Paolo Besagno ospite di Liguria Ancheu

Paolo Besagno

Paolo Besagno

Il poliedrico artista santolcesino, maestro del trallalero genovese, sarà questa sera ospite della fortunata trasmissione di Primocanale. L’appuntamento è per questa sera alle 21 per parlare di musica, cultura, tradizioni genovesi con il nostro Paolo. Sarà anche l’occasione di presentare la festa della solidarietà di domani, dalla viva voce di un personaggio tra i più conosciuti ed attivi della comunità santolcesina.

Annunci

Il Governo del “CambiaMento” conferma: taglio di 2,5 milioni per Sant’Olcese

Applausi! Il blocco dei fondi del Bando Periferie (circa 2 milioni e mezzo per Sant’Olcese) è cosa fatta.

Sant’Olcese perde i fondi per il nuovo ponte sul Sardorella in frazione Arvigo (1 milione e 300mila euro di finanziamento). Quasi sicuramente sfumata, benché in fase già esecutiva, anche la messa in sicurezza (asfalti, segnaletica e protezioni) delle strade provinciali di Sant’Olcese (circa 1 milione e 200mila euro di lavori da parte di città metropolitana).

Tutto questo non ci risulta fosse nel contratto di Governo. Complimenti per il cambiamento. Continueremo in ogni sede la battaglia per riavere questi fondi, ottenuti con il lavoro della Giunta e degli uffici.

Qui e non solo: quale futuro sotto le macerie?

È in edicola il bimestrale di vallata che, ovviamente, dedica gran parte delle proprie pagine alla tragedia del ponte Morandi.

Tanti temi comuni a tutto il territorio, che segnano il lavoro febbrile delle amministrazioni. Ma per Sant’Olcese settembre è anche il mese della Gigi Ghirotti, della prevenzione sui rivi in vista della stagione autunnale. In primo piano anche la preoccupazione del Sindaco per il blocco dei fondi per le periferie, con la speranza che il governo torni sui suoi passi su questa inaccettabile decisione.

Sindaci della Valpolcevera questa sera a Primocanale

Paola Guidi

Saranno Armando Sanna e Paola Guidi, Sindaco di Campomorone, a rappresentare insieme con altri ospiti i gravi problemi della Valpolcevera in questa difficile fase che il nostro territorio sta affrontando, dopo il disastro del Ponte Morandi. Appuntamento alle 21 di questa sera venerdì 31 agosto sugli schermi di Primocanale.

Operazione trasparenza: puntata 1 – Beleno

Sta per iniziare l’ultimo quadrimestre di questo 2018. Le difficoltà e le criticità da risolvere al solito sono molte, tra imprevisti grandi e piccoli, le programmazioni da portare a termine e gli equilibri precari di bilancio da salvaguardare. Per questo motivo la Giunta ha deciso di affidare i molti temi da spiegare ai cittadini al Sindaco e al giornale di vallata “La Polcevera”.

Nella prima intervista si parla della frana di Beleno. Per leggere l’articolo competo clicca qui.

Sanità in Valpolcevera: i Sindaci scrivono agli organi competenti

Il Pronto Soccorso dell’Ospedale Gallino

L’unione fa la forza . Di seguito la richiesta che i cinque Comuni dell’Alta Valpolcevera hanno inviato agli organi competenti per alleviare le criticità sanitarie che si vanno delineando nella nostra valle dopo la tragedia di Ponte Morandi.

Ecco il testo completo della lettera indirizzata a Regione Liguria e ASL, in cui si chiede espressamente  il potenziamento dell’ospedale Gallino di Pontedecimo.

Siamo consapevoli di quanto sarebbe importante in questo momento avere quella Casa della Salute che in Valpolcevera fatica ad arrivare e crediamo divenga veramente basilare a questo scopo tenere in considerazione gli spazi già individuati ed a voi proposti dal Municipio V Valpolcevera e da noi fortemente sostenuti.

Siamo sempre stati convinti che l’Ospedale Gallino di Pontedecimo fosse comunque un presidio importante per l’intera Valpolcevera ed anche per la Valle Scrivia, e come Sindaci lo abbiamo ribadito nel tempo ed in più sedi: eravamo persuasi di ciò sia in conformazione del territorio, ma soprattutto alla luce di una viabilità complicata e difficoltosa che non è di certo migliorata con l’avvio dei cantieri del terzo valico dei Giovi.

Oggi più che mai dopo gli accadimenti tragici avvenuti il 14 agosto con la caduta di ponte Morandi che hanno comportato l’interruzione della viabilità di via W. Fillak, via Perlasca, Corso Perrone, siamo consapevoli che la nostra valle sia indiscutibilmente più lontana dal resto della città, e di quanto sarebbe importante potenziare quello che diventerà indiscutibilmente un punto di riferimento importante, un presidio sanitario essenziale viste le enormi difficoltà che si prospettano per il raggiungimento dell’Ospedale Villa Scassi o del San Martino attraverso una tratta autostradale che sarà inevitabilmente sempre più trafficata e congestionata.

Siamo quindi a chiedere di prendere fortemente in considerazione il potenziamento dei servizi, dei reparti del Punto di primo Soccorso dell’Ospedale Gallino riportandolo sulle 24 ore, per render più agevole e certamente maggiormente efficace nell’urgenza l’assistenza sanitaria ai cittadini dei nostri territori. Certi di un pronto ed urgente riscontro e restando a disposizione per un eventuale incontro, porgiamo cordialità.

Paola Guidi, Sindaco del Comune di Campomorone
Emanuela Molinari, Sindaco del Comune di Ceranesi
Maria Grazia Grondona, Sindaco del Comune di Mignanego
Armando Sanna, Sindaco del Comune di Sant’Olcese
Rosario Amico, Sindaco del Comune di Serra Riccò

 

Bando periferie: un Ordine del Giorno in Consiglio metropolitano

Dopo il comunicato della Giunta torniamo sull’argomento che sta mobilitando Sindaci di ogni colore. E’ stato approvato nei giorni scorsi in Consiglio metropolitano un Ordine del Giorno che impegna il Sindaco metropolitano ad intraprendere le azioni necessarie per fermare questo provvedimento nel suo iter alla Camera e di coordinarsi con ANCI per il sostegno delle iniziative dell’associazione.

Leggi l’Ordine del Giorno integrale.

 

ODG BANDO PERIFERIE

 

Ponte Morandi: il cordoglio della comunità santolcesina

Il Sindaco Armando Sanna, a nome dell’Amministrazione comunale, interpretando il pensiero di tutta la cittadinanza di Sant’Olcese, si stringe intorno alla comunità di Genova, la nostra città.

In queste ore di dolore siamo vicini ai familiari delle vittime, a tutte le persone che hanno dovuto lasciare la propria casa, a quanti sono ancora in ansia per le condizioni di salute dei propri cari, al Sindaco di Genova che sta vivendo da primo cittadino questa tragedia.

Un ringraziamento speciale a tutti i soccorritori che stanno prestando la loro preziosa ed instancabile opera, primi a cercare di risollevare una città in ginocchio che, come le altre volte, saprà rialzarsi grazie al grande cuore dei genovesi.

Un abbraccio.

Armando Sanna

Rimessa ATP: le criticità emergono anche a Genova

La difficoltà a reperire un sito alternativo per la rimessa ATP al servizio delle linee della Valpolcevera conferma tutti i dubbi che avevamo evidenziato già quasi un anno fa in questo articolo, nel quale esprimevano la nostra posizione sull’opportunità di trasferimento del campo Sinti nella zona.

Perplessità operative che diventano bagarre politica all’interno della maggioranza in comune di Genova, almeno secondo l’articolo odierno de “Il secolo XIX”. Presunti scontri che non ci interessano particolarmente. Vi terremo invece, come sempre, aggiornati sui fatti e sulle novità che dovessero emergere. Rimane nota la posizione dei Sindaci sul problema squisitamente tecnico delle difficoltà di ATP a reperire un sito alternativo per il parcheggio dei mezzi.

Rimessa ATP Valpolcevera: i Sindaci scrivono a Bucci

Abbiamo parlato tempo fa della questione legata al trasferimento del Campo Sinti di Bolazneto presso l’attuale area di rimessa ATP. Senza entrare ancora nel merito dell’operazione, i Sindaci hanno fatto propria la preoccupazione dell’azienda di trasporto pubblico, in difficoltà nella ricerca di un sito alternativo che non penalizzi l’azienda dal punto di vista economico e, soprattutto, gli utenti della valle.

Di seguito il testo della lettera, indirizzata al Sindaco metropolitano di Genova.

Con la presente le scriventi Amministrazioni comunali intendono fare propria la preoccupazione manifestataci da ATP a causa della grave difficoltà in cui si trova l’azienda, che gestisce il trasporto pubblico nel nostro territorio, nel reperire un sito adeguato per il ricovero dei mezzi, in sostituzione dell’area attualmente in uso, ubicata in Lungotorrente Secca, in Comune di Genova.

Tale area, che aveva rappresentato in passato per ATP una soluzione ideale sia dal punto di vista del risparmio economico che da quello dell’efficienza operativa e su cui l’azienda aveva anche investito risorse, come noto a breve non sarà più disponibile per decisione del Comune capoluogo. L’azienda non ha però ad oggi ancora trovato un’alternativa praticabile in zona, mentre le soluzioni prospettate dal Comune risultano inadeguate. Uno spostamento del parcheggio verso zone troppo lontane da quella di esercizio porterebbe infatti a inefficienze tali da avere ricadute pesanti su un servizio già fortemente penalizzato, dovute all’aumento dei tratti di strada non produttivi da percorrere per raggiungere le zone dove si svolge l’attività.

Chiediamo pertanto a codesto Comune di prendere atto di questa grave situazione e di farsi carico, insieme con l’azienda e gli scriventi Enti, per trovare una soluzione che porti o al mantenimento del sito attuale in dotazione ad ATP o al reperimento di una nuova area che sia parimenti funzionale e che non rappresenti un onere non sostenibile per l’azienda e, soprattutto, non vada a penalizzare ulteriormente i cittadini dei nostri Comuni.

Certi di un cortese e sollecito riscontro, restiamo in attesa e porgiamo i nostri più cordiali saluti.

 

Bando periferie: il comunicato della Giunta

Il Sindaco Armando Sanna e la Giunta comunale di Sant’Olcese esprimono profonda preoccupazione per la sospensione delle convenzioni del Bando Periferie, in riferimento al testo contenuto in uno degli emendamenti del decreto Milleproroghe, approvato lunedì in Senato.

Visto l’impegno profuso dai nostri uffici e gli oneri sostenuti in questi anni, tralasciando ogni tipo di considerazione politica, vogliamo portare a conoscenza della nostra cittadinanza che l’immediata conseguenza di questa decisione, se confermata nel prossimo passaggio del provvedimento alla camera, sarà il blocco dell’iter per la costruzione del nuovo ponte sul Sardorella in frazione Arvigo (1 milione e 300mila euro di finanziamento) e della messa in sicurezza (asfalti, segnaletica e protezioni) delle strade provinciali di Sant’Olcese (circa 1 milione e 200mila euro di lavori da parte di città metropolitana).

A livello metropolitano saranno fermati interventi che riguardano la riqualificazione di edifici di valore storico, la ristrutturazione di immobili o aree di proprietà e uso pubblico, la realizzazione di piste ciclabili, ristrutturazione di scuole e il loro adeguamento alla normativa sismica, mitigazioni del rischio idrogeologico, sistemazioni idrauliche e ristrutturazioni stradali.

Una situazione che riteniamo inaccettabile. Ci affidiamo dunque all’azione di ANCI e facciamo appello al Sindaco metropolitano, al Governatore della Regione Liguria, ai parlamentari di ogni schieramento che ci rappresentano a Roma, per attuare tutte le iniziative utili per salvare il Bando, modificando il testo che verrà approvato alla Camera per ridare ai Comuni ciò che è stato loro tolto, ridando dignità e credibilità ai Sindaci che ogni giorno sono impegnati per migliorare la vita delle comunità che amministrano.

La Giunta comunale

 

 

Casa della salute in Valpolcevera: le parole del Sindaco

Dopo la mozione presentata nell’ultimo consiglio comunale, il Sindaco ritorna sull’argomento in questa intervista rilasciata a “La Polcevera”. Clicca sul video per ascoltare le sue parole. Puoi anche visitare il sito ufficiale del magazine di Vallata per leggere il servizio completo.

Illuminazione pubblica: operazione led all’80%

 

A meno di un anno dalla partenza ufficiale del progetto che sta rivoluzionando l’illuminazione pubblica santolcesina, circa l’80% dei corpi illuminanti del nostro territorio sono stati sostituiti con lampade led di nuova generazione. L’operazione era stata inaugurata dopo la revisione completa dei quadri elettrici che comandano e proteggono le varie linee.

Mancano ancora le zone di Comago, Vallombrosa ed Assalino, che verranno completate entro settembre. Nel frattempo al via anche gli ampliamenti previsti nel progetto per questo 2018: Vicomorasso e Costa Monti in cima alla lista. Finita questa fase, inizieremo a dar seguito alle numerose segnalazioni della cittadinanza.

Entra anche nella sua fase esecutiva il progetto telecamere: cavi già posizionati, ora toccherà ai pali ed infine tutti i sistemi saranno installati, collaudati e messi in funzione.

Per ora il progetto sta andando a gonfie vele. Un progetto di cui siamo orgogliosi e che molti altri Comuni stanno valutando, chiedendoci informazioni. Bene così!

Qui e non solo: il Sindaco e il Marchese

 

E’ arrivato in edicola il numero 79 del bimestrale di vallata “Qui e non solo dintorni”. Un numero speciale, con un “paginone” centrale dedicato interamente a due eventi che si sono tenuti nello stesso giorno, il fatidico 10 giugno scorso. Di cosa stiamo parlando? Ovviamente del Protettorato del salame e del matrimonio dell’anno, con un articolo tra il serio ed il faceto, nato dalla sapiente penna di Gilberto Volpara con la galeotta complicità di tutta la Giunta.

Più Sant’Olcese del solito dunque in questo numero, a partire naturalmente dallo spettacolo di Maurizio Lastrico, fino ad arrivare ai tanti temi amministrativi del momento: dai 400mila euro per la scuola Matteotti, al ponte di Arvigo, al PUC di cui abbiamo parlato diffusamente nei giorni scorsi. Fino ad arrivare all’importantissimo estendimento della fognatura di Comago, di cui parleremo più dettagliatamente nei prossimi giorni.

E in copertina, il nostro splendido parco di Villa Serra, guidato da pochi mesi dal “nostro” Giulio Torti. Tante idee per ripartire: una su tutte, Euroflora 2020. E un bilancio che piange, in difficoltà come tutti, nonostante gli impegni profusi da tutti gli attori del Consorzio (65mila euro gli investimenti 2018 sostenuti da Sant’Olcese).

Per approfondire questi e gli altri temi abbonati al magazine, al costo annuale di 14 euro.

Per ulteriori informazioni:

Direzione: Via V. Veneto 137/11
16018 Mignanego
Cell. 328/2020805

redazionequi@gmail.com