SemaforoAbbiamo parlato qualche giorno fa del nuovo sistema di allerta e delle preoccupanti ricadute sui Comuni, liquidate in maniera abbastanza frettolosa nella conferenza stampa di presentazione. Oggi arriva la protesta ufficiale dei primi cittadini della Valpolcevera, che chiedono un rinvio per potersi preparare al meglio (e preparare i cittadini) al nuovo sistema.

Come detto, si dovranno adeguare i loro piani di protezione civile nel periodo più critico. E i cittadini dovranno, sempre nel periodo in cui gli stati di allerta sono più frequenti, abituarsi al nuovo lessico. Infine aumenterà la discrezionalità dei primi cittadini per decidere cosa fare sul loro territorio. Insomma, ce n’è abbastanza per riassumere tutto in una lettera, che riportiamo, insieme con un articolo di stampa che riassume bene la nostra posizione.

Una posizione che facilmente verrà catalogata con i soliti commenti ideologici, ma che si basa su dati di fatto. E purtroppo le notizie negative che arrivano dalla Regione non sono finite: 111mila euro di spazi di patto di stabilità concessi a fronte dei 900mila richiesti. Soldi nostri che non potremo spendere. E poi problemi sui fondi per il dissesto idrogeologico e sullo sport. Vi documenteremo su tutto, rimanete collegati.

allerta1allerta2allerta3allerta

Advertisements