Corso di Compostaggio 

Ricordiamo a tutti il Corso di Compostaggio che si terrà domani, 16 Maggio 2019, dalle ore 17;30 alle 19;00 presso il Centro Socio Culturale a Manesseno

Annunci

Notte magica 2019…meravigliosi questi anni!

È l’alba di una domenica mattina. Ma Manesseno è decisamente diversa dal solito. È il suo giorno, e lo si percepisce.

In via Poirè gli espositori del mercato di Forte dei Marmi montano i banchi per il mercato, nel campo è già stato gonfiato il traguardo per la “Vai Come Vuoi“. Anche per lei è un giorno speciale, sono i suoi 40 anni. E, a giudicare dagli iscritti, (quasi 400), è una splendida quarantenne!!!!

Se ci fosse il tempo ci piacerebbe commuoversi un po’: questa giornata l’abbiamo voluta noi, ed é anche l’ultimo evento del nostro mandato.

Ma il tempo non c’è, perché il parcheggio e già pieno, all’ area ristoro chiedono altre sedie e Giorgianni ha già tagliato il traguardo, eppoi c’è il vento. Un vento incessante destinato ad accompagnarci tutto il giorno.

Il vento porta via tutto, ma trasporta anche la musica. Quella della baby dance della Società di Mutuo Soccorso, dei KS United+GA o lo Swing della Archaic Jazz Music Band, e in tutta questa musica, coi bambini che saltano sui gonfiabili, ci ritroviamo a sera. Adesso i suoni sono cambiati, in cerchio davanti al palco i Giovani Canterini di SantOlcese cantano la loro canzone per Sant’Olcese, “O Trallalero, canson de na vitta” Ed è davvero un bel momento, coronato dalla consegna delle Chiavi della Città, massima onorificenza del nostro Comune.

Ancora ci si potrebbe commuovere, ma c’è da ridere con Carlo Denei, da ballare con Dj Perugin, da emozionarsi con i Lunatik Cirque. E, d’improvviso, si spengono tutte le luci. Non è un black out, ma il segnale di Armando. Tutti con gli occhi al cielo, inizia lo spettacolo dei fuochi d’artificio di Ale Bruzzo.

Ora sì, la notte magica 2019 è finita, via Poirè è riaperta. È stata faticosa ma bellissima. Ma soprattutto con tanta gente. La gente di Sant’Olcese che per noi è sempre stata la miglior compagnia possibile. Avremmo voluto far di più e meglio, avremmo voluto fermarci un po’ con voi, ma è passato tutto così in fretta. Questa notte, questi cinque anni. Questi meravigliosi anni.

Adesso possiamo anche commuoverci, chè, se anche scappa una lacrima, c’è sempre il vento che tutto asciuga.

Grazie a tutti, cittadini e associazioni, per quello che siete e per quello che fate.

Questo è il mio ultimo saluto, sperando sia un arrivederci.

Simona Lottici

Informatori ambientali in arrivo!

Da domani e per alcune settimane saranno inviati da AMIU sul nostro territorio gli Informatori Ambientali.

Gli Informatori saranno ragazzi con gilet identificativi che gireranno le isole della raccolta differenziata del Comune per supportare i cittadini nel corretto conferimento dei rifiuti.

Niente paura! Il loro compito non è quello di sanzionare, ma solo di rispondere alle domande e ai dubbi di chi conferisce i rifiuti per aiutare tutti ad identificare in maniera corretta i materiali.

Gli informatori si faranno anche carico di comunicare al Comune eventuali segnalazioni da parte dei cittadini o criticità delle aree di conferimento dei rifiuti per migliorare ed implementare il nuovo sistema di raccolta.

Grandine: i Comuni di Sant’Olcese e Serra Riccò chiedono indennizzi per gli agricoltori 

In seguito alla violenta grandinata del 26 Aprile che ha interessato i rispettivi territori, il Comune di SantOlcese e il Comune di Serra Riccò,  tra i più colpiti in Valpolcevera,  hanno deciso di inoltrare un’azione congiunta alla Regione perché venga riconosciuto lo stato di calamità naturale e si riconosca un indennizzo alle aziende agricole del territorio, pesantemente colpite da questo evento.

Di seguito il testo della lettera che  il Sindaco di Sant’Olcese ha inviato in data odierna alla Regione:

“Il sottoscritto, Armando Sanna, Sindaco pro-tempore del Comune di Sant’Olcese, Genova, alla luce dei recenti eventi calamitosi che si sono verificati a causa della violenta grandinata nella giornata del 26 Aprile u.s., con impatto consistente sulle colture della stagione in corso e su quelle della prossima estate, chiede il riconoscimento dello “stato di calamità naturale” per i danni subiti dalle aziende agricole e zootecniche.

Il verificarsi di dette condizioni, in un periodo in cui le temperature erano in sensibile aumento e la fioritura dei prodotti agricoli era già avanzata, ha provocato ingenti danni alle colture, stimabili in una perdita superiore al 30% per tutte le aziende.

Si richiede, pertanto, agli Enti competenti che vengano poste in essere tutte le procedure atte al riconoscimento dello “stato di calamità naturale”, con derivante richiesta di aiuti economici per il settore.”

È stato, inoltre, predisposto un modulo richiesta danni eventi calamitosi da scaricare direttamente da questo blog o, a partire da lunedì,  dal nostro sito, da compilare da parte delle aziende agricole per fare la singola richiesta danni.

Rimaniamo in attesa di una data di incontro con la Regione per sottoporre all’Ente le problematiche dei nostri Comuni. Vi terremo aggiornati.

 

Martedì 16 non perdete l’appuntamento con  “L’Impromissa”!

Martedì 16 Aprile al Centro Socio Culturale in Via Gramsci 11, Chiara Ferraris presenterà il suo romanzo “L’Impromissa”.

L’appuntamento con l’autrice del libro che sta facendo sognare tanti Santolcesini è assolutamente da non perdere!

Vi aspettiamo!

Non una di meno!

Nè, fiori, né regali, ma il semplice riconoscimento dei loro diritti è questo che chiedono oggi le donne per celebrare degnamente la giornata internazionale a loro dedicata.

Non è un mistero che, in una società sempre più sviluppata, i diritti delle donne, dati alla mano, vengano negati quotidianamente.

La negazione del diritto all’autodeterminazione si traduce in un bollettino di guerra: ogni 72 ore una donna perde la vita. Il femminicidio, la grande emergenza della nostra società.

Ma cosa si cela dietro questi abusi? E’ possibile che questa escalation di violenza non riesca a scuotere le nostre coscienze?

Il problema, purtroppo, è la nostra cultura: è da lì, dai luoghi comuni e dalla vita di ogni giorno che emerge questa fragilissima condizione femminile.

Accanto alle innocenti vittime del femminicidio, ogni giorno vi è una lenta agonia delle prerogative femminili.

E così, succede che, a poco, a poco, dopo un vita di battaglie e di diritti conquistati a fatica, nel 2019 le la percentuale di ragazze che abbandonano gli studi sia di nuovo in aumento, il divario salariale sia stabile, se non addirittura in crescita e, quello che è più grave, non esista una vera tutela della donna dagli abusi e dalle violenze. La Politica, colei che dovrebbe garantire l’applicazione dell’Art.51 della Costituzione per difendere le pari opportunità, deve addirittura darsi una legge, spesso poi disattesa, per passare da una presenza risicata del 20% delle donne al suo interno ad un 30% che fa quasi scalpore. Ed ecco ciò che veramente le donne devono chiedere per questo 8 Marzo 2019: di non essere relegate ad un ruolo subalterno, di essere valutate per il loro apporto reale e per le loro capacità, di non essere sempre costrette al silenzio dall’egemonia del potere maschile. Questo è quello che uomini e donne oggi devono chiedere insieme per tutte coloro che hanno pagato con la vita la mancanza di rispetto nei confronti della donna.

Buona giornata della donna a tutti!

Il Carrossezzu di Santo: un ritorno in grande stile

Dopo il rinvio dello scorso anno, tornano a Sant’Olcese coriandoli, stelle filanti, schiuma. Ed è subito festa!

Visi dipinti, sorrisi di bimbi e carri in sfilata, questo è il Carrossezzu di Sant’Olcese!

Una giornata spensierata, in cui anche l’amministrazione Comunale con la sua goliardia indossa la maschera ed il Sindaco e la Giunta diventano Robin e gli Amici della foresta che, in questo caso, rubano ai poveri per dare ai ricchi.

Un momento di spensieratezza per salutare la stagione invernale e dare il benvenuto ad una primavera a “ritmi alti”, insieme alle scuole  ai volontari di tutte le associazioni.

Come sempre, quando la cittadinanza è chiamata a partecipare, risponde con grande entusiasmo e così si è dato vita ad uno spettacolare corteo che, non ce ne vogliate, per qualche ora ha destabilizzato bonariamente il traffico di Manesseno. Lotte tra i carri ed i passanti con mille coriandoli hanno caratterizzato il nostro pomeriggio. E poi l’arrivo in Villa Serra con la rottura delle pentolaccia dove la festa si è conclusa per tutti.

Un vero successo per cui, come sempre dobbiamo ringraziare chi ci supporta e sopporta…in primis le associazioni e le scuole locali, che dedicano un gran lavoro a questa giornata e poi tutti i cittadini  che non ci fanno mai mancare il loro entusiasmo!

Vamos Santo!

 

Raccolta differenziata: nuovo punto della situazione 

Con tempistiche un po’ più lente rispetto a quanto ci aspettavamo,  il nuovo sistema di raccolta differenziata continua ad essere implementato.

Questa settimana Amiu ha iniziato a spedire alle utenze non condominiali le chiavi per i cassonetti dedicati alla raccolta stradale dell’organico.

È iniziata, inoltre,  la sostituzione di alcuni cassonetti della plastica con contenitori più voluminosi nelle zone di maggior utenza. 

Dalla prossima settimana verranno consegnate agli amministratori condominiali le chiavi per i cassonetti da distribuire ai condomini.

Piccoli miglioramenti saranno messi in campo in maniera continuativa.

La strada per arrivare a regime è ancora lunga, ma si procede a piccoli passi.

Continuate ad inviarci le vostre preziose segnalazioni per cercare di lavorare insieme e migliorare le criticità che,  immancabilmente, emergeranno in corso d’opera.

Gli Amici di Enzo: teatro e solidarietà 

Da anni la nostra Compagnia dialettale de “Gli Amici di Enzo” porta in scena nelle frazioni del nostro Comune, ma anche in altri Enti, le sue esilaranti commedie in genovese. Lo scopo delle loro rappresentazioni non è mai a scopo di lucro e così il ricavato che può emergere dalle loro serate è reinvestito totalmente in materiale per il teatro, oppure devoluto in beneficenza a chi ne ha più bisogno, come è accaduto a dicembre, quando la Compagni ha voluto donare un sorriso ai bambini del Gaslini.

Un grazie di cuore da parte di tutta la comunità di Sant’Olcese.