image

Riceviamo e pubblichiamo.

Pioggia, vento, freddo anche questo è rugby. Questo il pomeriggio all’Oval Stadium di Sant’Olcese dove di scena andava lo scontro diretto tra la prima (Cus Genova) della classe under 18 e la nostra formazione di categoria seconda in classifica. La giornata è fredda, il campo regge solo le piogge fino al primo tempo poi anche lui è stanco e
si inzuppa.

Di fronte due formazioni che con motivazioni diverse vogliono vincere. I biancorossi cercano l’ennesima vittoria nel girone iniziale (ad oggi le hanno vinte tutte dando una media di 30 punti ad ogni formazione) gli azulgrana cercano il secondo posto ed un riscatto dalla prestazione disastrosa di Cuneo.

Agli ordini dell’arbitro Torrazza si inizia sotto unapioggia fine. I ragazzi di Rebora-Caldarella iniziano subito ribattendo colpo su colpo alla corazzata universitaria, ricca anche di atleti appartenenti all’Accademia FIR di Torino. La grinta e determinazione degli azulgrana la si legge sugli occhi e sulla concentrazione: poche sbavature, raddoppi, sui placcaggi ognuno dà il massimo, forse anche qualcosa in più.

Dieci minuti e malgrado il maggior possesso palla sia biancorosso Bomba va in meta con una cavalcata sull’out sinistro: in mezzo ai pali e per Barabino non è un problema trasformare. Il Cus non ci sta e sfodera tutta la fisicità nel frattempo la pioggia diventa insistente e anche il controllo dell’ovale difficoltoso, il che non impedisce ai biancorossi di portarsi sul 14 a 7.

Dopo questo forcing biancorosso il punteggio si fissa sul 10 a 14 grazie ad un calcio di punizione messo a segno da Barabino e qui finisce il primo tempo. Si riordinano le idee sotto la pioggia incessante e si riparte.

La difesa dei ragazzi di Rebora è ordinata e precisa e il gioco dell’avversario viene sempre neutralizzato prima che diventi troppo pericoloso. Piano Piano anche in mischia chiusa gli Amatori prendono le misure di quella avversaria e la disparità risulta meno evidente. Il tempo peggiora, arrivano vento e pioggia ghiacciata ma i nostri non si perdono d’ animo: anzi, dopo una buona percussione va in meta il santolcesino doc Zerbetto, trasformata da Barabino.

Come colpito da una sferzata si risveglia l’avversario ma fretta e poca precisione rendono sterili gli attacchi, i nostri difendono su tutto ciò che vola sopra il prato di Sant’Olcese: abnegazione, coraggio, senso di appartenenza, esce fuori tutto il meglio, la fine non arriva mai ma finalmente l’uomo in giallo la decreta. È gioia vera, fatta di risate urla e lacrime nel rispetto di un avversario forte e bravo tecnicamente a cui auguriamo di fare molta strada nel proseguo del torneo.

Oggi era il giorno dei nostri ragazzi, quello che volevano se lo sono presi, da soli, sul nostro campo di Sant’Olcese, riscattando l’ incolore prova di Cuneo.

Formazione Amatori: Semino, Kiviranta, Barabino, Sacchini, Abbruzzese M., Panizza, Bryan, Ceren, Marcellino M., Calipari, Narvaez, Bomba, Zerbetto, Orlandi, Cecconi.

Allenatori: Caldarella/Rebora. Dirigenti accompagnatori: Abbruzzese, Panizza.

Un particolare grazie a Doc Andrea che ha cambiato al volo il suo programma pomeridiano, forse fatto di un caldo divano ed il Sei Nazioni in TV per prendersi acqua e vento in panchina all’Oval Stadium di Santolcese, ma crediamo che questa volta lo spettacolo sia stato all’altezza!!

O. Giallo

Advertisements