Via Poirè: lunedì partono i lavori di asfaltatura

Il Comune informa che, a partire da lunedì 6 aprile fino al termine dei lavori (circa 15 giorni), via Poirè a Manesseno sarà interessata ai lavori di asfaltatura a conclusione dei lavori sull’acquedotto. Si inizia dalla parte alta fino all’altezza del benzinaio. Dallo stesso giorno sarà disponibile il nuovo parcheggio del campetto sportivo.

I lavori sono permessi anche in questo periodo (codice Ateco infrastrutture). In seguito si proseguirà nella frazione di Comago. Una volta finita l’emergenza si programmeranno altre zone a seguito di approvazione bilancio, ancora da definire visto il periodo.

Di seguito l’ordinanza.

Un modo per rimanere uniti: episodio 2!

E’ in rete il secondo episodio della nostra rubrica, che abbiamo pensato per mantenere vivo il nostro spirito di comunità, in questo momento difficile. Dopo Stefano “Gadda” Gadaleta, è la volta di Francesco Sacchini, che ci racconta la storia della Festa di S.Lorenzo a Casanova: buon ascolto!

Continuate a mandarci le vostre storie: un breve video, un vocale, un’intervista, un testo, per raccontare la nostra Sant’Olcese e le sue frazioni: leggende, aneddoti, detti, personaggi, avventure, storie divertenti, anche paradossali.

L’indirizzo è: letuestoriedisanto@gmail.com

#distantimavicini # santolcesando

Il Taxi Collettivo: un’opzione in più per muoversi in caso di necessità

TAXI-collettivo

L’ordinanza numero 14/2020 del Presidente della Giunta Regionale, pubblicata in data 31 Marzo 2020, dispone che da venerdì 3 aprile anche i taxi e servizi a noleggio con conducente potranno essere utilizzati per la consegna a domicilio di beni di prima necessità.

Il costo massimo applicabile è di 10 euro per il ritiro e la consegna del bene all’interno del Comune, tariffa ordinaria se si sconfina in un’altra circoscrizione.

Nella nostra zona segnaliamo un servizio di noleggio con conducente su prenotazione per il periodo dell’emergenza al costo, come detto, di dieci euro per ogni spostamento dei cittadini di Serra Riccò e Sant’Olcese all’interno dei rispettivi territori comunali. Il servizio è anche esteso a raggiungere le Stazioni di Bolzaneto o Pontedecimo per comprovata ed autocertificata necessità.

Il costo di dieci euro, comprensivo del ritorno, è stato concordato con l’Amministrazione.

Per ragioni di sicurezza il numero di passeggeri trasportati non può superare il numero di due.

Telefonare al 3358438531 per effettuare la prenotazione o chiedere ulteriori informazioni.

Invitiamo altri soggetti abilitati del territorio a contattarci per offrire servizi analoghi.

Coronavirus: misure prorogate fino al 13 aprile

Il premier Giuseppe Conte ha firmato stasera il DPCM (decreto del presidente del Consiglio) che proroga al 13 aprile le restrizioni per il Coronavirus. “Se allentassimo le misure restrittive gli sforzi sarebbero vani. Mi dispiace personalmente che cadono a Pasqua, una festa tanto cara a noi italiani” ha detto Conte in una conferenza stampa serale, prefigurando “una fase 2, di allentamento graduale e di convivenza con il virus. Poi ci sarà la fase 3, l’uscita dell’emergenza, della ricostruzione, del rilancio”.

Novità del DPCM di oggi che proroga le misure è anche la sospensione degli allenamenti anche per le società sportive e gli atleti professionisti. Il divieto è stato assunto “onde evitare che delle società sportive possano pretendere l’esecuzione di una prestazione sportiva anche nella forma di un allenamento. Ovviamente gli atleti potranno allenarsi in maniera individuale, ma non collettiva”, ha spiegato il premier. Vengono per il resto rinnovate tutte le limitazioni agli spostamenti e la chiusura delle attività non essenziali.

Chiarimenti anche sulle passeggiate con i bambini, una misura che abbiamo aspettato a pubblicare e commentare: “Non abbiamo affatto autorizzato l’ora del passeggio coi bambini. Abbiamo solo detto che quando un genitore va a fare la spesa si può consentire anche l’accompagno di un bambino. Ma non deve essere l’occasione di andare a spasso”, ha chiarito il Premier.

Coronavirus, al Comune di Sant’Olcese 30mila euro: il commento del sindaco

Qualche puntino sulle “i” per questo anticipo di soldi “nostri”, cioè della comunità, arrivati oggi a Sant’Olcese. Ne ha parlato il Sindaco ieri in collegamento con Primocanale.

Non un euro in più (per ora) nelle casse del Comune, ma una buona liquidità e tanto lavoro da fare per distribuire i buoni alimentari a chi ne ha più bisogno.

Guarda l’intervista cliccando qui.

Un piccolo gesto in segno di lutto e solidarietà

La condivisione di un gesto in segno di lutto e solidarietà per le vittime del Coronavirus. Domani 31 marzo 2020 alle ore 12, indossando la fascia tricolore e osservando un minuto di silenzio davanti al municipio con bandiere a mezz’asta, anche il nostro Sindaco risponderà presente alla proposta del Presidente ANCI, indirizzata ai Sindaci di tutti i Comuni Italiani.

E non sarà solo.

#DistantimaVicini

Un modo per rimanere uniti!

In questi giorni difficili per tutti, ognuno di noi deve affrontare le limitazioni che hanno cambiato le nostre abitudini.

Tra tutte, lo stare insieme che tanto caratterizza la nostra comunità, quel confronto quotidiano, fatto soprattutto di piccole cose, di momenti divertenti e di tradizioni. Ma #santolcesando no, non si ferma, non si può e non si deve fermare!

Abbiamo pensato che anche dalle nostre case, dai nostri giardini possiamo mantenere vivo il nostro spirito di comunità.

E ci è venuta questa idea: perché non condividere quelle “storie di paese” che caratterizzano il nostro territorio?

Se non possiamo raccontarcele nei nostri bar, nei nostri circoli, nelle nostre associazioni, nelle nostre piazze (torneremo a farlo, con ancora più piacere di prima), perché non farlo in maniera originale per ridere o riflettere insieme, per mantenere e trasmettere la nostra cultura, del paese che amiamo?

Vi chiediamo di inviarci un breve video, un vocale, un’intervista, un testo, per raccontare la nostra Sant’Olcese e le sue frazioni: leggende, aneddoti, detti, personaggi, avventure, storie divertenti, anche paradossali.

Inviateci le vostre storie scrivendo a

letuestoriedisanto@gmail.com

E per iniziare il nostro “Gadda” ci racconta la storia del vescovo Olcese e dell’orso domato.

Buon ascolto!

#distantimavicini # santolcesando

Coronavirus: risorse governative ai Comuni? Si lavora aspettando l’ufficialità

Il governo ha annunciato ieri risorse per i Comuni e un fondo emergenza alimentare per fronteggiare la situazione venutasi a creare a causa dell’epidemia. Antonio Decaro, Presidente di ANCI preannunciava un “provvedimento a zero burocrazia per dare risposta immediata a chi ha bisogno di beni di primissima necessità. I Comuni fanno la loro parte. Non lasceremo indietro nessuno”.

In attesa di poter studiare le carte, quello che emerge dalle prime bozze è che il Comune di Sant’Olcese avrà circa 30mila euro, decurtati inizialmente dal Fondo di Solidarietà comunale (quindi dagli stessi fondi dell’Ente) che dovrà spendere solo per distribuire generi alimentari di prima necessità alle famiglie colpite.

Detto fondo, non si ancora come e quando, verrà reintegrato. Quindi, in pratica niente soldi ai Comuni per ora, ma solo un’indicazione piuttosto perentoria di come spendere i propri. Il Comune, tramite presumibilmente i propri Servizi sociali, dovrà individuare i criteri, gli esercizi commerciali e la platea di beneficiari che sono in difficoltà a causa del Covid-19 e che prioritariamente non abbiano accesso ad altri benefici.

Sarà nostra cura comunicare i tempi ed i modi di accesso a queste misure, una volta che gli uffici avranno predisposto tutti gli strumenti per erogarli.

Questa è la situazione VERA ad oggi, emersa dopo una domenica in chat con Giunta e Segretario comunale. Si lavora a fari spenti, lontano dai riflettori, senza nessuno a cui poter delegare compiti e responsabilità. Questa è la Politica che vorremmo venisse fatta ad ogni livello. Constatiamo con amarezza come purtroppo non sia così, neanche in questo momento.

Grazie di cuore, Lucia!

L’Amministrazione saluta Lucia Di Pace, da molti anni Assistente Sociale presso il nostro Comune: ieri è stato infatti per Lei l’ultimo giorno di servizio presso il nostro Ente.

Vogliamo rivolgerLe un caloroso ringraziamento per la professionalità e l’umanità con cui ha lavorato al servizio della nostra comunità negli anni trascorsi insieme e un augurio per il nuovo lavoro.

I lavori si fermano, le progettazioni no!

Poco più di un mese fa pubblicavamo con soddisfazione i ponteggi alla scuola Matteotti, il programma su fognature ed acquedotti, le nuove realizzazioni di difesa spondale di alcuni rivi. Ora naturalmente tutto si è fermato, tranne le lavorazioni con codici ateco permessi, ma non si ferma il lavoro degli uffici per la progettazione e per l’avvio delle gare. Ponte sul Secca (delibera approvata ieri dalla Giunta) ponte di Arvigo in testa, per non trovarci impreparati alla fine di questo periodo durissimo, in cui ci sarà moltissimo da ricostruire, e non solo dal punto di vista fisico ma anche da quello sociale ed economico.

Coronavirus: ATP riduce gli orari ma istituisce il servizio a prenotazione

Il DPCM del 22 marzo 2020 di fatto vieta a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi con mezzi di trasporto pubblici o privati in un comune diverso da quello in cui si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute. Pertanto a partire da lunedì 30 marzo 2020 entrerà in vigore un servizio di linea giornaliero (da lunedì a domenica), erogato con le modalità del “servizio festivo invernale”.

Dopo le mediazioni di molti Comuni, tra cui il nostro, per non penalizzare troppo la cittadinanza, si è riusciti ad attivare un servizio di trasporto a prenotazione “CHIAMA il BUS” dal lunedì al venerdì “con modulazione giornaliera” dalle ore 05.00 alle ore 19.00, ove non presenti corse di linea, telefonando al seguente NUMERO VERDE:

800 499 999

attivo dalle ore 8.00 alle ore 12.00 (dal lunedì al sabato, a partire da venerdì 27 marzo 2020).

La prenotazione dovrà essere effettuata entro il giorno precedente l’effettuazione della corsa. Le corse saranno effettuate, di norma, in base all’ordine di prenotazione. L’utente dovrà avvisare in caso di disdetta della prenotazione per cause proprie.

L’utente sarà richiamato per la conferma della prenotazione e dell’orario della corsa.

L’utente dovrà tassativamente essere munito di autocertificazione per la verifica.

Le tariffe applicate saranno quelle abituali; potranno pertanto accedere al servizio tutti i titolari di abbonamenti e
titoli di viaggio ordinari. Non verranno applicati supplementi. Si ricorda di munirsi sempre di valido titolo di viaggio
prima della salita in quanto è temporaneamente sospesa la vendita a bordo.

Per informazioni rimangono operativi sia il canale Telegram, sia il numero dedicato 0185.373323.

Clicca qui per il comunicato stampa.

Un enorme grazie anche alla cittadinanza!

Le forze messe in campo da parte dell’amministrazione per prevenire la diffusione del contagio da COVID-19 sono molte.

L’ultima, in ordine di tempo, è la sospensione delle zone disco in tutto l’abitato di Manesseno. Questo per consentire a chi deve comunque andare a lavorare il proprio rientro a casa senza avere il problema del parcheggio.
Tutto ciò, unito ai messaggi audio emessi dai volontari con gli altoparlanti e il presidio delle forze dell’ordine, sta consentendo di raggiungere dei buoni risultati in termini di spostamenti da parte dei cittadini evitando che vi siano persone in strada.

E sono proprio i cittadini che desideriamo ringraziare, perché se questa mattina via Poiré si presentava come nell’immagine qui sotto è anche grazie ai nostri abitanti che hanno recepito il messaggio che stare in casa è l’unica vera arma che abbiamo per arrestare questa malattia e di uscire in fretta da questo brutto momento.

Quindi ancora una volta la cittadinanza di Sant’Olcese si sta mostrando pronta e volenterosa per il bene del Nostro Comune e non solo!

 

Il nuovo modulo per autocertificazione cambia ancora: informazioni e motivazioni

Sono passati appena tre giorni dall’ultimo modulo di autocertificazione, ma con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, la scorsa notte, di altre disposizioni, il testo per certificare gli spostamenti ha dovuto subire un nuovo aggiornamento.

Ecco le parole di qualche ora fa del capo della Polizia, Franco Gabrielli: “Cambiano le disposizioni e noi dobbiamo aggiornare il modulo, anche per intercettare i quesiti che arrivano dai cittadini”.

Gabrielli ha parlato anche di controlli effettuati ogni giorno dalle forze dell’ordine: “Fino al 24 marzo – ha riferito – abbiamo controllato due milioni e mezzo di persone e rilevati 110mila comportamenti non corretti sanzionati con l’articolo 650 del codice penale”. Le sanzioni fin qui comminate, ha ricordato il prefetto, ammonteranno a un’ammenda pari a 200 euro.

Una sanzione aggiornata dal governo e specifica per chi non ha rispettato la quarantena, sia essa obbligatoria sia essa volontaria, “è quella che fa riferimento all’articolo 260 delle leggi sanitarie e prevede l’arresto da 3 a 18 mesi e una sanzione amministrativa da 500 a 5000 euro”.

Scarica qui il formato pdf.