Le Feste sono ormai archiviate, il Nuovo Anno ha preso l’avvio e, ognuno di noi, si pone nuovi obiettivi e buoni propositi da realizzare.

Quasi tutti, dopo gli sgarri natalizi, si ripropongono di mettersi a dieta. Anche i media ci suggeriscono nuove fantastiche strategie per rientrare nell’abitino attillato o per far rientrare nei parametri glicemia e pressione arteriosa.

Occorre però fare attenzione, ed evitare dannose scorciatoie come digiuni o diete strettamente ipocaloriche, seguendo invece il buon senso e adottando nuovi stili di vita salutari, da ora e per sempre. Vediamo come.

Innanzitutto, se per le feste l’avessimo interrotta, riprendiamo l’attività fisica. Se invece non è nelle nostre abitudini impariamo a farla diventare parte integrante della nostra quotidianità.

Va ricordato infatti, che 30/40 minuti di attività fisica al giorno aiutano ad attivare il metabolismo. Valutiamo tutte le offerte del nostro territorio e scegliamo l’attività di maggior gradimento o quella più adatta alla nostra età e al nostro fisico, così da poterla praticare con costanza e continuità, ricavandone anche notevoli benefici a livello mentale e psichico.

E veniamo all’alimentazione. Per un benessere e risultato duraturo occorre seguire, secondo le ultime ricerche scientifiche, un’alimentazione di segnale, cioè una dieta normocalorica, che permette di mandare i giusti segnali al nostro cervello, per attivare il metabolismo di tutto il nostro organismo.

Lo faremo abbandonando tutto ciò che contiene zucchero, alimenti industriali raffinati, junk food , limitando latticini e salumi e preferendo alimenti di qualità come frutta e verdura, legumi, cereali integrali, oltre ad una buona quota proteica rappresentata da uova, pesce, carni.

È importante inoltre seguire i nostri ritmi ormonali, rispettando una corretta distribuzione dei pasti. Quando il nostro organismo necessita di energia per lavorare o per lo studio ed è predisposto al consumo, dovremo fare il pasto più abbondante della giornata. Questo avviene al mattino, ecco perché bisogna fare una colazione da re che dovrà contenere una quota proteica rappresentata ad esempio da uova o da ricotta, accompagnati da frutta, semi oleosi, cereali integrali, pane integrale, marmellata senza zucchero o miele.

A pranzo l’ideale è un piatto unico che contenga proteine, carboidrati e verdure. Ad esempio un bel piatto di pasta con abbondante ragù e piselli o, per i vegetariani: un’insalata di riso o farro con legumi, verdure e uova.

Alla cena riserveremo invece dosi più leggere, in quanto il nostro organismo alla sera è rivolto all’accumulo e mangiare tanto non farà altro che rendere difficile il sonno oltre che farci accumulare grasso. Ovviamente questo vale per chi ha da smaltire massa grassa, chi invece è supersportivo potrà permettersi anche alla sera una quota di carboidrati come pasta o pane integrali, legumi o patate.

Gli spuntini fuori pasto, se proprio sono necessari, è bene siano rappresentati solo da frutta o verdura cruda, che contengono solo zuccheri naturali, i quali non provocano sbalzi glicemici, poco salutari per tutti.

Concludendo, cerchiamo di seguire nuove corrette abitudini, e condividiamole con i nostri cari, soprattutto i figli, se desideriamo per loro un futuro di salute e in ottima forma.

Per l’anno nuovo vi regalo due ricette per la vostra buona colazione da regine e da re.

Torta Cheese Cake a modo mio

Fare una frolla con.
Farina integrale gr 120,
Farina di castagne gr 120,
1 uovo,
Burro gr 120
1 cucc.no di lievito bio per dolci
Stendere questa pasta molto sottile e coprire con questo ripieno:

Ricotta gr 300
Cioccolato fondente 70% gr 150
2 uova
Miele 1 cucc.no
Decorare la superficie con qualche nocciola e cuocere a 180° C per 30/40 minuti.

PanCake

Farina integrale gr 200 o farina di saraceno e di riso integrale
Lievito biologico in polvere 2 cucchiaini
Uova 3

Latte o latte di riso o avena gr 200

Olio extravergine d’oliva 3 cucc.ni
Miele 1 cucc.no – un pizzico di sale

Sbattere bene le uova, unire gli altri ingredienti e lasciar riposare 15/20 min. Cuocere in una piccola padella antiaderente. Se si mangiano a colazione l’ideale è prepararli alla sera prima e poi riscaldarli al momento di mangiarli. Si possono accompagnare con marmellata s.z., miele, ricotta o formaggio fresco.