logo_regioneliguriaUn milione e 400mila euro per interventi di mitigazione del rischio in 8 Comuni dell’entroterra ligure colpiti dalle ultime alluvioni sono stati stanziati oggi dalla Giunta regionale su proposta dell’assessore alla Protezione civile Giacomo Giampedrone che ha dato mandato al presidente Toti, in qualità di commissario per l’emergenza, di erogare le risorse derivanti da una riprogrammazione di fondi già stanziati.

I Comuni interessati sono: Sant’Olcese e Uscio in provincia di Genova, Rialto, Nasino, Erli e Calice Ligure in provincia di Savona, Borgomaro in provincia di Imperia e Ortonovo in provincia della Spezia. Le opere previste si riferiscono a interventi di messa in sicurezza dal dissesto che insiste soprattutto sulla viabilità provinciale delle località e degli abitati.

Saremo più precisi quando arriveranno informazioni ufficiali riguardo allo stanziamento (e soprattutto alla sua effettiva erogazione) riservato al nostro Comune, sulle modalità di attuazione e sui particolari interventi finanziati. Qualcosa forse inizia a muoversi dopo le numerose azioni dell’amministrazione per sollecitare l’attenzione della nuova Giunta regionale sulle gravi problematiche del nostro territorio.

La notizia è riportata dal sito ufficiale della Regione Liguria, con le dichiarazioni dell’Assessore:

“Si tratta di un segnale che come Giunta regionale abbiamo voluto dare di attenzione al territorio – spiega Giacomo Giampedrone – in attesa del riconoscimento dello stato di emergenza da parte del Governo e della conseguente erogazione di contributi e dello sblocco del patto di stabilità da parte dell’esecutivo per quei Comuni virtuosi che hanno risorse a bilancio da poter spendere per interventi di mitigazione del rischio”.

Nessuna bufala quindi. Come correttamente riportato dagli organi di stampa, si tratta di una riprogrammazione. Non dimentichiamo che le riprogrammazioni a volte rischiano di far male. Si vedano per esempio i rischi corsi qualche anno fa sul finanziamento del ponte di Manesseno, che non saltò solo grazie all’azione dell’amministrazione Cassissa. Speriamo dunque anche noi che l’intervento connesso a questo finanziamento venga finalmente concretamente avviato.

Advertisements