dell’azienda agricola Tortonesi e dell’azienda Medicina, sciroppo di rose dell’azienda Prato, i dolci di Preti e tanto altro ancora.

Una bella vetrina per il nostro territorio, brava Chiara!

Mercato in piazza: gli appuntamenti di settembre ed ottobre

contadini

Segnatevi le date di settembre ed ottobre del nostro mercatino, ormai un appuntamento fisso e molto gradito dai santolcesini. Il punto di ritrovo è, come sempre, in Piazza Matteotti, per la vendita diretta sul nostro territorio dei prodotti a Km0, a cura del Comune e della consulta giovanile.

Domani non dimenticare il mercato in piazza!

contadini

Domani sabato 11 febbraio dalle 8:30 alle 13 torna, come tutti i secondi sabati del mese, l’appuntamento fisso con il Mercato in Piazza.

Il ritrovo è, come sempre, in Piazza Matteotti: saranno presenti gli agricoltori e allevatori che, riproporranno anche domani la vendita diretta sul nostro territorio dei prodotti a Km0.

Non mancate!

Torna il mercato in piazza!

contadini

Sabato 14 Gennaio, dalle 8;30 alle 13;00, torna il Mercato in Piazza.

L’appuntamento è, come sempre, in Piazza Matteotti: saranno presenti gli agricoltori e allevatori che, sfidando il freddo di questo Gennaio, continueranno anche nel 2017, ogni secondo sabato del mese, la vendita diretta sul nostro territorio dei prodotti a Km0.

Venite a trovarci!

Da Inchiostro Fresco: La rete dei produttori locali tra Campomorone, Sant’Olcese e Serra Riccò

Valpolcevera, i mercati agricoli a chilometri zero sono una realtà

La Valpolcevera sta riscoprendo la sua identità di vallata agricola alle porte di Genova e promuove i prodotti locali con i mercati a chilometri zero. L’iniziativa viene portata avanti, una volta al mese, a Campomorone (il comune capofila dell’iniziativa), Sant’Olcese e Serra Riccò. Obiettivo a brevissimo termine è una rete tra i comuni, per creare un marchio che identifichi i prodotti della Valpolcevera.

L’Inchiostro Fresco ha intervistato gli assessori competenti dei tre comuni, ovvero Ermina Rebora (Campomorone), Angela Negri (Serra Riccò) e Simona Lottici (Sant’Olcese), nonché Francesco Cassissa, della Consulta Giovani di Sant’Olcese che si è occupata di questo progetto.

«Siamo stati come Campomorone il comune capofila in Valpolcevera» ci spiega l’assessore Ermina Rebora «siamo partiti a maggio di quest’anno e ogni ultimo sabato del mese allestiamo il mercato dei produttori locali nella centrale Piazza Marconi, in contemporanea con il mercatino dell’antiquariato», nel mercato a km zero, prosegue l’assessore Rebora «abbiamo coinvolto inizialmente gli agricoltori presenti sul territorio del nostro comune, allargandoci poi ai comuni limitrofi, l’ambito geografico è quello dell’alta Valpolcevera ma non escludiamo affatto di “allargarci” al Muncipio V di Genova», il Comune di Campomorone ha inoltre predisposto un regolamento proprio per il mercato a km zero «abbiamo scelto di chiamarlo “Mercato del Contadino”» dice Ermina Rebora «chi viene può trovare latte, formaggi, prodotti stagionali della terra, ma anche derivati come marmellate, sciroppi di rose ed altro ancora».

Quasi in contemporanea con Campomorone il “Mercato del Contadino” è arrivato a Serra Riccò «abbiamo iniziato anche noi con il mese di maggio» fa presente l’assessore Angela Negri«inizialmente avevamo deciso di tenerlo una volta al mese, in un infrasettimanale, nella frazione di Castagna e una volta al mese a Pedemonte, per maggiore visibilità abbiamo deciso di tenere entrambi i mercati in Piazza Poggi a Pedemonte». L’idea, spiega l’assessore Negri «è nata per promuovere le numerose realtà agricole presenti sul nostro territorio, al nostro mercato ne partecipano circa una quindicina portando prodotti di eccellenza». Il comune di Serra Riccò, tramite la Consulta delle attività produttive sta inoltre cercando, come ci fa presente l’assessore Angela Negri «di riprodurre varietà antiche di frutta e ortaggi partendo dal seme originale», l’obiettivo finale, prosegue Angela Negri «è quello di lavorare tutti assieme, non come singoli comuni ma come Valpolcevera, insieme si fa rete e noi vogliamo valorizzare e pubblicizzare il nostro prodotto». A Serra Riccò si terrà inoltre un mercatino del contadino “straordinario” l’8 dicembre assieme al tradizionale mercatino di Natale.

Ha preso il via infine oggi stesso il mercato del contadino di Sant’Olcese, in Piazza Matteotti a Manesseno. Simona Lottici, assessore del comune ci spiega «siamo il terzo comune ad aderire, era un desiderio della nostra amministrazione ma anche una richiesta dei cittadini, sono queste le realtà che fanno vivere il territorio ed è bello farle conoscere a tutti»  realtà importanti per il territorio della Valpolcevera, spesso prodotti da aziende agricole a conduzione famigliare«purtroppo i produttori spesso vengono “tartassati” dalla grande distribuzione e non possono permettersi spesso degli aiuti, proprio per questo vogliamo dare visibilità alle nostre eccellenze del territorio» prosegue l’assessore Simona Lottici «vogliamo arrivare al discorso corale tra i comuni, probabilmente partiremo dal mese di gennaio con una rete unica per la Valpolcevera, più siamo e più le cose sono pubblicizzate meglio è» conclude l’assessore Lottici « vogliamo arrivare ad un marchio comune che abbia dietro il lavoro delle tre amministrazioni».

Le questioni dell’agricoltura a chilometri zero coinvolgono anche i giovani, Francesco Cassissa, della Consulta Giovanile di Sant’Olcese spiega «siamo un organo che si pone tra il Comune e la fascia di età tra i quindici e i trent’anni, siamo portavoci delle necessità dei giovani e “cuscinetto” dell’altra parte, il Comune si può porre verso di noi e noi verso di loro. Siamo quaranta e tra di noi ci sono interessi diversi» prosegue Francesco Cassissa, che dice «in questo caso l’idea è nata da me ed ho trovato condivisione dell’idea, ci siamo visti con l’assessore Lottici e la Pro Loco» anche la consulta Giovanile, come ci fa presente Cassissa spinge per la rete fra i tre comuni e «stiamo lavorando per una promozione tramite internet e i social network dei nostri mercati e dei nostri produttori in modo da farli conoscere anche al di fuori del nostro territorio».

Torna il mercato a Km0, torna il Mercato in Piazza

mercatino

Sabato 15 Ottobre, dalle 8 alle 13, torna il Mercatino a Km0 a Manesseno, in Piazza Matteotti.

Le date calendarizzate sono già tre:

Sabato 15 Ottobre

Sabato 12 Novembre

Sabato 15 Dicembre

Venite a scoprire i prodotti del nostro territorio, direttamente dagli agricoltori e allevatori che li producono. Vi aspettiamo!

Manesseno: mercato in piazza in arrivo!

Arriva a Sant’Olcese il mercato alimentare itinerante! Prima tappa a Manesseno il 16 luglio in Piazza Taviani, con la collaborazione della Coldiretti e di tutti gli agricoltori locali. Per una spesa di qualità e a Km0 fate un salto in piazza! E gli operatori che volessero aderire possono contattare il Comune al numero 010.7267121 o utilizzare il modulo di contatto del sito.

MercatinoManne

In arrivo a Manesseno la nuova casetta del latte

image

Sarà attiva da sabato presso il negozio di alimentari Conad di Via Don Luigi Sturzo la casetta del latte fornita dalla Cooperativa dei produttori latte della Valpolcevera.

All’indomani della crisi Lactalis – Cooperativa, avendo manifestato l’Amministrazione Comunale la disponibilità a vendere sul territorio latte crudo, il Presidente della Cooperativa ha preso accordi con un esercente locale per posizionare nel suo negozio un distributore di latte. La macchina del latte è già arrivata e aspetta solo l’autorizzazione dell’ASL per iniziare la prossima settimana a vendere il latte di vallata.

Un bel risultato per il miglioramento dell’offerta di alimenti di qualità nel nostro territorio, ottenuto anche grazie all’interessamento della nostra amministrazione. Buon latte a tutti!

Solidarietà alla Cooperativa produttori latte Valpolcevera

latte

E’ di sabato la notizia che è apparsa su tutti i giornali: Lactalis non acquisterà più il latte dalle nostre vallate, ma si rifornirà all’estero, creando un danno enorme per tutte le aziende legate all’entroterra ligure, che si trovano costrette in questi giorni a gettare via il latte prodotto. Un vero problema che ha subito scosso la sensibilità di tutti coloro che alle attività dei nostri territori tengono veramente, riconoscendo il valore aggiunto e il grande contributo che danno alle realtà di cui sono parte.

Per questo motivo, unendoci a quella che è stata la reazione di Regione in primis, ed in seguito di Città Metropolitana e di tutti i Comuni della Valpolcevera e non, anche la nostra amministrazione ha voluto dimostrare la propria vicinanza alla Cooperativa produttori latte della Valpolcevera, con una lettera ufficiale scritta sabato, in cui si richiede un incontro alla Cooperativa stessa per poter valutare il possibile supporto che possiamo offrire, e con una telefonata al Presidente Marco Cosso, contattato ieri in serata.

Il testo della lettera potete trovarlo qui di seguito:

Spett.le Cooperativa Valpolcevera,
abbiamo appreso tramite le fonti di informazione locale del mancato rinnovo del contratto per il conferimento del latte negli impianti di Collecchio. Comprendiamo la gravità della situazione e il danno che comporta per tutti gli allevatori che si trovano ad affrontare una situazione complessa, a costi elevati, e che mette a rischio il futuro delle loro aziende e delle loro realtà. Realtà che sono da difendere perché sono un prezioso elemento di preservazione, nonché valorizzazione delle zone come le nostre, legate ad una forte territorialità.
L’esistenza di persone o aziende che operano nel campo dell’allevamento e dell’agricoltura sono un valore inestimabile per l’entroterra, perché mantengono in vita uno stretto rapporto con l’ambiente e sono un valido aiuto contro l’abbandono delle campagne e dei terreni, nonché una fonte di lavoro per molte persone, in un momento di congiuntura economica così delicata. Il duro lavoro che richiedono queste attività e l’affezione delle persone che, nonostante queste criticità, continuano a praticare e difendere strenuamente questi lavori sono motivo del pieno supporto e della vicinanza che vogliamo dimostrare alla cooperativa con questa nostra lettera.
La nostra amministrazione, sensibile alla problematica riscontrata e credendo fermamente nella genuinità dei prodotti derivati dalle proprie valli, manifesta tutta la sua disponibilità per poter valutare la possibilità di una vendita diretta all’interno del proprio Comune del latte da Voi attualmente prodotto e rimasto invenduto e propone, pertanto, un incontro per poter mettere al vaglio una soluzione che, se pur modesta e limitata, potrebbe fornire un piccolo contributo.
Cordiali saluti,

Simona Lottici
Comune di Sant’Olcese
Assessore alle Politiche Ambientali

Confidiamo in una rapida risoluzione del problema ed in una collaborazione da parte di tutti gli enti e le istituzioni per far sì che il lavoro di chi da anni preserva e porta avanti le attività legate alla nostra terra venga finalmente valorizzato e protetto.

Noi, da parte nostra, ci impegniamo a fornire la massima solidarietà e l’appoggio per la vendita dei prodotti all’interno del Comune, come gesto di vicinanza.

Fattorie didattiche aperte in Liguria: Sant’Olcese presente anche nel 2015!

Sabato 26 e domenica 27 settembre in tutta la Liguria si aprono le porte delle aziende agricole o agrituristiche che svolgono attività didattiche e divulgative per le scuole nel campo dell’educazione alimentare, dell’agricoltura e dell’ambiente.

Sono 56 le fattorie didattiche delle quattro province che aderiscono all’iniziativa. Tutte offrono laboratori e percorsi didattici per scoprire i segreti dell’orto, del bosco, degli oliveti, dei vigneti e degli animali.

Le attività didattiche sono gratuite e su prenotazione. Si svolgeranno dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 16. L’elenco completo delle aziende che aderiscono all’iniziativa è consultabile e scaricabile in formato digitale sul sito di Fattorie didattiche aperte della Liguria. Dopo aver scelto i laboratori che più interessano occorre prenotarli contattando direttamente la fattoria interessata.

Parte integrante dell’evento è il concorso fotografico “Scattiamo… in fattoria”  per raccontare con occhi nuovi l’agricoltura del nostro territorio. Per partecipare è sufficiente il 26 e il 27 settembre immortalare la propria visita alle aziende agricole e inviare al massimo tre foto in formato digitale a concorso.fattorieliguria@gmail.com entro il 31 ottobre 2015. Il concorso è gratuito e rivolto a tutti.
Modulistica e regolamento sono sempre scaricabili sul sito. I vincitori avranno come premi dei prodotti tipici dell’agricoltura ligure.

In caso di maltempo la manifestazione “Fattorie didattiche aperte” viene rimandata a sabato 3 e domenica 4 ottobre. Quest’anno i visitatori potranno compilare online una scheda di gradimento della visita in fattoria, il link verrà pubblicato sul sito, sulla pagina facebook e su quella di Fattorie didattiche aperte della Liguria.

Per informazioni: Dipartimento agricoltura della Regione Liguria 010-5488648.

A Sant’Olcese aderisce all’iniziativa l’Azienda Agrituristica La Fattoria di Marta. Di seguito i contatti:
Via Arvigo Sopra, 5 Sant’Olcese (GE)
Responsabile visita Tiziana Paini – tel  010 716181  cell  340 6440214  – lafattoriadimarta@alice.itwww.lafattoriadimarta.com
Attività didattica: La semina “pallino e i suoi capelli”, Le erbe aromatiche.

fattorie2015