Saluto di fine anno scolastico

grazie

– A tutti gli alunni

– Ai docenti

– Al Personale ATA

Siamo giunti anche quest’anno al termine di un intenso e proficuo anno scolastico.

Con gioia, ed un po di rammarico scriviamo queste righe. La gioia nel ringraziare di cuore tutti gli alunni che si sono impegnati e distinti nelle molteplici attività didattiche, (ma non solo),  il rammarico di non averlo potuto fare di persona. Come sapete, qualche settimana or sono, si sono svolte le elezioni amministrative. Anche nel Nostro comune si è rinnovato il consiglio comunale. Questa lettera sarà resa pubblica proprio durante il primo consiglio comunale di questo nuovo mandato, quello in cui verranno distribuite le nuove deleghe a giunta e consiglieri.

Ci vogliamo dunque congratulare con tutte le alunne e tutti gli alunni che usciranno con votazioni alte nella pagella e con tutti coloro che, comunque e al di là dei risultati, si sono sempre impegnati con costanza e serietà.

Grazie a tutti coloro che hanno rispettato i compagni di classe e soprattutto il lavoro degli insegnanti.

Grazie ai docenti, promotori e i garanti di quel “cantiere privilegiato” dove i bambini incontrano il sapere dell’umanità senza limiti di spazio e di tempo. Grazie per la Vostra preziosa ed insostituibile funzione sociale e civile dinanzi alla comunità.

Auguriamo dunque a tutti  un periodo di vacanza sereno, ricco di emozioni e di esperienze significative.
Un affettuoso saluto agli Studenti che andranno alle superiori, cui desideriamo sinceramente augurare un futuro ricco di entusiasmo per la vita .
A tutti gli altri, come sempre, un arrivederci a Settembre per proseguire il nostro comune cammino di crescita, con l’auspicio di fornire ai ragazzi e alle ragazze i mezzi per esprimere se stessi al meglio, riconoscendo negli altri e nei legami con gli altri, un arricchimento basato sul rispetto e sulla totale identificazione di valore.

Buone vacanze a tutti!

Armando Sanna, Sindaco di Sant’Olcese

Matteo Boero, Assessore alla Pubblica Istruzione

Annunci

Scattati i controlli sulla raccolta differenziata

feg

In questa settimana, si sta concludendo la fase di start-up relativa alla raccolta differenziata. Sono stati tolti gli ultimi cassonetti dell’indifferenziata (ultimo comune a farlo).

Nella giornata di ieri (giovedì 13 Giugno), sono scattati dunque i controlli sul corretto conferimento dei rifiuti.

Il nuovo Assessore alle politiche ambientali Matteo Boero, il responsabile dell’ufficio ambiente Gianluca Mastropasqua e la polizia municipale hanno iniziato a girare sul territorio controllando le varie isole ecologiche. L’iter prevede il controllo dei cassonetti al fine di monitorare il corretto conferimento del differenziato e, soprattutto, l’apertura dei sacchetti abbandonati. Il primo controllo ha già portato all’individuazione di alcuni soggetti verso i quali verranno notificate le relative sanzioni amministrative.

L’amministrazione dunque, in sinergia con il gestore, proseguirà su questa linea, implementando e rafforzando nel tempo gli strumenti di controllo, augurandosi di dover sanzionare il meno possibile.

Il Nostro obiettivo è e sarà quello di lavorare con il gestore al fine di un sempre maggior miglioramento del servizio.

 

Un’emozione..al ritmo di Armando!

WhatsApp Image 2019-05-28 at 02.50.23

Ore 17.10 del 27 maggio ’19. Siamo a Piccarello, scuola G. Di Vittorio. Sembra un dejavù.

Il presidente Fossati proclama il Nostro Armando Sindaco di Sant’Olcese, per la seconda volta. Scatta l’applauso con il correlato “dagghe Nandooooo”.
Per la seconda volta si rivive quel momento, cinque anni dopo.

Tante cose vorremmo dire. Potremmo pensare che tutto fosse scontato. Per Noi no, non queste percentuali, non con questo numero di preferenze. Siamo commossi.
Sono stati mesi duri, difficili, in cui ognuno di Noi ha dovuto correre simultaneamente su più fronti: la campagna elettorale di squadra, quella personale, l’iter amministrativo quotidiano, la famiglia. Ieri è stato il giorno delle lacrime. Quelle di gioia per i risultati collettivi e personali, quelle di tristezza per quei compagni d’avventura che non sono riusciti ad entrare in consiglio.

Erano le ore 15.00 quando piano piano, lentamente, tutti raggiungevano il point di Manesseno per contare le preferenze. “Arrivato Trensasco”, “Ora mi mandano Vico”, “Manca Torrazza” e così via. La tensione è tanta. Mano a mano arrivano tutti. La situazione si delinea. Ma ne manca uno, il seggio 5 di Manesseno. Lì c’è Armando.

Aurelia e Francesco(i Nostri “referenti” nei conteggi, oltre a tutto il resto) ci dicono: “Nando ci ha detto di non dirvi nulla, vuole comunicarvelo Lui il totale. Chi entra e chi no.”

Usciamo dal point, aspettiamo Armando.

Ad un certo punto lo vediamo, sul marciapiede, in lontananza, al telefono. Passo lento, deciso.

“Eccolo!” urla qualcuno. “Dai Nandooo” ribadisce qualcun altro. La tensione è tanta.

Arriva sotto il point ed è un’esplosione di gioia. Ci raduniamo dentro. Arma inizia a parlare e ci comunica tutto. La tensione si scarica. Fra commozione, abbracci, pacche sulle spalle, e brindisi, è giunto il momento di andare a Piccarello. Le luci si spengono. Ci aspetta un Dejavù. Ci aspettano 5 anni al ritmo di Armando!

Votare è importante!

Celebrate-the-International-Day-of-Democracy-Step-9

Oggi vogliamo riportavi la lettera che un padre scrive alla propria figlia, nel momento del Suo primo voto.

Lo facciamo per ribadire l’importanza di una larga partecipazione al voto di Domenica 26 Maggio.

Buona lettura

Ciao Vale,
anche se fai la donna navigata e sicura sono convinto che l’occasione di andare a votare per la prima volta ti riempie di orgoglio e preoccupazione, stai cercando di capirci qualcosa anche se foto e frasi su Instagram e Facebook ti hanno ulteriormente confuso. Se può servirti nella riflessione, ho provato ad ascoltare alcune motivazioni dei giovani che ho sentito o letto in questi giorni e tento di dirti quello che penso al riguardo.
Votare non serve a nulla. Il diritto di voto è stato conquistato dopo secoli di ingiustizie a prezzo di sangue e sacrifici dai nostri nonni, pensa che quando era piccola la Nonna Marta, le donne in Italia non potevano votare. Votare non è solo un diritto è anche un dovere di ciascuno, è prendere una decisione sul futuro del nostro Paese e dunque anche nostro. Se non voti metti gli altri in condizione di decidere per te, non potrai neppure lamentarti. Pensa inoltre alle persone in tanti Paesi del mondo in cui non si vota o se si vota c’è solo il nome del dittatore sulla scheda elettorale, come possono cambiare le cose che non vanno? La Costituzione Italiana, che anche secondo me è la più bella del mondo, la manteniamo viva specialmente andando a votare premiando o bocciando a ogni elezione le persone che ci rappresentano e decideranno per tutti.
Sono tutti uguali, alla fine rubano tutti. Questo è il più grosso regalo che possiamo fare ai ladri, non sforzarci di distinguere le persone serie dai delinquenti, le false notizie e false accuse dalla verità. La storia di ogni candidato esprime più chiaramente delle parole e delle promesse elettorali chi andiamo a votare. Hai la fortuna di conoscere bene il Sindaco del nostro Comune, ti sembra che faccia un lavoro inutile o che stia rubando?
Tanto non cambia nulla, in tv troviamo sempre gli stessi politici.Questo non è vero, alcuni li vediamo da anni, ma oltre ai capi storici ci sono tanti che 10 anni fa non erano in Parlamento. Governare come fare le Leggi non è una cosa che si impara velocemente, purtroppo in tv vediamo solo chi urla più forte.
Le promesse che fa la politica non mi riguardano. A parte che ti riguardano già ora (Lavoro, Sanità, Scuola, rapporti internazionali ecc.) perché la soluzione dei problemi reali non piove dal cielo ma si ottiene con Regole, Educazione, Impegno ecc. , anche gli argomenti come le Pensioni che ti sembrano così lontani, ti riguardano perché chi vuole aumentare oggi i soldi delle pensioni, non fa altro che toglierne alle pensioni di domani. Esiste un problema demografico, quando io ho votato per la prima volta nel 1976, i giovani sotto i 25 anni erano quasi il 20% oggi sono poco sopra il 12%, questo ha portato al fatto che i partiti, per vincere le elezioni, cercano i voti degli anziani che sono molti di più. Questo non può andare contro i tuoi giusti desideri di trovare un lavoro, costruire una famiglia, vivere bene nella società.
Ognuno deve pensare a se stesso tanto poi nessuno ti aiuta. Da soli non si va da nessuna parte, anche chi si sente sano, ricco, intelligente, volenteroso arriverà in un momento in cui avrà bisogno degli altri se non altro per il clima sociale in cui si troverà a vivere: pensa se scoppiasse una guerra, che disastro sarebbe per tutti.
È tutto troppo complicato, guarda come parlano! Non tutto si riesce a rendere facile e veloce, sai come a volte anche nella nostra famiglia è difficile capirsi e decidere anche su cose semplici, esempio che programma guardare alla tv o dove andare per le prossime vacanze, capirai mettere d’accordo 60 milioni di persone con tutte le variabili che ha una società moderna. Questo obbliga ad approfondire e a fidarsi di specialisti nei vari campi. Più che fidarsi di slogan o della singola frase che dicono i politici al tg, è fondamentale valutare la competenza di un politico (che scuola e che lavoro ha fatto prima di candidarsi, quali errori o reati ha commesso ecc.) e confrontare i programmi dei vari partiti (aiutandosi con i pareri di chi ti fidi).
Quasi nessuno dei miei amici andrà a votare. Questo è il più grande errore che voi giovani possiate fare: tirarvi fuori da un sistema che senza di voi invecchia e muore, ma ha il pregio di averci fatto vivere oltre 70 anni di pace con tanti passi verso una maggiore giustizia (pensa che mio nonno si toglieva il cappello in segno di rispetto quando parlava con il padrone del suo terreno), la creazione di uno Stato sociale che ha pochi confronti al mondo, la possibilità di andare a scuola, di viaggiare. Cerca di convincerli a votare, io preferisco che uno voti un partito diverso dal mio, ma si senta parte della vita dell’Italia piuttosto che non sia interessato al futuro della nostra società.
Buone elezioni!
Papi Pier 

40 anni di Vai come Vuoi! Ci siamo!

I coniugi Rebora all’arrivo della prima edizione della Vai come vuoi. Il Nostro grazie va anche a Loro.

Vigilia di attesa per la Vai come vuoi, edizione numero 40.

Un’edizione speciale, storica, per una delle gare podistiche più antiche della provincia di Genova. Sì attendono centinaia di podisti, con l’obiettivo di fare il record storico.

Un grazie speciale va al Nostro Armando Sanna che da 15 anni s’incarica di mettere in piedi questo pezzo di storia del Nostro comune. Il Nostro grazie va anche a tutti quelli che si prodigano ogni anno per la buona realizzazione dell’evento. Un grazie al Nostro Matteo Bugge, a Lidia e alle sue splendide signore. Un grazie a tutti i volontari.

Un grazie speciale a chi tanti anni fa diede il via a tutto questo.

E dunque..Vai come vuoi!

Vi aspettiamo!

Al via la Nuova Era del campetto di Manne!

Una serata di festa, gioia e commozione. E non poteva essere altrimenti.

Ieri sera è andata in scena l’inaugurazione del nuovo impianto di Manesseno. Tante persone presenti per ‘battezzare’ il campetto intitolato a Pino Pittaluga ed Ettore Durante.

Dalla messa, passando per l’inaugurazione vera propria, sino al memorial in ricordo di Renzo Boero.

Momenti toccanti e gioiosi.

Siamo felici come amministrazione di aver avuto l’onere e l’onore di condurre in porto tutto questo. Il Nostro grazie va a Don Giorgio, Moreno, Sergio, l’Anspi, le associazioni, i cittadini, Mons. Nicolò Anselmi. Grazie anche a coloro che ieri ci guardavano da lassù, sorridendo e facendo il tifo. È per Voi.

Una settimana da..25 Aprile!

La settimana appena conclusa ha visto la Nostra amministrazione celebrare, in più momenti una delle ricorrenze a cui più teniamo, la festa della liberazione del 25 Aprile.

Giovedì 25 il Nostro sindaco Armando Sanna e il presidente del consiglio comunale Boero hanno preso parte alla grande manifestazione di Genova. Un momento sempre commovente e molto partecipato.

Proprio per dare la possibilità all’amministrazione e ad altri soggetti di partecipare alla manifestazione di Genova, la commemorazione a Sant’Olcese sì è svolta ieri, domenica 28 Aprile. Un evento sempre molto sentito nel Nostro comune, testimonianza ne è la grande partecipazione.

Il corteo, partito dalla Villa Serra, sì è soffermato nei luoghi simbolo della lotta al nazifascismo. La mattinata è proseguita con la messa celebrata dal nostro Don Giorgio e l’orazione ufficiale.Giornate da ricordare, giornate da 25 Aprile!

Nuovo campetto, work in progress..

Procedono spediti i lavori per la realizzazione del nuovo campetto in erba sintetica di Manesseno. In questi giorni si sta posando il manto di ultima generazione.

L’inaugurazione è prevista per il prossimo 3 Maggio: amministrazione, il Nostro Don Giorgio e il circolo ANSPI stanno predisponendo il tutto.

Prossimamente verranno svelati tutti i dettagli, rimanete connessi!

 

La MTB a Torrazza inizia la stagione!

Liguria MTB e Sant’Olcese. Un binomio di successo.

Un successo a livello di partecipazione, coinvolgimento del territorio (Torrazza in primis) e promozione dello stesso.

Un lavoro incredibile quello fatto dai ragazzi di Liguria MTB sul terreno messo a disposizione dall’amministrazione. Un luogo per lo sport dove la grande partecipazione di bambini e bambine dimostra quanto sia apprezzato e prezioso quello che è stato fatto.

Il Nostro sindaco Sanna e il delegato allo Sport Boero hanno percepito dal vivo l’entusiasmo di tutte le parti in causa.

Tutto questo senza contare il corso per istruttori nazionali di MTB che ha avuto pochi giorni fa la Nostra Torrazza come sede ufficiale. Persone da tutta Italia ospitate a Sant’Olcese.

E siamo appena all’inizio.

Nuovo Chiosco in Villa Serra!

Quest’oggi, sabato 23 Marzo, prende il via la nuova gestione del Chiosco di Villa Serra! Dalle ore 17 ci sarà infatti l’inaugurazione del nuovo gestore, Alessio Ganino, “figlio d’arte”.

Alessio è infatti figlio del mitico Marco, esercente storico di Manesseno, proprietario del Bar omonimo. Una nuova avventura, con il marchio di qualità!

In bocca al lupo da tutti Noi!

Il nuovo campetto da calcio di Manesseno prende forma!

Vanno avanti senza sosta i lavori del nuovo campetto da calcio a 5 di Manesseno. Le opere di muratura sono praticamente concluse e nella prima settimana di Aprile verrà posato il manto sintetico di ultima generazione. Il nuovo impianto sportivo, che sorgerà alle spalle della chiesa del SS. Nome di Maria, verrà inaugurato nel mese di Maggio.

Prossimamente ci saranno novità anche in riferimento a questo.

Quest’opera, finanziata dall’amministrazione comunale, rientra nel quadro di riqualificazione della chiesa Nuova e zone adiacenti. Il vecchio campo in terra battuta lascerà spazio al nuovo sagrato della chiesa e a nuovi posti auto.

Un’opera importante resa possibile dalla giusta sinergia fra parroco, curia ed amministrazione comunale. Per questo motivo vogliamo pubblicamente ringraziare Don Giorgio Rivarola e tutto il consiglio direttivo dell’Anspi.

Vi terremo aggiornati!