Coronavirus: comunicato ufficiale (3)

ASL ha comunicato i dati ufficiali aggiornati dei casi di Covid-19 tra i residenti di Sant’Olcese.

Al momento sono 6 le persone positive al virus che stanno seguendo le cure ed i protocolli sanitari previsti, così come i loro familiari.

Le persone venute a contatto con i soggetti positivi sono avvertite e messe sotto protocollo dal personale sanitario preposto.

Il primo caso conclamato sta bene e continua l’isolamento per senso di responsabilità.

Nel rispetto di tutti, confermiamo che nessuna informazione aggiuntiva verrà fornita riguardo i dati sensibili delle persone coinvolte.

Nell’occasione, si invita la popolazione a evitare gli spostamenti non di assoluta necessità come fatto nelle scorse settimane. In ogni caso continueranno i controlli su tutto il territorio.

 

AVVISO PUBBLICO: BUONI SPESA PER ACQUISTO DI GENERI DI PRIMA NECESSITÀ

Si è concluso da parte dell’Amministrazione il lavoro senza sosta per individuare criteri, esercizi commerciali e modalità di erogazione dei buoni spesa per l’acquisto sul territorio dei beni di prima necessità per questo periodo di emergenza.

Con Delibera di Giunta Comunale del 31/03/2020 è stato approvato infatti l’avviso per l’assegnazione di questi buoni spesa, finalizzati a fronteggiare i bisogni alimentari dei nuclei familiari privi della possibilità di approvvigionarsi di generi di prima necessità, a causa dell’emergenza derivante dall’epidemia COVID-19.

L’avviso è diramato in costanza della situazione emergenziale dovuta alla diffusione del virus Covid-19 ed è volto a sostenere, mediante buoni spesa per generi di prima necessità, i nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica da virus Covid-19 e tra quelli in stato di bisogno, per soddisfare le necessità più urgenti ed essenziali con priorità per quelli non già assegnatari di sostegno pubblico.

LE DOMANDE DOVRANNO ESSERE PRESENTATE ENTRO IL 6 APRILE 2020 ALLE ORE 13.00

Oltre tale termine verranno ammesse ulteriori domande, che saranno valutate in base all’ordine cronologico di arrivo e fino ad esaurimento fondi, esclusivamente in caso di avanzo di risorse residue in seguito al completamento dell’istruttoria delle domande pervenute entro il termine.

INFORMAZIONI

Per ogni ulteriore informazione, gli interessati potranno contattare l’Ufficio Servizi Sociali del Comune di Sant’Olcese dal lunedì al venerdì esclusivamente dalle ore 9,00 alle ore 12,00 al numero 0107267116 o tramite mail all’indirizzo settore.sociale@comune.santolcese.ge.it

Clicca per scaricare l’avviso pubblico di dettaglio, l’informativa privacy ed il modulo di richiesta del buono spesa, che potrà essere ritirato in Comune previo accordo con il Settore sociale.

Attività commerciali del Comune aperte: tutti i dettagli

Ecco l’elenco delle nostre attività che in questo periodo rimangono aperte sulla base del DPCM 22 Marzo 2020: i dati dell’adeguamento degli orari all’emergenza e la possibilità di consegne a domicilio sono stati raccolti porta a porta dall’amministrazione nei giorni scorsi.

Ringraziamo tutte le attività per la disponibilità che stanno mostrando e per il servizio che stanno garantendo in questo momento di difficoltà che li espone per primi al rischio della loro stessa salute!

Raccomandiamo però alla cittadinanza di limitare gli spostamenti allo stretto necessario evitando assembramenti e concentrazioni di persone! Chiediamo la massima collaborazione certi della vostra comprensione per superare al più presto questo difficile momento!

Clicca qui per scaricare l’elenco completo in formato pdf.

Coronavirus: comunicato ufficiale (2)

ASL ha comunicato i dati ufficiali aggiornati dei casi di Covid-19 tra i residenti di Sant’Olcese.

Al momento sono 3 le persone positive al virus che stanno seguendo le cure ed i protocolli sanitari previsti, così come i loro familiari.

Le persone venute a contatto con i soggetti positivi sono avvertite e messe sotto protocollo dal personale sanitario preposto.

Nel rispetto di tutti, comunichiamo fin d’ora che nessuna informazione aggiuntiva verrà fornita riguardo i dati sensibili delle persone coinvolte.

Coronavirus: un nuovo Decreto Legge pubblicato in Gazzetta

E’ stato emesso il Decreto Legge n.19 del 25/3/2020 in vigore da oggi che prevede la possibilità tra le altre cose per i Presidenti delle Regioni di attuare alcune misure limitative previste nello stesso all’art.1 e l’inasprimento delle sanzioni per inosservanza delle misure. Inoltre si evidenzia che l’ articolo 3 del decreto, prevede che i Sindaci non possano adottare ordinanze contingibili ed urgenti per contrastare l’emergenza in contrasto con le misure statali.

Clicca qui per scaricare il decreto.

Coronavirus: ulteriori restrizioni nella nuova ordinanza ministeriale

Questa sera il Ministero della Salute ha emesso una nuova ordinanza che inasprisce le misure contenute nei precedenti provvedimenti e supera l’ordinanza regionale dello stesso giorno. In sintesi:

A. è vietato l’accesso del pubblico ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici;

B. non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto; resta consentito svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione, purché comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona;

C. sono chiusi gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, posti all’interno delle stazioni ferroviarie e lacustri, nonché nelle aree di servizio e rifornimento carburante, con esclusione di quelli situati lungo le autostrade, che possono vendere solo prodotti da asporto da consumarsi al di fuori dei locali; restano aperti quelli siti negli ospedali e negli aeroporti, con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro;

D. nei giorni festivi e prefestivi, nonché in quegli altri che immediatamente precedono o seguono tali giorni, è vietato ogni spostamento verso abitazioni diverse da quella principale, comprese le seconde case utilizzate per vacanza.

Domattina il Comune, dopo aver chiuso parchi, giardini pubblici e l’area della casetta dell’acqua, provvederà a transennare le aree che portano al Rifugio Lorefice, al Rifugio Ciaè e al Forte Diamante (Baita).

Scarica l’ordinanza completa cliccando qui.

Coronavirus e tutela dati personali: la nota informativa

La Presidenza del Consiglio dei ministri (Dipartimento di Protezione Civile) ha diffuso una nota nella quale specifica e chiarisce le modalità di invio e di utilizzo dei dati personali riguardo l’emergenza sanitaria in atto. In un primo momento si era diffusa una comunicazione che, al contrario, invitava le Regioni a non trasmettere più nessun dato ai Comuni, in attesa di un confronto con ANCI.

Il blocco pareva essere riconducibile alla divulgazione non autorizzata di dati sensibili riguardo alle persone risultate positive al covid-19.

Per fortuna, il lavoro di ANCI e dei Comuni ha scongiurato questo provvedimento, che si rifletteva sulle comunicazioni dalle ASL riguardo ai casi conclamati del territorio di competenza. Questa misura, se confermata in sede di tavolo di confronto ANCI, avrebbe creato non pochi problemi all’amministrazione per seguire e stare vicino a chi ne avesse bisogno. Pasti a casa, assistenza, ritiro di rifiuti speciali sarebbero stati solo alcuni dei possibili intralci alla nostra azione assistenziale.

L’appello è dunque ancora una volta quello di seguire le direttive e di non chiedere ciò che non si può trasmettere. Nessun ente è autorizzato infatti a divulgare i dati delle persone positive. Le persone venute a contatto con i soggetti positivi sono avvertite e messe sotto protocollo dal personale sanitario preposto mediante indagini riservate sulle famiglie coinvolte.

La prima comunicazione

La seconda comunicazione

Coronavirus: il Sindaco spiega tutte le misure adottate dal Comune

In questo momento difficilissimo, sono molte le azioni che il Comune sta mettendo in campo, a tutela della salute dei propri dipendenti e della cittadinanza. Nella situazione concitata delle numerose informazioni che stiamo fornendo alla popolazione attraverso i nostri canali, vogliamo fare il punto della situazione. Lo facciamo con il video del nostro Sindaco, anticipato ieri sera tramite Facebook ed i nostri canali YouTube e Telegram.

– L’accesso agli uffici da parte dell’utenza è stato disciplinato esclusivamente su appuntamento. Sono stati individuati i servizi pubblici essenziali e gli utenti sono stati invitati a usare per quanto possibile telefono e mail per il disbrigo delle pratiche.
– E’ stato disciplinato il lavoro agile per i dipendenti, con modalità concordate con i Capi Settore delle singole aree, in modo da garantire una presenza minima in ufficio per assicurare la continuità dell’azione amministrativa.
– E’ stato ridotto l’orario di lavoro dal lunedì al venerdì dalle ore 07:00 alle 12:00 (con flessibilità dalle ore 08:00 alle ore 13:00), fatta eccezione della Polizia Locale che manterrà la regolarità oraria.
– Ogni singolo responsabile di Settore, alla luce delle esigenze manifestate da ogni dipendente, ha proposto alla Giunta la riorganizzazione dell’Ufficio individuando le attività indifferibili da rendere in presenza.
– Sono state disposte le misure di sanificazione per gli uffici comunali, e le dotazioni di DPI per i dipendenti. Quest’ultima operazione, di estrema difficoltà per la mancanza di forniture adeguate, si è anche tradotta in una richiesta urgente di supporto alla Protezione Civile regionale.
– E’ in corso una massiccia campagna informativa su di controllo ed informazione su tutto il territorio, grazie all’impegno dei Volontari di Protezione civile e della Polizia Municipale, affiancata dai nostri sistemi informativi.
– E’ stato rimodulato il Servizio di trasporto sociale per venire incontro alle esigenze di consegna a domicilio di spesa e farmaci per le persone impossibilitate a muoversi, rivolto soprattutto alle categorie più a rischio.
– E’ stato istituito il servizio denominato “Telefono Amico”, per il supporto psicologico telefonico, per mantenere il contatto sociale con le persone più sole.
– E’ stato garantito, in accordo con il gestore, il servizio di raccolta differenziata dei rifiuti, pur con qualche limitazione dei servizi accessori, comunque di fatto non consentiti dalle limitazioni allo spostamento.
– E’ stato richiesto un parere ad ASL-ARPAL sulla sanificazione delle strade. Il procedimento, come si può leggere nella risposta ufficiale, non porta nessun beneficio in termini di sicurezza, mentre un utilizzo massivo delle sostanze sanificanti potrebbe essere al contrario dannoso per l’ambiente.

Coronavirus: comunicato ufficiale (1)

Questa mattina è stata inoltrata al Comune la notifica ufficiale da parte di ASL del primo caso conclamato di Covid-19 tra i residenti di Sant’Olcese. La persona è a casa e sta seguendo le cure ed i protocolli sanitari previsti, così come i suoi familiari.

Con la presente ricordiamo di seguire le indicazioni contenute nel decreto di contrasto e contenimento del virus covid-19 e di diffondere solo le disposizioni e le notizie provenienti dai canali ufficiali.

Nel rispetto di tutti, comunichiamo fin d’ora che nessuna informazione aggiuntiva verrà fornita riguardo i dati sensibili delle persone coinvolte.

Nessun ente è autorizzato infatti a divulgare i dati delle persone positive. Le persone venute a contatto con i soggetti positivi sono avvertite e messe sotto protocollo dal personale sanitario preposto.

Coronavirus: controlli in corso sul territorio

Una domenica ideale per una passeggiata? NO! Anche se il decreto consente di uscire per necessità evitando assembramenti, si confida nel buon senso per evitare il contagio e anche l’adozione di misure ancora più restrittive.

In questo esatto momento sono in corso controlli anche sul nostro territorio. È opportuno quindi ripetere il chiarimento delle Forze dell’Ordine sulle autocertificazioni e sulle denunce legate alle violazioni delle disposizioni in materia di coronavirus.

Bisogna stare a casa! Ci si può spostare solo per:

– lavoro

– necessità

– salute

Al momento del controllo si dichiara e firma il motivo dello spostamento. Fatto questo la pattuglia verifica la veridicità della dichiarazione.

In caso di falsa dichiarazione, scattano le denunce per la violazione dell’ordinanza di salute pubblica coronavirus (art. 650 C.P.) e l’altra per dichiarazioni mendaci (art. 495 C.P.).

Fare la spesa solo nel proprio comune e per articoli di prima necessità! Fare la spesa, non fare shopping! Una persona per famiglia. Consentite due persone in auto, guidatore è un passeggero posteriore.

Anche chi va a piedi (sempre per una delle tre motivazioni) deve portare l’autocertificazione.

CONSEGUENZE:

art.650 codice penale (arresto fino a 3 mesi o ammenda fino a € 206,00);

art.495 codice penale (reclusione da 1 a 6 anni).