NewManne

 

Con la conclusione dei cantieri e l’emanazione dell’ordinanza per il traffico e la sosta, iniziamo a dare evidenza di qualche dato e di qualche notizia sulla nuova via Poirè, che ha radicalmente cambiato in meglio la vivibilità di Manesseno. Senza togliere lo sguardo dalle criticità e dagli obiettivi ancora sul tavolo.

Fronte parcheggi: nella vecchia viabilità esistevano 57 parcheggi regolari sulla via. Ora siamo passati a 92, più tre aree non divise in stalli che fanno superare la quota di 100 mezzi parcheggiabili a vario titolo. Nel dettaglio abbiamo 60 parcheggi per autoveicoli  e 7 per motocicli senza ulteriore disciplina di sosta, 2 parcheggi merci e 20 a zona disco con diverse durate dalle 8 alle 20 (al di fuori di questo orario sono utilizzabili senza limitazioni), 3 parcheggi per disabili.

Sempre sul fronte parcheggi, la scorsa settimana si è tenuto un sopralluogo con l’assessore alla mobilità del Comune di Genova Dagnino. Un incontro che ha portato in frutto l’impegno del Comune capoluogo di valutare l’inserimento di nuovi parcheggi in sponda sinistra e la valutazione di soluzioni per risolvere i problemi di sicurezza nell’incrocio adiacente al ponte vecchio, nelle competenze dei nostri vicini. La costruzione della rotonda non sembra praticabile dal punto di vista tecnico. I nostri interlocutori sono stati più possibilisti nel valutare soluzioni alternative (spartitraffico e segnaletica) che ci verranno illustrate appena possibile.

Fronte trasporti: portata a casa definitivamente la tariffa ATP agevolata, il Comune ha chiesto ad AMT la possibile estensione della rete. L’azienda sta valutando per ora la possibilità di inserire in via sperimentale la zona dei capannoni nel percorso Drinbus, mentre è in fase di ultimazione il recupero della pensilina ATP prima installata nella zona delle Poste, in procinto di essere posizionata in una delle fermate in sponda sinistra. A proposito, sempre nella zona delle Poste è stata ultimata la nuova area di raccolta rifiuti, sicuramente più dignitosa della precedente.

Chiudiamo con un altro sogno. E’ stato aperto un importante tavolo di discussione con la Parrocchia che dovrà sperabilmente portare alla riqualificazione della Chiesa nuova e di tutti gli spazi adiacenti, naturalmente con il supporto ed il contributo concreto del Comune.