La Ferrovia Genova Casella è stata oggetto negli ultimi anni, prima in previsione della riapertura, ma anche dopo il riavvio del servizio, di importanti investimenti che hanno notevolmente migliorato la situazione dell’infrastruttura. Tanto per fare qualche numero riguardo ai lavori sull’armamento (fonte Amici FGC), nei primi 6 mesi del 2017, grazie soprattutto al contratto di service sottoscritto da AMT che assicura la manutenzione ordinaria alla linea, si sono messe in opera oltre 1000 traverse nuove, oltre 200 m di rotaie nuove, circa 100 mc di pietrisco.

Sono inoltre in corso di predisposizione due gare (importo complessivo superiore ai 600mila euro) riguardanti interventi di rinnovo straordinario dell’armamento: la prima riguarda il rifacimento completo dell’armamento sul ponte Cortino (tratta in ingresso a Casella Deposito sotto rallentamento) e la seconda il rinnovo straordinario delle tratte attualmente ammalorate (e sotto rallentamento) tra Busalletta e Tullo, non ricomprese nei precedenti interventi d’urgenza (nonché il rinnovo di una curva prima dei “roccioni di Molinetti“). Con questi interventi saranno eliminati tutti i rallentamenti oggi in essere sulla Ferrovia Genova-Casella, già notevolmente ridotti dal giorno dell’apertura.

E’ poi notizia di ieri che, tra i 13 milioni di euro per 30 progetti che coinvolgono la Liguria nell’ambito del programma Interreg Marittimo Italia-Francia 2014-2020, altri fondi potrebbero essere in arrivo per la nostra Ferrovia. Regione Liguria è infatti capofila del progetto TRENO – da 280mila euro – per la valorizzazione delle ferrovie storiche come la Genova-Casella. Ecco le parole dell’assessore regionale competente Rixi, in cui si cita anche espressamente il trenino: “Le risorse sbloccate si inseriscono nelle linee di pianificazione regionale e i progetti sono sinergici alle politiche del territorio. Grazie al buon lavoro svolto, portiamo in Liguria finanziamenti europei che ci consentiranno di avviare interventi importanti per esempio sull’ambientalizzazione dei porti, della ferrovia storica Genova-Casella, sulla promozione dei nostri prodotti tipici, dell’entroterra, della cultura locale,coinvolgendo anche l’Università e quindi puntando sull’innovazione. La Liguria, visti gli ottimi risultati raggiunti in termini di progetti europei approvati, si sta attestando come Regione modello anche per gli altri partner del programma”.

Annunci