Ispezioni Enel su linee di media tensione: l’avviso

Di seguito l’avviso di E-distribuzione per i residenti nelle zone interessate.

Annunci

La corsa continua! Con Rosanna Toscano!

Rosanna Toscano

Ciao a tutti, mi chiamo Rosanna Toscano, sono nata a Genova ho 39 anni e vivo nel nostro bellissimo comune da oltre 10 anni.
Sono laureata in Scienze della Formazione, attualmente mi occupo di Selezione del Personale per un importante gruppo bancario e da cinque anni sono mamma di una splendida bambina.

Il passaggio dalla città alla piccola frazione di Trensasco mi ha permesso di apprezzare uno stile di vita diverso, fatto innanzitutto di rapporti sinceri con le persone, all’interno di una comunità coesa dove la solidarietà non è un concetto astratto ma diventa aiuto reciproco e voglia di costruire insieme un ambiente in cui vivere meglio. Con questo spirito ho iniziato l’attività di volontariato presso l’ARCI del mio paese con l’obiettivo di avvicinare sempre di più le famiglie alle attività associative della nostra realtà.

Creare un luogo dove “c’è spazio per tutti”, dove gli anziani possono insegnare le tradizioni ai nostri bambini, dove è possibile divertirsi con cose semplici, dove non serve essere “ricchi e affermati” perché il sorriso e la voglia di stare insieme sono le uniche cose richieste: questi valori, in cui credo fermamente, mi hanno spinta verso l’impegno associativo dalla cui esperienza nasce oggi la volontà di raccogliere la sfida di candidarmi alle prossime elezioni.

In questi 5 anni vedere, giorno dopo giorno, come Armando e la sua squadra siano riusciti a proporre soluzioni concrete, migliorando la vita quotidiana di noi cittadini, mi ha persuasa che amministrare bene non è un’utopia ma una strada percorribile, grazie all’impegno e all’amore per il proprio territorio.

E quindi eccomi qua, pronta a mettere in gioco competenze, determinazione ed entusiasmo per proseguire insieme a voi questo importante percorso di sviluppo, consapevole delle difficoltà ma anche fiduciosa di poterci riuscire, perché come disse il grande Dario Fo “Come esistono oratori balbuzienti, umoristi tristi, parrucchieri calvi, potrebbero esistere benissimo anche dei politici onesti”

Riaperta al pubblico la passerella di via Don Luigi Sturzo

Dopo un nuovo sopralluogo congiunto con la Polizia Locale genovese, si è appena dato il via libera alla riapertura della passerella di via Don Luigi Sturzo. Un intervento concluso tutto sommato in tempi brevi, per garantire la sicurezza e la viabilità pedonale tra le due sponde del torrente Secca.

Stato di grave pericolosità per incendi boschivi in Liguria

Con Decreto Dirigenziale n.1475/2019 del 19 marzo 2019 Regione Liguria dichiara lo stato di grave pericolosità incendi boschivi su tutto il territorio della Regione a partire dalle ore 00.01 di mercoledì 20 marzo 2019, fino a cessazione dello stesso.

E’ vietato:
– Accendere fuochi di qualsiasi tipo;
– Far brillare mine;
– Usare apparecchi elettrici o a fiamma per tagliare metalli;
– Usare motori, fornelli o inceneritori che producano faville o brace;
– Fumare o compiere altre attività che possano comunque creare pericolo.

E’ consentito accendere fuochi UNICAMENTE nelle aree idoneamente attrezzate a scopo turistico-ricreativo, solo se dotate di specifiche strutture fisse.

La corsa continua! Con Simone Giacobbe!

Simone Giacobbe

Mi chiamo Simone Giacobbe, sono nato a Genova l’8 novembre 1986 e da sempre vivo ed abito a Comago.

Mi sono Laureato nel 2011 presso l’Università degli Studi di Genova con il massimo dei voti, conseguendo il titolo di Dottore Magistrale in Ingegneria delle telecomunicazioni, coltivato però una forte passione per la medicina, il primo soccorso e le attività in abito sociale.
Infatti, nel 2002, ho iniziato a prestare servizio volontario come milite presso la Pubblica Assistenza Croce D’Oro Manesseno, diventando nel 2006 membro del Consiglio di Amministrazione ricoprendo il ruolo di Segretario. All’interno dell’associazione sono anche il responsabile della formazione, qualifica ottenuta grazie al conseguimento dei titoli di docente e formatore presso il 118 Genova Soccorso e l’ANPAS Liguria. Attualmente organizzo e tengo corsi per il rilascio dell’autorizzazione all’uso del DAE (Defibrillatore SemiAutomatico Esterno).

Da Ingegnere, ho maturato un’esperienza quinquennale in importanti aziende del settore, come Costa Crociere, Bombardier e Selex Elsag, ricoprendo prevalentemente ruoli di carattere tecnico commerciale che mi hanno consentito di specializzarmi nella gestione del cliente e nei processi di vendita.

Nel febbraio 2015 sono riuscito ad unire le mie passioni alle mie competenze diventando il direttore del Centro Odontoiatrico Vullo di Serra Riccò (GE). Qui mi occupo di tutti i processi aziendali, dalla gestione delle risorse umane al marketing, dal controllo di gestione al rapporto con i fornitori; ma soprattutto affianco il paziente durante tutto il suo percorso di cure.

L’esperienza lavorativa come Dental Office Manager mi hanno portato a collaborare anche con l’azienda veronese SERIMEDICAL, per la quale offro consulenze presso gli studi dentistici in tutta Italia e dirigo corsi di formazione in area management, comunicazione e vendite.

La forte partecipazione attiva nel volontariato, la presenza in tutti gli eventi di protezione civile ai quali il nostro comune è stato chiamato negli ultimi 16 anni, il desiderio di creare un gruppo attivo di persone, giovani e meno giovani, unite nello spirito della solidarietà e nell’aiuto reciproco, l’impegno non solo durante i momenti difficili delle allerte meteo ma nella realtà quotidiana nel nostro territorio, mi hanno permesso di capire quanto io tenga al nostro Comune e alla sua collettività.
Ho quindi deciso di mettere a disposizione le mie competenze e le mie energie per rendere il nostro Comune una realtà ancora più sicura, rinforzando i programmi di protezione civile e quelli di prevenzione, tutela e salvaguardia del territorio.

Ferrovia Genova-Casella: ecco la nuova livrea per i 90 anni!

La ferrovia Genova Casella compie quest’anno 90 anni; un traguardo considerevole per il treno storico che, da quasi un secolo, porta genovesi e turisti alla scoperta delle tre valli, Bisagno, Polcevera e Scrivia, attraverso panorami mozzafiato.

In attesa di compiere gli anni il 1° settembre, la ferrovia si prepara cominciando dal look. Una nuova livrea celebrativa dedicata ai 90 anni vestirà alcune elettromotrici e carrozze del trenino, a partire dall’elettromotrice A12. Presentata oggi pomeriggio presso la stazione di Genova Piazza Manin, la nuova livrea vuole simbolicamente aprire le celebrazioni per il novantesimo della FGC, in attesa della grande festa che si celebrerà proprio il 1° settembre e che vedrà anche e soprattutto il nostro territorio protagonista, come lo è stato nel momento di salvare la ferrovia dalla chiusura.

Una nuova livrea realizzata su misura per una “vecchia signora” che in realtà è al passo con le più moderne tecnologie applicate al trasporto. In questi ultimi anni, infatti, la ferrovia Genova Casella si è trasformata grazie ai finanziamenti che Regione Liguria ha stanziato per il rinnovamento tecnologico dell’impianto, sia delle vetture sia della linea. Tutte le elettromotrici sono oggi dotate del Vigilante attivo, il sistema di sicurezza che verifica l’effettiva presenza vigile del macchinista, e del Simon, il Sistema di Monitoraggio Satellitare già applicato da AMT sul parco bus. I rallentamenti lungo linea sono diminuiti, tanto che oggi il tempo di percorrenza su tutta la tratta è inferiore all’ora.

I nuovi progetti già avviati riguardano: il revamping di 4 elettromotrici e l’adeguamento del deposito di Casella che, nel corso del 2020, diventerà la seconda officina della ferrovia. Inoltre, il Ministero dei Trasporti metterà a disposizione oltre 18 milioni di euro nell’ambito del “Piano nazionale sicurezza ferrovie non interconnesse”; questo finanziamento consentirà, in particolare per la ferrovia Genova Casella, di progettare e realizzare il nuovo sistema di controllo di sicurezza dell’esercizio ferroviario in presenza di eventuali gravi criticità.

La nuova livrea è caratterizzata dal logo retrò ispirato alla storia della ferrovia; il logo è stato realizzato e donato a Regione Liguria e ad AMT dalla società di Firenze STM Engeeniring, che sta eseguendo la progettazione del revamping di alcune macchine, compreso il locomotore storico 29.

(foto: Regione Liguria)

Il nuovo campetto da calcio di Manesseno prende forma!

Vanno avanti senza sosta i lavori del nuovo campetto da calcio a 5 di Manesseno. Le opere di muratura sono praticamente concluse e nella prima settimana di Aprile verrà posato il manto sintetico di ultima generazione. Il nuovo impianto sportivo, che sorgerà alle spalle della chiesa del SS. Nome di Maria, verrà inaugurato nel mese di Maggio.

Prossimamente ci saranno novità anche in riferimento a questo.

Quest’opera, finanziata dall’amministrazione comunale, rientra nel quadro di riqualificazione della chiesa Nuova e zone adiacenti. Il vecchio campo in terra battuta lascerà spazio al nuovo sagrato della chiesa e a nuovi posti auto.

Un’opera importante resa possibile dalla giusta sinergia fra parroco, curia ed amministrazione comunale. Per questo motivo vogliamo pubblicamente ringraziare Don Giorgio Rivarola e tutto il consiglio direttivo dell’Anspi.

Vi terremo aggiornati!

Piano Urbanistico Comunale: consegnato lo schema di progetto

Ieri, presso l’Ufficio Territorio e Mobilità della Città Metropolitana, il Dirigente Ing. Enrico Bellina ed i Funzionari incaricati hanno consegnato ai Comuni di Mignanego, Campomorone, Ceranesi e Sant’Olcese lo Schema di Progetto del PUC Intercomunale della Val Polcevera, il Rapporto Preliminare ed i relativi allegati.

Si conclude così la prima fase di lavoro, in attuazione a quanto previsto nel Protocollo Operativo sottoscritto con Città Metropolitana in data nell’ottobre 2017.

La prossima tappa sarà l’approvazione in tempi brevi, da parte della Giunta Comunale, dello Schema di Progetto e del Rapporto preliminare comprendente tutti gli allegati, dopodiché il lavoro complessivo verrà trasmesso dal Comune Capofila alla Regione Liguria per l’avvio della fase di scoping.

La stretta collaborazione tra i tecnici di Città Metropolitana, quelli dei Comuni ed i giovani architetti ha portato alla redazione di ben 88 tavole, tra quelle d’Ambito e quelle Comunali. Il lavoro del Comune di Sant’Olcese si è tradotto nelle Carte del Nostro schema di Progetto e dei nostri Obiettivi, oltre all’allegato consistente nella sintesi del percorso di partecipazione.

Si chiude, quindi, una prima fase cruciale verso la pianificazione del nostro territorio, che ha visto un’ampia partecipazione sia dei cittadini attraverso incontri divulgativi e risposte a questionari, sia degli operatori di attività produttive, artigianali ed agricole attraverso interviste, sia dei ragazzi della scuola primaria e secondaria di primo grado, mediante attività mirate.

Si tratta di un risultato molto importante per la nostra Amministrazione ottenuto grazie alla sinergia tra i Comuni e alla regia di Città Metropolitana, che ha consentito di rispettare appieno il cronoprogramma definito.

L’igiene orale entra nelle scuole di Sant’Olcese

La prevenzione e l’igiene orale entrano nelle scuole di Sant’Olcese. La scorsa settimana il Centro Odontoiatrico Vullo di Serra Riccò ha incontrato i ragazzi della Scuola Secondaria di Primo Grado Negri di Manesseno per parlare di prevenzione, come pulire i denti e come difendersi dalla carie.

Il corso organizzato dal Centro Vullo, all’interno del progetto educativo “Sorrisi Smaglianti” di Colgate, è stato inserito nel programma di Scienze: infatti si è parlato anche dell’anatomia del dente e di cosa succede in bocca quando si fuma una sigaretta e di come il processo di combustione, quando si inspira il fumo, sia dannoso per il cavo orale.

Il prossimo appuntamento è alla scuola primaria Di Vittorio di Piccarello. Ai più piccoli verrà fatto vedere un cartone animato “I supereroi dei denti” per imparare divertendosi.

E’ importante che i bambini siano indirizzati fin da piccoli verso le buone pratiche per avere sempre un sorriso sano e smagliante:

1. La carie si può prevenire, basta spazzolare i denti almeno due volte al giorno con un dentifricio al fluoro e a partire dai 4 anni di età spazzola i denti con un gel ad alto contenuto di fluoro.

2. I controlli regolari dal dentista sono molto importanti per la salute orale, effettuare visite regolari aiuta a prevenire i problemi.

3. Aiuta a prevenire la carie limitando il numero degli spuntini giornalieri: sono ottime scelte le merende a basso contenuto di grassi come verdure crude, frutta fresca, formaggi magri, yogurt e latte o cracker integrali e pane.

4. Previeni le lesioni: ricorda a tuo figlio di stare attento al parco giochi e durante la ricreazione a scuola. Se il tuo bambino si scheggia o perde un dente contatta subito il tuo dentista.

(fonte: la Polcevera)

Zona franca urbana: l’orgoglio del Sindaco

Un’altra battaglia vinta dai sindaci dell’entroterra ligure. Dietro a questa bella notizia ci sono innumerevoli riunioni, lettere come quella ai parlamentari che trovate in questo articolo, porte in faccia, contrasti con chi voleva far passare il messaggio che il nostro territorio non avesse subito disagi per la tragedia del Morandi. Ma anche un momento bello di unione per i primi cittadini, per una città che deve alzare la testa. La nostra città.

“Di tutto ciò che abbiamo fatto in questi anni, questa è la cosa che mi ha reso più orgoglioso”, ha dichiarato il nostro primo cittadino, che vuole ringraziare anche pubblicamente i suoi colleghi, in particolar modo quelli a noi più vicini. “GRAZIE Rosario, Maria Grazia, Paola, Emanuela, grazie ai nostri collaboratori, queste sono le cose che rendono il “mestiere” di Sindaco unico”.

Ponte Morandi: come accedere alle esenzioni per la zona franca urbana

È stata pubblicata la circolare del Ministero dello Sviluppo Economico che definisce modalità e termini di accesso alle agevolazioni fiscali previste dalla Zona Franca Urbana, istituita con il Decreto Genova a seguito del crollo del ponte Morandi, zona che comprende anche il nostro Comune.

La misura prevede la concessione di agevolazioni sotto forma di esenzioni fiscali e contributive in favore di imprese e lavoratori autonomi (per loro solo esonero contributivo) che svolgono l’attività nella Zfu e che dimostrino a causa dell’evento una riduzione di fatturato almeno pari al 25% nel periodo compreso tra il 14 agosto e il 30 settembre 2018, rispetto al valore medio dello stesso periodo relativo al triennio 2015-2017.

Oltre Sant’Olcese, nella Zfu ci sono i comuni di Campomorone, Ceranesi, Mignanego, Serra Riccò e i Municipi Valpolcevera, Centro Ovest, Centro Est, Medio Ponente e Ponente. Sono 109 milioni le risorse da distribuire: 9 milioni e 900 mila euro per il 2018 e 49 milioni e 500 mila euro all’anno per il 2019 e il 2020. Le domande possono essere presentate dal 16 aprile al 21 maggio, rigorosamente in via telematica attraverso il sito http://www.mise.gov.it.

Il Ministero ha accettato le richieste avanzate dal Commissario delegato per l’emergenza e dalla Camera di Commercio di Genova, allargando la platea per l’accesso alle agevolazioni anche alle imprese e lavoratori autonomi che hanno avviato l’attività nella Zfu tra il 14 agosto del 2017 e il 14 agosto del 2018 (che altrimenti non avrebbero avuto i requisiti sopra descritti); alle imprese che hanno avviato l’attività nel medesimo territorio in data successiva al 14 agosto 2018; alle imprese che si impegnino ad avviare un’attività nella ZFU entro il 31 dicembre 2019.
Anche le imprese che sono iscritte alla Camera di Commercio ma non hanno ancora comunicato l’avvio della propria attività nella ZFU potranno farlo entro il 31 dicembre del 2019.

Qui la circolare ministeriale n. 73726 del 7 marzo 2019

Qui tutti dettagli sulla Zona Franca Urbana di Genova

 

Non una di meno!

Nè, fiori, né regali, ma il semplice riconoscimento dei loro diritti è questo che chiedono oggi le donne per celebrare degnamente la giornata internazionale a loro dedicata.

Non è un mistero che, in una società sempre più sviluppata, i diritti delle donne, dati alla mano, vengano negati quotidianamente.

La negazione del diritto all’autodeterminazione si traduce in un bollettino di guerra: ogni 72 ore una donna perde la vita. Il femminicidio, la grande emergenza della nostra società.

Ma cosa si cela dietro questi abusi? E’ possibile che questa escalation di violenza non riesca a scuotere le nostre coscienze?

Il problema, purtroppo, è la nostra cultura: è da lì, dai luoghi comuni e dalla vita di ogni giorno che emerge questa fragilissima condizione femminile.

Accanto alle innocenti vittime del femminicidio, ogni giorno vi è una lenta agonia delle prerogative femminili.

E così, succede che, a poco, a poco, dopo un vita di battaglie e di diritti conquistati a fatica, nel 2019 le la percentuale di ragazze che abbandonano gli studi sia di nuovo in aumento, il divario salariale sia stabile, se non addirittura in crescita e, quello che è più grave, non esista una vera tutela della donna dagli abusi e dalle violenze. La Politica, colei che dovrebbe garantire l’applicazione dell’Art.51 della Costituzione per difendere le pari opportunità, deve addirittura darsi una legge, spesso poi disattesa, per passare da una presenza risicata del 20% delle donne al suo interno ad un 30% che fa quasi scalpore. Ed ecco ciò che veramente le donne devono chiedere per questo 8 Marzo 2019: di non essere relegate ad un ruolo subalterno, di essere valutate per il loro apporto reale e per le loro capacità, di non essere sempre costrette al silenzio dall’egemonia del potere maschile. Questo è quello che uomini e donne oggi devono chiedere insieme per tutte coloro che hanno pagato con la vita la mancanza di rispetto nei confronti della donna.

Buona giornata della donna a tutti!

Venerdì 8 marzo: trasporti in sciopero

L’organizzazione sindacale di Base USB Liguria ha proclamato per venerdì 8 marzo uno sciopero di 4 ore del personale del trasporto pubblico.

Ecco i dettagli:

AMT Genova (compresa la ferrovia Genova – Casella): il personale viaggiante si asterrà dal lavoro dalle 11.45 alle 15.45; il restante personale (comprese biglietterie, esattoria e servizio clienti) si asterrà dal lavoro nella seconda del turno. Il servizio sarà garantito per le persone portatrici di handicap.

ATP: il personale viaggiante sciopererà dalle ore 10.30 alle ore 14.30, il personale delle biglietterie dalle ore 10.30 alle ore 14.00. Il servizio pertanto, in detta giornata, potrà non essere garantito dalle ore 10.30 alle ore 14.30.